9 euro all'ora salario minimo

Re: 9 euro all'ora salario minimo  

  By: pana on Venerdì 03 Febbraio 2017 10:27

ahaha GRANDE SCHWARZENEGGER

signor trump, scambiamoci i ruoli cosi tutti dormiranno piu tranqulli

stupenda risposta dell ex governatore della California al palazzinaro che ironizza sui bassi ascolti di the apprentice

grande schwarzy!

 


 Last edited by: pana on Venerdì 03 Febbraio 2017 10:41, edited 1 time in total.

 

  By: lutrom on Venerdì 16 Gennaio 2015 09:12

Altre 2 brutte tegole sul mondo bitcoin [...] ---------------------------- Pana, te ne cadranno molte altre di tegole sulla testa, quando uno alla volta cadranno i tuoi "eroi" (abbronzato americano, ebetino, euro e connessi, fesserie radical chic varie, ecc.).

 

  By: pana on Venerdì 16 Gennaio 2015 07:42

altre 2 brutte tegole sul mondo bitcoin Egopay congela i ffondi e disabilite le api e pure il fondatore di Mt Gox viene invischiato nel processo SilkRoad.. brutto momento

 

  By: pana on Martedì 13 Gennaio 2015 09:15

E dopo i computer che saranno in grao di autopgrammarsi, prima ha cominciato Skype e or ala segue pure Google a fornire la traduzione simultanea ! pazzesco !tutti quelli che campano di traduzioni avranno un brutto concorrente http://www.repubblica.it/tecnologia/2015/01/12/news/google_translate_vicina_traduzione_simultanea_della_voce_sfida_aperta_a_skype-104790460/

 

  By: pana on Mercoledì 07 Gennaio 2015 10:03

interessante filmato del supermegagalactic trader LARRY WILLIAMS ( ingrande per ilmax rispetto),tante idee, suggerimenti sstatistiche, davvero ok ! Per il 2015 il suo modello prevede un mercato toro https://www.youtube.com/watch?v=B3jQAhpz2HM

 

  By: gianlini on Domenica 28 Dicembre 2014 10:03

a me sembra palese che l'invidia sociale sia uno dei motivi per cui molti industriali (anche piccoli) preferiscono chiudere bottega non ti puoi neanche comprare un SUV che vieni subito additato come becero egoista, per non parlare poi se pensi di comprare un auto vagamente costosa, lì sono mazzate autentiche fra bollo, superbollo e assicurazione il bello di internet, e ad esempio di questo forum, è proprio quello che qui puoi fare discorsi che fuori sono ormai proibiti...dire "ho 10 appartamenti di là, ho comprato un negozio di qua, sto pensando di investire un milione di euro in un ETF Russia, pensavo di comprare casa in Brasile, ecc.ecc.ecc." sono tutti discorsi impossibili da farsi ad un tavolo fra amici, mentre qui, dietro l'anonimato, ognuno si sente libero di parlarne

 

  By: themaui on Sabato 27 Dicembre 2014 23:40

c'e' gia' il prossimo sula rampa di lancio, uno che ha l'ardire di professarsi orgogliosamente nullafacente. ______________________________________________________________________________________________________ NO NON CI POSSO CREDERE,non riesco nemmeno ad immaginarlo in giacca e cravatta. Poi il comico era Grillo,qua' i comici sono tutti gli Italiani.

 

  By: Bullfin on Sabato 27 Dicembre 2014 22:28

fanno parte dell'imbecillita' generalizzata. Grazie Anti troppo buono, tu invece hai sempre votato santi dediti al bene comune....ma va dar via i ciap!!.

 

  By: traderosca on Sabato 27 Dicembre 2014 22:21

Anti,(terun) il prossimo presidente del consiglio sarà Casaleggio!!!!!

 

  By: antitrader on Sabato 27 Dicembre 2014 22:06

Oscar! (caprùn), il punto cardine dei nostri problemi e' riscontrabile dal "curriculum" di quasi tutti i partecipanti al forum: prima democristiani (e qualche fascista), poi socialisti, poi tutti forzafasciopadanari e adesso si scelgono sistematicamente il piu' cazzaro di tutti. Tieni presente che finito l'ebetino (che dura poco) c'e' gia' il prossimo sula rampa di lancio, uno che ha l'ardire di professarsi orgogliosamente nullafacente (e ha gia' tutta la famiglia a carico del contribuente come il suo vecchio capo). Poi ci son tutti quelli che se la prendono con la Merkel e Katainen, ma quelli non fanno testo, fanno parte dell'imbecillita' generalizzata.

 

  By: traderosca on Sabato 27 Dicembre 2014 21:53

" Noi italiani non siamo un popolo invidioso. Ho visto molto di peggio per esempio nell' Europa del Nord. E' stata la propaganda Sovietica, attraverso il PCI ad instigare l' invidia di classe in Italia, sperando di mantenerci sempre in uno stato di cripto lotta di classe e quindi destabilizzati, i lavoratori contro gli imprenditori." Gano,ogni tanto qualcuno ci azzecca guardando nel passato è uno dei punti cardine dei nostri problemi.....

 

  By: lutrom on Sabato 27 Dicembre 2014 21:35

Gano, forse dipende dal fatto che io sto quasi nel Sud Italia, ma qui da me di invidia ne vedo tanta (e la vedo da sempre), verso chi da sé, con fatica, ha costruito qualcosa. Se per esempio qui un tizio inizia a fare dei lavori per mettere su una bella attività, subito hai schiere di vicini invidiosi pronti a denunciare qualsiasi lievissima violazione di leggina scema urbanistica: veramente sono stato anche al Nord (per lavoro ed in vacanza), ed al Nord questa cosa la notavo di meno (quindi per il Nord probabilmente hai ragione).

 

  By: Gano di Maganza on Sabato 27 Dicembre 2014 21:25

#i#Lutrom> il fatto è che uno dei mali dell'Italia credo sia l'INVIDIA#/i# No. Non sono d' accordo. Noi italiani non siamo un popolo invidioso. Ho visto molto di peggio per esempio nell' Europa del Nord. E' stata la propaganda Sovietica, attraverso il PCI ad instigare l' invidia di classe in Italia, sperando di mantenerci sempre in uno stato di cripto lotta di classe e quindi destabilizzati, i lavoratori contro gli imprenditori. In fondo eravamo un paese di frontiera, membro fondatore della NATO, con basi missilistiche USA e porti strategici nel Mediterraneo. E dietro alla propaganda sovietica c' erano i cervelli del KGB (quelli sì davvero Gloriosi) che raggruppavano le migliori intelligenze di oltre cortina. Coi ghiozzi italioti hanno avuto partita fin troppo facile. #i#"Avanti popolo, alla riscossa..."#/i#. Leggiti "Le Montage", di Volkoff (*). Un capolavoro. Dietro al partito, dietro al comunismo, dietro all' ideologia, dietro alla propaganda stava il KGB. Che era tutto meno che ideologizzato. Usava però l' ideologia per i suoi scopi. Noi non siamo invidiosi, ma siamo dei sempliciotti-fessacchiotti. Guarda come stanno rigirandoci ora con "l' Europa". (*) Ho letto la versione originale in francese. Ma dovrebbe esserci anche in italiano "Il Montaggio".

 

  By: lutrom on Sabato 27 Dicembre 2014 21:17

Gano, hai ragione: il fatto è che uno dei mali dell'Italia credo sia l'INVIDIA (quindi il pidocchioso sfaticato si occupa molto se il suo vicino di casa che lavora come un somaro si fa la Mercedes, ma non gli importa se qualche megamiliardario in regime di monopolio aumenta i suoi guadagni del 10% annuo e paga di tasse l'1%: come puoi ben vedere questo atteggiamento è diffuso anche su questo forum, tra l'altro...). Per quanto riguarda l'estensione del Jobs Act alla Pubblica amministrazione, è vero che quella #@#@@[;:-#]] della Madia dice che non è valido per la Pubblica Amministrazione, ma Ichino, uno dei padri dell'Act, dice che non è vero: http://www.corriere.it/economia/14_dicembre_27/ichino-licenziamenti-nuove-regole-valide-anche-gli-statali-b6f774d4-8da8-11e4-8076-7a871cc03684.shtml Insomma iniziamo subito con le distinzioni ermeneutiche che renderanno la legge poco comprensibile, facile terreno per avvocati ed azzeccagarbugli (che così ingrasseranno alle spalle della Gloriosa e CRETINA classe operaia che si ostina a votare per l'ebetino e per il nano!!), insomma il contrario di quello che vorrebbe la sburocratizzazione (tanto osannata a parole dal megabugiardo ebetino). MA, Gano, ti dirò, stando io dentro la PUbblica Amministrazione, che probabilmente è pure meglio se non si applica l'Act alla pubblica amministrazione: infatti per poter portare la qualità e la responsabilità nella Pubblica Amministrazione ci vuole proprio un cambiamento di paradigma e di regole alla base: infatti la privatizzazione nei rapporti di lavoro nella PUbblica Amministrazione ha portato più danni che altro (una cosa che va bene nel privato, calata senza correttivi nel pubblico spesso è solo un guaio): per esempio prima i dirigenti scolastici che avevano un docente che dava gravi problemi, chiamavano il Provveditorato che mandava un ispettore che di solito non faceva niente e metteva tutto a tacere; oggi la palla, invece, per molti aspetti resta nelle mani del dirigente (per i casi meno gravi), ma alla fine è interesse del preside FARE ANCORA MENO DI QUELLO CHE FACEVA L'ISPETTORE. Infatti se il dirigente fa la guerra ai fannulloni rischia grane e basta (denuncia per mobbing, ecc.), se non fa nulla sta bello in santa pace (o comunque ha meno rogne rispetto a chi si mette a fare la lotta ai fannulloni, a meno che non è demente che si mette a difendere qualche pedofilo violento, ma allora è un cretino, ieri, oggi e sempre).

 

  By: Gano di Maganza on Sabato 27 Dicembre 2014 20:48

#i#Gianlini> "MR, quindi secondo te i giapponesi hanno una qualità di spesa pubblica peggiore della nostra?"#/i# Se ne può discutere, a cominciare dalle loro 50 centrali nucleari. Fatte bene? Fatte male? Necessarie? Non necessarie? Non saprei. Sono realtà molto complesse. Visto anche il disastro di Fukushima, ora col senno del poi potrei avere dei dubbi. Penso che nel pubblico spenderanno mediamente come tutti. Tra il benino e il maluccio, a seconda dei punti di vista. #b##i#Però le centrali nucleari i giapponesi se le fanno in Giappone.#/b##/i# Non ne ordinano 50 (al di là del fatto se la scelta nucleare sia stata giusta o sbagliata) per farsele fare dalla Francia o dagli Stati Uniti. E avete mai provato ad importare un' automobile in Giappone? Buona fortuna. La differenza -fondamentale- è che nel resto del mondo il settore pubblico fa ANCHE l' interesse del settore imprenditoriale privato. In Italia sembra che uno degli obiettivi del pubblico sia la distruzione della ricchezza e dell' imprenditoria privata. Comne se l' imprenditore privato, quello che guadagna e che manda avanti l' economia, fosse il nemico da distruggere, e questo forse è un gradito lascito di quel partito comunista che è arrivato ad annoverare il 30% di voti (comunisti) che nessuno sa che fine abbiano fatto ora, ma delle due l' una, o sono tutti morti o gli hanno fatto il trapianto di cervello di massa. In Giappone succede l' esatto contrario: la PA *è al servizio* della crescita economica e dell' imprenditorialità privata, e non l' esatto contrario come da noi, dove chi lavora e guadagna sembra sia in dovere di mantenere una classe di burocrati che di te che produci e quindi li mantieni, non gliene può fregà de meno. Lasci la lira e la sovranità monetaria in un paese come l' Italia e adotti l' euro? Devi essere pazzo. Se lo avessero proposto al Giappone gli avrebbero fatto una bella pernacchia nel muso. Là quando vogliono svalutare svalutano. E quando volgiono stampare stampano. E hanno interessi zero (0) sul debito, un traguardo che noi, senza sovraniotà monetaria non potremo MAI raggiungere (*). E del Giappone puoi dire tutto il male che vuoi, specialmente se non lo conosci, ma hanno il 3,5% di disoccupazione e sono pur sempre la terza potenza economica mondiale. Il Ministero del Lavoro ha precisato oggi che la Jobs Acts (diffidate sempre quando usano nomi stranieri, lo fanno per la stupefazione della Gloriosa Classe Operaia) non riguarda la pubblica amministrazione. Toh, ma guarda. (*) Il nostro debito è irrepagabile. Ok, lo rinnovi. Ma per poterlo rinnovare devi tenere bassi gli interessi sul debito. E per avere la garanzia di interessi bassi sul debito devi avere la sovranità monetaria. Sono veramente curioso di sapere come pensano di venirne fuori in Italia.