Next is Italy, La Prossima è l'Italia

 

  By: antitrader on Martedì 09 Giugno 2015 12:24

L'attuale livello delle pensioni e' lo stesso che si sarebbe avuto se non ci fosse stata la crisi, i tagli son stati ben poca cosa e le varie "riforme" han solo allungato la vita "lavorativa" ma nulla (o quasi) e' stato fatto sulle vergognose pensioni in essere (li chiamano diritti acquisiti). Ora, visto che mancano 300 miliardi di pil rispetto a quella che avrebbe dovuto essere la normale (seppur non entusiasmante) evoluzione, ecco che siamo di fronte a uno squilibrio enorme. Quelle poche cose che son state fatte per riequilibrare la situazione son tutte a danno dei giovani i quali stan pagando tasse esagerate proprio per pagare le pensioni mentre a loro viene "consigliato" di farsi il fondo pensione (con quali soldi non e' dato sapere visto che ogni mese gli sfilano in contributi il 30% del salario). Se vuoi riportare il lavoro in Italia devi riguadagnare competitivita' e questo lo puoi fare solo abbassando le tasse le quali (ripeto per la millesima volta), nel caso dei lavoratori dipendenti, vengono pagate dal datore di lavoro e, nel caso de dipendenti pubblici, son solo una partita di giro, tanto e' vero che lo stato non versava manco i contributi a quelli dell'inpdap scaricando poi il bubbone sull'inps. In economia le boiate son come le ciliegine, una tira l'altra, nel momento in cui ti convinci che puoi aggiustare le cose stampando moneta (oppure prendendosela con la Merkel) tutto il resto viene di conseguenza: stampi e metti tutti in pensione. Io ci scherzavo su, ma, a quanto pare, qui molti han davvero riesumata la teoria del salario (e della pensione) come variabile indipendente confondendo la carta con l'economia. E' davvero stupefacente come molti credano per davvero di essere nel paese "del buon vivere", della cultura, del tempo libero, delle badanti e colf di importazione e delle eccellenze alimentari. In Germania la pensione piu' alta erogata e' di 3800 eur/mese e le prestazioni pensionistiche son decisamente piu' basse che in Italia pur avendo una pressione fiscale simile a quella italiana. Qualcosa vorra' dire, o no?

 

  By: gianlini on Martedì 09 Giugno 2015 12:02

La classifica è interessante perché testimonia che a rubare, a dispetto da quanto ci si attenderebbe, sono sempre i più ricchi, e non lo dico da comunista, anzi! infatti argentini, singaporegni, russi o messicani che viaggiano e soggiornano in hotel sono sicuramente quelli della fascia più ricca della rispettiva popolazione brutta cosa l'avidità

 

  By: Bullfin on Martedì 09 Giugno 2015 11:54

evede al primo posto gli argentini, seguiti dagli abitanti di Singapore, gli spagnoli, i tedeschi e gli irlandesi. Notare, per i somari da forum....Oscar, Anti,.... evede al primo posto gli argentini, seguiti dagli abitanti di Singapore, gli spagnoli, i TEDESCHI e gli irlandesi. evede al primo posto gli argentini, seguiti dagli abitanti di Singapore, gli spagnoli, i tedeschi e gli irlandesi. evede al primo posto gli argentini, seguiti dagli abitanti di Singapore, gli spagnoli, i TEDESCHI e gli irlandesi. evede al primo posto gli argentini, seguiti dagli abitanti di Singapore, gli spagnoli, i TEDESCHI e gli irlandesi. evede al primo posto gli argentini, seguiti dagli abitanti di Singapore, gli spagnoli, i TEDESCHI e gli irlandesi. evede al primo posto gli argentini, seguiti dagli abitanti di Singapore, gli spagnoli, i TEDESCHI e gli irlandesi. evede al primo posto gli argentini, seguiti dagli abitanti di Singapore, gli spagnoli, i TEDESCHI e gli irlandesi. evede al primo posto gli argentini, seguiti dagli abitanti di Singapore, gli spagnoli, i TEDESCHI e gli irlandesi. evede al primo posto gli argentini, seguiti dagli abitanti di Singapore, gli spagnoli, i TEDESCHI e gli irlandesi. evede al primo posto gli argentini, seguiti dagli abitanti di Singapore, gli spagnoli, i TEDESCHI e gli irlandesi. evede al primo posto gli argentini, seguiti dagli abitanti di Singapore, gli spagnoli, i tedeschi e gli irlandesi.

 

  By: pana on Martedì 09 Giugno 2015 11:30

non siamo i soli, ci sono altri che rubano di piu, come ssempio riportano i ladri di souvenir alberghieri (AGI) - Londra, 3 giu. - Nell'immaginario collettivo non siamo proprio un Paese di santi. Ma almeno per una volta non siamo i peggiori nella lista stilata dal sito hotel.com tra i maggiori ladri di proprieta' degli alberghi. Stiamo parlando di accapatoi, bevande e snack del minibar, stampe e quadri, in qualche caso anche di tv ultrapiatti e non tanto saponi e bagnoschiuma, che sono ormai considerati doni dagli stessi albergatori. Secondo quanto riferisce il britannico Daily Telegraph gli italiani sono solo ottavi, in una lista che evede al primo posto gli argentini, seguiti dagli abitanti di Singapore, gli spagnoli, i tedeschi e gli irlandesi. Al Sesto posto russi, messicani. All'ottavo noi, e a seguire per completare la decina dell'infamia alberghiera, giapponesi e statunitensi. (AGI) .

 

  By: pigreco-san on Martedì 09 Giugno 2015 09:43

Siamo un popolo di ladri. "I dati pubblicati l’altro ieri dal Ministero del Lavoro, dopo l’entrata in vigore del nuovo indicatore di ricchezza delle famiglie, mettono definitivamente al muro i furbetti dell’Isee: i “senza patrimonio” scendono dal 73% al 24%. Questo significa che oltre i due terzi degli Isee erano falsi e molti italiani – magari gli stessi che lamentavano le ruberie dei politici – hanno a loro stessa volta rubato ad altri italiani. Il valore medio è quasi doppio (da meno di 5.000 a piu di 9.000 euro), mentre il valore del terzo quartile (quello che individua il quarto di popolazione con valori piu?alti) risulta di 13 volte superiore (da 500 a oltre 6.500 euro). " http://www.laleggepertutti.it/89552_nuovo-isee-e-conto-corrente-gli-italiani-sono-tornati-ricchi

 

  By: lmwillys5S on Lunedì 08 Giugno 2015 13:42

2014 saldo negativo 70.000 imprese, 2015 2016 previsto saldo negativo 17.000 imprese ... i consumi sono in decollo ... :-) 2027 pil a livello precrisi ... incredibile kazzata sparata da un sicuro analfabeta economico

 

  By: pana on Lunedì 08 Giugno 2015 13:00

e si riparte e ripartono i consumi anche se ci vorranno 15 anni per tornare al 2007 http://www.tgcom24.mediaset.it/economia/confcommercio-migliorano-consumi_2115543-201502a.shtml

 

  By: MR on Lunedì 08 Giugno 2015 01:27

#i#Mr,lo vedi,tu scambi l'erudizione (nel senso spregiativo) con la cultura personale di cui ne sei sprovvisto.........punto.#/i# E tu non sei capace di rispondere ad una questione direttamente. va beh, fa lo stesso, hai ragione te: se continuiamo a decrescere il RDC per magia rimane sostenibile sulla base del fatto che...(sostituire con boiata a scelta del gergo coprolalico di Grillo).

 

  By: themaui on Lunedì 08 Giugno 2015 01:16

Anche oggi migliaia di profughi sulle nostre coste.

 

  By: Bullfin on Domenica 07 Giugno 2015 23:06

Gano, proprio così...il fatto, vedi, è che sto tam tam mediatico pro immigrati è ovviamente fatto apposta. Ovviamente come abbiamo visto ingrassa chi se ne vuole approffittare, sfruttanto il perbenismo dei fessi presenti in Italia (tanti ahimè). Solitamente come detto o sono i benestanti che sono per accoglierli...chi non ha lavoro non la pensa così...

 

  By: Gano di Maganza on Domenica 07 Giugno 2015 22:45

L' unico modo è fare come fa l' Australia con l' Operation Sovereign Borders: tutti i clandestini (*) che arrivano li porta in "processing centers" in Cambogia o in Papua Nuova Guinea, cui paga un tot a persona per accoglierli. Giro pochi mesi gli sbarchi sono scesi quasi a zero. Prova a immaginarti un clandestino che ha pagato 5.000 euro (sono questi i prezzi) per venire in Europa e si ritrova invece in Mauritania... (*) Non confondete clandestini con immigrati. Sono due cose molto diverse. I media e i politici spesso li confondono, non ho capito se per cialtroneria o per lasciarvi nell' ignoranza.

 

  By: Bullfin on Domenica 07 Giugno 2015 20:33

Vero Anti, pero' con gli immigrati non si puo' andare avanti così....

 

  By: antitrader on Domenica 07 Giugno 2015 17:42

L'ultima maronata. Vuol togliere i soldi ai comuni che accolgono i migranti. Quello che invece bisognerebbe "togliere" da subito son proprio le regioni, luoghi di sperperi e ruberie. Cosa non si fa per il consenso (e dunque per la poltrna). Il nostro e' pure indagato e probabilmente sara' rinviato a giudizio. A proposito, che fine hanno fatto le promesse elettorali sulla macroregione del nord? E l'altra che piu' o meno suonava cosi': a chi il 75% delle tasse? A noi! gente di memoria corta i tontoloni padani.

 

  By: traderosca on Sabato 06 Giugno 2015 15:11

"Bene, appurato che si tratta di un mero sussidio di disoccupazione, entriamo nel cuore della questione: qualunque forma di welfare (anche il sussidio di disoccupazione) è insostenibile se non si inverte la spirale recessione-disoccupazione-deflazione in cui ci hanno precipitati. Punto. Ergo si tratta di una boiata inutile che, come ho già scritto, presuppone che il Governo rinunci a fare il suo lavoro." Mr,lo vedi,tu scambi l'erudizione (nel senso spregiativo) con la cultura personale di cui ne sei sprovvisto.........punto.

 

  By: MR on Sabato 06 Giugno 2015 13:29

#i#Mr,ho capito che conosci il significato di RDC (reddito di cittadinanza)ma anche un dislessico lo capirebbe.Quello che non capisci e te lo spiego per l'ultima volta che quando si discute di RDC non si intende una misura che spetta a tutti, per il solo fatto di essere cittadini,ma...... Il reddito di base o reddito di cittadinanza o reddito di sussistenza o reddito minimo universale è una erogazione monetaria, a intervallo di tempo regolare, distribuita a tutti coloro dotati di cittadinanza e di residenza in grado di consentire una vita minima dignitosa.#/i# Bene, appurato che si tratta di un mero sussidio di disoccupazione, entriamo nel cuore della questione: qualunque forma di welfare (anche il sussidio di disoccupazione) è insostenibile se non si inverte la spirale recessione-disoccupazione-deflazione in cui ci hanno precipitati. Punto. Ergo si tratta di una boiata inutile che, come ho già scritto, presuppone che il Governo rinunci a fare il suo lavoro.