Trame, Connessioni, Network e Intrighi

Re: Trame, Connessioni, Network e Intrighi  

  By: foibar on Sabato 16 Novembre 2019 21:35

Re: Trame, Connessioni, Network e Intrighi  

  By: Bullfin on Sabato 09 Novembre 2019 15:18

Beh come quelli che andavano sui barconi della sinistra....

 

 

Re: Trame, Connessioni, Network e Intrighi  

  By: gianlini on Sabato 09 Novembre 2019 13:03

e dopo Salvini, ecco che a Canossa ci va pure la Meloni....

Meloni su Liliana Segre: «L’ho sentita, siamo al suo fianco»

Re: Trame, Connessioni, Network e Intrighi  

  By: DOTT JOSE on Giovedì 07 Novembre 2019 23:13

"Finchè c'è guerra c'è speranza" recitava l' ottimo film di Alberto Sordi, e le borghesie del capital cleptopredatoriael hanno ben pensato di privatizzare pure le guerre e gli eserciti_________________________________________________________________________________________________________________________________ Ora Prince vuol comprare la Motor Sich ucraina, ufficialmente per sottrarla alla Cina, interessata all’acquisto. Si è fatto avanti quasi ufficialmente su mandato di Trump, di cui – apprendiamo – è ascoltatissimo consigliere-ombra. Del resto sua sorella, Betsy DeVos, è l’attuale ministra della Pubblica Istruzione che Trump s’è scelta. La quale Betsy è moglie di Dick DeVos, erede delle fortune di Amway, una mega-ditta di vendite dirette (prodotti Avon, Herbalife eccetera) che ha profitti sui 9 miliardi di dollari. Con questo matrimonio, si sono unite “le potenze finanziarie della destra religiosa americana radicale” (Jeremy Scahill) , da cui viene anche Erik Prince, di una “famiglia molto potente”.__________________________________________________________________________________________________________________ Del resto, la Blackwater è piena di veterani specialisti di Tsahal, come si può immaginare: la destra religiosa radicale americana come si sa vede in Israele lo stato che affretterà il ritorno del Messia, quindi da favorire con ogni mezzo.___________________________________________________________________________________________________________________ https://www.maurizioblondet.it/il-capo-di-blackwater-compra-ditta-di-armamento-ucraina/

Re: Trame, Connessioni, Network e Intrighi  

  By: gianlini on Sabato 26 Ottobre 2019 09:41

In effetti i due fermati per l'omicidio di Roma mi sembrano i classici elettori dei 5 stelle, anche un po' di sinistra.

Sherpa, hai fatto pesante uso di allucinogeni ieri sera?

Re: Trame, Connessioni, Network e Intrighi  

  By: shera on Sabato 26 Ottobre 2019 08:56

Italiano ucciso fuori da un pub, fidanzata italiana, assassini italiani

perchè a roma l'onestà va di moda

altro successo del buon governo a 5 stelle, roma è diventata una grande favela come nemmeno santo domingo

 

il festival del lassismo sta facendo danni incredibili, ma quelli pensano ancora al bigolo di alzaeimer, che nemmeno gli tira più... per fortuna che c'è la fusione fredda e greta non è una povera malata mentale...

Re: Trame, Connessioni, Network e Intrighi  

  By: gianlini on Lunedì 21 Ottobre 2019 19:10

Due italiani morti sparati nelle ultime ore in Thailandia e a Santo domingo, ovviamente con frequentazioni di giovani donne locali....

Quando eravamo la sesta potenza del mondo, e avevamo la lira, non accadeva! 

 

Re: Trame, Connessioni, Network e Intrighi  

  By: Bullfin on Lunedì 21 Ottobre 2019 08:05

mah senza andare in Cile vi è la Catalonia dove lo Stato opressore, quello che volete tanto bene (e dove non centra na mazza il capitalismo e la Dx) sta bastonando gente inerme che vuole il diritto di autogovernarsi. Ha ragione Xtol, ovviamente, come sempre.

 

 

Re: Trame, Connessioni, Network e Intrighi  

  By: DOTT JOSE on Lunedì 21 Ottobre 2019 00:40

Non gli sono bastati gli anni del fascio Pinochet??????????? Stato d’emergenza e coprifuoco. Militari che sventagliano con i mitra e carabinieri che si lanciano con affanno contro ogni essere umano che muove passi. Proibito uscire di casa in tutta Santiago dalle nove di sera alle 7 del mattino. Il pinochettismo torna a respirarsi a pieni polmoni. Gli studenti però non mollano: le manifestazioni proseguono, a Santiago come a Valparaiso e nelle altre città cilene; altri settori della società cilena si mobilitano e i cacerolazos (lo sbattere di pentole a mo’ di protesta ndr)si amplificano continuamente. La protesta contro il governo del cialtrone Pinera, (che la Procura Generale ha accusato di 30 anni di totale evasione fiscale), era nata contro l’aumento del prezzo dei trasporti pubblici. Protesta sacrosanta dato che è il dodicesimo aumento in dieci anni e visto che porta a più di un Euro il prezzo della singola corsa in un Paese dove i salari minimi, numericamente i maggiori, non arrivano a 400 euro al mese. Ma sebbene il presidente evasore si sia reso disponibile a cancellare l’ultimo aumento, la protesta ha proseguito. Perché il Cile continua ad essere un Paese insostenibile economicamente per diversi milioni dei suoi abitanti mentre le multinazionali statunitensi e l’oligarchia locale spolpano il Paese in ogni sua risorsa. Un sistema insostenibile che dimostra di essere indisponibile a riformarsi, preferendo inviare i suoi militari a ristabilire le distanze tra ricchezza e dominio da un lato e miseria e obbedienza dall’altro. E così, con mitra e lacrimogeni contro i suoi figli, il Cile sembra tornare alla sua vecchia narrativa. Quella di un paese dominato da un apparato militare genocida, storicamente imbelle all’estero ma efficiente all’interno, uso ad aprire il fuoco contro la sua stessa popolazione. Proprio il ruolo preponderante dei militari ed il loro atavico asservimento alle classi dominanti condiziona, in forme diverse a seconda delle fasi storiche ma ugualmente incidenti, il mancato approdo definitivo del Paese alla democrazia. Quello cileno è infatti un apparato militare protetto dalla destra e sopportato dalla sinistra che, da Lagos alla Bachelet, anche quando ha raggiunto il governo ha scelto di girare lo sguardo dall’altra parte, accettando l’immondo scambio tra impunità e memoria. D’altra parte, le politiche repressive contro studenti, lavoratori e indios Mapuche non hanno visto significative differenze nei rispettivi governi di destra o di centrosinistra, entrambi dediti allo stroncare con la forza qualunque forma di dissenso. I militari continuano quindi a decidere il livello del conflitto possibile e la fretta precipitosa di Pinera, che ha delegato volentieri ai militari la repressione e al FMI la politica economica, racconta bene lo spessore del presidente.

Re: Trame, Connessioni, Network e Intrighi  

  By: antitrader on Lunedì 21 Ottobre 2019 00:26

E adesso brucia anche il Cile,

sempre la solita storia, quando si insedia un governo Comunista (nel caso Salvatore Allende)

arrivano subito i boicottaggi americani e capitalisti, il "regime" viene rovesciato, si instaura

il capitalismo selvaggio e, per un po', le cose sembrano andar bene.

Lo sviluppo arriva ma in pochi si arricchiscono, poi arrivano le rivolte, ma, in un mondo di m...da

quale quello attuale che fine fanno i rivoltosi (che chiamano terroristi)?

Tutti morti!

 

Re: Trame, Connessioni, Network e Intrighi  

  By: Bullfin on Mercoledì 16 Ottobre 2019 22:17

 
 

I vostri profughi non affogati hanno fatto a pezzi Pamela – FOTO

Condividi!
 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerTelegram

C’è un giovane adagiato sulla sabbia, in fondo al mare, con le braccia alzate. Come se chiedesse aiuto. Oppure un altro corpo, rimasto impigliato tra le cime della barca finita a oltre 60 metri di profondità. E, ancora, una ragazzina con la faccia sepolta dalla sabbia. Sono alcune delle fotografie delle 12 vittime individuate ieri dai sommozzatori della Guardia costiera accanto al relitto della barca in legno naufragata nella notte tra il 6 e il 7 ottobre, a sei miglia da Lampedusa.

VERIFICA LA NOTIZIA


L’Adnkronos ha deciso, con l’autorizzazione della Procura di Agrigento, di pubblicare alcune sul suo sito web www.adnkronos.com le immagini del naufragio, sia pure evitando le più scioccanti, come la foto della mamma annegata insieme al suo bambino. Riteniamo che quelle foto abbiano tutti i requisiti del diritto di cronaca, così come è stato per la foto del piccolo Aylan, il bambino di 3 anni di etnia curda-siriana ritratto senza vita sulla spiaggia di Bodrum, in Turchia, dopo un naufragio. La foto di quel bimbo con la maglietta rossa è diventata simbolo della tragedia dei profughi.

 

I sommozzatori della Guardia costiera oggi si immergeranno a circa 60 metri di profondità, a sei miglia a Sud di Lampedusa per iniziare il recupero delle vittime del naufragio.

Questi feticisti sono andati a 60 metri di profondità per fotografare i clandestini morti. Quando la famiglia di Pamela ha dato il permesso di pubblicare la foto del corpo straziato della povera ragazzina, i media in coro hanno detto no: perché “non si strumentalizzano le vittime per un fine politico”. Quando stufa del buonismo, la famiglia ha diffuso la foto della testa mozzata di Pamela, i media hanno praticato un embargo pressoché totale.

Ma con i clandestini no. I morti vanno mostrati. Il motivo è chiaro: mostrare il corpo di Pamela fatto a pezzi avrebbe mostrato in realtà il vero volto dell’immigrazione; farvi vedere invece quei cadaveri di clandestini in fondo al mare, serve invece per pubblicizzare una realtà posticcia.

Una realtà che non si chiede come mai sono sempre i pochi bambini e le poche donne ad affogare, perché la risposta sarebbe che li mollano per alleggerire il carico, perché nessuno li aiuta.

E detto che anche questo foto dimostrerebbero, semmai, che i barconi non devono partire per non affondare, l’intento di chi le diffonde è scioccare l’opinione pubblica. Ma ormai nessuno si sciocca più.

Perché tutti sanno una cosa: quando quelli che avete fotografato in fondo al mare sbarcano, si chiamano Oseghale e fanno a pezzi Pamela. Il vostro buonismo è disgustoso. Vi cibate di cadaveri. L’unico modo di rispondervi è farlo con altri cadaveri. Quelli fatti dai vostri ‘profughi’ non annegati. Siete la civiltà nel suo peggior declino.

 

 

https://voxnews.info/2019/10/16/i-vostri-profughi-non-affogati-hanno-fatto-a-pezzi-pamela-foto/

 

 

Re: Trame, Connessioni, Network e Intrighi  

  By: XTOL on Giovedì 10 Ottobre 2019 21:06

vabbeh, leggerlo mi pare il caso,

schierarsi non saprei proprio

 

RITA KATZ – HA SCOPERTO L’INTERNAZIONALE NAZISTA (IL NUOVO ISIS)

...

E’ morto uno che mangiava kebab, sono stati feriti un tassista e sua moglie, è stata uccisa una passante,  ma  Angela Merkel è accorsa  alla sinagoga di Berlino: mai più antisemitismo, mai più anti-femminismo, mai più critiche all’euro  e alla UE! Brexit è  nazismo!

Ci sarà  un giro di vite: lo  esige la comunità ebraica, lo chiedono i media.

Il sovranismo non è altro che antisemitismo, aveva giusto sancito Attali. Vedete il disegno?

 

Re: Trame, Connessioni, Network e Intrighi  

  By: DOTT JOSE on Giovedì 12 Settembre 2019 23:55

E anche questo 11 settembre arriva puntuale il video del barbabianca zawahiri _______________________________________________________________________________________________________________________________________________________ RIECCO AL ZAWAHIRI. E RITA KATZ. Maurizio Blondet 11 Settembre 2019 0 Come ogni anno, all’11 Settembre, compare Ayman Al Zawahiri, il tremendo capo di Al Qaeda Eterna, e manda un messaggio minaccioso all’Occidente. Anche quest’anno lo ha fatto, come di consueto, attraverso il SITE della israelo-americana e ben nota Rita Katz.___________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ https://www.maurizioblondet.it/riecco-al-zawahiri-e-rita-katz/

Re: Trame, Connessioni, Network e Intrighi  

  By: XTOL on Giovedì 12 Settembre 2019 07:46

!

Re: Trame, Connessioni, Network e Intrighi  

  By: pana on Giovedì 12 Settembre 2019 07:44

in campagna elettorale il trampanane prometteva di rivelare la verita sull11 settembre

eleggetemi e vi diro chi veramente ha buttato giu le torri

well wel mr president, stiamo ancor aspettando le tue fantasmagoriche rivelazioni

 
 
 

At a Wednesday morning campaign event in Bluffton, SC, Donald Trump takes his relitigation of the Bush administration's record on 9/11 and Iraq to the next level, seeming to imply that we don't currently know who "really" committed the 9/11 attacks.

Trump says if he is elected: "you will find out who really knocked down the World Trade Center."

"It wasn't the Iraqis," he explained. "You may find it's the Saudis."