Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 02 Luglio 2018 08:47

Sarebbe interessante scoprire se questo idiota di Seehofer, sbucato dal nulla, non abbia qualche conto offshore su cui ultimamente è transitato qualche bonifico corposo.

A me sembra sul libro paga di qualcuno; credo sia impossibile che un esponente politico tedesco non di estrema destra nazista sia improvvisamente così intransigente sull'immigrazione.

 

 


 Last edited by: gianlini on Lunedì 02 Luglio 2018 08:49, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 02 Luglio 2018 08:15

Emmidio Novi “DIETRO LE ONG I SERVIZI SEGRETI FRANCESI E TEDESCHI

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Lunedì 02 Luglio 2018 08:14

Gano, devi dire anche però che solo il 40% dei nostri che espatriano sono tra i 18 e i 34 anni (fonte migrantes) mentre almeno il doppio dei negher in arrivo sono in quella fascia d'età, qui arriva solo gente con voglia di fare, di migliorarsi, di migliorare la propria vita, noi esportiamo parecchi che hanno già dato, 'scrocconi' tipo i pensionati ... :-)


 Last edited by: lmwillys1 on Lunedì 02 Luglio 2018 08:17, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 02 Luglio 2018 08:06

Sono i paesi Visegrad (Polonia, Rep. Ceca, Slovenia Slovacchia Ungheria) ad avere il minor numero di immigrati in Europa. Noi siamo i quinti. Il problema è un altro, gravissimo: che siamo il quarto per emigrazione, esportiamo -più o meno- lo stesso numero di persone che importiamo. Soltanto che per la buona pace di Tito Boeri (che non capisce una mazza), esportiamo personale istruito ed importiamo bassa manovalanza.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Lunedì 02 Luglio 2018 07:26

'Tu che pensi faranno, Lmwillys?'

 

che ti devo dire Gano, sono tempi complicati e anche deliranti, il 'sovranismo' si diffonde nella sua accezione più becera, puoi immaginare quanto un comunista come me contrario alla proprietà privata possa essere 'sovranista', ma tant'è

il delirio è collettivo, il comunista padano è scatenato ma anche Blondet mitraglia deliri ... 'Esiste la  cosca dei due paesi in combutta per spogliare l’Italia e riempirla di negri, tutto qui' ... già, d'altronde è noto che siamo tra quelli con meno immigrati in assoluto in Europa , si vede che la culona e lo psicolabile ci invidiano o sbagliano dando a noi la colpa dei milioni di negher loro ... 'La vittoria consiste in questo. Nel capire che dobbiamo far da soli  anche in regime monetario, perché non c’è “soluzione europea” del nostro debito pubblico, perché l’Europa non ci proporrà mai altro che punizione,  recessione e deflazione permanente, disoccupati di massa e di lunga durata.', mah, sarà incazzato con draghetto che ci ha comprato il debito per anni a tassi ridicoli, cita Manish Singh e Stiglitz ... 'I benefici per l’Italia di abbandonare l’euro sono chiari, diretti e considerevoli”. “Il cambio basso consentirà all’Italia di esportare di più. I consumatori adotteranno beni fatti in Italia invece di beni importati. I turisti troveranno il Paese ancora più attraent, per i suoi prezzi bassi. Tutto ciò stimolerà la domanda e accrescerà gli introiti dello Stato. La crescita prenderà piede, e con essa l’alto livello di disoccupazione (11,3%, quella giovanile al 33,1%) scenderà”. ... poi 'l’euro ormai tedesco, rivalutato del 30%' perché è noto che la Germania è esportatore netto e quindi avrà la sua moneta rivalutata (invece noi che pure siamo esportatori netti avremo la lira svalutata) ... 

tutti faremo e faranno i cinesi, 'mi metti dazi del 25% ? io svaluto ... rincari la dose ? risvaluto ... aririncari la dose ? aririsvaluto ... loop' ... un grande miglioramento per noi rispetto all'aver un mercato europeo privo di dazi con una unica moneta

... l'importante è che vissero tutti felici e contenti .... 

 

come dico spesso non sono preoccupato o peggio depresso, che ci si arrivi litigando o meno l'approdo finale in un decennio sarà sempre quello

 

PS ... aggiungo il commento di Marco all'accordo (molto complicato da raggiungere dal nostro Conte è già pericolante come ora si vede in crucconia ...)


 Last edited by: lmwillys1 on Lunedì 02 Luglio 2018 07:59, edited 3 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 02 Luglio 2018 01:22

Se togli i 4 milioni di stranieri probabilmente devi pagare salari più alti per quei 4 milioni di italiani che prendono il loro posto (è per quello che sono fuori dal mercato del lavoro e ci han messo i negher). Con salari più alti fai versamenti maggiori all'INPS. Boeri non capisce una sega.


 Last edited by: Gano di Maganza on Lunedì 02 Luglio 2018 01:23, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 02 Luglio 2018 01:02

Oscar!

Come ben sai nel capitalismo il mercato, seppur nella sua brutalita', funziona.

Se in Europa ci son decine di milioni di "negri" e' perche' li ha richiesti (sempre con la sua brutalita') il mercato del lavoro, non crederai mica alla favola che vengono tuitti a spacciare o a rubare?

Una parte di quei lavori potrebbero effettivamente essere svolti da italiani, ma si tratta di una parte poco rilevante quale ad es quelli nelle fabbriche.

Per quanto riguarda l'agricoltura, la manovalanza edile e l'assistenza agli anziani e alla famiglia ormai cerchi per default un immigrato/a e questo perche' sai che gli indigeni non hanno piu' il know how per quei lavori li'.

Ce la vedi la sciura milanese (anche di basso rango) a fare la colf o la badante?

Ergo, il presidente dell'Inps non dice boiate sul fatto che servono. Ovviamente, se ti arrivano le navi nei porti e te li scaricano alla 'ndo cojo cojo ti fan girar le balle.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Lunedì 02 Luglio 2018 00:44

"Se togli i 4 milioni di stranieri arrivi a un rapporto 19/15,5 sicuramente insostenibile.

Se ogni lavoratore versa 10.000 eur di contributi son 40 miliardi/anno che spariscono nel nulla (mica noccioline),"

 

Anti,pur non avendo nulla da dire agli stranieri che lavorano,ma se venissero sostituiti da disoccupati italiani o da quei milioni

che vivono in estrema povertà,l'inps non perderebbe nulla,anzi guadagnerebbe tantissimo perchè non pagherebbe le varie indennità

sociali......oppure........

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 01 Luglio 2018 23:50

Boeri, senza immigrati il sistema pensioni non regge


Oscar!

Adesso non ti salvinizzare anche te: i numeri per la miseriacca, i numeri!

I lavoratori in Italia sono in totale 23 milioni di cui 4 milioni stranieri regolarmente iscritti all'inps.

I pensionati sono 15,5 milioni.

Se togli i 4 milioni di stranieri arrivi a un rapporto 19/15,5 sicuramente insostenibile.

Se ogni lavoratore versa 10.000 eur di contributi son 40 miliardi/anno che spariscono nel nulla (mica noccioline),

in realta' son circa la meta' perche' molti dei lavoratori stranieri han salari da fame e quindi versano pochi contributi.

Come se non bastasse gli stranieri contribuiscono al PIL per il 6/7%.

Lasciando da parte il razzismo, i casini che derivano dall'avere troppi immigratr etc... questi sono i numeri.

E scordati anche l'altra somarata dei salviniani: se van via gli stranieri i salari aumentano!

Non aumenta una beata minghia! Aumentano solo le delocalizzazioni.

 

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 01 Luglio 2018 23:11

Lmwillys> "'La cosa positiva è che mette tutti sullo stesso piano. Ovvero se i francesi e gli ungheresi diranno "non ne vogliamo" daranno di fatto il via libera agli italiani a dire esattamente la stessa cosa, non conta più la zona geografica perchè appunto si parla di confini "europei".'

secondo me in quel vertice si è fatto il primo passetto in direzione esattamente opposta a quello che hai scritto

quindi uno di noi due toppa ... tranquillo Gano, io sbaglio sempre :-)"

 

Non sono d'accordo, tutti e due diciamo una verità. E' vero quello che dici tu, Conte si è mosso benissimo e ha portato a casa un ottimo accordo, ma questo non toglie che l'Europa sia finita. La Grecia e la Spagna hanno fatto accordi bilaterali con la Germania, e se nessuno rispetterà la clausola volontaria lasceranno mano libera a Conte per il respingimento dei migranti in Italia. Conte ha voluto vedere il bluff: "esiste davvero ancora un'Europa?" la risposta l'avremo presto. Se esiste ancora, al primo barcone vedremo tutti i paesi europei fare a gara per prendersi quei poveri disgraziati: "Duecento a me! No a me! Li voglio tutti io! Li ho chiesti prima io!". Tu che pensi faranno, Lmwillys?

 

 


 Last edited by: Gano di Maganza on Domenica 01 Luglio 2018 23:13, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 01 Luglio 2018 23:00

"Boeri e' il piu grande presidente dell'Inps di tutti i tempi."

 

Anti,ne sei certo?

 

Boeri, senza immigrati il sistema pensioni non regge

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Domenica 01 Luglio 2018 19:07

'Chi visse sperando morì cacando. I vostri mi sembrano sogni.

L'ultimo vertice sull'accordo di Dublino ha dimostrato che di fatto l'Europa non esiste più. La mia opinione è che la UE come la conosciamo noi andrà lentamente a morire e con lei l'Euro. Non verrà "smantellata", verrà semplicemente dimenticata. '

 

me gratto ...  :-)

rispondo con un paio di commenti presi da https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/06/29/vertice-ue-cosa-contiene-laccordo-sui-migranti-dagli-hotspot-volontari-alle-piattaforme-di-sbarco/4459640/

'Invece, a mio avviso, sono stati fatti dei passi in avanti. L'UE certifica di NON ESSERE PIU' ACCOGLIENTISTA. E lo mette per iscritto. Infatti, pur di ''evitare il ripetersi dell’emergenza del 2015'', l'UE è disposta a: - adottare un ''Approccio globale alla migrazione'': la questione migranti non sarà più un problema dei Paesi di primo approdo, bensì una questione europea; - finanziare un Fondo fiduciario dell’Ue per l’Africa, e dei Fondi contro l’immigrazione illegale, nonchè a portare ''la cooperazione con l’Africa da “elevare a un nuovo livello”, - ''ad aiutare l’Italia contro i trafficanti dalla Libia'': specifica che le navi devono rispettare le leggi e non “interferire con le operazioni della guardia costiera libica”. Quindi una vera e propria guerra alle ONG, vere responsabili della deportazione di masse di esseri umani. - Hot spot su base volontaria: laddove i migranti riuscissero ad imbarcarsi, non vi è più l'obbligo di accoglierli. Riassumendo, si può affermare che l'UE si pone in maniera difensiva nei confronti degli sbarchi, (visto che nessuno li vuole accogliere) e lascia libertà di azione a chi volesse fare aprire sul proprio territorio i Centri di smistamento (ovviamente non li farà nessuno). In ogni caso, non si può negare che l'UE è passata in pochi anni dal principio di accogliere tutti, a quello di respingere chiunque.'

'La cosa positiva è che mette tutti sullo stesso piano. Ovvero se i francesi e gli ungheresi diranno "non ne vogliamo" daranno di fatto il via libera agli italiani a dire esattamente la stessa cosa, non conta più la zona geografica perchè appunto si parla di confini "europei".'

 

secondo me in quel vertice si è fatto il primo passetto in direzione esattamente opposta a quello che hai scritto

quindi uno di noi due toppa ... tranquillo Gano, io sbaglio sempre

:-)

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: shera on Domenica 01 Luglio 2018 17:51

che figura di cacca, nemmeno berlusconi certe balle in eurovisione..

"ho fatto accordi con 14 stati volonterosi per i migranti" ma arrivano le smentite dai diretti interessati

ZH avanti quando i parolai italiani devono ancora capire cosa è successo

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 01 Luglio 2018 17:06

Al grido,prima gli italiani,i tedeschi,i francesi,gli americani,i cinesi,giapponesi,ecc.ecc.,da un sovranismo all'altro,da un protezionismo all'altro............

si sa come si inizia,ma non si sa come finirà,anzi lo si sa,molto,ma molto male...........

 

 

come nel fine 1800....da liberi scambi al protezionismo alle guerre mondiali, amen....

 

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 01 Luglio 2018 17:02

Salvini, che non è uno stupido, punta ora sulle elezioni europee. L'Italia ha 60 milioni di abitanti e una vittoria netta della Lega stravolgerebbe le posizioni nel Parlamento Europeo. E allora, con quella maggioranza comincerebbe a rivoltare l'Europa dall'interno.