Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Mercoledì 05 Aprile 2017 12:11

Varoufakis: "L'Europa è una commedia degli errori, la Grecia non pagherà mai il suo debito"

Non è certo una novità.

Ma non è nell'agenda politica di nessuno perchè ,chi è ai vertici,non ne tiene conto.

Ed in Italia noi parliamo delle tasse ...conseguenza del debito.

Ma anche in questo caso non è nell'agenda di nessuno che anche noi non pagheremo mai il nostro debito.

E negli Usa è la stessa cosa.

Nel 2008 hanno rimesso in piedi le cose passando da un debito federale del 45% del Pil al 100% e con la stamperia per abbassare i tassi.

Purtroppo per loro  hanno un sommerso ancora più grande per entitlements che non potranno mai accordare.

Così anche gli Usa sono destinati a fare la nostra fine

Questo squilibrio è dovuto a troppi attivi fasulli.

La moneta è un claim contro i beni di tutti.

Un bond è un claim sul cash flow dell'azienda emittente.

Un'azione è un claim sugli utili dell'azienda  emittente.

Tutti questi attivi sono sopravvalutati perchè non saranno  in grado di rispettare le attese.

Nella Bibbia la soluzione era nel Giubileo dei debiti ogni 50 anni.

Ho idea che sia una sorta di legge di natura .

Folle pensare alle genialate finanziarie.

 

Hobi

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Mercoledì 05 Aprile 2017 11:53

" ti prego di specificare chi e dove lo abbia affermato, riportando anche il post."

 

Gano,

perchè non hai mai letto sul forum dibattiti anche infuocati dei sostenitori del negazionismo?


 Last edited by: traderosca on Mercoledì 05 Aprile 2017 12:03, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: pana on Mercoledì 05 Aprile 2017 11:40

sempre pggio trump. ora si avvale dell aiuto della Blackwater..(dei mercenari che in Iraq si divertivano a massacrare i civili per gioco)

Erik Prince sarebbe il fratello della Devos (supermiliardaria ministro dell istruzione, trumo sceglie solo riccono non vuole dei poveracci)

sschifo schifo schifoooo

Trump, l'ombra della "Blackwater" sui contatti con i russi

Un incontro segreto alle Seychelles con rappresentanti di Mosca e l'intermediazione del fondatore del gruppo privato di sicurezza a cui era appaltata parte della guerra in Iraq. Le rivelazioni del Washington Post. Il presidente intanto firma la legge per l'abolizione della privacy sul Web

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 05 Aprile 2017 11:39

Tradeosca> "che gli stermini effettuati sono tutte invenzioni di una propaganda comunista."

 

Non credo che lo abbia detto nessuno, e siccome e' un'affermazione piuttosto grave e uno non puo' parlare a bischero sciolto e dire tutte le cacate che gli passano per la testa, ti prego di specificare chi e dove lo abbia affermato, riportando anche il post.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Mercoledì 05 Aprile 2017 11:30

Oscar!

Son tutti contenti che il trampanaro gli mette i dazi. Ma ti rendi conto dove puo' arrivare l'idiozia?

Ma rob de matt!


Intanto l'assessore continua a far danno a loro insaputa (e gli fotte tutto il salario).

Corte dei conti: "Cuneo 10 punti sopra media Ue".
E metà stipendio se ne va in tasse e contributi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Mercoledì 05 Aprile 2017 11:29

Tengo solo a precisare che non penso e non ascolto chi ritiene che i campi di concentramento sono un'invenzione.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Mercoledì 05 Aprile 2017 11:18

Anti,

non infierire con il buon Bullfin,tutto sommato non è colpa sua.Segue le caratteristiche negative dei santoni del forum che sono in grado

con statistiche e dati spuri di dimostrare qualsiasi cosa persino che i nazisti erano buoni ragazzi,maestri in economia e che gli stermini

effettuati sono tutte invenzioni di una propaganda comunista.

Sicuramente sono in grado di dimostrare che l'italia è tra i maggiori esportatori al mondo sicuramente superiori alla cina.

Esempio del caz. Prendendo come riferimento l'export pro capite,l'italia è decine di volte superiore alla cina,come export, in quanto siamo in 60 milioni e loro circa 1 milardo e trecento..........fai la divisione e vedraia il risultato. rob de matt

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 05 Aprile 2017 11:11

Quando arrivo a leggere che i leader europei ripongono le loro speranze liberiste nel Segretario Generale del Partito Comunista Cinese, significa che siamo arrivati davvero al capolinea. A quel punto uno puo' scrivere tutte le cazzate che vuole.

 

Davos: nel gran vuoto lasciato da Trump, Xi Jinping si fa difensore della globalizzazione

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Mercoledì 05 Aprile 2017 10:53

Bull, dovresti ricomporti e non esagerare con le boiate pazzesche. Se dialogo ancora con te e' solo perche' ti ritengo tuttora recuperabile (praticamente un Compagno che sbaglia), ma se non poni una freno alle tue esternazioni strampalate allora ti lascio cadere nell'oblio.

Che cazzate hai scritto qui sotto?

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Martedì 04 Aprile 2017 20:56

I più grandi esportatori al mondo sono ( nell'ordine ) : Cina ,Giappone ,Germania.

 

 

 

AHHHHHHHHHHHHHH e qui abbiamo la creme dell'intelletto umano....il QI MASSIMO, un'intelligenza oserei dire DIVINA fatta a persona....

Magnifico...cio' sono i paesi piu' grossi al mondo ovvio che hanno grande probabilita' di essere o super esportatori, o in equilibrio o importatori....il fatto è che occorre mettere il NUMERO ASSOLUTO DELLA BILANCIA COMMERCIALE IN RAPPORTO CON LE VARIABILI ECONOMICHE DEL PAESE PRESO A RIFERIMENTO. ALLORA Lì SI PUOI DIRE SE UN PAESE HA PIU' PROPENSIONE ALL'EXPORT CHE ALTRI....

Dio mio che razza di somari...e pure sborroni...!!!...


 Last edited by: Bullfin on Martedì 04 Aprile 2017 21:06, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: pana on Martedì 04 Aprile 2017 17:33

e si riparteeeeeeee

MERCATO AUTO ANCORA BOOM !!!!!

Mercato auto, a marzo è ancora boom: +18,16 per cento

SON 2 ANNI CHE LO SCRIVOOOOO

Bene anche l'usato che ha fatto registrare 460.814 trasferimenti di proprietà, con una variazione di +4,76% rispetto allo stesso mese del 2016. In questo contesto Fca continua a registrare risultati migliori del mercato: la quota sale quindi dal 29,35% al 30,14%.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Martedì 04 Aprile 2017 15:31

Hobi> "I più grandi esportatori al mondo sono ( nell'ordine ) : Cina ,Giappone ,Germania."

 

E' vero. E mi e' venuto da ridere quando a Davos l'araldo del libero mercato contro il protezionismo di Trump, il paladino del liberalismo acclamato ed applaudito da tutti i leader europei fino a spellarsile mani e a farsi venire le vesciche, colui al quale affidano la loro speranza i capitalisti, i finanzieri, i banchieri, i globalisti ed i liberisti di tutto il mondo occidentale, così oppressi dalla morsa di Trump, fosse nientepopodimenoche' Xi Jinping, Segretario Generale del Partito Comunista Cinese.

 

Ma solo io ho colto la comicita' della situazione?


 Last edited by: Gano di Maganza on Mercoledì 05 Aprile 2017 11:08, edited 10 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Martedì 04 Aprile 2017 14:43

I più grandi esportatori al mondo sono ( nell'ordine ) : Cina ,Giappone ,Germania.

Ed (ovviamente ) sono,tutti e tre, per commerci il più possibile liberi ( giustamente perchè vogliono tutelare i loro interessi)

Anche Salvini penso che, in cuor suo ,vorrebbe tutelare gli interessi degli italiani.

Ma deve essere un po stupido a non capire che Trump ha interessi diversi dai nostri e quindi non puo martellarsi sulle palle scimmiottando le sue posizioni.

E non entro in cose più tecniche perchè gli stupidotti salviniani ,non capendo una cosa tanto elementare ,non possono certo addentrarsi in tematiche più complesse relative al commercio estero.

 

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Martedì 04 Aprile 2017 14:15

Hobi, siamo infestati dai cretini, non solo quelli di alto rango (si fa per dire) ma tutta la sconfinata platea sottostante. Quelli che si eccitavano per il cav, bossi, fini, alfano, giovanardi e quagliariello adesso si eccitano per il trampanaro, salvini e la meloni (la meloni!!!).

Adesso salvini e meloni voglio fare la fusione, siamo alle solite, i secessionisti che si "fondono" con gli ultranazionalisti fascisti al grido di: torniamo alla lira! Mettiamo i dazi! Siamo una grande nazione! Sisi, una grande nazione fallita.

Tra le altre cose i cretini (quelli che vogliono i dazi) non si rendono conto che le nostre esportazioni son tutte sostituibili con prodotti di altri paesi a meno di non ritenere indispensabile 'a pizza ca' pummarola 'ncoppa.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Martedì 04 Aprile 2017 12:47

Fugnoli e' un chiacchierino. Forse non avete ben chiaro che Trump si e' insediato il 20 gennaio 2017, appena 2 mesi e mezzo fa. Trump, come qualsiasi presidente americano che si insedi dopo un' amministrazione a lui ostile -e quella Obama gli e' estremamente ostile, al limite del tradimento-, va giudicato nel lungo termine. Ha gia' messo il direttore della CIA, l' Attorney General e il Segretario di Stato, che sono le cariche che contano. Ora bisogna aspettare che nelle agenzie e nel governo, dall'alto comincino a rendere effettivo lo spoil system, cioe' ad essere effettivi gli uomini che verranno piano piano messi in sostituzione di quelli precedenti. Prima cambia il direttore, poi cambiano i dirigenti (prima i vice e poi giu' giu' a scendere), ed infine i quadri vengono "riassegnati". Questo e' importante specialmente nella CIA, nel potere giudiziario e per quanto riguarda il Segretario di Stato. Ci vorra' un po' di tempo. Penso che si potra' cominciare a vedere Trump effettivo  tra un paio di anni in coincidenza del mid term election. Si ritrova infatti tutto un sistema a lui ostile, colonizzato dai democratici e che va (dal suo punto di vista) bonificato. Il sistema americano funziona cosi' da sempre.

 

Sul fatto che poi le borse continuino a salire, ma in modo misurato, facendo due passi avanti e uno in indietro, sono d' accordo anch'io.


 Last edited by: Gano di Maganza on Martedì 04 Aprile 2017 13:00, edited 5 times in total.