God bless America

Re: God bless America  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 09 Gennaio 2017 12:48

Un articolo interessante sulla posizione di Trump in politica interna ed estera rispetto ai partiti democratico e repubblicano e quanto puo' avere intenzione/possibilita' di portare avanti le sue politiche.

 

US Aristocracy Panics That Maybe Trump Is Serious


 Last edited by: Gano di Maganza on Lunedì 09 Gennaio 2017 12:49, edited 1 time in total.

Re: God bless America  

  By: hobi50 on Lunedì 09 Gennaio 2017 12:45

Traderoscar ,io mi aspetto che il Presidente degli Stati Uniti faccia quello che ha detto.

E se per caso non lo facesse,non lo appluderei certamente perchè sarebbe un Renzi qualsiasi.

Cioè uno sparacazzate.

 

Hobi

Re: God bless America  

  By: traderosca on Lunedì 09 Gennaio 2017 11:17

senza pregiudizi,attendiamo il Trump perchè tra il dire e il fare................

Re: God bless America  

  By: Tuco on Lunedì 09 Gennaio 2017 10:57

Certo, certo, lui è arrivato lì, quindi è per forza un genio, bravo, buono, retto, bello e chi lo critica è solo invidioso....

 

ARGUMENTUM AD HOMINEM

 

Ok ok, chiudiamola qui dai...

 

( che poi, hai pure cancellato il MSG successivo a questo e cancellato e riscritto il messaggio precedente per figurare meglio nella logica del discorso... ma vavavava)


 Last edited by: Tuco on Lunedì 09 Gennaio 2017 11:12, edited 5 times in total.

Re: God bless America  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 09 Gennaio 2017 10:40

O arrivaci te li' dov'e' arrivato un povero deficiente come Trump...


 Last edited by: Gano di Maganza on Lunedì 09 Gennaio 2017 11:01, edited 12 times in total.

Re: God bless America  

  By: DOTT JOSE on Lunedì 09 Gennaio 2017 09:54

meglio un deficiente che ci evita la terza guerra mondiale piuttosto che un Nobel che rischia di farla iniziare

 

L’ULTIMO SCHIAFFO DI OBAMA A PUTIN - LA NATO MUOVE LE SUE TRUPPE AI CONFINI RUSSI: ALMENO 4 MILA SOLDATI E CENTINAIA DI BLINDATI COME DETERRENTE VERSO MOSCA SULL’UCRAINA - È IL PIÙ IMPORTANTE SCHIERAMENTO AMERICANO IN EUROPA DALLA FINE DELLA GUERRA FREDDA


 Last edited by: DOTT JOSE on Lunedì 09 Gennaio 2017 09:55, edited 1 time in total.

Re: God bless America  

  By: Tuco on Lunedì 09 Gennaio 2017 09:49

Ad esempio, tesi: Trump è un deficente.

E' una affermazione spannometrica, quasi totalmente istintiva, ma, vediamo di argomentare, visto che c'è una sua logica in questo mio giudizio.

Allora: Una persona, che vive in un lusso sfarzoso ed anacronistico, con sedie Luigi XVI, pavimenti d'oro e rubinetteria d'oro, fisso in TV, in ricerca di consensi continui al suo ego, ERGO non ha capito niente del senso dell'esistenza, di ciò che è bello, dei veri valori dell'esistenza. Non è un uomo, è un immaturo. Praticamente, uno attaccato spudoratamente alla ROBA e all'EGO, non può avere il senso civico, la morale e l'etica per far l'interesse di una nazione. Ti convince questo ragionamento logico?

 

Ovviamente dobbiamo partire da alcuni assiomi, evidenti di persé.


 Last edited by: Tuco on Lunedì 09 Gennaio 2017 10:12, edited 4 times in total.

Re: God bless America  

  By: hobi50 on Lunedì 09 Gennaio 2017 09:46

"  ..Ritengo quindi molto più pratico e divertente, fare un ragionamento spannometrico ..."

Totalmente daccordo .

Da parecchio sostengo che il ragionamento deduttivo è per i poveri di spirito.

Al contrario del ragionamento induttivo che è per super intelligenti.

 

Hobi

Re: God bless America  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 09 Gennaio 2017 09:42

Pero' Tuco c'é poco punto a discutere con uno che dice "so' tutte cazzate". Beh, si', forse... magari hai pure ragione. Pero' su un forum farebbe piacere discutere. Se no non vedo il punto. 

 

A> E' cosi'!

 

B> Perche'?

 

A> Perche' si!

 

B> E' cosa'

 

A> Perche'

 

B> Perche' si!

 

Boh...!


 Last edited by: Gano di Maganza on Lunedì 09 Gennaio 2017 09:42, edited 2 times in total.

Re: God bless America  

  By: Tuco on Lunedì 09 Gennaio 2017 09:30

Gano, ti spiego subito perché non argomento molto...

Le variabili in gioco sono così tante, ma tante e imperscrutabili a noi piccoli uomini al di fuori del sistema...

che provare ad imbastire ragionamenti logici troppo complessi si dimostra inconcludente, e pure ridicolo.

A vederli dal di fuori, sembrano discussioni fra dotti, sul sesso degli angeli.

 

Ritengo quindi molto più pratico e divertente, fare un ragionamento spannometrico, un po' di statistica pratica ed un po' di logica, con pochi input (certi ).


 Last edited by: Tuco on Lunedì 09 Gennaio 2017 09:34, edited 3 times in total.

Re: God bless America  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 09 Gennaio 2017 09:20

Tuco, ognuno ha le sue teorie. Non e' detto che nessuna sia la verita'. Pero' Pieczenik argomenta. Come penso di fare  io e come fa NelloManga. Non sarebbe male che provassi anche tu ad argomentare.

Re: God bless America  

  By: Tuco on Lunedì 09 Gennaio 2017 09:14

A me, sembrano una montagna di corbellerie e quello spieznikzx lì, spara boiate a raffica per veder di campare, un po' come fa Armstrong etc.

Re: God bless America  

  By: Gano di Maganza on Domenica 08 Gennaio 2017 22:42

NelloManga, quel video di Steve Pieczenik è molto interessante e sorprendentemente conferma almeno in parte l' impressione che a pelle avevo avuto io.

 

Non vedo l' ora di vedere cosa succederà quando sarà sostituito l' Attorney General...

 

x Gianlini: quello che è in corso negli Stati Uniti è una guerra civile. Non si è mai visto un presidente uscente che prende nelle ultime due settimane di presidenza tutta una seria di provvedimenti sostanziali che hanno l' unico scopo di mettere in difficoltà il President Elected: dall' espulsione dei diplomatici russi all' inasprimento delle sanzioni alla Russia all' astensione sulla risoluzione ONU per Israele ai provvedimenti sull' ipotetico hacking a favore di Trump. Va contro la tradizione democratica americana. Come non si è mai vista la CIA entrare a gamba tesa nel processo elettorale cercando di discreditare il President Elected. Ci fosse davvero stato hacking la notizia non sarebbe dovuta essere stata data in pasto al pubblico come è stato fatto ma comunicata al Presidente eletto, che avrebbe preso eventuali provvedimenti DOPO il suo insediamento. Come è stata gestita la questione aveva l' unico scopo di delegittimare la presidenza Trump con la speranza (estremamente remota secondo me) che il Congresso non accetti il suo insediamento (cosa che in linea teorica è effettivamente possibile). Questo è tradimento a tutti gli effetti, che non può non essere preludio a una futura resa dei conti. Come non si è mai visto i MSM, evidentemente collusi con una parte del deep state cercare di convincere i delegati elettorali a votare contro il loro stesso candidato -CNN ha fatto una campagna per cercare di sterzare il voto dei delegati elettorali-. Pieckzenik ha centrato perfettamente il discorso. So che tu la pensi diversamente. E' normale che ci siano opinioni diverse. E' il bello del forum. Non verrei qui se tutti la pensassero come me.


 Last edited by: Gano di Maganza on Lunedì 09 Gennaio 2017 08:26, edited 13 times in total.

Re: God bless America  

  By: gianlini on Domenica 08 Gennaio 2017 22:39

Gano, scordati che un presidente americano si metta a fare la guerra ad un altro precedente presidente americano.

se Trump fosse così folle da rompere questa regola (ma gli piace la f.ca e non ha certo voglia di giocarsi la vita per così poco), stai sicuro che lo farebbero fuori.

 

Re: God bless America  

  By: NelloManga on Domenica 08 Gennaio 2017 22:35

Il primo di Novembre 2016, sette giorni PRIMA delle elezioni presidenziali, Steve Pieczenik pubblicò su Youtube questo video impressionante, nel quale, in quattro minuti, parla della guerra nascosta per il potere in corso fra due fazioni contrapposte del deep state americano; una guerra sotterranea, senza quartiere anche se senza sangue (per ora ...), che coinvolge servizi di informazione, agenzie di spionaggio, esercito, polizie federali, uomini politici.

Ne avevo già parlato ed avevo postato il link nei giorni immediatamente precedenti le elezioni.

Consiglio l’ascolto a chi vuole avere un’idea di cosa stia succedendo in questi giorni negli Stati Uniti; di cosa ci sia dietro l’attuale bufera mediatica sulla presunta intromissione russa nelle elezioni; di quello che è il significato dei continui e insistiti attacchi indiretti della CIA a Trump; di chi realmente ha lasciato trapelare le notizie riservate sui Clinton, sulla Clinton Foundation, sulla Wasserman Schultz, su John Podesta; del perché la Clinton doveva essere a tutti i costi la candidata democratica, prima, e la presidente, poi.

Naturalmente l'idea uno se la può fare anche ascoltando solamente i mass media.

Ma non è la stessa idea ...

-------------------------------------------------------------------------------------------------

Steve Pieczenik non è un giornalista, non è un intellettuale, non è un mitomane, non è un blogger con la mania dei complotti, non è un ingenuo che crede agli Illuminati, non è un fanfarone che parla di cose che crede di conoscere, ma delle quali non sa nulla.

È da quarant’anni un uomo “dei servizi” (come si direbbe in Italia), è stato ai massimi livelli delle agenzie di informazione e di spionaggio, fece parte dell’ufficio della Segreteria di Stato americana negli anni ‘70 e ’80; all’epoca del caso Moro fu inviato in Italia dal governo americano, ufficialmente per seguire le indagini, in realtà per assicurarsi che Moro NON ne uscisse vivo (lo ha raccontato lui stesso alcuni anni orsono, ma la cosa già si sapeva, in determinati ambienti).

Naturalmente non bisogna prendere le sue parole al valore nominale: essendo parte di uno dei due schieramenti racconta le cose con la prospettiva che gli comoda, essendo un uomo dei servizi che parla al pubblico racconta le cose come le raccontano gli uomini di quell’ambiente quando vogliono far passare le informazioni che ritengono utile far sapere (utile a sé, naturalmente), cioè mescolando cose vere a cose false. Ma quando questa gente parla, non parla per muovere l’aria, parla per dire qualcosa, e dice qualcosa per ottenere qualcosa.