Cina vs. resto del mondo

 

  By: Moderator on Sabato 06 Gennaio 2007 11:03

.

 

  By: GZ on Sabato 06 Gennaio 2007 02:38

negli anni successivi ci si è chiesti come si sia fatto a dare retta alle varie Tiscali, Seat, AOL e altri titoli internet nei prossimi anni ci si chiederà come mai si dato retta ai numeri cinesi, c'è oggi un intervista su bloomberg a Ken Rogoff di harvard dove dice: "... il vero mistero oggi su cui tutti ci interroghiamo in economia è come facciano in Cina a non avere inflazione...", cioè in modo educato suggerisce che siano numeri falsi questi accumulano 1.000 miliardi di riserve in dollari per cui la base monetaria aumenta del +20%, crescono il PIL al +10%, tengono lo Yuan sottovalutato del 20% minimo e poi raccontano che la loro inflazione è +1.9%... ------------------ ...China's consumer price index was up 1.9% in November from the year before and the National Bureau of Statistics estimates it was 1.3% to 1.4% in all of 2006. But housing and other important costs continue to rise and aren't fully reflected in the CPI gauge. The bureau estimates the gross domestic product expanded by 10.5% in 2006.

 

  By: gianlini on Martedì 18 Novembre 2003 12:33

?? e dove starebbe l'avvertimento?

 

  By: Galba on Martedì 18 Novembre 2003 01:25

Stock: Cina iShares MSCI

Ma leggendo, in controluce, una notizia come quella sotto, voi cosa pensate? sembra un avvertimento mafioso Usa, Snow: deficit bilancio non sono graditi WASHINGTON (Reuters) - Il segretario del Tesoro Usa, John Snow, ha dichiarato oggi che i disavanzi di bilancio non sono graditi e che l'amministrazione agirà per sistemare le cose. Parlando a Londra durante un'intervista alla televisione via cavo Cnbc, Snow ha ripetuto che la Cina dovrebbe accelerare l'attuazione degli impegni presi in sede Wto. Riguardo alle voci di un possibile rialzo dei tassi ufficiali, il segretario del Tesoro non ha voluto fare commenti diretti, ma si è limitato a notare che il tasso d'inflazione 'core' negli Usa è molto basso e che questo è un buon segnale per l'economia Usa e l'attuazione della politica monetaria.