Matrimonio Gay e Altre Stupidaggini

 

  By: gianlini on Mercoledì 06 Gennaio 2016 13:23

Gano, io sono tutto di un pezzo, ma sai che mia sorella è stata 10 anni in analisi perché non si rassegnava all'idea che la madre l'avesse abbandonata? (noi non eravamo in orfanotrofio, ma non siamo stati evidentemente riconosciuti alla nascita) tu pensi che adottare da parte di una coppia "tipo" sia esente da turbamenti per il figlio? ma quello a cui punti è dargli una serenità di affetti ed economica, non quella di dargli un padre e madre "reali"

 

  By: MR on Mercoledì 06 Gennaio 2016 13:23

#i#Ma vogliamo capirla che procreare o adottare figli e relative responsabilità ed oneri è una questione puramente personale e tale deve restare!!!#/i# Ma non dire cazzate. Allevare un cane è una questione personale, o farsi le begonie sul balcone. I figli, viceversa, sono il primo atto sociale reale di una comunità, l'unico per cui in realtà si sono andate precisando le norme del diritto famigliare e comportamentale. Hai detto la tua. PS: quella dell'antipatia me la spieghi?

 

  By: Bullfin on Mercoledì 06 Gennaio 2016 13:08

Ma vogliamo capirla che procreare o adottare figli e relative responsabilità ed oneri è una questione puramente personale e tale deve restare!!! Nessuno a priori è un buon genitore. Sta alla propria coscienza verificare l'opportunità di esserlo. Non esiste alcun dato che confermi che crescere con due genitori dello stesso sesso (che possono essere maschi ma anche femmine) sia diverso che crescere con un genitore mancante per morte e disgrazia, oppure semplice abbandono del tetto coniugale, oppure ancora un genitore delinquente oppure ancora con due genitori diciamo "nella norma". Gianlini, intanto definire responsabilita' personali adottare figli è estremamente errato...perchè ci va di mezzo il pupo. Tu dici non è stato provato ancora che un figlio di gay ha problemi...beh è anche vero che è un fenomeno recentissimo e bisogna aspettare del tempo per avere dei dati (ovvero almeno 20 anni o 30...per avere dati significativi. Poi vabbe' la mia era una provocazione definirti gay :)....dai scherzavo :)... Poi tu dici pero' un criminale che mette in cinta 20 donne anche lui andrebbe fermato. Vero, pero' a) vi sono molte donne deficienti che trovano nell'uomo coglione l'immagine di colui che le deve mettere incinta b) è fisiologicamente impossibile fermare tutti coloro che si comportano male ad avere figli (è vero che poi costoro non si capisce perchè sono i piu' prolifici rispetto alle persone per bene...)...

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 06 Gennaio 2016 13:07

Purtroppo temo di no Gianlini. Non è quasi mai così semplice come spesso tu metti le cose. In ogni caso, visto il numero di famiglie "tipo" in attesa di adozione, visti anche gli aspetti controversi, questa non mi sembra una priorità. I gay aspetteranno e qualcun altro adotterà al posto loro.

 

  By: gianlini on Mercoledì 06 Gennaio 2016 13:06

Gano, avresti un paio di nonne e forse un paio di babysitter a rappresentare la parte femminile! saresti probabilmente molto più in compagnia di qualsiasi figlio di coppia normale; Ripeto l'esortazione. Lasciarlo alla coscienza personale, no?

 

  By: Tuco on Mercoledì 06 Gennaio 2016 13:05

Intendevo: le coppie gay maschili

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 06 Gennaio 2016 13:03

Mi chiedo se avessi avuto due padri... probabilmente uno lo considererei "un padre", l' altro un amico del padre, cercando invece di idealizzare in qualche modo e altrove "una madre". Il problema sarebbe che il padre considerato come "amico", non si limiterebbe ad essere semplicemente "un amico" del padre, ma #u#esigerebbe#/u# anche lui l' amore genitoriale, che cioè quello che io vorrei indirizzare verso la madre "idealizzata" fosse diretto verso di lui, un amore che io -scusa- ma non vorrei assolutamente dargli, ma a cui sarei #u#obbligato#/u# nella mia intrinseca debolezza di figlio. Mi sembra una situazione grottesca che non vorrei vivere.

 

  By: gianlini on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:59

I gay maschi statisticamente danno un'importanza al sesso esagerata, come si può ben immaginare, non ritengo che questo possa far crescere equilibratamente dei figli. ah! allora Berlusconi deve essere gay.....;) e adesso capisco i disastri che Barbara sta combinando al Milan....

 

  By: Tuco on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:58

I gay maschi statisticamente danno un'importanza al sesso esagerata, come si può ben immaginare, non ritengo che questo possa far crescere equilibratamente dei figli. Un figlio poi tende ad attaccarsi istintivamente alla controparte genitoriale del sesso opposto, in quel caso la cosa non sarebbe più possibile in maniera certa. Insomma, non è normale che un uomo sessualmente maturo provi desiderio per un'altro uomo sessualmente maturo. L'odore del testosterone altrui irrita i maschi, è normale sia così... Io non sopportavo mio padre, normalmente accade questo, deve accadere questo. Su queste basi, potrei esser parzialmente favorevole ad adozioni lesbiche.

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:58

Capisco benissimo le divergenze, ma dopo Freud per il complesso di Edipo, dovresti secondo me leggerti anche Jung per gli archetipi di Animus e di Anima. E' vero che sono "archetipi", quindi forme innate e a priori, ma senza l' esempio femminile (o maschile), reale o idealizzato, mi chiedo cosa potrebbe succedere. Su quali esempi cioè potrebbero prendere forma. Mi sembra insomma un rischio inutile.

 

  By: gianlini on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:54

Perché io difendo (nei limiti della libertà altrui) la possibilità di agire autonomamente dal gruppo. Si parte dai gay e si finisce coi trader! PS al di là delle considerazioni razionali (e l'aver visto storie personali di padri che picchiavano i figli con la cintura, di bimbe cresciute con la sola nonna, di orfani dalla più giovane età, tutti cresciuti poi in uomini e donne del tutto "nella norma", ovviamente c'è anche il problema che vi esprimete (tu, Bull, MR) esattamente come si esprimevano mio padre e mia madre (adottivi)! anche questo devi considerarlo come elemento per essere totalmente in disaccordo con Voi.

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:53

Gianlini, quando manca un genitore, mettiamo che tu abbia solo la madre, idealizzi quello mancante e questo è generalmente sufficiente -è provato- per sviluppare e superare con successo il complesso di Edipo. Quando invece hai i due esempi di fronte a te che svolgono i due ruoli (padre e madre) che sono dello stesso sesso e tu identifichi per es. la madre -e quindi l' affettività futura verso il mondo femminile- con un uomo, il discorso potrebbe cambiare -nessuno lo sa con esattezza- e mi sembra un rischio inutile e stupido da far passare a dei ragazzi, specialmente quando ci son o così tante famiglie tipo disposte ad adottare ragazzi che aspettano da anni. D' altronde puoi intervenire solo dove puoi, come nel caso delle adozioni. Non capisco perché tu insista così tanto solo per soddisfare un desiderio genitoriale di una coppia di due uomini. Di fronte a dei rischi per dei ragazzi, il desiderio genitoriale di Gino e Pietro passa in secondo piano.

 

  By: gianlini on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:48

Dei figli? ma se io faccio 10 figli con 10 donne diverse nei prossimi 6 mesi, nessuno me lo impedisce, GAno! e invece l'adozione responsabile, consapevole, meditata di due persone solo perché dello stesso sesso no? in nome di un qualche pregiudizio (complesso di Edipo? e se uno il padre gli è morto quando aveva 1 anno, tipo Veltroni? e se fa il marittimo, che per 6 mesi non torna a casa?) devi tutelare quei 4 che verrebbero adottati da gay, e non quei 40.000 che vengono procreati nelle peggio condizioni? la figura maschile (o femminile) il bimbo la può trovare nello zio, nel nonno, nella sorella del padre, ecc.ecc. fino a pochissimi anni fa madri e padri morivano frequentissimamente per le più disparate ragioni, si risposavano (magari con la sorella della moglie defunta o con lo zio del marito morto), procreavano fratellastri e sorellastre ecc.ecc.* e tu vorresti ora far le pulci alla crescita di un bimbo spesso adottato da genitori benestanti, brillanti, intelligenti, ecc.ecc.? * in questi casi ricordo sempre Bach, 20 figli, 10 figli da una moglie, 10 dall'altra....perché è tale il contrasto con la sacralità della sua musica che è davvero un caso eclatante!

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:43

No. Perché difendi i diritti dei figli, quindi la coscienza personale dei possibili genitori non c'entra un fico secco. Come scrivevo prima, il meglio è nemico del bene. Intervieni dove puoi e nei limiti del possibile. Alla famiglia che tu chiami "tipo" e che vive a Napoli nel degrado, nessun giudice accorderà mai l' adozione. Non si tratta, per me, di una questione morale. Trovo invece estremamente complicato e potenzialmente pericoloso per un ragazzo poter svilupparsi psicologicamente in modo bilanciato avendo due esempi genitoriali dello stesso sesso.

 

  By: gianlini on Mercoledì 06 Gennaio 2016 12:42

Ma non mettere divieti e rassegnarsi alla coscienza personale no? bisogna proprio che lo stato, la società interferiscano?? tra l'altro solo in certi casi "eclatanti" dal punto di vista cosiddetto morale, ad esempio se si tratta di gay, perché alla famiglia che vive nella miseria in 8 in un bilocale nei bassi di Napoli, lo stato mica interviene....quella è una coppia "tipo"....;)