La Reconquista ( migrazioni e demografia )

 

  By: Ferpa on Martedì 25 Gennaio 2011 03:52

Sapere che il mondo in cui siamo vissuti sta morendo renderà meno doloroso il doverlo lasciare .

 

  By: antitrader on Martedì 25 Gennaio 2011 03:11

sic stantibus rebus, non ci puoi fare piu' proprio in c....! Adesso io non so se si tratta di un fenomeno negativo o positivo, pero' fa specie che il tutto sia avvenuto in contemporanea allo strapotere dei padanari. Stasera vedevo tosi da Gad Lerner. Ma rob de matttt!!!! ue', ma ce ne fosse uno giusto!!!! Ciao ragazzi!

l'ANNO DEL SORPASSO - GZ  

  By: GZ on Martedì 25 Gennaio 2011 00:00

Nonostante l'esempio dato dal presidente del consiglio (5 figli, due mogli, una scia di amanti casuali dai tempi della Dellera in giù, dozzine di ragazze di tutti i generi) sulla falsariga del Duce la natalità cala ancora in Italia Specialmente al Sud che ora fa (leggermente) meno figli del nord, 1.3 Sicilia contro 1.4 Lombardia ad esempio, ma ovviamente questo perchè ^in Emilia e Lombardia ad esempio il 30% circa dei figli nasce da donne straniere#http://www.repubblica.it/cronaca/2011/01/24/news/istat_indicatori_demografici_2010-11587800/?ref=HREC1-7^ Nel Nord in realtà la popolazione autoctona, indigena italiana, dovrebbe ridursi a 15-20 milioni dai 30 milioni attuali in 25-30 anni ? Perchè la natalità degli italiani del Nord è di 1.2 figli da due generazioni e se fai dei calcoli rimane stabile fino a circa la terza generazione e poi improvvisamente collassa. La prima generazione con natalità a 1.2 figli non ha molto impatto perchè si vive fino a 80 anni e neanche la seconda, cioè il numero di giovani e adulti si dimezza ma gli anziani nati quando si facevano 2 figli di media sono ancora tutti vivi. Ma dopo tre generazioni che si fanno solo 1.2 figli in media invece di colpo si apre il buco nero e dalla quarta ne muiono almeno il doppio di quanti ne nascono e la popolazione precipita verso l'estinzione Simultaneamente hai che ^nel 2000 le nascite da immigrati erano 35mila e oggi sono già 104mila#http://www.repubblica.it/cronaca/2011/01/24/news/istat_indicatori_demografici_2010-11587800/?ref=HREC1-7^, per cui aumentano circa del 15% l'anno (se ricalcoli indietro da 104mila a 35mila su 10 anni il tasso di crescita....). A livello nazionale sono 104 mila su 550 mila nati all'anno in Italia, un 20% e concentrato al Nord e a Roma L'anno scorso ^gli stranieri residenti o cittadini sono aumentati di 330 mila (dati ufficiali)#http://www.repubblica.it/cronaca/2011/01/24/news/istat_indicatori_demografici_2010-11587800/?ref=HREC1-7^, di questi 1/3 sono appunto i nati di cui sopra, dal che si deduce che ne sono arrivati 200 mila (più forse 30 o 40 mila illegali non registrati nelle statistiche) Se fai due calcoli, tenendo fermi 200-250mila arrivi e partendo da 104 mila nati (che aumentano in funzione della popolazione straniera di circa il 15% l'anno per cui in 10 anni diventeranno 300mila nati l'anno circa) arrivi che: da circa 5 milioni che sono ora 1) in 10 anni diventeranno 10 milioni, 5 milioni + 2.5 milioni di nuovi arrivi + 2.5 milioni di nuovi nati, diciamo nel 2020 2) in 20 anni diventeranno 16 milioni, da 10 milioni nel 2020 + 2.5 milioni di nuovi arrivi + 3.5 milioni di nuovi nati (Questa è una stima prudente e sbagliata probabilmente per difetto. Ho assunto che il ritmo di arrivi dall'estero di stranieri adulti rimanga stabile: in realtà data la legge sui ricongiungimenti famigliari il numero di stranieri che legalmente possono entrare aumenta continuamente, perchè ogni nuovo cittadino può trovare moglie all'estero e portarla o portare i genitori. Inoltre ho assunto che il ritmo delle nascite rallenti anche tra gli extracomunitari e dal 15% annuo di incremento di nascite totali straniere l'anno (che tiene conto anche dell'incremento e non solo della fecondità) si scenda al 10% annuo Quindi tra 20 anni il numero di stranieri in Italia può essere dai 15 ai 20 milioni di persone, concentrati al 90% a Roma, Napoli città e poi nel Nord+Toscana (marche ed umbria mi sembrano poco frequentate da immigrati). Diciamo che l'80% probabilmente finirà al Nord Tra 20 anni nel Norditalia quindi avrai intorno ai 15 milioni di stranieril, su una popolazione totale di 30-35 milioni di persone, cioè quasi metà italiani e metà stranieri. E tutto fa pensare che le tendenze attuali rimangano invariate anche dopo, per cui l'anno del "sorpasso", quando gli italiani diventeranno IN MINORANZA AL NORD SIA INTORNO AL 2035-2040

California - GZ  

  By: GZ on Domenica 23 Gennaio 2011 02:31

Un ^documentario appena uscito sulle gang di Los Angeles#http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=KFa3MtODqcA#!^ e in particolare la guerra tra le gang messicane e afroamericane. Il sindaco stesso di LA Villaragosaa stima che i membri delle gang solo a LA siano 40mila. Si vede come mentre prima erano le gang afroamericane come i Bloods e Crisp che si combattevano tra loro, ma ora è un conflitto per linee razziali, ci sono zone di Los Angeles in cui i neri non possono attraversare una strada ad ogni ora del giorno perchè le gang "latinos" girano in auto armate per sparare a chi attraversa il confine. Nelle prigioni poi devono tenerli separati per razza ora per evitare bagni di sangue Dato che ora circa il 40% della popolazione è messicana o ecuadoregna o guatemalteca e il 10% afroamericana a Los Angeles nei quartieri dove arrivano i messicani e attecchiscono le loro gang i neri finiscono in minoranza e cercano di andaersene. Negli anni '70 quando invece arrivavano dal profondo sud in massa facevano andare via i bianchi, ora tocca a loro essere spinti via. L'America è insomma un esempio da imitare di "melting pot", come raccontano i corrispondenti di Repubbica e del Corriere tipo Guglielmo Zucconi o Ennio Carretto, scrivendo dal quartiere superprotetto e benestante da cui non si muovono mai per evitare di incontrare più di dieci messicani alla volta (quella che gli fa da domestica è OK, ma i suoi cugini o figli magari non è prudente) Un esempio tra i tanti dei benefici dell'immigrazione imposta dall'elite globalista che vive protetta a Malibu e Brentwood e non sa nemmeno dove abitino i messicani che gli tengono il giardino e la casa in ordine. La bancarotta è inevitabile degli USA: pensa alla Cina o Corea dove tutti rigano dritto e lavorano come muli, memtre in California spendono risorse enormi per tenere a bada le guerre razziali tra gang. Hanno circa 300mila persone in carcere in California, quanti in tutta l'Euoropa occidentale, in uno stato di 38 milioni di abitanti e sono carceri moderni, a regola d'arte costosi, con personale pagato bene, soprattutto i poliziotti sono pagati dai 100 ai 200 mila dollari lordi l'anno. Poi ci sono le legioni di guardie private, dove abitavo io ne pagavamo una perchè girasse in bici di notte avanti e indietro per la nostra strada (West Hollywood). Poi l'esercito degli assistenti sociali per la rieducazione e le masse di avvocati. Secondo me tra carcerati, guardie, personale delle giustizia, polizia e assistenti sociali vari il 10% lavora nel settore ordine pubblico e giustizia penale Questo buco nero del crimine razziale li sta mandando in bancarotta perchè a differenza del Brasile trattano molto bene sia l'esercito del personale giudiziario e poliziesco statale addetto che i carcerati e accusati e gli costa cifre folli alla fine. Se ci metti anche i costi per Afganista, Iraq e 200 basi militari USA si mangiano forse il 15% del PIL della California. Ma consumare miliardi per guerre, guerre di gang, crimine e disadattati non ti fa vincere la concorrenza asiatica Salta il primo minuto che è un trailer, ^è in cinque parti#http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=KFa3MtODqcA^.

 

  By: antitrader on Sabato 22 Gennaio 2011 20:26

L’ipotesi di aumentare i contratti finanziati dallo Stato e di riconvertire i piccoli ospedali. In Italia mancheranno 20 mila medici Più pensionati che nuovi ingressi. E il governo vara il Piano sanitario. ---------- Questo e' un altro indicatore del degrado prodotto negli ultimi 17 anni. Gli indigeni nemmeno i medici vogliono piu' fare, evidentemente lo considerano un lavoro troppo faticoso. Del resto con i modelli proposti negli ultimi 17 anni cosa ti aspetavi??? Molto meglio fare la escort, il gigolo', o l'esperto della comunicazione (vale a dire l'imbroglione!). In Inghilterra dove il degrado inizio' prima che da noi (durante l'era della cameriera di reagan) i medici li importano dall'estero. Da noi pero' c'e' un piccolo problema: un medico rumeno mica e' cosi' idiota da venire a lavorare in italia???? Per chi non lo sapesse: le retribuzioni nei paesi dell'est per le qualifiche elevate sono gia' superiori a quelle italiane. Un ing. neassunto alla IBM Bucarest prende 2000 euro netti al mese, qui a Segrate li vede col binocolo! Ma rob de mattt!!!

 

  By: pana on Giovedì 20 Gennaio 2011 09:42

ottima notizia, certi comportamenti vanno puniti... GB: LONDRA VIETA A PASTORE TERRY JONES INGRESSO NEL PAESE (AGI) Londra - La Gran Bretagna ha vietato l'ingresso nel Paese al pastore americano Terry Jones che alla vigilia dell'11 settembre scorso annuncio' di voler bruciare alcune copie del Corano provocando allarme in tutto il mondo per le possibili conseguenze. Jones era stato invitato a partecipare a una manifestazione organizzata dal gruppo di estrema destra English Defence League (EDL). L'Edl aveva poi ritirato l'invito, ma il pastore integralista aveva annunciato di voler comunque recarsi a Londra per organizzare un altro evento. .

 

  By: shabib on Mercoledì 12 Gennaio 2011 12:27

il problema e' che gia' abbiamo i nostri delinquenti e se non si vaglia bene chi entra in questo paese ne avremo altri anche peggiori perche' sono delinquenti per natura , per indole atavica , abituati a delinquere e sfuggire alle leggi dello stato centrale , per cui quei delinquenti lo sono piu' in maniera efferata dei nostrani. non credo che abbiano neanche timore della pena di morte , perche' c'erano abituati .... ah gia' noi temiamo i grandi squali perche'non ce ne sappiamo piu' sbarazzare , mentre le miriadi di stupratori , assassini , ladri , rapinatori col nostro buonismo del casso li perdoniamo...auguro loro lo STALIN dei tempi migliori e una grande purga dal piu' piccolo in su : se questo non accadra' la debole italia diverra' la piu' esposta di tutta europa alla criminalita' internazionale. e tralascio di citare casistiche e cronaca per dimostrare quanto incidano sul crimine italiano

 

  By: Esteban. on Mercoledì 12 Gennaio 2011 12:21

"abbiamo voluto importare i peggio delinquenti dall'est ?" Gli è giunta voce che in Italia a chi ruba gli danno un premio ... E se magari ti va male e finisci in galera, essendo questa frequentata amche da politici, prima o poi ti arriva l'Indulto "previtis" e ti rimettono in libertà ... Dalle loro parti li bastonavano e li mettevano a lavorare in siberia a pane e acqua ...

 

  By: gianlini on Mercoledì 12 Gennaio 2011 12:14

ma per andare alle radici della questione: il problema è che questi dell'est erano comunisti, che erano slavi, che alcuni di loro han conosciuto la dominazione ottomana, o cos'altro?

 

  By: shabib on Mercoledì 12 Gennaio 2011 11:53

spiace : non c'e' piu' nulla di sicuro - abbiamo voluto importare i peggio delinquenti dall'est ? questi i risultati. non ero razzista , ora lo sono , ma solo verso i bianchi ad est nord-est dell'italia. consiglio allarme allacciato online con carabinieri.

 

  By: gianlini on Mercoledì 12 Gennaio 2011 11:51

a Natale in centro puoi fare il rumore che vuoi, sono tutti come cretini a gelare a Curma o Bormio o al sole chador-oriented di Dubai (però poi dicono che ce l'hanno con gli immigrati islamici) ben gli sta!

 

  By: pana on Mercoledì 12 Gennaio 2011 11:43

ma come e possibile sventrare porte blindate in centro a milano senza che nessuno se ne accorga? sarebbero queste le "citta piu sicure "?? http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/11_gennaio_12/20110112MIL05_14-181239161657.shtml

 

  By: gianlini on Mercoledì 12 Gennaio 2011 09:16

ohh!!! ecco qui! nonostante ottenga ogni tanto risposte un po' forti alle mie idee (sto ancora aspettando l'attacco di israele all'IRan .....) certe mie impressioni non sono affatto errate !! Questo giovane giornalista rileva e riporta in modo più scientifico quanto io ho spesso sostenuto su questo sito: "Risultati anche inattesi: più crimini sugli assi dello shopping che in alcune periferie dalla fama negativa MILANO - Sarà abbastanza sicura la via dove sto per comprare casa? Le zone della città di cui si parla tanto, come via Padova, sono davvero così pericolose? Quali sono le vie di Milano più «a rischio» per quanto riguarda rapine, furti, teppismo, spaccio, aggressioni? Domande che tutti si pongono, ma alle quali non è facile dare una risposta obiettiva: spesso si è condizionati da stereotipi, da «sentito dire», da una sorta di effetto-traino delle notizie di maggior richiamo. Daniele Belleri, 25 anni, da poco giornalista professionista, free lance, ha provato a rispondere prendendo in prestito un sistema già molto diffuso negli Stati Uniti: la geolocalizzazione dei crimini. Da gennaio a dicembre 2010 ha seguito le agenzie di stampa, i siti internet di notizie locali e le pagine di cronaca nera dei quotidiani, e ha inserito su una cartina di Google maps (vai alla mappa) tutti gli episodi segnalati, distinguendoli per tipologie. Ha così tracciato una «mappa del crimine» di Milano, su un blog che ha chiamato «ilgirodellanera», l'espressione usata in gergo tra cronisti. ZONE E COLORI - Il colore rosa indica lo sfruttamento della prostituzione, il rosso le rapine, il verde lo spaccio di droga, un teschio gli omicidi, un pugno le risse, una pistola le sparatorie, una croce rossa i gravi incidenti stradali e sul lavoro, e così via. Belleri sta ora completando il suo lavoro con una serie di mappe «settoriali» zona per zona. Per esempio, per quanto riguarda la Zona 1 (centro storico), ha notato che i crimini - soprattutto risse e aggressioni - si sono concentrati nel 2010 all’interno della triangolazione sud-est, quella che ha come vertice superiore piazza del Duomo e come vertici inferiori piazza Aquileia e piazza XXIV Maggio, e in piazzale Cadorna. Nessun omicidio nel corso dell'anno. I crimini zona per zona PERIFERIE TRANQUILLE - Le sorprese non sono mancate. «Alcune delle periferie tradizionalmente più malfamate sono risultate imprevedibilmente tranquille, almeno per quanto riguarda i crimini che sono arrivati all'attenzione della cronaca», racconta Belleri. E fa una serie di esempi: la Barona (il quartiere del film «Fame chimica»), il Gratosoglio, la Comasina, la parte di viale Monza dopo il cavalcavia. Anche Quarto Oggiaro ne esce bene: soltanto qualche contestazione alla polizia in occasione degli sgomberi. A Chinatown le risse e gli accoltellamenti si concentrano nelle viuzze a nord di Paolo Sarpi. In via Padova, il tratto effettivamente «caldo» è quello centrale, i primi 500 metri; nei restanti tre chilometri e mezzo non è stato segnalato praticamente nulla. SORPRESE NEGATIVE - Ci sono invece zone inaspettatamente pericolose: per esempio, scippi e rapine si concentrano lungo le arterie dello shopping, quindi sull'asse Buenos Aires-Venezia e Duomo-San Babila. «Paradossalmente, si rischia di più a passeggiare in corso Vittorio Emanuele che in certe vie periferiche». Molto «calda» nel 2010 anche la zona di via Valtellina, in corrispondenza dell'ex Scalo Farini (ora sgomberato), delle grandi discoteche e di piazzale Maciachini. L'IDEA - «Io sono di Brescia, abito a Milano da 7 anni e mi è sempre piaciuto girare per la città e scoprirla», racconta Belleri. «Volevo creare una sorta di racconto che fosse anche utile. A fine 2009 cercavo casa, ed ero incuriosito dalle quotazioni bassissime in alcuni quartieri. Così ho cominciato ad andare a vedere molte case, per avere l'opportunità di entrare nei palazzi, nei cortili, e vedere con i miei occhi». Belleri si sta facendo aiutare da docenti di urbanistica e sociologia, perché sente il bisogno di dare un'interpretazione dei dati da lui raccolti e messi online. «Questo modo di raccontare la città può avere delle conseguenze sul modo di pensare della gente. Non mi interessa creare una curiosità morbosa, ma al contrario portare a un miglioramento, interessare le autorità perché abbiano indicazioni utili

 

  By: pana on Lunedì 10 Gennaio 2011 11:49

beh sarebbe un ottima idea di mandarne uno da solo per risparmiare..ma poi la benzina per l auto la consumi lo stesso e poi avresti 2 auto che girano al posto di una e in tempi di PEAK OIL non credo poi si risparmi tanto.. il boss della Ryana air ad esempio propone di togliere il co-pilota per risparmiare.. geniale ! cosi come idea di far v volare i passeggeri in piedi !! Dublino, 4 set. - (Adnkronos) - Dopo aver avanzato l'ipotesi di far pagare l'uso delle toilette, di far volare in piedi alcuni passeggeri, e dopo aver litigato con autorita' e concorrenti, il Boss di Ryanair Michael O'Leary ha un'altra idea clamorosa: eliminare il secondo pilota e, se serve, insegnare alle hostess a far atterrare un aereo in caso di emergenza. La proposta, destinata - come le precedenti - a far discutere e' stata avanzata da O'Leary in un'intervista a Bloomberg: per il boss di Ryanair "serve un solo pilota, eliminiamo il secondo e lasciamo che a far volare l'aereo sia il computer".

 

  By: gianlini on Venerdì 07 Gennaio 2011 17:05

ma voi avete mai capito perchè in America i poliziotti vanno in giro da soli?? http://video.corriere.it/usa-poliziotto-colpisce-automobilista-un-manganello/4c458de2-1a2a-11e0-91c1-00144f02aabc Per me è una assurdità, essere in due è molto più sicuro sia per sè stessi che per i cittadini, che come in questo caso, subiscono una reazione assolutamente eccessiva; essere in due (o tre) ti fa essere molto più tranquillo (la paura è molto molto inferiore che ad essere da soli) e quindi razionale nelle azioni e reazioni (oltre ad intimidire di più anche chi viene fermato) è una questione di costi? di numeri? boh! del tutto inspiegabile