FED, BCE e Banche Centrali

Re: FED, BCE e Banche Centrali  

  By: traderosca on Martedì 09 Gennaio 2018 00:39

"ah si perchè diamo fiducia ad incompetenti che non sono buoni di gestire nemmeno il pollaio di casa propria?"

 

già,perchè quelli che hanno governato sino ad ora sono competenti? ma va cagher!!!

 

XTOL,è come il Papa che predica l'accoglienza e ringrazia il povero popolo italiano,ma non dice nulla contro i potenti,le multinazionali

(amiche di XTOL) che affamano e schiavizzano i popoli africani. Altro che la favola del cacao scritta sotto...........

Re: FED, BCE e Banche Centrali  

  By: Bullfin on Martedì 09 Gennaio 2018 00:04

ah si perchè diamo fiducia ad incompetenti che non sono buoni di gestire nemmeno il pollaio di casa propria?

ah perchè dovremmo dare fiducia a chi dice prima no euro, poi si euro, poi ancora no, poi ancora si?

ah perchè dovremmo dare fiducia a chi dice onesta' onesta e tutti in galera i ladri poi quando toccano i loro....ah no aspettate dobbiamo verificare?

ah perchè dovremmo dare fiducia a chi parla della decrescita felice, a chi da elemosine a chi non fa un cazzo, a chi vuole mettere patrimoniali (che poi andranno a colpire il ceto medio-medio basso)

 

Ma va cagher vecchio parmense  ha ragione da vendere Xtol!!.

 

 

Re: FED, BCE e Banche Centrali  

  By: traderosca on Lunedì 08 Gennaio 2018 23:57

"E no cari miei, che sono tutti uguali e' una balla, mai come in questa fase c'e' la possibilita' di scegliere tra ladri, cialtroni e persone ancora integre, e chi si illude di non sporcarsi le mani fa di peggio perche', di fatto, fa il portatore d'acqua a beneficio della cosca vincente.......

E voi volete stare da questa parte qui? Ma voi siete fuori di zucca (o corrotti seppure a vostra insaputa)."

 

Anti,sono in malafede!!!! non è possibile non avere fiducia di deputati che si sono dimezzati gli stipendi,hanno rinunciato ai vitalizi,

hanno rinunciato alla sovvenzione pubblica dei partiti,ecc.ecc.

Re: FED, BCE e Banche Centrali  

  By: XTOL on Lunedì 08 Gennaio 2018 22:56

in mare non ci sono pesci asciutti.

il problema insormontabile del politico è la convinzione che lo stato sia la soluzione a tutti i problemi.

questa convinzione è strutturale in chi fa politica, onesti o disonesti che siano.

chi va a votare legittima i politici a governare


 Last edited by: XTOL on Lunedì 08 Gennaio 2018 22:58, edited 1 time in total.

Re: FED, BCE e Banche Centrali  

  By: antitrader on Lunedì 08 Gennaio 2018 22:13

E no cari miei, che sono tutti uguali e' una balla, mai come in questa fase c'e' la possibilita' di scegliere tra ladri, cialtroni e persone ancora integre, e chi si illude di non sporcarsi le mani fa di peggio perche', di fatto, fa il portatore d'acqua a beneficio della cosca vincente.

Vi stanno apparecchiando un parlamento riesumando proprio quelli che han portato il paese al fallimento, si son rubati pure le sedie e han torchiato il popolo con la pressione fiscale piu' alta del mondo mentre raccontavano in giro che stavano diminuendo le tasse.

Le cosche vincenti vi stanno riappioppando gasparri, larussa, maroni, salvini, de luca, fassino, romano, la fascistella, la santache' etc... oltre al codazzo di belle statuine (per non usare termine piu' efficace) quali generi di conforto al modico prezzo di 20.000/mese.

Stavolta lo scenario e' molto ben delineato: chi non vota M5S sta col malaffare, al max gli posso concedere l'attenuante generica di starci a sua insaputa.

Maroni dice che e' a disposizione, e te credo, i processi a suo carico stanno arrivando a maturazione, si fa eleggere in parlamento e fa una pernacchia ai giudici.

E voi volete stare da questa parte qui? Ma voi siete fuori di zucca (o corrotti seppure a vostra insaputa).

 

 

 

Re: FED, BCE e Banche Centrali  

  By: Morphy on Lunedì 08 Gennaio 2018 21:10

Quoto XTOL. Credo siano 15 anni che non mi mischio alla feccia... opss... che non voto

Re: FED, BCE e Banche Centrali  

  By: XTOL on Sabato 06 Gennaio 2018 16:24

mentre guardavo il "crollo verticale" delle cripto verso lo zero, mi è venuta voglia di scrivere qualcosa di serio.
Questi due articoli:
The EU is making poor countries poorer
e
Tajani, piano Marshall per Africa


potrebbero e dovrebbero essere presi come esempi chiarissimi per capire l'essenza del funzionamento dello stato, non solo quello italiota, ma proprio tutti gli stati.

 

Nel primo si prende in considerazione il modo in cui l'eu impedisce che la produzione agricola africana di caffè e cacao venga lavorata nei paesi di origine:
il regime di tariffe che mantiene prevede tariffe crescenti a seconda del grado di  lavorazione dei prodotti. I chicchi di caffè grezzi, ad esempio, possono essere esportati verso l’Europa senza alcuna tariffa, il caffè tostato è invece soggetto a una tariffa del 7,5%. Se il caffè è anche decaffeinato, la tariffa sale al 9%. Lo stesso accade con il cioccolato, i chicchi di cacao non sono soggetti a tariffe, ma le tavolette di cioccolato sono soggette a una tariffa del 30%.
È un sistema progettato per impedire a paesi come l’Etiopia e il Ghana di lavorare i propri prodotti e poi esportarli, cosa che i leader europei temono danneggerebbe la redditizia industria alimentare europea.
I produttori sono invece incoraggiati ad esportare i prodotti grezzi e la “generosa” Unione Europea si assicura che i paesi in via di sviluppo ottengano solo una frazione del profitto che potrebbero ricavare dai loro prodotti, tenendo i guadagni per sé. Infatti, nel 2014, la Germania ha guadagnato di più con l'esportazione di caffè dell'intero continente africano insieme.
Esteso a vari tipi di prodotti agricoli, questo sistema ha l'effetto di soffocare l'industrializzazione dei paesi in via di sviluppo. Il sistema delle tariffe li spinge a restare delle economie agrarie, piuttosto che a sfruttare a pieno le loro considerevoli risorse naturali. Abbandonare queste tariffe sarebbe un sistema semplice per aiutare le economie in via di sviluppo, ma l’Unione Europe rifiuta di farlo, preferendo nascondersi dietro la foglia di fico degli aiuti.

 

Spero che sia superfluo affermare l'ovvio: l'industria alimentare in europa diventa dipendente dal favore della politica e non è difficile immaginare in quali capaci tasche finisca il compenso per questo "favore". L'altra conseguenza è (spero) altrettanto ovvia: i cittadini europei pagano di tasca propria, dovendo acquistare i prodotti finiti da un'industria protetta.

A questo punto arriva la seconda inc..ata: il "piano Marshall" per lo sviluppo dell'Africa.
indovinate con che quattrini verrà finanziato: i nostri.
indovinate da chi saranno gestiti i 40 miliardi di euro.
indovinate in quali tasche si fermeranno, di qua e di là del mediterraneo.

ora, io capisco la miseria intellettuale e morale di un politico (che gode della dabbenaggine di un popolo di pecore da tosare finchè produce lana), quello che non capisco proprio è come si possa legittimare l'esistenza di un simile mostro.
Quando andrete a votare (e quindi legittimerete) uno qualsiasi dei politicanti (la democrazia rappresentativa è quel sistema in cui ogni 5 anni al popolo è concesso di decidere chi sarà il suo padrone), sappiate che nessuno di quelli (5 stelle compresi) si sognerà mai di uscire da questa logica.


 Last edited by: XTOL on Sabato 06 Gennaio 2018 16:27, edited 3 times in total.

Re: FED, BCE e Banche Centrali  

  By: Bullfin on Venerdì 05 Gennaio 2018 23:38

spero non vogliamo confrontare il politico inglese con quello italiano...quello italiano si è arrrrubato tutto :)

 

 

Re: FED, BCE e Banche Centrali  

  By: Tuco on Venerdì 05 Gennaio 2018 09:18

Diciamo che avendo dagli anni ‘80 una brutta balance of trade, dovranno prima o poi aggiustare la situazione.

Il cambio è a tutt’oggi sopravvalutato, e non si riesce a ribaltare la situazione.

Vero è che pure gli Stati Uniti fanno così da decenni, ma finché arrivano soldi dall’estero la ruota gira.

Diciamo che, con la brexit si impoveriranno quasi certamente nel medio periodo,

ma, vuoi mettere la libertà? La libertà vien sopra tutto.


 Last edited by: Tuco on Venerdì 05 Gennaio 2018 09:20, edited 1 time in total.

Re: FED, BCE e Banche Centrali  

  By: Bullfin on Venerdì 05 Gennaio 2018 08:55

la brexit è stata un disastro Gano...lascia stare...te non sei un analista di dati...pensa a riscuotere gli affitti...

https://www.ons.gov.uk/economy/grossdomesticproductgdp/timeseries/abmi/qna

scarica i dati, crea le percentuali relative fai una perequazione tra dati prima brexit e post e li si che vedi la differenza...

 

 

Re: FED, BCE e Banche Centrali  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 05 Gennaio 2018 07:48

Nonostante il Brexit il PIL UK sta superando quello francese.

 

Project fear was wrong about Brexit, global economic ranking concludes, as UK looks set to overtake France

 

Ma com'è possibile??? Ma non ci avevano detto che il Brexit sarebbe stato un disastro? Ma come???


 Last edited by: Gano di Maganza on Venerdì 05 Gennaio 2018 08:16, edited 2 times in total.

Re: FED, BCE e Banche Centrali  

  By: XTOL on Mercoledì 20 Dicembre 2017 17:10

istruttivo... per chi vuole istruirsi

How Government Inaction Ended The Depression Of 1921

What exactly were the Federal Reserve and the federal government doing during these eighteen months? The numbers don’t lie: monetary policy was contractionary during the period in question.

... “By the lights of Keynesian and monetarist doctrine alike,” writes Grant, “no more primitive or counterproductive policies could be imagined.” In addition, price deflation was more severe during 1920–21 than during any point in the Great Depression; from mid-1920 to mid-1921, the Consumer Price Index fell by 15.8 percent. We can only imagine the panic and the cries for intervention were we to observe such price movements today.

... The cynic may be forgiven for suspecting that its incompatibility with today’s conventional wisdom, which urges demand management by experts and an ever-expanding mandate for the Fed, might have had something to do with that. Whatever the reason, it’s back now, as a rebuke to the planners with their equations and the cronies with their bailouts.

 


 Last edited by: XTOL on Mercoledì 20 Dicembre 2017 17:17, edited 1 time in total.

Re: FED, BCE e Banche Centrali  

  By: Bullfin on Mercoledì 20 Dicembre 2017 14:32

Bull, raccontalo al Giappone...

Raccontalo agli USA, raccontalo alla Corea...

 

 

 

Infatti loro fanno debito ma possono visto che ne hanno molto meno e hanno la CRESCITA....se fanno debito poi CRESCONO (gli Usa....vai a vedere il Giappone che crescita asfittica che ha grazie alla vostra stampa e al vostro debito....me cojoni...)......

 

 

Re: FED, BCE e Banche Centrali  

  By: hobi50 on Mercoledì 20 Dicembre 2017 13:25

Sui tecnicismi debito pubblico,riserve bancarie,stampa di moneta  bisognerebbe fare qulche precisazione ...ma ....un'altra volta..

L'essenziale è ben altro.

Fintanto che non c'è inflazione si puo  ritirare debito pubblico creando liquidità che NESSUNO SPENDE.

Ma se si provasse a fare la stessa cosa quando c'è inflazione ,si rischierebbe  grosso.

Nel passato  si sono pagati interessi  SOPRA  l'inflazione non a causa di un complotto giudaico-massonico ..ma solo perchè si era disposti a tutto per limitare i consumi .

Altra domanda .

Valeva la pena ,per salvare il sistema finanziario mondiale ,imbarcarsi nei noti esperimenti monetari ?

Per me assolutamente no : bisognava passare per l'igiene del capitalismo tramite la cosiddetta " distruzione creatrice " di ricchezza finnziaria fasulla.

Invece i problemi si sono aggravati nel presente ( più debiti,più assets sovraprezzati ,meno sviluppo ) ed in futuro (sistemi pensionistici che consegneranno vecchiaie miserabili ).

 

Hobi


 Last edited by: hobi50 on Mercoledì 20 Dicembre 2017 13:26, edited 1 time in total.

Re: FED, BCE e Banche Centrali  

  By: defilstrok on Mercoledì 20 Dicembre 2017 12:45

In ogni caso, BC o meno, nel sottobosco delle connessioni qualcosa bolle in pentola.

Lasciamo perdere quanto accaduto sui mercati (tutti, non soltanto le borse) in questo fantasmagorico 2017, ma concentriamoci sul Natale!!  Ma si è mai visto un tale incrocio di "coincidenze" a ridosso di questa ricorrenza?

 

Cominciamo con gli USA:

- Due settimane prima di Natale, Orange Swan sostanzialmente dichiara che Gerusalemme è di Israele.

- Hanno avuto un anno intero e si riducono ad approvare la riforma fiscale pochissimi giorni prima di Natale

- 10 giorni fa hanno evitato il default pubblico, grazie a una proroga che gli consente di arrivare sul filo di lana con la scadenza di questo venerdì 22 dicembre

 

 

 

 

E poi:

- esplodono le criptocurrencies

- esplode l'affaire Banca Etruria e con esso tutto il PD

- i catalani vengono chiamati a votare il ferialissimo giovedì 22 dicembre

- Theresa May accelera tutti i tempi sulla Brexit

 

Anti non riuscirà a trattenersi dal darmi del rettiliano, ma una serie di coincidenze del genere per la mia anima pura è semplicemente inconcepibile


 Last edited by: defilstrok on Mercoledì 20 Dicembre 2017 12:48, edited 2 times in total.