God bless America

Re: God bless America  

  By: traderosca on Domenica 10 Dicembre 2017 23:02

"mah, prima che le borse calassero per l'inflazione essa era a due cifre negli anni 70..."

 

poi le borse calarono per stagflazione non per inflazione.......

Re: God bless America  

  By: Bullfin on Domenica 10 Dicembre 2017 22:14

Infatti la mia speranza è che questi tagli inneschino finalmente inflazione, con aumento dei tassi e diminuzione dei valori di borsa.

Più soldi in tasca a Tom Smith, meno a Jacob Goldstein....

 

mah, prima che le borse calassero per l'inflazione essa era a due cifre negli anni 70...e i tassi aumentarono anche negli anno 80 eppure le borse andarono su che è un piacere...

L'inflazione è fenomeno non solo reale (produzione, etc) ma anche finanziario (entita' di debito/credito, M2, M3, etc....)...

 

 

Re: God bless America  

  By: Gano di Maganza on Domenica 10 Dicembre 2017 21:57

Concordo. Stiamo anche andando verso verso l'overproduzione industriale. Non vedo grandi motivi per inflazione.  

Re: God bless America  

  By: Morphy on Domenica 10 Dicembre 2017 21:49

Concordo con shera. L'inflazione è figlia dell'inefficienza: un ferro vecchio del passato...

 

Re: God bless America  

  By: shera on Domenica 10 Dicembre 2017 17:06

L'inflazione c'era quando andavi nel negozio sotto casa che aveva 4 articoli e le aziende non innovavano

ora hai milioni di articoli e migliaia di aziende in competizione, con l'aumento del potere di acquisto aumenta il pil e si rafforza la moneta

ma non aumenta l'inflazione, la deflazione è la naturale evoluzione della contemporanea situazione: rivoluzione delle telecomunicazioni (internet veloce), rivoluzione fotovoltaico (surplus energetico), e rivoluzione robotica (intelligenza artificiale e automazione industriale)

Re: God bless America  

  By: gianlini on Domenica 10 Dicembre 2017 12:24

Infatti la mia speranza è che questi tagli inneschino finalmente inflazione, con aumento dei tassi e diminuzione dei valori di borsa.

Più soldi in tasca a Tom Smith, meno a Jacob Goldstein.....

Re: God bless America  

  By: Gano di Maganza on Domenica 10 Dicembre 2017 10:01

Trump, i poveri e la classe media: no tax area elevata a 24.000$ e aliquota al 20% da 24.000$ a 90.000$.

 

Magari fosse così in Italia....

 

Scommettiamo che si fa 2 mandati? :)))))

Re: God bless America  

  By: gianlini on Sabato 09 Dicembre 2017 15:27

SEPTEMBER 20, 2017 / 5:08 PM / 3 MONTHS AGO

Palestinian President Abbas says peace closer with Trump engaged

NEW YORK (Reuters) - Palestinian President Mahmoud Abbas expressed optimism on Wednesday about reaching a peace agreement with Israel this year and said U.S. President Donald Trump’s commitment to the issue would help create the “deal of the century” in the region.


 Last edited by: gianlini on Sabato 09 Dicembre 2017 15:31, edited 1 time in total.

Re: God bless America  

  By: DOTT JOSE on Sabato 09 Dicembre 2017 08:12

https://www.liveleak.com/view?i=a50_1512784718

 

https://www.liveleak.com/view?i=2f6_1459234526

Re: God bless America  

  By: shera on Venerdì 08 Dicembre 2017 22:53

sfigati, si fanno la guerra nell'unico posto del medioriente senza petrolio... 

almeno i palestinesi rimangono a casa a tirare sassi: dimostrazione che durante la guerra gli arabi rimangono a casa

quando si muovono lo fanno per invadere e imporre la loro legge divina agli infedeli, come successo nel medioevo e come sta accadendo di nuovo in europa

per fortuna i nostri servizi dai tempi di Moro e Craxi (che sono stai puniti per questo) danno appoggio logistico e protezione ai musulmani, gli arabi quindi colpiscono in altri stati (francia, germania, spagna, belgio, uk, etc)

Re: God bless America  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 08 Dicembre 2017 18:40

I palestinesi mi fanno pena, perché si sono trovati  -senza averne nessuna colpa-  in una situazione in cui girano interessi molto più grandi di loro. Detto questo, la mia impressione è che ci sia stato chi li ha manovrati per usarli come pedine di giochi geopolitici che trascendono di gran lunga l'area geografica e perché non si giungesse ad un accordo di pace.

 

La soluzione "due popoli due stati" è l'unica possibile. E mi sembra giusto che Gerusalemme sia riconosciuta come la capitale di Israele. E penso anche che senza assegnare Gerusalemme come la capitale di Israele non si potrà mai arrivare ad un accordo di pace, e alla fin dei conti chi ne farebbero veramente le spese sarebbero proprio i palestinesi.

 

Gli equilibri di forza in medio oriente sembrano cambiati, e chi a Riyhad e in altre parti del mondo arabo soffiava sulla rivolta palestinese è stato "convinto" ad adoperarsi per il processo di pace. Forse solo la Turchia di Erdogan continua a soffiare sul fuoco, forse per cercare di mantenere l' egemonia nella regione, forse per risentimento personale di Erdogan verso gli USA che hanno cercato -così almeno pensa lui- di rovesciarlo. Ma la Turchia è un giocatore secondario e soprattutto non ha tutti i miliardi di dollari che gli altri avevano per corrompere la dirigenza palestinese. 

 

A questo punto però mi aspetto che il processo di pace avvenga per davvero. Trump si è esposto, e Putin gli ha dato una mano tenendo a freno l'Iran.

 

Fra l'altro se ho capito qualcosa di Trump (è una personalità più complessa di come ce la mostrano), per tutta una serie di situazioni, anche familiari, una delle sue ambizioni forse la maggiore è di essere ricordato nella storia come colui che ha portato una pace giusta fra Israele e Palestinesi. 

 

 

PS. Guardate cosa trovo ora e rileggete quanto ho scritto stamattina: Abbas lacks important Arab support against Trump’s recognition of Jerusalem


 Last edited by: Gano di Maganza on Venerdì 08 Dicembre 2017 19:05, edited 10 times in total.

Re: God bless America  

  By: gianlini on Venerdì 08 Dicembre 2017 15:23

Al terz'anno era comparsa una ragazza israeliana al nostro corso di laurea, si chiamava Ayelet.

Aveva ovviamente fatto il servizio militare ed era addestratrice dei piloti di caccia. Non abbiamo mai capito cosa fosse venuta a fare a Milano al terz'anno di un corso di laurea già avviato, come facesse a sapere così bene l'italiano nè la facilità con cui ha fatto gli esami quell'anno. Poi è scomparsa.

Il sospetto che fosse un agente del Mossad ci è venuto qualche anno dopo.

Qualche anno fa ho visto che ora è vicepresident di una società quotata al Nasdaq.

Mellanox Technologies Promotes Ayelet Margalit-Ilovich to Vice President

http://ir.mellanox.com/releasedetail.cfm?releaseid=578149

Hanno una marcia in più, non c'è niente da fare....

 


 Last edited by: gianlini on Venerdì 08 Dicembre 2017 15:24, edited 1 time in total.

Re: God bless America  

  By: antitrader on Venerdì 08 Dicembre 2017 15:17

Gian, quelli aspettano il messia (e' la loro "cultura"), campa cavallo, intanto cantano e sparano, sparano e cantano.

E intanto che fine fanno i Palestinesi? Tutti morti!

 

Re: God bless America  

  By: gianlini on Venerdì 08 Dicembre 2017 15:04

A me invece affascinano ad esempio gli ebrei ortodossi, ma quelli ultraoltrodossi, ovviamente.

https://www.youtube.com/watch?v=XgzkLykUjpM

Re: God bless America  

  By: antitrader on Venerdì 08 Dicembre 2017 14:59

Io sono decisamente a favore del Glorioso Popolo Palestinese.

Quando sento parlare di cultura metto mano alla fondina, diceva il saggio. Il culturame e' la piu' potente arma di dominazione delle masse popolari da parte di imbroglioni di vario genere. La cosiddetta "cultura" e' uno strumento di intimidazione di massa, prendi un gruppo di lestofanti ben addestrati a sparare cazzate (la cultura) e ti sottomettono un intero popolo con la complicita' delle autorita' (anche esse acculturate).

Fosse per per raderei al suolo il colosseo quale simbolo delle peggiori nefandezze di cui e' capace l'animale umano, e al suo posto ci farei le case popolari.

Io non sono un moderato.