Next is Italy, La Prossima è l'Italia

 

  By: hobi50 on Mercoledì 13 Aprile 2016 12:57

Sul FT di oggi http://www.ft.com/home/asia#242541 c'è il solito bell'articolo di M. Wolf sui tassi negativi. Ma,anche se non dice cose sbagliate ,non centra il cuore del problema. Infatti si limita a sottolineare che c'è un eccesso di risparmio rispetto agli investimenti disponibili. Verissimo. Ma dimentica che esiste un problema molto più grave che mina la stabilità finanziaria di quasi tutto il mondo finanziario. Prendo il caso dell'Italia perché ho molti dei numeri necessari( a spanne ovviamente ) senza doverli andare a cercare. PIL 1,6 trilioni di Euro con crescita ridicola . Ma questo " povero paese " deve far fronte a : Un debito pubblico di 2,2 trilioni di Euro Un 'esposizione di vari soggetti economici nei confronti del sistema bancario di 1 trilione di Euro. Poi ci sono le obbligazioni. Poi ci sono le azioni (anche quelle non quotate vogliono un rendimento che ,ovviamente ,è molto più alto di quello del debito statale ). Obbligazioni ed azioni stimiamoli 800 miliardi di euro ed in totale abbiamo 4 trilioni di euro . Come si può pensare di remunerare 4 trilioni di carta con una macchina economica di soli 1,6 trilioni che funziona per giunta abbastanza male ? A nessuno viene in mente che bisogna distruggere gran parte di questa ricchezza FASULLA ,di fatto,non più remunerabile ? Hobi

 

  By: DRAGUTIN on Mercoledì 13 Aprile 2016 12:44

Fultra, Ho solo detto che a parita' di prezzo dopo una lunga discesa e' preferibile il titolo che si e' comportato meglio in passato, di qua il mio errore Ciao

 

  By: fultra on Mercoledì 13 Aprile 2016 12:29

Dragutin Non cambia nulla, il Bund come tutto, va tradato con zucca e non con panza o la convinzione che "è salito troppo".....quindi.... "va shortato". E' lapalissiano ma è bene ricordarlo. Tradare un azione o un future.Se tu hai comprato bene UC, forse qualcuno ha venduto male.......forse in gain, forse in loss.....quindi cambia solo a mio avviso un parametro diverso, la velocità di movimento, i futures sono molto più reattivi (non tutti certo), le azioni sono lente-eccetto quelle sotto tiro,che si comportano istericamente- e sono anche peggio dei futures. E' tutto relativo quindi, poi è come dire ad un podista che è meglio correre in bici....e viceversa.

Giovanni Zibordi al Festival per l'Economia di Vibo Valentia - Moderatore  

  By: Moderatore on Mercoledì 13 Aprile 2016 12:24

#b##F_START# size=3 color=black face=Helvetica #F_MID#^Festival per l'Economia di Vibo Valentia.#http://www.festivalperleconomia.it/^#F_END##/b# #i#14, 15, 16 aprile 2016#/i# Giovanni Zibordi sarà a Vibo Valentia il prossimo weekend per partecipare a due incontri del Festival per l'Economia. Intento del Festival è quello di sviluppare sia analisi che soluzioni: tante infatti le proposte e le indicazioni che economisti, accademici, professionisti, giuristi ed intellettuali forniranno durante i lavori del festival. Verranno evidenziati i gravi vizi di costruzione di cui è affetta la zona Euro, la cui struttura sembra pregiudicare il raggiungimento dei fondamentali obiettivi di politica economica: crescita, occupazione e stabilità dei prezzi, oltre a subordinare l’effettività di molti diritti costituzionalmente garantiti al rispetto di una rigorosa, quanto miope e bieca, disciplina di bilancio. Il Festival per l’Economia si pone l’ambizioso obiettivo di fornire risposte adeguate, sostenute da un indiscutibile valore scientifico. #b##u#Appuntamenti del Festival per l'Economia con Giovanni Zibordi.#/u##/b# Venerdì 15 alle ore 18.00 "Mercati finanziari, bolle ed instabilità: chi decide realmente il nostro destino?", con Luigi Ferrari dell'Università di Milano. Sabato 16 alle ore 10.30 "I Certificati di Credito Fiscale", con Marco Cattaneo, presidente di CPI Private Equity. Il programma integrale del Festival è consultabile ^qui.#http://www.festivalperleconomia.it/^ #ALLEGATO_1#

 

  By: DRAGUTIN on Mercoledì 13 Aprile 2016 11:52

Buondi a tutti Mi spiace per gli amici shortisti, ieri era un occasione per chiudere bene Operativamente oggi e' difficile fare qualcosa, forse su un rintracciamento Ho fatto un grosso errore, a parita' di prezzo avrei dovuto comperare Ubi anziche' Unicredito, e' messa meglio come fondamentali e sopratutto ha mostrato in passato una forza relativa maggiore, e' in vantaggio del 5% circa, non e' poco, e non mi sarebbe entrato lo stop Se riuscite ad implementare questo metodo ve lo consiglio caldamente, naturalmente non e' privo di rischio, pero' aiuta, un 5% e' tanta roba, visto che c'e' gente che compera il bund per perderci soldi, una cosa inspiegabile Buona giornata a tutti

 

  By: hobi50 on Martedì 12 Aprile 2016 18:43

Dragutin,la mia è un evidente dimenticanza visto che per me azionisti ed obbligazionisti pari sonoanche se tra di loro c'è una gerarchia di rischio diversa. Totalmente diversa la posizione dei depositanti. Come li si può ritenere responsabili quando la Banca Centrale ha concesso la licenza bancaria,ha accesso in ogni momento alla Banca per ispezioni,è in grado di imporre aumenti di capitale, esercitare una moral suasion per dimissionare certi amministratori ..? Se la Banca va male non c'è responsabilità dei depositanti ma solo della Banca Centrale che ha male viglilato. E siccome lo Stato ha appaltato la creazione di noneta al sistema bancario sotto la vigilanza della Banca Centrale,LO STATO è RESPONSABILE. E chi è responsabile paga.Sempre. Hobi

 

  By: DRAGUTIN on Martedì 12 Aprile 2016 18:06

E' un bel post Hobi, Solo l' ultima frase mi sembra da correggere, forse si vuole salvare a tutti i costi i detentori di obbligazioni, perche' gli azionisti hanno gia' perso quasi tutto Monte paschi e' sotto perfino all' aumento di capitale, il Banco valeva 125 e adesso sta a 5, Unicredito valeva 44 e adesso sta a 3 Solo intesa si e' salvata, sta ad un terzo dal massimo A questo punto ben venga l' armageddon, se ripulisce il sistema

 

  By: Aleff on Martedì 12 Aprile 2016 17:01

Gianlini, io invece quando ci sono quei discorsi... sai cosa mi sento rispondere ?! ...intendo da persone che hanno immobili e non hanno bisogno di vendere... rispondono... e cosa faccio poi dei soldi ?? oggi la gente ha paura degli investimenti finanziari in generale, per cui li ritrovi O alle poste oppure a comprare obbligazioni ma con tutti questi scandali molti proprietari tengono gli immobili, pure sfitti addirittura chi ha gli immobili commerciali riducono il canone pur di non lasciarli vuoti (sopratutto quelli nei condoomini) ... basta che gli paghino le spese condominiali

 

  By: gianlini on Martedì 12 Aprile 2016 15:58

l'italiano medio ha un attaccamento all'immobile spropositato. ieri sera mi è capitato di ascoltare un tizio sulla sessantina, che parlando al ristorante con amici, si lamentava di avere, fra lui e la compagna 4 seconde case, due al mare e due in montagna (distribuite anche in 4 regioni diverse), e di essere "filosoficamente contrario" alla seconda casa... si lamentava nel particolare delle tasse da pagare, e delle signore a cui affidarsi per manutenerle un po' durante l'anno, e delle spese che periodicamente incorri per eventuali lavori di mantenimento, ecc.ecc. Ma io dico....se hai tutti questi problemi, perchè non ne vendi almeno un paio?? in realtà, pur arrivando alla conclusione razionale che sarebbe meglio disfarsene, evidentemente il cuore dice di no....

 

  By: Bullfin on Martedì 12 Aprile 2016 15:53

Gianlini sono d'accordo e per tale motivo infatti ho sempre detto PRIMA I NOSTRI POI ANCHE GLI ALTri e non ho mai detto per niente immigrazione. Comunque bello il post appena sotto di Hobi sulla differenza tra banche e un'impresa indistriale...ha detto un'ovvieta' pero' molto efficace....

 

 

 

  By: hobi50 on Martedì 12 Aprile 2016 15:45

Delta ,in caso di armagheddon il sistema bancario è un meraviglioso candidato per la distruzione di ricchezza finanziaria tanto necessaria oggi. E non perché le banche siano inutili . Anzi sono il motore dell'economia e ,nel contempo, creano la migliore moneta . Ma il punto fondamentale ,come ho detto nell'altro post,è distruggere ricchezza finanziario. E le crisi economiche e gli armagheddon ( cioè le grandi crisi) ,sono i momenti in cui ciò avviene. Purtroppo i banchieri centrali hanno con la crisi del 2007 voluto sovvertire quellache era l'igiene del capitalismo. Ma,prima o poi, l'armagheddon ci sarà ( non ho la più pallida idea dei possibili trigger )e farà colare a picco l'intero sistema finanziario. Per fortuna ,a differenza delle altre imprese ,le banche sono risanabili in poche ore. Negli Usa ne sono fallite centinaia : alla sera erano fallite ed al mattino riaprivano .. Questo perché la banca non ha prodotto : non è la Fiat che vende macchine e se le macchine fanno ca.gare ci si mette 10 anni a fare un prodotto nuovo. Lo stato che ha APPALTATO la creazione di moneta alle banche interviene per quanto è necessario ( ha la macchinetta costituita dalla propria BC ) spazzando via azionisti ed obbligazionisti ,salvando i correntisti,e cambiando il management. Risanamento effettuato e ricchezza finanziaria distrutta. Invece adesso succede che lo stato è il sodale degli azionisti che non vogliono mai perdere . Hobi

 

  By: lutrom on Martedì 12 Aprile 2016 15:35

Non sapevo che Casaleggio avesse da molto tempo gravi problemi di salute...

 

  By: Bullfin on Martedì 12 Aprile 2016 15:30

Delta è collegabile al Ps messo...la certificazione, i comunicatori saltano fuori quando le cose concrete (edilizia in primis) è satura...(qui mi allaccio ad Anti, uno dei pochi discorsi sensati che fa).

 

 

 

  By: gianlini on Martedì 12 Aprile 2016 15:30

p.s: altro problema nostrano è negli immobili. Gli immobili all'estero sono di legno, durano molto meno delle nostre abitazioni. Noi abbiamo tutto in calcestruzzo (che è sicuramente meno efficente a livello termico ma garantisce di non spendere soldi per la manutenzione. L'edilizia che è la maggiore fonte di spesa in un'economia è satura. E se è satura quella come va avanti....a forza di Punto??? Tutti hanno un appartamento e l'appartemento è "indistruttibile". Metti il caso degli Usa dove hanno tutto in legno e sono pieni di uragani....lì l'ediliza riparte come niente.... ----- Bull, questo è appunto uno degli argomenti di quelli che vorrebbero più immigrazione. D'altronde nessuno mi ha mai risposto alla domanda se fosse possibile crescita in presenza di stasi della popolazione (o peggio, calo)

 

  By: deltazero on Martedì 12 Aprile 2016 15:25

mah ? Per me l euro c'entra nulla ma sono 1 semplice agricoltore , non ho studi Però ho visto lo stato mettere su certificazioni assurde per portarsi a casa la gabella in forma di irpef del certificatore Ho visto la Croazia mettere il dazio sulle ns produzioni , e noi abbassarle ad Egitto e Argentina Ho visto metà dei fondi agricoli andare in burocrazia Ho visto l applicazione assurda di leggi sulla sicurezza Ho visto l iva passare dal 19 al 22 Ma ripeto io non ho studiato Grazie Hobi