La Reconquista ( migrazioni e demografia )

 

  By: gianlini on Venerdì 21 Agosto 2015 13:37

La mia amica di cui ho parlato qualche tempo fa (lo scambio di mail sul tema "salvini", non so se ricordate) è proprio di quel paese lì. Lei viene pagata da una cooperativa per fare lezioni agli immigrati, e la sua amica fa la mediatrice culturale in ospedale a P.L. nel reparto maternità (dove al 70 % partoriscono indiane e bengalesi....) Mi ha sempre dato l'idea di una zona in cui è nutrito il gruppo di persone estremamente favorevole all'immigrazione

 

  By: Bullfin on Venerdì 21 Agosto 2015 13:19

Ma si Mr, quando uno gli fracassano l'occhio pensa a poverini non incazzatevi contro gli stranieri (ma poi sto pirlotto che sa solo stare in bici chi azzo se lo caga!!)... Intanto incollo questo pezzo tratto da un giornale del trentino... segretario trentino del Carroccio, critica i tirocini e i percorsi di inserimento lavorativo per i richiedenti asilo: «Ci sono giovani trentini disoccupati costretti a emigrare e dall’altra profughi che vengono fatti lavorare dalla Provincia. Questa è discriminazione». http://trentinocorrierealpi.gelocal.it/trento/cronaca/2015/08/21/news/salvini-no-ai-profughi-prima-i-trentini-1.11961190?ref=hftrtner-1 Ma rob de mat!!.

 

  By: MR on Venerdì 21 Agosto 2015 13:12

Dovevano dargliele più forte, evidentemente non gli è bastato un occhio solo.

 

  By: gianlini on Venerdì 21 Agosto 2015 00:35

A me non stupisce affatto. Quando hai una fede in qualcosa, inculcata in vario modo, è difficile che i fatti quotidiani ti facciano cambiare idea. Pensate ad esempio a tutti i sacerdoti, i quali passano la vita a celebrare funerali un giorno sì e l'altro anche, e che assistono quotidianamente a casi umani di malattia o disgrazia pietosi e disarmanti....eppure....la fede in Dio buono e misericordioso mica la perdono!

 

  By: Bullfin on Venerdì 21 Agosto 2015 00:20

Dall' ospedale, l' inviato di Striscia ribadisce con forza che per nessun motivo vuole che si associ la sua immagine alla violenza o all' intolleranza verso stranieri. Da qui i twitter ai «ragazzi», ai cari follower, «non odiate nessuno». È ricoverato con il padre Claudio al San Martino di Genova, ha seri problemi all' occhio e dovrà subire un delicato intervento, probabilmente lunedì. I medici gli hanno ordinato di limitare i movimenti. Chi lo ha sentito nelle ultime ore lo descrive sotto choc. Ma si è incredibile, l'avevo sentito anche io...questo è proprio un idiota... Ottima analisi GZ...qui l'elite decadente cede terreno alla nuova elite che sta arrivando qui da noi...loro feroci, noi froci....pazzesco...!!.

"abbiamo avuto paura di morire, ma l'importante è non odiare gli stranieri" - Moderatore  

  By: Moderatore on Giovedì 20 Agosto 2015 23:13

#F_START# size=4 color=black face=Helvetica #F_MID# Hanno pestato lui e suo padre, lo devono operare ad un occhio, è sotto choc, dice che lui e suo padre hanno avuto paura di morire, ma la cosa di cui si preoccupa è che nessuno pensi male degli albanesi.#F_END# ---- «Sono cose che capitano, chiedo solo di non fare polemica e di non odiare gli stranieri». #ALLEGATO_1# Uno dei personaggi più conosciuti della tv è stato pestato in Liguria. Brumotti, appassionato e campione di bike trial, conosciuto per questo anche dai lettori della Gazzetta dello Sport , si stava allenando in bici sulla strada provinciale che da Toirano porta a Bardineto Seguito da un plotoncino di persone: un amico, pure lui bikerista, un operatore-collaboratore personale (ma anche di Striscia ) che lo riprende nelle sue imprese, una safety car al seguito, con dentro due persone, e suo padre. Stavano percorrendo un tratto di strada dove il limite di velocità è di 50 chilometri orari ma nel punto in cui l' asfalto diventa dritto e largo gli automobilisti ne approfittano per pigiare sull' acceleratore. Forse la velocità ridotta ha infastidito l' auto dei tre albanesi che stava dietro il plotoncino: un uomo di cinquantadue anni, il figlio di ventuno e la figlia di ventisette. «Ho sentito strombazzare e vedo un auto che sorpassa la safety», ha raccontato Brumotti. «Poi spruzzi di acqua lanciati in faccia al guidatore e una bottiglietta sul parabrezza». È il preludio della rissa. Brumotti ha dato la sua versione dopo che ieri mattina era stato infastidito dalla ricostruzione fatta da alcuni quotidiani. «Ne usciva un' immagine antipatizzante», dice chi ha parlato con lui. Così è passato al contrattacco e ha puntualizzato: «Il mio amico ha detto, cosa fate? Neanche il tempo di rendermi conto, ancora sulla bici, m' è arrivato un *** tto sul volto. Poi un altro, diversi. Sono stato colpito nello stesso punto dove ero rimasto ferito un anno fa dopo un caduta». Era successo a Finale Ligure: venti punti in bocca, sei sul naso, quattro sotto l' occhio e, prima, un volto fasciato da una maschera di sangue. Immediatamente immortalato su Instagram. Anche allora aveva rassicurato i sui fan («Sto bene, non è nulla, biker si nasce»). Suo padre, che era in coda al plotoncino, è finito nella mischia e ha ricevuto diversi colpi. Ha il setto nasale rotto. Pare ad un certo punto sia spuntato un bastone, impugnato dall' albanese padre, ma Brumotti ha detto di esse stato colpito solo con *** tti. «Ho cercato di difendermi. Io e mio padre ci siano davvero sentiti in pericolo di morte. Mi hanno pure minacciato dicendomi "te la do io la televisione"». Dall' ospedale, l' inviato di Striscia ribadisce con forza che per nessun motivo vuole che si associ la sua immagine alla violenza o all' intolleranza verso stranieri. Da qui i twitter ai «ragazzi», ai cari follower, «non odiate nessuno». È ricoverato con il padre Claudio al San Martino di Genova, ha seri problemi all' occhio e dovrà subire un delicato intervento, probabilmente lunedì. I medici gli hanno ordinato di limitare i movimenti. Chi lo ha sentito nelle ultime ore lo descrive sotto choc. Ieri ha presentato denuncia ai carabinieri che a loro volta hanno ricevuto quella dei tre albanesi che sostengono di essere stati aggrediti. Per ora i militari della compagnia di Albenga, che stanno cercando di fare chiarezza sulla dinamica del violento scontro in strada, hanno denunciato sette persone per rissa. Sotto esame c' è un filmato girato da qualcuno che era presente al momento del fattaccio. Brumotti è tranquillo: «Ho parlato con i carabinieri e mi hanno detto che dalle immagini del filmato sarebbe confermata la mia ricostruzione dei fatti. Anche perché non si capisce che motivo avrei avuto io a provocare una rissa. Mi stavo allenando». Dal filmato, che in pochi minuti stava già facendo il giro dei social network, dividendo le opinioni, si sentirebbe anche la voce del ragazzo albanese minacciare uno degli amici di Brumotti: «Fabrizio, sappiamo dove abiti». Pare sia stata la ragazza a riconoscerlo perché «seguiva» l' amico della star di Striscia su Facebook. --------- #F_START# size=4 color=black face=Helvetica #F_MID#Se nemmeno prendere un sacco di botte snebbia il cervello vuole dire che non c'è speranza. Esiste l'evoluzione della specie come diceva Darwin, in cui avviene una lotta per la sopravvivenza a vari livelli. Le specie più forti vincono e le più deboli perdono. Cosa vuole dire perdere ? Perdere il proprio territorio, il proprio paese ad esempio, che viene occupato da popolazioni più sane è più forti che si impongono. Brugnotti non è debole fisicamente, ma mentalmente#F_END# PADOVA. Un ^profugo arrivato dal Mali a Lampedusa il 31 maggio scorso e poi giunto a Padova, è stato arrestato per violenza sessuale#http://www.etalia.net/articles/a5f819742-fdaf-44b0-837a-2291f6a22436^

 

  By: MR on Giovedì 20 Agosto 2015 20:32

Jose, sei un cretino e mororai, leninianamente parlando, come un utile idiota. Pretaglia e comunisti...

 

  By: GZ on Giovedì 20 Agosto 2015 14:28

ah... allora sono emigrati verso il welfare, non fuggiti alle torture ? La sorella della Fatima che viene da me (Marocco) è stata accettata in Canada, subito le hanno dato una casa popolare e sussidio in attesa che trovi qualche lavoro. Molto bello. Tutti gli abitanti del pianeta dovrebbero avere un reddito e una casa. Sicuramente anche agli italiani in miseria altri paesi offriranno lo stesso. Chiaro che oggi c'è un pochino di concorrenza perchè ci sono decine di milioni di migranti da nordafrica, africa, medio oriente, pakistan, india ecc.. che si sono messi in fila anche loro per quel posto nel welfare della Germania o Canada. Ma va bene così, perchè quando poi in Medio Oriente o in Asia ad esempio dei paesi diventano ricchi offriranno lo stesso agli italiani poveri, li prenderanno dentro e gli offiranno accoglienza, casa, lavoro... Nei paesi arabi ricchi del Golfo o a Singapore ad esempio sono ora come reddito medio più ricchi che in Italia e se degli italiani poveri si presentano li prendono subito dentro, sono sicuro.

 

  By: DOTT JOSE on Giovedì 20 Agosto 2015 14:22

Magari mandano avantii giovani che hanno maggiori chance di trovare un lavoro e poi con le rimesse daranno un aiuto l'unico straniero è il capitalismo

Perchè questi rifugiati dalla guerra in Siria non si portano dietro la mamma ? - GZ  

  By: GZ on Giovedì 20 Agosto 2015 14:07

In una crisi di rifugiati di guerra dovresti vedere come regola: a) anziani, donne e bambini che fuggono, b) gli uomini, specie i giovani maschi, che invece restano indietro a combattere o perlomeno aiutano gli anziani a fuggire e li assistono. Qui invece arrivano uomini giovani, sani e forti e non vedi tracce dei loro genitori. #ALLEGATO_1# #F_START# size=5 color=black face=Helvetica #F_MID#Come mai non restano per aiutare il padre o la madre o la nonna in Siria ? Perchè questi uomini robusti e in carne che vedi arrivare in spiaggia in Grecia non si portano dietro la mamma ?#F_END# Durante la guerra qui in Italia la gente faceva fatica a trovare da mangiare, ci si contendeva un uovo e si dimagriva. Qui non sembra che la guerra abbia disturbato i pasti. Oggi su CNBC mostravano che arrivano sulle isole greche gommoni nuovi a motore, con dozzine di persone tutti con lo stesso giubbotto arancione nuovo, che si fanno dei selfie con l'attrezzo lungo un metro che ad esempio io non ho e sembrano entusiasti. Di anziani non ne vedi che sono quelli che sarebbero più in pericolo, l'età media sembra sui 25 anni, ci sono bambini, ma soprattutto gente giovane e più uomini che donne. Ci sono donne non anziane con bambini piccoli, è vero, ma non ci sono anziani in Siria o Iraq, li lasciano tutti là a morire ? Nelle interviste queste donne dicono "they are killing us..." e altre cose che indicano la guerra e i massacri, ma poi un minuto dopo senti dei giovani incazzati che dicono #i# "se questa è l'Europa [intendendo l'accoglienza che hanno nell'isola di Kos] torniamo in Siria"#/i# . Ma non sei scampato alla morte e alla tortura ? Nell'isola di Kos in Grecia ti lasciano senza la toilette (BBC nota con costernazione cose come #i# "sul gommone da 40 persone ce ne sono il doppio... c'è una solo gabinetto funzionante...")#/i# . Ok, ma se si sfuggito alle torture in Siria forse la puoi anche fare in mare per qualche giorno. In Medio Oriente ci sono state guerre, guerre civili, massacri, pulizie etniche dal 1948 e ad esempio almeno tre milioni, forse quattro milioni di palestinesi sono stati cacciati dalle loro case e sono finiti in campi per rifugiati per decenni. A Gaza ad esempio 2,4 milioni palestinesi vivono in un area grande come Bologna e ogni qualche anno due o tre mila rimangono sotto le bombe, tanto è vero che se ne parla come emergenza umanitaria. Come mai in tutto questo tempo non sono arrivati a centinaia di migliaia in Europa i palestinesi ? Tu dirai che comunque oggi alcuni di questi erano in pericolo in Siria. OK, ma non basta passare il confine e entrare in Turchia, Giordania, Libano per salvare la pelle ? E' necessario prima arrivare in Grecia e poi prendere il treno per Francoforte per essere al riparo delle bombe ad Aleppo ? Solo a Londra ti senti sicuro ? Ankara o Amman non basta ? #ALLEGATO_2# A differenza della gente che arriva ora dalla Siria o Iraq (ma non solo) i palestinesi avevano perso proprio le loro case e la loro terra in modo definitivo, erano stati espulsi e non potevano tornarci, in maggioranza. I siriani ad esempio sono in pericolo in una zona di guerra, ma sono loro che emigrano via dal paese. Quelli che vedi arrivare in Grecia su CNBC o BBC sono in maggioranza giovani, non anziani, molti sembrano uomini sani e robusti, oggi vedevo su CNBC che arrivano con il gommone in spiaggia a Kos alcuni si buttavano con tuffi acrobatici in acqua. In Italia c'è stata la guerra con bombardamenti dal 1943 al 1945 e almeno 100mila italiani sono morti, nei combattimenti, nelle rappresaglie, sotto i bombardamenti (a volte si dimentica che più italiani sono morti sotto le bombe che nei combattimenti, circa 40-50mila sembra sono rimasti sotto i bombardamenti). #F_START# size=5 color=black face=Helvetica #F_MID# Però non c'è stata una migrazione di massa verso il suditalia dove non si combatteva e non si bombardava più. Perchè quelli in grado di passare le linee erano gli uomini e i giovani e se questi si mettevano in salvo poi i loro genitori e i loro parenti anziani rimanevano da soli, alla mercè della guerra #F_END# In Spagna c'è stata una guerra civile terribile dal 1936 al 1939 con mezzo milione di morti civili, ma non c'è stata una migrazione di centinaia di migliaia di spagnoli in Francia ad esempio (dopo la sconfitta alcune migliaia di repubblicani, ma non intere popolazioni). Gli esempi potrebbero continuare, ma è più semplice solo guardare mezzora i reportage per capire. Tutta queste CENTINAIA DI MIGLIAIA DI PERSONE vogliono arrivare in Germania o Svezia o Austria dove sanno che riceveranno subito un sussidio e una casa e verranno mantenuti dal welfare e poi si sistemeranno economicamente meglio che nei paesi del medio oriente da cui provengono. Hanno capito che questa volta, a differenza della altre decine di volte che in medio oriente ci sono stati massacri e violenze, possono usarli come scusa per emigrare a Dusseldorf, Copenaghen, Londra, Parigi, Vienna o Milano. Basta provenire da Siria, Iraq o Afganistan (o fingere di aver perso i documenti) ed è sufficiente per essere profughi. Chi può controllare ? ^La Germania nel 2015 riceverà 800 mila"migranti" quattro volte l'Italia#https://next.ft.com/1099e22c-467e-11e5-b3b2-1672f710807b?ftcamp=published_links%2Frss%2Fhome_us%2Ffeed%2F%2Fproduct^ Sai un cosa però ? Oggi tutti hanno la Tv satellitare o internet e quando in medio oriente, Africa o Pakistan leggono questa notizia altri ottocentomila si mettono in marcia. Il problema dell'Euro si può risolvere ma questo ?

 

  By: lutrom on Mercoledì 19 Agosto 2015 14:48

[...] Qui non si è ancora capito che gli Usa sono veramente i nuovi nazisti moderni...su questo ha perfettamente ragione MR --------------------- Gli Stati Uniti hanno avuto anche la loro funzione storica positiva, ma ora questa fase è finita, ora sono nella fase negativa: purtroppo molti non riescono ad "ammodernare" le loro idee e restano a vecchi schemi e categorie (ecco anche perché la massa in borsa sbaglia)...

 

  By: gianlini on Mercoledì 19 Agosto 2015 14:48

L'appoggio inteso come politico interno. Se la Libia avesse chiesto l'annessione, l'Italia non avrebbe rifiutato. In questo stava l'appoggio di Silvio. Certo Gheddafy avrebbe dovuto accontentarsi del ruolo di governatore di una regione della Repubblica Italiana, ma sempre meglio che perdere la vita. Era l'unica mossa che potesse salvarlo.

 

  By: Bullfin on Mercoledì 19 Agosto 2015 14:43

Eh Gian questa è fanta politica...cosa vuoi che contasse l'appoggio di Silvio...gli Yankee avevano gia' intenzione di defenestrarlo (via Draghi) dopo aver mandato a fc Gheddaffy.... Qui non si è ancora capito che gli Usa sono veramente i nuovi nazisti moderni...su questo ha perfettamente ragione MR

 

  By: gianlini on Mercoledì 19 Agosto 2015 14:40

col senno di poi, e contando sull'appoggio di Silvio, Gheddafy avrebbe potuto giocare una carta a sorpresa per salvarsi. Chiedere l'annessione della Libia all'Italia. Ora è tardi per rammaricarsene, ma come sarebbe andata se avesse giocato così di astuzia?

 

  By: Bullfin on Mercoledì 19 Agosto 2015 14:32

chettedevodadì ... per me vota pure lega ma se poi ti lamenti dei coglioni che scegli vengo di persona a prenderti a calci nel kulo Tranquillo Willis è solo fino a che PIgreco scrive qui sul forum, poi ritorno al mio posto.....ma sentire che la gente non si è suicidata per la crisi, detto da uno che dovrebbe ringraziare Dio di non essersi trovato in certe situazioni, è il colmo. Per me Pigreco andrebbe bannato per disumanita'. Qui a Belluno vi sono parecchi terremoti ultimamente...sono sicurissimo che se ne viene (e penso che venga) una scossa bella forte e vi scrivero' dal tablet quando bivacchero' in una tenda (sempre se saro' ancora vivo) perchè la mia casa è stata rasa al suolo, sentiremo le urla di gioia di San.... Veramente non si puo' essere dei pdm così.....