Il Piano per Uscire dalla Depressione: 100 mld in meno di tasse creando moneta

 

  By: Bullfin on Mercoledì 11 Novembre 2015 14:15

Mr,anche quei cretini che erano contrari all'unione dei vari staterelli per formare una nazione chiamata Italia,dicevano le stesse cose........ E fecero una gran stronzata...ma oramai che il latte è versato è inutile piangerci su....

 

 

 

  By: traderosca on Mercoledì 11 Novembre 2015 14:02

"L'Euro può funzionare se si fanno gli Stati Uniti d'Europa, ma solo un cretino può credere che questa sia un'opzione desiderabile." Mr,anche quei cretini che erano contrari all'unione dei vari staterelli per formare una nazione chiamata Italia,dicevano le stesse cose........

 

  By: MR on Mercoledì 11 Novembre 2015 13:24

L'Euro può funzionare se si fanno gli Stati Uniti d'Europa, ma solo un cretino può credere che questa sia un'opzione desiderabile. Anche perchè, in regime liberaldemocratico, l'unico governo possibile per una simile eterogenità culturale potrebbe essere solo un governo minimo. Questa fu la grande intuizione di Hayek (sadico sociale peggio dei britannici), che però è tronca in quanto non vede l'altra faccia della medaglia. Non è solo il "ognuno si faccia i cazzi suoi" che può tenere insieme popoli diversi, ma anche il "ognuno fa quello che dico io" alla Stalin, Tito, Mao. Non so quale delle due opzioni mi faccia più ribrezzo.

 

  By: MR on Mercoledì 11 Novembre 2015 13:16

E' oltremodo intuitivo che questo e' un grosso problema che poi comporta spostamenti tra gli stati di base monetaria, casini target2 e l'anomalia che l'importatore non deve comprar valuta per pagar le merci di un'altra nazione e quindi non crea tensioni sul cambio che sarebbero una benefica "controreazione negativa". Divertente: se lo dice Bagnai non va però bene. In generale comunque il problema dell'Euro è solo una parte di quell'osceno sistema di sviluppo neoliberista che abbiamo adottato.

 

  By: gianlini on Mercoledì 11 Novembre 2015 12:20

Gano, se mi permetti, fra le mie intuizioni migliori porrei anche quella di cooptazione da parte della politica di Sala (commissario Expo)... non so quasi niente su di lui, nemmeno ad esempio di che partito sia, ma ricordo dopo averlo sentito in un intervento alla radio di 5 minuti in cui mi aveva fatto un'ottima impressione, l'avevo segnalato come persona degna di nota qui sul forum

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 11 Novembre 2015 11:44

#i#Gianlini> "Anche la Lombardia quando esporta in Calabria non riceve valuta estera, così come la Catalogna quando esporta in Andalusia....(...) l'errore è quello di non modificare il sistema euro per farlo funzionare esattamente come funziona ora fra Liguria e Molise, fra Sicilia e Veneto...."#/i# Esattamente. Penso anch'io che o riformi il sistema euro (*) o torni alle valute sovrane. E ricordo che hai scritto proprio questo, in uno dei tuoi migliori post. Purtroppo i paesi esportatori sembrano non avere nessun interesse a modificare un sistema che li fa diventare sempre più ricchi a spese dei paesi importatori netti nella stessa area euro. In ogni caso il sistema che abbiamo ora non può funzionare, proprio per le ragioni che hanno scritto Anti e Hobi. (*) non sono poche le riforme che dovresti fare. E sarebbero riforme politiche più che economiche. -------------------------------------------------------------------------------------- #i##b#Gianlini>#/b# "21 Novembre 2013 15:12 argomento: Economia Italia, Storia e Società Noi tutti abbiamo la memoria molto corta chi è qui del nord, sa che fino a 40 anni fa zone come la Bergamasca, la gran parte del Veneto, e mezzo Trentino erano molto misere la gente emigrava all'estero o più recentemente verso Milano o Torino, io ricordo papà di miei compagni ricordare la dieta monoalimento (polenta, patate, cavoli, castagne) per mesi e mesi l'anno e le allucinazioni provocate dalla fame, ecc.ecc. nel giro di 30 o 40 anni sono diventate zone di benessere diffuso, gli ex-contadini poareti col Mercedes in Veneto un'icona di sviluppo, la pianura invasa da fabbriche e capannoni di ogni genere (ascoltare Paolini, ad esempio, ma chi percorreva la Milano-Verona 40 anni fa ricorda sicuramente i campi verdi dove ora c'è solo asfalto e insegne cosa era successo? esattamente , mutatis mutandis (per la gioia di Gano, un bell'ablativo assoluto!) quello che sta succedendo ora in Europa un unico paese con enormi differenze nord-sud, accomunato da un'unica moneta, più debole del dovuto per il nord produttivo data la zavorra del sud, e più forte del dovuto per il sud improduttivo, ma con un mercato, quello della CECA, poi CEE poi UE, sempre più aperto e ricettivo rispetto agli anni prima della guerra il nord con la sua popolazione laboriosa ha conosciuto il benessere, grazie alla moneta debole con cui esportava, #b#il trasferimento di risorse dal nord al sud ha consentito che anche il meridione sopravvivesse#/b# #b#il parallelo con l'europa di oggi, straordinariamente simile;#/b# moneta debole per la germania produttiva, forte per il sud; un mercato (la Cina, i Paesi del golfo, quelli del Sudamerica) di sbocco per le merci europee (in primis tedesche) in forte espansione, #b#l'unica grande differenza con l'Italia, è che il nord tedesco non vuole sovvenzionare il sud mediterraneo#/b# come si sarebbe spaccata l'Italia, se milioni di meridionali non avessero ricevuto sussidi dal nord (in varia forma assunzioni clientelari, cassa del mezzogiorno, ecc.ecc.), #b#così l'Europa, senza trasferimenti interni, si spaccherà#/b# del ruolo "benefico" che ha avuto il sud arretrato sui destini del nord produttivo sarebbe bene però ricordarsi più spesso quando si elogia il benessere degli itagliani ai tempi della lira#/i#

 

  By: gianlini on Mercoledì 11 Novembre 2015 11:20

Tuco, pensi che me la sia presa per la tua battuta? affatto! ne ho capito sia lo spirito che il punto di vista di partenza. facevo solo notare che si può scendere nel dettaglio quanto si vuole nel separare fra "estero" ed "interno" - basta solo mutare la convenzione - raramente infatti non corrispondono ad imposizioni dall'alto (tipico esempio la Scozia e l'Inghilterra, la CAtalogna e la Spagna, le Fiandre e la Vallonia, la Lombardia e la Calabria, la Baviera e la Sassonia, ecc.ecc.ecc. come diceva l'acuto De Crescenzo....si è sempre terroni rispetto a qualcuno, ....

 

  By: Tuco on Mercoledì 11 Novembre 2015 10:58

Gian era ironico ( ma non troppo ) il post. Comunque, via, nun se ne esce. Anche gli esempi che hai riportato son errati, visto che comportano redistribuzione dal centro alla periferia. Il fatto di essere rentier e di accampare privilegi e rendite in Euro, impedisce la comprensione. Hasta la Vista boys!

 

  By: gianlini on Mercoledì 11 Novembre 2015 10:54

A te Gian deve solo esser proibito immediatamente di esportare valuta per acquistare quel cesso di immobile in Germagna. D'imperio.** ----------- chiedo che lo stesso valga per i lombardi che comprano ville in Sardegna o damusi a Lampedusa! vietato esportare valuta fuori dal territorio regionale! anzi! provinciale! ** peraltro l'immobile in questione mi verrebbe venduto da un tuo conterraneo (firenze) per cui in realtà la valuta che esporto torna indietro proprio dalle tue parti...

 

  By: traderosca on Mercoledì 11 Novembre 2015 10:48

perché se esportassimo molto di più in Germania e negli altri paesi dell'euro, non conterebbe nulla? Tuco,mi deludi....Gianlini non ha scritto una fesseria

 

  By: Tuco on Mercoledì 11 Novembre 2015 10:46

A te Gian deve solo esser proibito immediatamente di esportare valuta per acquistare quel cesso di immobile in Germagna. D'imperio.

 

  By: gianlini on Mercoledì 11 Novembre 2015 10:45

anche la Lombardia quando esporta in Calabria non riceve valuta estera, così come la Catalogna quando esporta in Andalusia.... l'errore è quello di non modificare il sistema euro per farlo funzionare esattamente come funziona ora fra Liguria e Molise, fra Sicilia e Veneto....

 

  By: Tuco on Mercoledì 11 Novembre 2015 10:42

Guarda Gano, già mi accontento, arrivi a spiegare e far assorbire una cosa che viene negata in tutti i modi possibili, e poi ti senti dire che è pure intuitiva, davanti agli occhi e che lo scemo sei te, che cerchi e leggi, per capire meglio. Vabbè, non son mai stato troppo orgoglioso, non me ne frega proprio un cazz. Mi accontento. Ma ci sarebbe da incazzarsi.

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 11 Novembre 2015 10:31

#i#Antitrader> "La piu' grande anomalia dell'euro e' che una nazione che esporta in un'altra aderente all'euro invece di incassare pagamenti in una valuta estera incassa la sua stessa valuta. E' oltremodo intuitivo che questo e' un grosso problema che poi comporta spostamenti tra gli stati di base monetaria, casini target2 e l'anomalia che l'importatore non deve comprar valuta per pagar le merci di un'altra nazione e quindi non crea tensioni sul cambio che sarebbero una benefica "controreazione negativa". Ovvio che non puo' funzionare."#/i# ----------------------------------------------------------------------------------- Sì, ovvio. E' dieci anni che si scrivono queste cose qui sopra. Mi meraviglierei se ci fosse qualcuno nel forum che non lo avesse ancora capito. Infatti mi meraviglio, perché queste persone ci sono ancora.

 

  By: traderosca on Mercoledì 11 Novembre 2015 10:06

"Oscar, l'autocritica ha senso se argomentata, e quindi mostra pro e contro di determinate scelte di politica economica" Mr,la devi smettere di chiedere a tutti di argomentare, quando vengono scritte lenzuolate per ogni tesi anche le più strampalate......