God bless America

Re: God bless America  

  By: shera on Domenica 12 Novembre 2017 10:51

Livello di poco inferiore al tempo, ma c'era consapevolezza

Gianlini tu lo sai di essere manipolato?

esatto tu non ti senti manipolato, ti credi libero

consapevolezza che ora non c'è più...

 

Immagina centinaia di milioni di GIANLINI che invece di usare Facebook dai 40 in su, lo iniziano ad usare da quando sono bambini e costruiscono la persona che saranno da adulti cercando il like di mentecatti lobotomizzati


 Last edited by: shera on Domenica 12 Novembre 2017 10:52, edited 1 time in total.

Re: God bless America  

  By: gianlini on Domenica 12 Novembre 2017 10:36

Mi sembrate i soliti pessimisti spaventati dalla novità.

Purtroppo questi non potevano mettere "like" o non "like", e non esistevano neanche i no gender, ....eppure il livello di manipolazione era drammatico...

 

 


 Last edited by: gianlini on Domenica 12 Novembre 2017 10:37, edited 1 time in total.

Re: God bless America  

  By: shera on Domenica 12 Novembre 2017 09:19

Il problema come dice il cofondatore di facebook (o top manager) licenziato da zuckenberg e lancia l'allarme è che i ragazzi che crescono socialmente nei social a caccia di like per avere approvazione sociale, cresciuti saranno una massa del 90/95% delle persone che comporranno l'elettorato, i consumatori, la forza lavoro

mettici poi le follie no gender in cui c'è l'esaltazione di situazioni patologiche... saranno tempi duri per la democrazia e il progresso

intanto 750.000 in strada in catalogna, se c'erano di mezzo i servizi bastavano un paio di cecchini come hanno fatto a Maiden e la monarchia spagnola finiva qui: tradotto in termini molto semplice nel presente i popoli non fanno la storia, la subiscono

Re: God bless America  

  By: antitrader on Sabato 11 Novembre 2017 17:08

I bar, i ristoranti, i negozio dove ti aggiustano l'iphone etc.. sono attivita' in cui non c'e' bisogno di essere inseriti nel contesto sociale, i clienti ti entrano da soli, magnano, pagano, gli fai il sorriso e se ne vanno, se gli piace ritornano, altrmenti tanti saluti e baci.

Se invece devi andare a cambiare la caldaia in un bilocale, oppure modificare l'impianto elettrico di una piccola azienda, oppure a portare la fibra etc... devi trattare, prendere contatto con l'azienda, la portinaia del condominio, stabilire l'orario, le modalita', il prezzo etc... per cui e' un tipo di relazionarsi molto diverso.

Siccome escludo che i cinesi non siano in grado di fare quei lavori li', l'unica spiegazione e' che vogliono tenersi fuori da certe menate e preferiscono operare in attivita' dove ti devi comportare sempre allo stesso modo.

 

Re: God bless America  

  By: antitrader on Sabato 11 Novembre 2017 15:26

I margini sul commercio al dettaglio son sempre piu' ridotti complici le vendite online per cui si tratta di attivita' gestibili solo a livello familiare.

Peccato che le famiglie non ci sono piu' e l'unico figlio/a non aspira di certo a mettersi a vendere cipolle in concorrenza col pakistano a fianco.

Un dipendente ti costerebbe 30k all'anno (e ti rompe pure le palle con i "diritti") per cui meglio passare la mano.

In questa situazione si sono inseriti i cinesi i quali riescono ancora "a starci dentro" lavorando nei modi che sappiamo.

Per fortuna che quelli (i cinesi), proprio in virtu' della loro scarsa attitudine ad integrarsi, non sono in grado di attaccare le piccole aziende, altrmenti

sarebbe un'ecatombe anche in quel settore li'. Se si esclude il tessile, dove non han bisogno di relazionarsi col mondo esterno, negli altri

settori industriali i cinesi sono completamente assenti. I settori degli impianti elettrici, idraulici logistica etc... son pieni di rumeni, bulgari etc...

ma di cinesi non ne vedi.

Il risultato di questa situazione e' la diminuzione del costo dei prodotti che usi tutti i giorni che potrebbe piu' che compesare la stagnazione

dei salari. Poi pero' che succede? Arriva l'assessore e ti aumenta le spese obbligatorie e cosi' ti manda in default.

Morale della favola: il mercato, nel bene e nel male, funziona e fa il suo sporco lavoro, e' la lestofanzia politica e le ruberie che fan disastri.

 

 

 

Re: God bless America  

  By: gianlini on Sabato 11 Novembre 2017 12:02

Gano, non ci siamo capiti. Io non dico che i cinesi abbiano colpe, io dicoi che sono PERICOLOSI. 

Che cioè loro sì che fregano il lavoro agli italiani. 

Re: God bless America  

  By: shera on Sabato 11 Novembre 2017 10:33

Capisci che ai miei tempi era più sicuro ma io andavo a scuola da solo già alle elementari, il bamboccio che a 13 anni si fa accompagnare a scuola diventa il commerciale minchione che non ti vende il primo ordine anche se lo paghi anticipato, perchè gli costa troppa fatica, il figlio dell'imprenditore/nipote del fondatore che fa fallire l'azienda perchè non ha merito,e non ha mai sgobbato nella vita.

 

Sai quanto costa indicizzare un sito, sai quanta fatica acquisire un cliente, sai quanto sudore e quante rinunce creare da zero un industrietta???

e il bamboccio manda tutto a puttane

basta dare la colpa ai cinesi, tutte scuse del kazzo


 Last edited by: shera on Sabato 11 Novembre 2017 10:34, edited 1 time in total.

Re: God bless America  

  By: Bullfin on Sabato 11 Novembre 2017 02:18

L'osservazione del paese rincoglionito è calzane, le cause per niente...purtroppo la situazione attuale trova le sue origini nei movimenti di sinistra, sessantottini e stronzate varie....quelli dei DIRITTI...si diritti un per di cazz visto che i diritti li ottini facendoti il cul e lavorando e non avendoli facendo un caz, etc.

La generazione allevata da quelli degli anni 20-30-40 è ancora quella sana, putroppo invece quella degli anni 50-60 hanno tirato su delle merde umane, infarcite dai credi di sinistra, femministi e chi piu' ne ha piu' ne metta...ovviamente poi i sessantottini hanno sfornato persone degne della loro bassezza.

La morale, il credo nel lavoro, l'ordine e disciplina, l'etica che i nostri genitori (appunto nati tra i 20 e gli anni 30) tutta persa....e se ne sono viste poi le conseguenze...

Oggi poi questa filosofia da fancazzisti, da tutti diritti nessun dovere, da rincoglionimento trova la sua bella apoteosi nei nuovi slogan....reddito di cittadinanza per tutti....e lì si il fancazzismo regna dilagante...

 

Re: God bless America  

  By: antitrader on Sabato 11 Novembre 2017 00:35

Oscar!

Anche quello fa parte del declino di un paese rincoglionito. Quando arrivi al punto che mamma' deve andare a prendere il. bamboccio alto 180 alla scuola altrmenti lo trattengono in quanto non capace di intendere e di volere e finisce sotto il tram cosa ti puoi aspettare?

I grandi calciatori, vedi Totti, Cassano etc... venivano dalle classi popolari e si facevano le ossa fin da piccoli giocando nelle strade e nelle sterpaglie intorno al paesello, adesso invece quello (il bamboccio) lo mandano a scuola di calcio dove, invece di lasciarli liberi di giocare, gli fanno leggere i libri su come si gioca.

Insomma, decadenza su tutti i fronti, fino a che i negri ci faranno neri.

 

Re: God bless America  

  By: traderosca on Venerdì 10 Novembre 2017 23:18

italia merda!!! speriamo nel ritorno...

Re: God bless America  

  By: Tuco on Venerdì 10 Novembre 2017 22:38

Shera, i cinesi barano... In Italia, a far le cose perbene e secondo legge, non ne levi le gambe;

quindi questi son bravi perché sfruttano le falle del sistema, utilizzano manodopera del loro paese,

importata e pagata a condizioni inapplicabili dagli indigeni. 

Oltre quanto sopra, non pagano le tasse...

Cosa vuoi di più?


 Last edited by: Tuco on Venerdì 10 Novembre 2017 22:40, edited 1 time in total.

Re: God bless America  

  By: Tuco on Venerdì 10 Novembre 2017 22:33

I cinesi so forti, gli Italiani saranno i nuovi negri, ma forse no...

Il senso d’inferiorità fisica li frena, non si integrano un cazzo anche ( anzi, solo ) per quello...

Se ti senti pari o superiore, non hai problemi ad inserirti nella vita sociale e politica di un paese,

questi invece voglion rimanere in disparte e parassitare con astuzia sottile.

I cinesi in Italia  rimarranno sempre dei furbetti sotterranei, non c’è da averne gran paura.

Nobel cinesi ne abbiamo? grandi filosofi o scienziati cinesi ne abbiamo?

Attualmente, at the time being, non ne vedo.


 Last edited by: Tuco on Venerdì 10 Novembre 2017 22:42, edited 1 time in total.

Re: God bless America  

  By: shera on Venerdì 10 Novembre 2017 22:29

Ho fatto richiesta ad un'aziendina italiana per un acquisto piccolo per testare il prodotto, ma mi hanno fatto storie e poi non mi hanno risposto. I cinesi me lo danno gratis e pago solo il trasporto...

L'arroganza non ha spazio nel mondo globalizzato... sono certo che anche se adesso va bene, tempo qualche anno l'aziendina italiana chiuderà schiacciata dalla "concorrenza sleale dei cinesi" in realtà dal fatto che prendevano a pesci in faccia i clienti.

Re: God bless America  

  By: gianlini on Venerdì 10 Novembre 2017 15:45

Tra l'altro nei magazzini Aumai gli unici non cinesi sono proprio i ghanesi e senegalesi di guardia agli ingressi.

I nigeriani se vuoi li controlli, i cinesi no, è questa la realtà.

I cinesi ti fanno concorrenza sleale, è questo il problema; e da quello che vedo, non hanno nessuna capacità di moderarsi.

Io dico solo che dove in piazzale Loreto c'era un Upim con 30 commesse italiane adesso c'è un Aumai con 30 commesse cinesi che fino a due anni fa non erano in Italia. Per gli italiani non vedo tutto questo vantaggio.

I tuoi amici benestanti cinesi che abitano a Firenze e Prato, frequentano quindi teatri italiani, cinema italiaini, trattorie toscane, supermercati italiani, negozi di abbigliamento italiani, campi da tennis o calcio italiani, ecc.ecc.?  A Milano, forse perchè siamo ancora indietro come generazioni (non è vero, in realtà a Milano sono da inizio secolo, ma facciamo finta che fino a poco tempo fa fossero pochissimi), non accade niente di tutto questo. 

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Venerdì 10 Novembre 2017 16:07, edited 9 times in total.

Re: God bless America  

  By: gianlini on Venerdì 10 Novembre 2017 15:39

Per esempio, nella catena di magazzini Aumai, tutto il personale che non è alle casse praticamente non parla italiano.

Segno che è arrivato di recente, e su precisa chiamata del datore di lavoro.

Visto che però per lavorare come fattorino* in un grande magazzino in italia le competenze della lingua cinese non dovrebbero essere fondamentali, anzi!, perchè al posto di questi commessi cinesi non viene data la precedenza ad addetti italiani?   Come saranno strutturati i contratti con cui vengono assunti? verrà pagato regolarmente l'inPS, l'Inail, le tasse? 

dove dormono tutti questi cinesi?  pagheranno affitti regolari su cui vengono versate le tasse allo stato italiano? tutto in regola?

per lo stato Italiano, cioè per tutti noi cittadini, sarà equivalente, a parità di fatturato, l'incasso di imposte fra un Aumai cinese e un  Grancasa o Bennet italiano?

 

* il QI necessario per sistemare la merce sugli scafffali deve essere elevatissimo immagino.

 

 

 


 Last edited by: gianlini on Venerdì 10 Novembre 2017 15:41, edited 2 times in total.