9 euro all'ora salario minimo

 

  By: Gano di Maganza on Martedì 02 Dicembre 2014 09:55

Gianlini, sei hai 5 milioni di euro o più trasferisci i beni all' estero e vivi in Italia da non residente e non paghi il 3% (o l' 1%) (*). #i#"dimmi tu un altro paese in cui hai mare, monti, clima..."#/i# Forse se stai in Toscana. Se devi stare a Milano allora è meglio stare a Montecarlo o a Ginevra. (*) Penso non ci sia nemmeno bisogno di viverci da non residente. Per l' impossibilità della doppia imposizione, se tu hai immobili all' estero, non paghi comunque nessuna tassa in Italia.

 

  By: gianlini on Martedì 02 Dicembre 2014 09:05

Paolo "io me ne andrei al volo" non hai ancora specificato dove andresti al volo, sempre nella fattispecie "italiano con 5 milioni di euro che non vuole rinunciare ai piaceri di cui gode ora"

 

  By: Paolo_B on Lunedì 01 Dicembre 2014 22:58

Gianlini, hai presente cosa sono il due o tre percento su un patrimonio di 5 milioni ?? Fa il calcolo. Solo per stare in Italia ?? Non c'è città italiana abbastanza bella. Solo con i soldi risparmiati vivi bene ovunque. Io me ne andrei al volo. E sono il primo a dire che Venezia mi piace più di qualsiasi altro posto. Ma quel prezzo è troppo. (vedo ora che parlavi dell'uno per cento invece del tre di cui si parlava prima. Tuttavia, anche con solo l'1 % oltre alle tasse attuali, se non avessi reddito ma solo capitale con cui vivere, preferirei andarmene a vivere altrove risparmiandoli).

 

  By: lutrom on Lunedì 01 Dicembre 2014 21:35

Qui tutti si dimenticano due cose : A) che non si è immortali B) che l'ultimo vestito è senza tasche meditate gente...meditate.... --------------- E, come ha detto il papa, dietro il carro funebre non si è mai visto il furgone dei traslochi...

 

  By: gianlini on Lunedì 01 Dicembre 2014 21:29

Paolo, l'Italia è un paese in cui si sta troppo bene per avere davvero convenienza ad andarsene se hai qualche milione di euro e se è solo perché perdi magari il 1 % l'anno (si suppone che una qualche entrata il milionario la conservi, che va a compensare le tasse sul patrimonio). dimmi tu un altro paese in cui hai mare, monti, clima, cibo, gente, vita culturale, come l'Italia...!

 

  By: fultra on Lunedì 01 Dicembre 2014 21:23

Qui tutti si dimenticano due cose : A) che non si è immortali B) che l'ultimo vestito è senza tasche meditate gente...meditate....

 

  By: Paolo_B on Lunedì 01 Dicembre 2014 20:57

A me questi discorsi paiono strani, provate un po' voi a immaginare di avere più di 3 o 4 milioni liquidi e 1 o 2 milioni di immobili (anche a valore di svendita, diciamo il 50 % del valore del 2007). Cosa fareste ? Per quale benedetto motivo, se vi tolgono il 3% ogni anno, dovreste rimanere qui ? Solo se avete un'attività non-delocalizzabile aperta in Italia, che può funzionare solo in Italia, e che vi stia facendo guadagnare un sacco di soldi, così tanto da farvi dimenticare che in 10 anni il trenta per cento di quello che avete è espropriato. Ok, questi rimangono, ma sono pochi. Comunque non è una cosa che faranno. Poi c'è già il modello francese, con una patrimoniale più piccola (progressiva dallo 0,5 all' 1,5 %) e le tasse di successione importanti. Però sta dando pessimi risultati. Non è che la francia vada bene, anzi. Quale milionario, peggio se con figli, andrebbe mai a risiedere in francia ? Sembra fatto apposta per farci andare solo nord-africani con il patrimonio nelle scarpe. Poi si stupiscono che cresce la Le Pen.

 

  By: MR on Domenica 30 Novembre 2014 15:21

#i#attivismo autoregolantesi#/i# Socialdarwinismo for dummies.

 

  By: Trucco on Domenica 30 Novembre 2014 00:39

Giova però quello di cui parli tu è una tassazione "alternativa", quello di cui parla la proposta di legge e' una tassazione aggiuntiva. E per la cronaca i BTP ne sarebbero esentati. Ben venga la net asset tax al posto della piramide fiscale odierna, ma la proposta di legge semmai pensava di aumentare anche le tasse sul reddito. Già oggi far rendere un patrimonio in Italia e' una sfida, con tutte le tasse che ci sono e che prescindono dal reddito prodotto (provate ad avere un immobile sfitto!) nella proposta di legge si parla di dare il colpo di grazia definitivo. In più non è praticabile secondo me: se io possiedo un quadro di serie B di Picasso, un immobile commerciale in una città desertificata industrialmente che non riesco ad affittare, una partecipazione in una società non quotata in borsa che fa perdite, chi lo stabilisce quanto valgono? Chi li valorizza se nemmeno il padrone saprebbe farlo? E come faccio a pagare il 3% annuo allo stato se questi asset non mi rendono nulla o addirittura mi stanno già causando perdite fiscali?

 

  By: XTOL on Domenica 30 Novembre 2014 00:34

per me, non ci siamo proprio. 1- i bond statali in un sistema a moneta fiat sono un regalo ai ricchi e un incentivo alla rendita parassitaria? vero, quindi li tassiamo? #b#NO, li eliminiamo#/b#. tassarli è socialista, eliminarli no. 2- dei ricchi e della loro ricchezza te ne puoi anche fottere? sì se è ricchezza accumulata parassitariamente (politici, grand commis, oligopolisti), #b#assolutamente NO#/b# se viene da capacità imprenditoriali di cui c'è un bisogno disperato e che nessuna tassa potrà mai costringere a operare. 3- l'accumulo di ricchezza finanziaria è quello che frena e poi affonda l'economia reale? #b#NO#/b# quello che affonda l'economia reale è la progressiva eliminazione dell'attivismo autoregolantesi (perchè esposto al fallimento) dei privati sostituito dalla crescita tumorale dello spreco pubblico (che più fallisce, più cresce).

 

  By: temistocle2 on Sabato 29 Novembre 2014 23:54

"Berlusconi al no Tax Day: via Irap, creare una seconda moneta oltre all’euro - " dal Sole24ore

 

  By: lutrom on Sabato 29 Novembre 2014 23:16

Trucco è il migliore, è buono e bravo [...] ------------------- Trucco, rischi che papa Francesco ti faccia santo! Solo che i santi sovente vivono una vita di privazioni (niente sesso, pochissimo cibo, niente divertimenti, ecc. ecc.), ed ottengono il premio meritato solo... nell'aldilà...

 

  By: GZ on Sabato 29 Novembre 2014 23:01

trucco è il migliore, è buono e bravo, solo che non ha mai studiato macro... l'esperienza pratica di una persona qui c'entra poco, bisogna proprio pensare al sistema, all'insieme e quando pensi al tutto e non ad una singola parte scatta #b# "l'errore di composizione" cioè quello che sembra vero in un caso singolo non è vero per tutti assieme#/b# In un caso singolo, uno pensa che il tale ha 5 milioni e potrebbe investirli in qualche cosa in Italia ecc... e quindi devi agevolarlo in tutti i modi a tenere i soldi in Italia, farlo sentire al sicuro ecc... Se ragioni per l'intero paese è diverso: devi tagliare le tasse alle imprese, tagliare la burocrazia e però tassare i patrimoni la ricchezza finanziaria che oggi si accumula nei fondi e titoli di stato. Rischi che della gente porti via i soldi ? Sicuro e allora ? Nazionalizzi delle banche, crei un sistema di banche pubbliche locali come in Germania e gli fai creare il credito per le imprese ... (lo sai che meno del 25% del bilancio delle banche va in credito alle imprese, i soldi ce li hanno...) Se hai tagliato le tasse e la burocrazia e hai delle banche che danno credito alle imprese (non agli immobili) hai un boom economico ... e poi anche i famosi "capitali" all'estero tornano, ma che tornino a comprare BTP non te ne frega niente... Se devono tornare per mungere lo stato con le cedole dei BTP che se ne stiano all'estero (e comunque la tassazione patrimoniale glielo puoi fare pagare lo stesso)

 

  By: gianlini on Sabato 29 Novembre 2014 22:16

temo che Trucco e Zibordi su questo punto abbiano visioni parecchio discordanti, e la cosa non dipende dalla professione di Trucco chissà poi cosa ne pensa il buon Paolo veneziano....

 

  By: MR on Sabato 29 Novembre 2014 21:58

#i#Geniale l'idea di tassare i grandi patrimoni del 3% annuo! che significa che oltre a tutte le tasse che già soffrono i patrimoni immobiliari e finanziari, si manderebbero in rosso tutti i ricchi, il patrimonio diventerebbe definitivamente una fonte di costi anziché di rendite! E' un modo di sicuro successo per far andare via dall'Italia tutti gli imprenditori più di successo e anche i detentori di grossi patrimoni ereditati, perché sembra impossibile da credere, ma persino gli ereditieri non si entusiasmano all'idea dell'esproprio proletario. Tutta questa classe aristocratica con la puzza sotto al naso finalmente abbandonerebbe l'Italia (il primo ovviamente sarebbe Beppe Grillo) rimpiazzata da milioni di immigrati attirati dal reddito di cittadinanza. Sarebbe un esperimento in stile "La rivolta di Atlante".#/i# La proposta di net asset tax (a cui credo si riferisca Zibordi) è talmente semplice che non averla capita comporta solo tre casualità: 1) Basso QI (ma non mi pare il caso di Trucco) 2) Poca voglia di spenderci un minuto (ma anche questo non mi pare il caso) 3) Appartenere alla cricca di speculatori oppure fare un mestiere di consulenza sulla speculazione improduttiva.