Le agenzie hanno appena battuto i dati sull 'inflazione in eurolandia .Uno schizzo in alto in un tutta eurolandia .Solo l' Italia ha ancora dei dati che paiono sotto controllo .Ed in effetti da noi sono i dati e non l' inflazione ad essere "sotto controllo".Ma quello su cui vorrei sollecitare le intelligenze è lo stato di cancrena politico economica di eurolandia.Da ieri sappiamo che la putrefazione è arrivata ad intaccare anche la massima istituzione monetaria .Dopo mesi di attendismo in cui si sono sprecate parole per spiegare ai mercati le ragioni di una politica super prudente.Viene compiuta una mossa " a sorpresa" .Io sorprese non ne ho avute.Alla vigilia di appuntamenti elettorali (italia e inghilterra) decisivi le socialburocrazie europee hanno voluto a tutti i costi tentare di dare un ' iniezione di fiducia ,creare un clima di innaturale soddisfazione.Rivolgendosi alle masse sociali del loro elettorato di riferimento un pò agitate per i rinnovi contrattuali hanno voluto dire : l' inflazione non c' è nel nostro paradiso terrestre.Il nostro modello di crescita funziona .La sorpresa è venuta il giorno dopo.Pochi sono in grado di percepire il livello dello scontro in atto e il terrore di un establishment che deve fare i conti con la propria arrogante impotenza ed il rischio di perdere la gigantesca rendita parassitaria costruita ai danni dell' economia reale.L' euro è stato l' estremo tentativo di difesa per lasciere fuori dalla porta la globalizzazione ed il rinnovamento.E' costato a tedeschi e francesi il 30% del valore della loro ricchezza.A noi italiani non è costato nulla .Già perchè noi abbiamo fatto la nostra solita svalutazione competitiva di un terzo ogni tre o quattro anni.Non siamo noi ad essere entrati nell' euro sono i tedeschi ed i francesi che sono entrati nella lira.E' un dato incontestabile ma il bombardamento a tappeto ha ormai rintronato tutti.L' europa è un economia in declino .Non fa innovazione tecnologica .Ha un modello economico sociale dove i ceti produttivi devono mantenere una casta di inutili e costosi legislatori controllori che con la nascita delle istituzioni europee si sono moltiplicati.Ormai la zecca ha le dimensioni della pecora e quest'ultima non ce la fa a portarla in giro.Questo è il simbolo che bisognerebbe stampare sull' euro .L'ipocrisia e la dissociazione mentale raggiunge il culmine in questi mesi dove un 2% di incremento del PIL da noi è una robusta crescita negli usa è una preoccupante recessione.