Ritorniamo alla lira?

Il mattone per affitto rende il doppio delle obbligazioni - Moderatore  

  By: Moderatore on Martedì 02 Dicembre 2014 21:03

#i# Lei GZ denota una spiccata ignoranza in materia fiscale. Che cosa mi dice che la casa è tassata poco sul reddito? Prenda reddito piu' Tasi, Imu e vediamo se è tassata poco. Se tutti vendono è perchè la redditivita' è andata sotto i tacchi. Poi lei da buon (faccio il frocio con il cul degli altri) non mi dice di tassare i parassiti del trading come Lei. La casa adempie ad un servizio. Fino al livello in cui vi sono famiglie in affitto questo è un servizio. Se mi parla di rendita dei btp ci sta tutto, ma sulla casa mi creda...#/i# . ---- a dire la verità conosco queste cose e ci ho a che fare... I calcoli "microeconomici" sono sotto, ma in sostanza le quotazioni delle case sono scese molto, la tassazione si è ridotta del 75% (!) con la cedolare secca e nel frattempo i rendimenti obbligazionari sono crollati.. per cui oggi in Italia: #F_START# size=3 color=blue #F_MID# 1) Un milione investito in appartamenti (10 sui 80mq l'uno) può rendere un 6% lordo e un 4% netto di tasse e spese, quindi 40mila netti 2) Un milione investito in obbligazioni possono rendere oggi al massimo un 2% al netto di tasse e spese, quindi 20 mila netti#F_END# Non c'entra il rendimento degli affitti con il crollo delle quotazioni degli immobili. Come mostro sotto con un esempio concreto, gli immobili in media rendono sicuramente almeno il doppio ADESSO delle obbligazioni in Italia. Anni fa, no, perchè l'appartamento che oggi costa 1,200 al mq costava 2,200 il mq e quindi il rendimento in percentuale era circa la metà. In più, oggi grazie a Monti e Letta (il centro-sinistra!), c'è la cedolare secca al 10%, mentre prima pagavi l'IRPEF come persona fisica anche al 40% e rotti, o come società al 30% (sicuro con qualche deduzioni, ma qualche costo anche in più...). La cedolare secca fa un enorme differenza... 1) con 100mila investiti in un appartamento di 80 mq circa (diciamo che costa sui 1,100 euro e rotti al mq), lo affitti e prendi 520-550 euro almeno al mese quindi 6,500 euro all'anno (qui in Emilia, parlo di cose che conosco). Su cui paghi forse 600 euro di tasse imu,tasi...e poi il 10% di cedolare secca, quindi diciamo altri 600 euro arrotondando, restano circa 5,000 euro. Togli pulizie e piccole spese tipo luce condominale o falciare il giardino se c'è... Se si rompe la caldaia quell'anno sfig-a, la devi rimpiazzare e spende 2mila euro e rotti, ma si rompe ogni dieci anni giusto ? Poi se si rivolgi ad un agenzia vabbè dipende c'è chi fa da sè...ma insomma 4mila euro all'anno li tiri fuori in ogni caso salvo appunto rottura della caldaia o del tesso. Poi può essere che non pagano, ma diciamo che fai allora un discorso statistico, su 20 appartamenti in media hai uno che non paga...no ? Morale: restano 4mila netti. Ok, ora moltiplichiamo per dieci così è più evidente la differenza....e hai 40mila euro netti, vedi sopra.. 2) c'è bisogno di motivarlo ?...Se oggi hai 100mila euro e compri obbligazioni con poco rischio prendi un 2% con quelle di stato, al masssimo e devi comprare quelle italiane che sono a rischio default (anche se per ora non si nota), con quelle societarie per prendere un 3% devi ormai comprare un misto di fondi con dentro anche cose un poco rischiose... Poi paghi un 27% su quelle societarie e un 12% sui BTP... #i# (Nota bene: ho fatto assunzioni un poco ottimistiche su entrambi i casi: se volessi essere più pessimista anche le obbligazioni oggi al netto possono rendere, in Italia, di meno...a meno di non volersi prendere rischi di cambio o di paese con obbligazioni estere...Diciamo che il rendimento netto delle locazioni può essere un 3% e quello delle obbligazioni un 1,5%. Alla fine però è sempre che rendono la metà..)#/i# Il motivo delle quotazioni depresse è che le banche per fare un mutuo oggi vogliono vedere le analisi del sangue di tutti i famigliari. Solo quello. Il valore di mercato degli immobili lo fanno i mutui, se le banche li concedono facilmente salgono e se li bloccano scendono di prezzo. Oggi però grazie al fatto che le quotazioni sono scese molto e che la tassazione è con la cedolare secca gli immobili da affittare rendono il doppio...

 

  By: pasco on Martedì 02 Dicembre 2014 15:02

Da Stratfor http://www.conflittiestrategie.it/lacciaio-nel-cuore-della-germania

 

  By: gianlini on Martedì 02 Dicembre 2014 13:50

Gano, fra beccarsi il gelo del vento invernale o l'afoso caldo estivo a Manhattan e stare a Siena vorresti pure fare il confronto?

 

  By: Tuco on Martedì 02 Dicembre 2014 13:48

Diciamo che a Manhattan proprio no, nel senso che stanno ai bordi di New York, e lì arrivano talmente tanti soldi pure da fuori, -da parte dei figli dei nuovi ricchi emergenti; che vogliono vivere lì- a rinforzare l'economia locale, che il problema appare meno, ...ma vorrei sentire notizie in merito da un locale.

 

  By: Gano di Maganza on Martedì 02 Dicembre 2014 12:10

Insomma... Manhattan non è proprio così...

 

  By: Tuco on Martedì 02 Dicembre 2014 10:34

I poveri inseguono i ricchi, non c'è verso di scappare, e d'altronde che devono fare? Stare con i loro pari oppure prendere un po' di soldi che sfuggono di tasca al più fortunato? Quindi hai voglia a fare enclavi agiate!, ti ritrovi sempre i diseredati al cul.

 

  By: Gano di Maganza on Martedì 02 Dicembre 2014 10:27

Appunto. Andrebbe prima a prezzi stratosferici. Infatti sto aspettandovi... :)))))

 

  By: gianlini on Martedì 02 Dicembre 2014 10:14

Si vive bene perchè siete 4 gatti....! già se tutti quelli del forum si trasferissero da te, mi sa che storceresti il naso....;)

 

  By: Gano di Maganza on Martedì 02 Dicembre 2014 10:09

Appunto. La degenerazione è diffusa e ci sono zone dove invece si sta veramente bene. Per es. dove abito io. Ciao.

 

  By: gianlini on Martedì 02 Dicembre 2014 10:01

cosa fai gano? leggi solo quello che interessa a te? Scola lo dice chiaramente che non ci sono "enclavi" "Paradossalmente da noi il problema può diventare meno dominabile rispetto agli slums o alle favelas o alle villas miserias, proprio perché i fenomeni emarginativi a Milano sono diffusi a macchia di leopardo."

 

  By: Gano di Maganza on Martedì 02 Dicembre 2014 09:54

Perché scusa secondo te il cardinale è d'accordo con Gianlini? A me sembra sia d'accordo con me dicendo che nelle grandi città italiane si stanno formando enclavi sicure ed enclavi degradate e pericolose.... #i#"certe zone di quartieri periferici sono diventate un concentrato di emarginazione molto grave."#/i#

 

  By: gianlini on Martedì 02 Dicembre 2014 09:12

il cardinale Scola sembra essere d'accordo con il Gianlini (nella sua diatriba con Gano circa la difficoltà di separare zone ricche e zone povere nelle città italiane, lui che vorrebbe comprare solo "immobili di pregio") "Siamo alla vigilia del suo discorso di sant’Ambrogio. Milano oggi vive il degrado delle periferie e la rivolta sociale . «Mi rifarò alla tesi di Papa Francesco sulla “mega-city” di Buenos Aires. La forza di Buenos Aires - dice il Papa - è il suo essere un poliedro: tutte le facce magari sono diseguali, ma il poliedro solidamente resta uno. Milano non è una “mega-city” ma ormai è una metropoli, in cui certe zone di quartieri periferici sono diventate un concentrato di emarginazione molto grave. I miei parroci e la Caritas dicono che in quelle situazioni ormai solo il 20-25% della popolazione è costituito da persone stabili con un reddito sicuro. Non c’è più un soggetto in grado di contenere i fenomeni di occupazione di case, di senzatetto, di rom, di piccola o grande malavita. Paradossalmente da noi il problema può diventare meno dominabile rispetto agli slums o alle favelas o alle villas miserias, proprio perché i fenomeni emarginativi a Milano sono diffusi a macchia di leopardo. Sono appena stato a Baggio e a Forlanini e ho visto schiere di palazzoni in cui questi problemi sono esplosivi, ma al Corvetto ne trovi degli altri, a Quarto Oggiaro altri ancora; con il paradosso scandaloso che ci sono case senza abitanti e abitanti senza casa». " http://www.corriere.it/cronache/14_dicembre_02/ai-divorziati-niente-comunione-credo-che-papa-decidera-cosi-496cd7f0-79ea-11e4-81be-7152760d3cf5.shtml

 

  By: Bullfin on Lunedì 01 Dicembre 2014 23:56

Gli affitti tassati al 20%,molto meno del capital gain sul trading!!una vera ingiusizia...... Altro che ingiustizia...il trading (a differenza dell'affittare che dai un tetto alla gente) fai solo avvicinare il bid ed ask. Almeno un investitore di lungo impegna i suoi averi in qualcosa di strutturale, ma uscire entrare tutti i giorni, serve solo a colmare le discontinuita' dei prezzi (spread). In pratica fare un azzo...!.

 

  By: traderosca on Lunedì 01 Dicembre 2014 22:05

"I bilocali di periferia temo invece che siano spacciati." Gano,con 2 milioni di euro da investire in immobili,acquisteresti un appartamento di lusso oppure 20 monolocali da 100 mila euro?già vinta questa scommessa alla fine anni 90 e chi l'ha persa si era pentito amaramente......Perché?non solo chi ha acquistato l'appartamento di lusso realizzò tre volte meno di affitti per anni,ma quando vi fu la ripresa realizzò la metà di chi ne aveva 20.

 

  By: traderosca on Lunedì 01 Dicembre 2014 21:52

Gli affitti tassati al 20%,molto meno del capital gain sul trading!!una vera ingiusizia......