Trame, Connessioni, Network e Intrighi

 

  By: shabib on Mercoledì 05 Giugno 2013 10:34

ma non ne hanno bisogno...nessuno puo' farci nulla e loro lo sanno e ti dicono che sono amichevoli riunioni.........anzi tra un po sfoggeranno qualche donazione benefica fatta a qualche ente collegato.....

 

  By: pana on Mercoledì 05 Giugno 2013 10:18

certo che se volessero davvero diventare una societa segreta tipo P2 o Spectre devono cambiare alcune cosette dato che al momento sappiamo tutti 1-lista completa dei partecipanti 2-date e luoghi degli incontri... 3-programma politico del Bildeberg.... e pensare che ancora oggi la lista completa della P2 non e mai saltata fuori..che dilettanti questi del Bilderberg.

 

  By: defilstrok on Martedì 04 Giugno 2013 15:22

Per me è davvero un mistero comprendere perché, accanto a capi di istituzioni internazionali, ex ministri e capi di stato, banchieri e CEO di multinazionali, venga invitata al ^Bilderberg#http://www.wallstreetitalia.com/article/1581869/cospirazioni/bilderberg-2013-l-elenco-completo-dei-partecipanti.aspx^ la nostra Lilli Gruber...

 

  By: pana on Martedì 04 Giugno 2013 10:55

alcuni non hanno nanche bisogno di andare a lavorare i un hedge fund per guadagnare... (certo devi avere il paparino presidente Usa ed ex capo della CIA ) PS..oltre ai Bush e' mai successo in america o inun altro paese che padre e figlio diventassero presidenti ? Carlyle is also cashing in on the Homeland Security front and the enactment of the Patriot Act. Two Carlyle companies, Federal Data Systems and US Investigations Services, hold multi-billion dollar contracts to provide background checks for airlines, the Pentagon, the CIA and the Department of Homeland Security. USIS used to be a federal agency, until it was privatized in 1996 and snatched up by Carlyle. Needless to say, it's now making money hand over fist. http://theinternationalcoalition.blogspot.it/2011/06/how-war-made-bush-family-rich.html

 

  By: Gano* on Lunedì 03 Giugno 2013 20:26

Gianlini, penso proprio di no. Non credo cioè che nessun militare serio racconti in anticipo i piani militari USA, anche perché questo aprirebbe le porte a reati piuttosto gravi, come il tradimento, lo spionaggio etc... né credo che alla banca o all' hedge fund serva un gran che avere questo genere di informazioni. Non so come funzioni, ma mi verrebbe da dire che semmai molto più prosaicamente il generale X faccia comprare la grande fornitura (aerei piuttosto che carri armati o elicotteri) dalla ditta Y a un prezzo diciamo così "ragionevole", ma che spesso ammonta a qualche miliardo di dollari, e che poi l' hedge Z che ha interessi nella ditta Y, o la banca W che magari ha finanziato tutta l' operazione, per sdebitarsi lo metta nel consiglio d' amministrazione quando va in pensione a qualche milione di dollari l' anno.

 

  By: gianlini on Domenica 02 Giugno 2013 12:09

ma il generale viene "comprato" per poter conoscere in anticipo i piani militari degli USA o UK? in che altro modo può favorire una grande banca o un grande Hedge fund?

Il primo livello e poi gli altri livelli... - Moderatore  

  By: Moderatore on Domenica 02 Giugno 2013 02:45

due notizie di questa settimana: L'ex capo delle forze americane in Afganistan e Iraq (fino all'anno scorso quando si è dimesso per un piccolo scandalo sessuale), ^il generale Petraeus, è andato a lavorare per KKR, uno dei due maggiori gruppi di private equity#http://m.usatoday.com/article/news/2371733^ al mondo. ^il capo dell'MI5 inglese, il servizio segreto inglese, è entrato nel consiglio di amministrazione di HSBC#http://www.bbc.co.uk/news/business-22737606^, la più grande banca basata in Inghilterra e una delle maggiori cinque banche del mondo Se vai indietro di qualche mese ne trovi tante altre, come ad esempio la notizia che l'ex capo dell'autorità di vigilanza finanziaria inglese, la FSA, uno dei candidati per diventare capo della Banca di Inghilterra (fino a poco fa) e uno dei tre o quattro personaggi più influenti in Inghilterra, ^Adair Turner, è andato a lavorare per George Soros#http://uk.reuters.com/article/2013/03/31/uk-britain-fsa-soros-idUKBRE92U02220130331^ Appena questi smettono la loro carica pubblica vengono tutti assunti da una delle cinquanta mega istituzioni e fondi finanziari (vedi Greenspan a Pimco, Toni Blair a JP Morgan, Condoleeza Rice....) Questo spiega quello che succede nel mondo. Ad esempio in Inghilterra Tony Blair ha mentito sfacciatamente per far entrare il suo paese in due guerre inutili in Afganistan e Iraq, ha riempito l'Inghilterra di 8 milioni di immigrati (mentre due milioni di inglesi hanno abbandonato il paese nel frattempo) e portato al crac finanziario del 2008. Dopodichè ha abbandonato le cariche pubbliche ed è diventato milionario (si stima abbia messo assieme almeno cento milioni) con incarichi e consulenze nella grande finanza. Mentre il caporale Lee Rigby che ha fatto il suo dovere in Afganistan una volta tornato a casa è stato sgozzato e decapitato nel centro di Londra alle due del pomeriggio da uno degli immigrati fatti entrare da Blair ed eccitato dalle guerre in cui Blair ha invischiato gli inglesi nei paesi musulmani. E il povero caporale massacrato nel suo paese da immigrati islamici lascia un figlio di due anni condannato alla povertà mentre i figli del laburista progressista Blair crescono ^in ville spettacolari#http://www.dailymail.co.uk/debate/article-2007496/Tony-Blair-regular-bloke-6m-mansion.html^, comprate con incarichi che Blair ottiene con gli sceicchi e dittatori mediorientali. C'è qualcosa di molto sbagliato qui. Tutto questo accade perchè oggi, generalizzando da questi episodi, esiste una gerarchia di livelli, nel mondo occidentale, dove quello più alto è quello delle grandi istituzioni finanziarie, come appunto KKR, HSBC o Soros. Una volta quando un comandante in capo delle forze armate, come McArthur ad esempio, o un capo del servizio del segreto smontava dal servizio pubblico e tornava alla vita privata si ritirava in pensione a scrivere le sue memorie. Oggi quello è diventato il momento in cui diventano di colpo milionari, perchè vengono subito assunti da mega istituzioni finanziarie basate in USA e Inghilterra che possono permettersi di farli diventare ricchi con vari pretesti (consulenze, fees per discorsi, incarichi nei consiglio di amministrazione o nelle fondazioni). I consigli di amministrazione e le fondazioni delle grandi banche, dei cinquanta più grandi fondi hedge e grandi gruppi di private equity oggi sono zeppi di ex primi ministri, ministri, capi delle banche centrali e delle autorità di vigilanza, generali e capi dei servizi segreti. E ovviamente, dato che sanno che possono arricchirsi in questo modo, mentre sono a dirigere le istituzioni pubbliche si comportano in modo tale da ingraziarsi i miliardari che poi li assumeranno... Cioè non è che la globalizzazione, le guerre in medi oriente, l'immigrazione di milioni di persone dal terzo mondo o il matrimonio e adozioni gay avvengano perchè "il mondo oggi è cambiato...". E' semplicemente perchè c'è un numero ristretto di persone, ai vertici della finanza in particolare nelle grandi famiglie di miliardari che hanno questi interessi e comprano sistematicamente i politici occidentali. Questo discorso può essere generalizzato come fa Marco Della Luna nello spiegare chi dirige il mondo (^"IL GOVERNO LETTA NEL QUADRO GLOBALE"#http://marcodellaluna.info/sito/2013/05/22/il-governo-letta-nel-quadro-globale^) ---- "...Al livello apicale abbiamo il cartello monetario-finanziario, monopolista della moneta e del credito, nonché del rating, delle teorie economiche e delle prescrizioni (neoliberismo, rigorismo fiscale), che ha posto due terzi o più del mondo in una posizione di dipendenza e sudditanza, che porta da decenni avanti un progetto elitista di accentramento del potere e della ricchezza, e che dispone della piattaforma politico-militare degli USA – secondo livello – per distruggere chi si oppone, dove necessario. Domani forse sostituiranno gli USA con la Cina. Per ora, non so se e quanto Cina, Russia e Brasile sianmo indipendendenti da esso. Al terzo livello, in Europa, abbiamo la potenza continentale vassalla, la Germania (con la para-vassalla francese). La Germania, in cambio della collaborazione esecutiva a questo disegno, cioè in cambio del fatto che lo impone ai partners europei più deboli, riceve alcuni vantaggi, ossia la possibilità di sottrarsi in parte alle ricette recessive, e di approfittare del disastro che queste ricette causano ai partners più deboli per sottrarre loro capitali e quote di mercato, e per comperare le loro aziende a prezzi di necessità. Prima di intervenire in aiuto dei partners deboli, o di uscire dall’Euro, o di porgli fine, il capitalismo tedesco aspetta di aver tolto loro, in questi modi, tutto ciò che si può togliere, compresi i migliori tecnici. Ciò vale soprattutto per l’Italia, che, per facilitare quel processo, viene deprivata della liquidità necessaria per investire, lavorare, produrre e pagare i propri debiti, in modo che, per tirare avanti, debba svendere le proprie risorse e cedere sovranità. Al quarto livello abbiamo la partitocrazia, la burocrazia e i potentati economici specificamente italiani (comprese le mafie); la prima, composta perlopiù di incompetenti, di ladri e di cialtroni professionali, che si vendono molto facilmente. Questi soggetti si occupano di prelevare dalla spesa pubblica e dalle altre riscorse pubbliche, distribuiscono benefici clientelari per sostenersi, si vendono anche allo straniero, non possono rinunciare alla corruzione, agli sprechi, alle creste, perché non sanno fare altro e sono stati selezionati per fare proprio quello – quindi impediranno per sempre al Paese di riprendersi, mentre, controllando i meccanismi elettorali, rendono impossibile sostituirli attraverso il voto. Essi non possono rinunciare, soprattutto, al flusso di circa 100 miliardi che, annualmente, trasferiscono a Roma e al Sud – dedotte le loro intermediazioni – prelevandolo dai lavoratori autonomi e dipendenti di alcune regioni del Nord, i quali costituiscono il quinto livello, il livello più basso della catena alimentare. Tutti gli altri livelli gli mangiano addosso..."

 

  By: pana on Lunedì 13 Maggio 2013 09:40

ex numero 2 del Sisde accusato di collaborare ocn la camorra '? O_o http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/servizi-e-servizietti-lex-numero-due-del-sisde-indagato-per-un-buco-da-10-55616.htm

 

  By: pana on Lunedì 06 Maggio 2013 14:08

la Thatcher e il declino dell Occidente.. p-a-z-z-e-s-c-o !!! taglio' le razioni di latte ai figli poveri dei minatori ! Thatcher offers one of the most egregious cases in recent history of a sociopath in power. She can be seen as the mother, or at least as the http://tarpley.net/2013/04/24/thatcher-milk-snatcher-and-the-decline-of-the-west/

 

  By: pana on Sabato 04 Maggio 2013 11:38

i-n-c-r-e-d-i-b-i-l-e questa storia ...nel 1970 l esercito ha sparato sugli studenti che protestavano per la guerra in Vietnam uccidendone 4 ! Nonostante l FBI distrusse dei nastri audio ,analizzando un duplicato scoprono che ci fuun ordine ben preciso di uccidere gli studenti e non fu una disgrazia.. gia allora il complesso militar-iindustriale non ammetteva voci di dissenso.. http://www.michaelmoore.com/words/mike-friends-blog/allison-stood-peace-against-vietnam-war-may-4-1970 ngs. Though the original tape, known as the Kent State Strubbe tape, was destroyed by the FBI in 1979, a bonafide copy of the tape was located in 2007 and was analyzed in 2010 by internationally accredited forensic expert Stuart Allen. The analysis, derived using state-of-the-art technology not available in prior investigations into Kent State, demonstrated that there was a ‘command to fire’ at the student protesters.

 

  By: Roberto964 on Martedì 30 Aprile 2013 14:37

Defil, Ho immenso piacere a saperti suo alunno, sarà anche per questo fatto che, generalmente, dei tuoi post condivido quasi tutto. io, senza averlo conosciuto, lo amo profondamente, soprattutto per l'esempio che ha dato sia da uomo che da insegnante. La sobrietà, quasi ascetica del professor Caffè era elevatissima (come del resto quella del maestro Joda), nel mio "sogno" l'ho visto così, uomo tra gli uomini a godersi il meritato riposo e la sua "nuova" vita di esule volontario, consapevole che i suoi insegnamenti, ed il TUO caso è evidente, sarebbero serviti a tutte quelle persone a cui si era donato. Il suo rammarico era votato all'aver perso per strada i "migliori" perchè attratti dall'egoismo e dall'arrivismo, il lato oscuro latente in ogni essere umano.

 

  By: defilstrok on Martedì 30 Aprile 2013 12:23

Sì, Roberto, l'ho conosciuto di persona, anche piuttosto bene. Quel che stride, nel racconto, è la sua assoluta sobrietà: fatico a immaginarlo con sigaro e cubalibre. Ma che fosse persona di grande rettitudine e moralità è fuor di dubbio. A quei tempi la Facoltà di Economia a Roma era un posto davvero straordinario, e tra le cose di cui sono più contento nella mia vita è proprio quella di aver frequentato i vari dipartimenti di economia a quell'epoca. Oltre a Caffé, c'erano diversi personaggi eccezionali. C'era Francesco Caparrelli, con cui mi sono laureato, titolare della prima e, allora, unica cattedra d'Italia di Tecnica del Mercato Mobiliare, un personaggio indimenticabile, spassoso e vulcanico. C'era ^Tarantelli#http://it.wikipedia.org/wiki/Ezio_Tarantelli^, assassinato sotto i miei occhi. C'era Francesco Forte che mi ha insegnato Politica Economica II. E soprattutto c'era il grandissimo, indimenticabile e probabilmente il più vicino amico e confidente di Caffé: ^Fausto Vicarelli#http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2002/11/26/una-piazza-per-vicarelli-economista-volontario.html^, forse l'incontro più importante della mia vita, per cui mi commuovo ancora oggi al ricordo. Oltre ad essere un insegnante straordinario sotto il profilo didattico (Economia Politica), godeva di una stima insuperabile (con la metà degli studenti che - come feci anch'io - chiesero il passaggio dai corsi tenuti da Antonio Martino ai suoi) grazie alla sua incredibile modestia e al suo attivismo ineguagliabile nel volontariato, prestato quotidianamente presso ospedali e associazioni di assistenza. Era uno dei più grandi conoscitori di Keynes e Sraffa, ha portato in facoltà Hicks e Dornbush a tenere delle conferenze, ed è colui che, con il suo libro su "L'instabilità del capitalismo" mi ha fatto capire ed amare Keynes

 

  By: Esteban. on Martedì 30 Aprile 2013 11:52

bel pezzo Roberto ... Il problema è che quì in Italia i MAIALI rimangono , non se ne vanno , neppure vengono cacciati , anzi , è diventata una Epidemia ... l'Italia è diventata un gran porcile .

 

  By: Roberto964 on Martedì 30 Aprile 2013 11:27

ciao caro Defil, è un personaggio che mi ha sempre affascinato: non si è arricchito, non ha fatto carriere politiche, non si è mai prostrato ai dikdat e ai poteri forti e la sua unica passione era l'insegnamento. La sua scomparsa misteriosa mi ha portato a immaginare un suo allontanamento volontario, ma solo dopo che NON poteva più fare l'unica cosa a cui veramente teneva, schifato da tutto ciò che vedeva e deluso profondamente dai sui discepoli più bravi.... l'ho immaginato spesso su di una spiaggia tropicale (e per lui, quale posto meglio di Cuba?) a sorseggiare cubalibre e a fumare sigari, pensandolo, in fondo, sorridente e finalmente felice ma allo stesso tempo triste quando rimuginava su come poteva essere il mondo con un po' meno di ego e di arrivismo. .... sai, a volte penso davvero che sia ancora oggi vivo....un magnifico centenario vispo e saggio, proprio come Joda. Hai avuto la fortuna di conoscerlo di persona?

 

  By: defilstrok on Martedì 30 Aprile 2013 02:44

Roberto, ho appena letto il tuo "sogno". Come mai ti è venuto in mente di scrivere questa cosa che, per certi versi, ricorda i microracconti di Buzzati? P.S.: per un soffio finivo anche io col laurearmi con Caffé