Sudamerica

 

  By: Bullfin on Mercoledì 23 Gennaio 2013 02:06

Gano...te a capì tut...R I G R A N D I O S O. Morphy capisco l'ammirazione verso i tedeschi (che ho pure io) perchè gente pragmatica, tecnica, che sanno fare molto bene i loro interessi, ma credere che vogliano spartire la pagnotta con noi è sintomo di ingenuità. Certo trasferirsi in Germania singolarmente intendo è ben diverso.

FULTRA 10 MARZO 2020: Qui sotto la fotocopia dal vero "cialtrone medio italico" : Antitrader. Fatene una copia del pensiero per i posteri e quando tra 50 anni vorranno capire perchè l' talia sia finita miseramente

 

  By: Gano* on Mercoledì 23 Gennaio 2013 01:38

[Morphy] Speriamo che la Merkel ci annetta.... ------------------------------------------------------------------------------------- Morphy, tu non conosci i tedeschi e hai studiato poco la storia. Se la Merkel ti annette la prima cosa che fa è di mandarti a lavorare in miniera insieme ad Anti. Non siete mica tedeschi, no?

 

  By: Morphy on Mercoledì 23 Gennaio 2013 00:27

Italiani popolo di poeti, barcaioli, santi e sarcazzzo cosa: ^Siamo solo chiacchiere e distintivo#http://www.youtube.com/watch?v=EY0iQ46MCFQ&list=UUyjNhbCPBuxM4jRxpjxr0ZQ&index=2^ Speriamo che la Merkel ci annetta.... morphy dimenticavo: ^SanRemo#http://www.youtube.com/watch?v=ihOiZtaouxo^ dimenticavo due: ^Intanto che ci sono ci metto pure questo#http://www.youtube.com/watch?v=Xcs0ZTLtZrE^

- TEMPI MODERNI. Nei Tempi Moderni, la casa automobilistica più capitalizzata del pianeta, produrrà auto che non si vedono in giro...

 

 

  By: Trucco on Mercoledì 23 Gennaio 2013 00:08

Complimenti al moderatore per la risposta, arriva al cuore della questione. Spiace constatare che i propugnatori della sovranità monetaria con o senza MMT siano in maggioranza statalisti-socialisti, per gli "zibordiani" significa essere messi male in qualunque modo vadano le cose, a meno di convertire Giannino o altri come lui...

 

  By: traderosca on Martedì 22 Gennaio 2013 23:03

Se ne sentiva la mancanza.......

 

  By: lmwillys on Martedì 22 Gennaio 2013 22:01

non avevo visto ... Hobi se vuole rispondere a Deltazero e dirci come hanno fatto gli yankees ad avere ininterrottamente un deficit commerciale dal 1976 ...

 

  By: hobi50 on Martedì 22 Gennaio 2013 21:20

Lei non è una zucca vuota Delta.Ha dimostrato di avere nel campo delle opzioni un bagaglio di concetti astratti frutto ,certamente di studio,ma anche di elaborazione personale. In materia economica e monetaria ha lacune : ma per sua fortuna c'è Hobi. Porti pazienza. Hobi

 

  By: deltazero on Martedì 22 Gennaio 2013 20:28

Hobi lo confesso , io lo penso

 

  By: Roberto964 on Martedì 22 Gennaio 2013 20:22

<<<Una cosa è certa: fuori dall'euro prima di subito. Questo non s'era capito?? >>> bhe, almeno una cosa in comune l'abbiamo trovata e non è il TEMPO per inutili e sterili guerriglie, dobbiamo essere coesi e sfruttare tutti i modi possibili per dirlo FORTE alla gente: L'EURO è UNA GRAN FREGATURA!!!! p.s. appena avrò tempo leggerò del bankiere inglese.

 

  By: lmwillys on Martedì 22 Gennaio 2013 20:01

Una cosa è certa: fuori dall'euro prima di subito. Questo non s'era capito?? ----------- è la sua posizione RiccardoT ?

 

  By: RiccardoT on Martedì 22 Gennaio 2013 19:56

Ti sbagli caro Roberto, io non prendo le parti di nessuno, escluse le mie. Io ho avuto modo di scontrarmi personalmente col tuo Prof. che, te lo ripeto per l'ennesima volta, utilizza la teoria delle OCA, che è una teoria di stampo liberista. Tu continui, furbescamente, ad evitare questa cosa, segno evidente che prendi per oro colato tutto ciò che leggi su fuffynomics ^_^ Mundell era un ultra-liberista, chiaro? Niente a che fare con ipotesi, teorie e spiegazioni Keynesiane. Chiaro? La teoria delle OCA prende come principali condizioni 1) un forte interscambio commerciale 2) Mobilità del fattore lavoro 3) mobilità del fattore capitale. Ok, anche (in piccola parte) un coordinamento fiscale. Ok, in Europa non ci sono queste condizioni, nessuno dice il contrario, MA qualcuno ti sta dicendo, che anche in presenza di queste condizioni, IL PROBLEMA NON SI RISOLVE senza un adeguato contributo del governo centrale in grado di riequilibrare gli squilibri. Perchè invece di darmi consigli non leggi quell'articolo di cui ti ho parlato che smentisce in modo categorico Bagnai? Bene, rimarcato questo ti dico: 1) Si, ho studiato Minsky, Mundell e Allais. E quindi? Io non sto qui a fare una gara, ti ho menzionato un articolo che, se ti interessi alle AVO, dovresti leggere. 2) Non sono affatto così giovane come credi (purtroppo), ma poi..che c'entra?? Come se l'età fosse una discriminante. Suvvia Robè ^_^ 3) Da come parli solo Bagnai utilizza i dati per spiegare l'economia ehehehehe, suvvia (di nuovo) Robè!! ^_^ Una cosa è certa: fuori dall'euro prima di subito. Questo non s'era capito?? Veramente pensi che gli mmters facciano il tifo per una BCE stile FED?? Suvvia Roby!!

 

  By: Roberto964 on Martedì 22 Gennaio 2013 19:24

<<Caro Roberto, la domanda è posta in modo del tutto sbagliato ed in verità ti ho già risposto consigliandoti di leggere Goodhart. Quando mai due stati che fanno parte di una stessa grande nazione debbano entrare in competizione tra loro? Il tuo ragionamento è concettualmente sbagliato. E' come dire che la California e il Texas sono in competizione tra loro. I deficit delle partite correnti (e quindi economie diverse) esistono anche tra gli stati USA, ma sono in gran parte compensati da un deficit del settore pubblico. La spesa totale del governo degli stati uniti è quasi un terzo del Pil. È quindi abbastanza grande per fare un po’ di ridistribuzione per compensare in parte il deficit delle partite correnti. La BCE spende meno dell’1% del Pil dell’Eurozona lasciando la maggior parte dell’onere della compensazione alle singole nazioni UE. Ecco l'importanza di avere una moneta sovrana che Bagnai ancora non ha capito: aiuta a compensare i deficit delle partite correnti tra gli Stati attraverso trasferimenti fiscali. La teoria delle OCA è debole, non regge ed è di chiaro stampo liberista. Ripeto: leggiti il saggio di Goodhart e poi ne riparliamo. Non continuare a farmi domande Bagnaesche ;)>> ma nessuno ti ha mai detto che negli uSA tutti parlano la stessa lingua e che sono a tutti gli effetti una nazione? Gli scompensi che abbiamo avuto in Europa sono figli di quei mancati trasferimenti fiscali di cui tu vai blaterando e che mai, ripeto MAI, ci saranno. In Italia ci sono quei trasferimenti, tra nord e sud, e abbiamo i padanari che si lamentano della ricchezza sottratta ed in america prima che ci fossero sono passati attraverso una GUERRA (secessione) perchè, appunto, il ricchissimo SUD non voleva effettuare quei trasferimenti, i nordisti, che numericamente erano troppi di più -e molto più affamati- hanno avuto la meglio. mi nomini sempre Goodhart, ma tu un'occhiata a Mundell l'hai mai data? e a Minsky o a Allais o a Stiglitz? caxxo, lascia perdere l'economia, vatti a leggere un po' di Storia. Puoi cominciare dall'unificazione dell'Italia, oppure se troppo impegnativo puoi andare direttamente agli anni 50, alle grandi migrazioni dei lavoratori del sud verso il nord (Italia) e poi capirai cosa significa "mobilità dei lavoratori". In Europa, forse, tra 1000 anni (e non esagero) se si troverà un accordo nei prossimi 50 anni per una lingua comune, parlata e scritta, una stessa fiscalità, le stesse medesime regole, solo allora potremo parlare di Stati Uniti d'Europa. Caro Riccardo, da come scrivi e da quello che scrivi, penso che tu sia parecchio giovane, sappi che il 964 è la mia data di nascita, questo non per farti la paternale (non riesco a farla ai miei figli!) ma per farti riflettere e farti applicare al controfattuale. Il Bagnai non lo puoi contraddire e sai perchè? Lui è uno dei pochi che mette i dati, i grafici e le slides (alla fine, quello che dice non lo dice lui: lo dicono i freddi numeri che interpreta magistralmente), come del resto fa il padrone di casa. tu ce l'hai col prof. per le polemiche che ha avuto con il tuo don chiscotte....lo so, ha un caratteraccio er cavajerenero, però se lo incontri puoi andarci a cena e parlarci liberamente. Se hai domande da fargli, puoi farlo tranquillamente sul suo blog, ti assicuro: risponde a tutti, lo farà come ho fatto io con te....ma sta attento lui di pazienza ne ha poca.

 

  By: RiccardoT on Martedì 22 Gennaio 2013 18:47

Per Vincenzo: "La risposta è: dipende. Lasciamo perdere il caso USA e il dollaro e parliamo di tutti gli altri paesi del mondo. Quando un paese esporta beni reali in cambio di beni finanziari sta acquisendo un credito destinato, in futuro, a trasformarsi in beni reali visto che nessuno è così cretino di riempirsi in eterno di carta (o di bit su un computer). Dipende quindi da che valore dai, soggettivamente, ai beni reali attuali paragonati a quelli futuri, insomma se preferisci l'uovo oggi o la gallina domani. Naturalmente nello scambiare beni reali odierni con beni finanziari, ovvero beni reali futuri, si deve anche tenere conto del fattore di rischio, cioè della possibilità che chi ha oggi ceduto beni finanziari un domani sia in grado di riprenderseli cedendo beni reali." Ed ok, ci siamo, ma hai dimenticato di dire che in regime di cambio fluttuante, il bene finanziario che oggi ottieni potrebbe valere ZERO domani o comunque perdere di valore e non solo perchè il paese che ti li ha dati non se li riprende. Di un bene reale può cambiare il prezzo, certamente, ma l'utilità intrinseca rimane tale e quale. Questo è il semplice ragionamento che fa Mosler. Il vero guadagno è sempre il bene reale.

 

  By: RiccardoT on Martedì 22 Gennaio 2013 18:45

Per Roberto: "Caro Riccardo a questa domanda non hai risposto e vorrei che tu lo facessi." "Devi darmi una sola spiegazione plausibile di come possano competere due nazioni (a caso, germania e grecia) con economie così diverse in regime di vincolo fisso." Caro Roberto, la domanda è posta in modo del tutto sbagliato ed in verità ti ho già risposto consigliandoti di leggere Goodhart. Quando mai due stati che fanno parte di una stessa grande nazione debbano entrare in competizione tra loro? Il tuo ragionamento è concettualmente sbagliato. E' come dire che la California e il Texas sono in competizione tra loro. I deficit delle partite correnti (e quindi economie diverse) esistono anche tra gli stati USA, ma sono in gran parte compensati da un deficit del settore pubblico. La spesa totale del governo degli stati uniti è quasi un terzo del Pil. È quindi abbastanza grande per fare un po’ di ridistribuzione per compensare in parte il deficit delle partite correnti. La BCE spende meno dell’1% del Pil dell’Eurozona lasciando la maggior parte dell’onere della compensazione alle singole nazioni UE. Ecco l'importanza di avere una moneta sovrana che Bagnai ancora non ha capito: aiuta a compensare i deficit delle partite correnti tra gli Stati attraverso trasferimenti fiscali. La teoria delle OCA è debole, non regge ed è di chiaro stampo liberista. Ripeto: leggiti il saggio di Goodhart e poi ne riparliamo. Non continuare a farmi domande Bagnaesche ;) <<Esistono decine di paesi al mondo in deficit di CA come gli USA, il governo spende a deficit e non c'è iperinflazione. Perchè fare sempre e solo l'esempio degli USA?>> ecco....io vorrei che tu le elencassi. Australia United Kingdom Canada Serbia Czech Republic New Zealand South Africa Poland Brazil Turkey Queste sono solo alcuni dei paesi citati in base ai dati del 2011 ed ho ovviamente tralasciato tutti i paesi dell'eurozona in deficit. Me ne trovi uno con l'iperinflazione dello Zimbabwe? "per tutto il resto, non l'ho scritto ma era implicito (e qui lo sanno come la penso), senza una buona domanda interna non si va da nessuna parte (germania docet), infatti MAI mi sognerei, come industria, negozio o produttore in genere, di pensare prima ai bisogni di quello che sta a 100 km rispetto al mio vicino di porta." Ed infatti il discorso della mmt è proprio questo: prima la domanda interna, poi si pensa all'export. Nessuno, né Barnard, né Mosler, ha mai scritto che uno stato non debba esportare. Semplicemente non si punta su svalutazione/export per trascinare l'economia. Avete informazioni sbagliate sulla Mosler economics, mi spiace.

 

  By: hobi50 on Martedì 22 Gennaio 2013 17:02

Temo che ,in qualche zucca vuota,alberghi l'idea che gli Usa si sono potuti permettere un deficit commerciale da decenni finanziato dalla stampa di moneta . Vorrei fare l'elenco . Hobi