Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Venerdì 23 Febbraio 2018 17:39

Tuco forse valutiamo diversamente gli effetti delle genialate.

Ad esempio ,ben prima della grande crisi ,io sostenevo che nel mondo c'era troppa ricchezza FINANZIARIA    IRREMUNERABILE.

Ripeto irremunerabile.

Quindi bisognava TOSARLA quando i possessori erano stati troppo avidi.

Ed invece è stato fatto il contrario ...

La stamperia in Italia è impossibile perchè ,con la nostra classe politica ,ci metterebbero in breve tempo in mutande.

 

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Venerdì 23 Febbraio 2018 17:22

Hobi, siamo tutti d’accordo sul fatto che la stamperia possa determinare grossi problemi in futuro, 

ma se non fosse stato fatto il QE, cosa sarebbe adesso Eurozona, cosa gli USA?

Io credo che la miseria e il malcontento popolare sarebbero tripli.

Infondo, un paio d’anni di iperinflazione risolverebbero tutto.

Addio ai soldi in banca fermi allo 0.1% certo, ma l’alternativa sarebbe stata migliore?

 

Gano, so poco più di quel che ho scritto, e ne puoi dedurre molto, la

differenza può essere nella ragionevole certezza, visto che la mia fonte è credibile.


 Last edited by: Tuco on Venerdì 23 Febbraio 2018 17:25, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Venerdì 23 Febbraio 2018 16:42

Le conseguenze negative delle "genialate" non sono MAI a breve termine ma a lungo termine.

Le genialate di oggi sono ....QE   ...Flat Tax ...Stampa di moneta .

Il QE ,come scritto più volte ,è la cuccagna dei debitori .

Ma  a lungo determina il collasso dei sistemi pensionistici  e/o la povertà dei pensionati futuri.

Inoltre è causa di un ulteriore aumento delle diseguaglianze che rappresenta una della cause dello scarso dinamisco economico  attuale ( rispetto al passato ).

Anche la "Flat Tax " è ,nel breve periodo,la cuccagna di QUASI TUTTI.

La contropartita negativa è ,nel lungo periodo ,l'aumento dell'indebitamento dello stato.

La stampa di moneta è la peggiore genialata perchè .in primis ,tende a passare inosservata e poi affida le decisioni di spesa a quella  parte della societa che è meno adatta a farlo : lo stato servo degli interessi dei politici.

Ma  la cosa  più pericolosa è che puo avere conseguenza  migliorative o neutrali per lungo tempo ...

Più un paese è solido ...più puo condurre politiche monetarie aggressive

La Germania di oggi  potrebbe stampare per parecchio tempo prima  che le cose peggiorino.

L'Italia no ed  al Venezuela sono bastati alcuni anni per fare bancarotta e povertà assieme.

 

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 23 Febbraio 2018 16:18

Tuco> "Non svelo i dettagli riservati perché sono sugosi e penso di utilizzarli a fini speculativi."

 

No, dai Tuco, non far la fava... sono "sugosi" e non ce li dici? Ma sei ammattito? :)))))

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Venerdì 23 Febbraio 2018 15:19

sì sì, una patrimoniale al giorno leva i ricchi di torno.

mi sembra che non siate gran ché diversi dagli avventori del bar sport, intenti a discutere se sia meglio la gabbiolese o la dittatense, mentre fuori si muovono gli eserciti.

Collapse of Socialism – End of Pensions

we are in the midst of (1) collapse in democracy as the bureaucracy attempts to ensure they get their’s, (2) the collapse of socialism, which is the implosion of social programs, and (3) the collapse of pensions set in motion by the artificially low-interest rates for the past 10 years.

La rinascita del denaro sonante

L'agenzia di rating Moody's stima che le pensioni statali, federali e locali siano a corto di fondi per un ammontare di $7,000 miliardi. Uno dei principali fattori alla base di questa tendenza è che i rendimenti sugli investimenti sono troppo bassi. I fondi pensione devono investire in attività sicure e stabili (come i titoli di stato), ma devono raggiungere rendimenti di circa il 7% all'anno per rimanere solvibili. Ma oggi, con i titoli di stato che rendono il 3% o meno (e in alcuni casi i rendimenti obbligazionari sono negativi), non raggiungono i loro obiettivi. Uno o due anni con rendimenti sub-ottimali non sono catastrofici... ma un intero decennio è tutt'altra cosa.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Venerdì 23 Febbraio 2018 14:01

la patrimoniale ... mah ... Bull è veneto e forse lo conosce qualcuno in mutande per il crac delle banche venete, etruria, i miliardi mps, il bail in votato da tutti in Europa nel 2014 (salvini ed i leghisti fieramente si astennero) eccetto il M5S che ancora nun c'era, ecc. ecc.  ... e stamo a preoccupasse della patrimoniale 'possibile' ....


 Last edited by: lmwillys1 on Venerdì 23 Febbraio 2018 14:19, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Venerdì 23 Febbraio 2018 13:48

"La seconda che un governo di larghe intese a guida Gentiloni molto probabilmente mette una patrimoniale"

 

Gano,non penso proprio che un partito in disfatta possa guidare il governo,addirittura con CDX nettamente avanti,non glielo permetteranno,

certo che bisogna vedere i risultati effettivi. Poi la patrimoniale in tutti i casi te la cucchi......

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 23 Febbraio 2018 10:41

Due considerazioni

 

La prima, che quello che scrivi è purtroppo molto probabile, e che porterà alla vittoria degli "incazzati" alle elezioni dopo 5 anni anche se non so a quel momento come si chiameranno (M5S, Lega o quant'altro...)

 

La seconda che un governo di larghe intese a guida Gentiloni molto probabilmente mette una patrimoniale, quindi i vari Bullfin hanno poco da essere giulivi. E si deduce sia dai commenti europei sia perché trapela dalle interviste di Gentiloni, specialmente una "rispetteremo i parametri europei senza fare tagli alla spesa" (come fa senza tagliare o per lo meno senza razionalizzare tutto l'ambaradan pubblico? (*)) fatta quando Moscovici, commissario europeo, aveva appena detto che all'Italia (e solo all'Italia) non saranno fatti sconti. Preparatevi quindi ad un possibile haircut (15% o 20%?) dei vostri averi per il solo gusto di far piacere a Macron, alla Merkel e a Juncker (**).

 

(*) Non può tagliare o razionalizzare l'ambaradan pubblico perché feudo elettorale del PD

 

(**) per altro ieri Juncker ci ha detto quale sarà l'esito...


 Last edited by: Gano di Maganza on Venerdì 23 Febbraio 2018 10:50, edited 7 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Venerdì 23 Febbraio 2018 10:32

Lo scenario secondo me probabile sarà quello di un inciucio sporchissimo, lercio: politicamente ed eticamente.

Non svelo i dettagli riservati perché sono sugosi e penso di utilizzarli a fini speculativi.

Il fatto che non prenda il potere il populismo a questa tornata, sarà per certi versi un bel problema.

Sono 7 anni che i cittadini  ingoiano le peggiori nefandezze, e doverne sopportare per altri 5 anni,

porterà inevitabilmente la tensione sociale a livelli inimmaginabili a ridosso delle successive elezioni

del 2023.


 Last edited by: Tuco on Venerdì 23 Febbraio 2018 10:33, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 23 Febbraio 2018 09:26

Ciò che dice Tradeosca ha un senso. Dato oramai per scontato che il M5S non superi il 40%, un esito per me molto positivo sarebbe di vedere un governo centrodestra con l'opposizione costituita dal M5S, ma con il PD relegato ad insignificante terzo partito, oramai nemmeno più di opposizione a meno che non si accodi in modo subordinato al M5S (e in quel caso ci sarebbe veramente da ridere). Il PD scomparirebbe e le elezioni successive le vincerebbe il M5S. Anche l'ingovernabilità porterebbe il M5S al potere alle elezioni successive, ma quello che ha detto la fiaschetta lussemburghese sul rischio ingovernabilità non è proprio fuori dalla grazia di dio; in quest'ultimo caso però conquisterebbe il potere molto prima.

 

Un governo di grande coalizione tra lo Sbruffone di Rignano e il Nano cristallizzerebbe la situazione per i prossimi dieci anni: si spartirebbero il potere continuando a fingere di essere l'uno l'opposizione dell'altro.

 

 


 Last edited by: Gano di Maganza on Venerdì 23 Febbraio 2018 09:39, edited 9 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Venerdì 23 Febbraio 2018 09:22

State sereni,un governo di CDX si formerà. Con questo sistema elettorale (voluto dal popolo) non governa il primo partito,ma una

cozzaglia di loschi figuri.Se il CDX dovesse racimolare il 35-36% e mancare 35-40 seggi,sarà un giochetto racimolare i seggi mancanti,

con i soliti metodi..........


 Last edited by: traderosca on Venerdì 23 Febbraio 2018 09:26, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Venerdì 23 Febbraio 2018 09:16

Bull, se vuoi veder realizzati i programmi del nano dovresti votare l'ebete ... almeno negli ultimi due decenni sono stati i piddini a realizzare le promesse nanesche

l'importante scegliendo la disastrosa continuità è che non ti lamenti più dell'andazzo

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Venerdì 23 Febbraio 2018 09:09

se...dipende se la storia va come pensi te...

Pure credi di conoscere il futuro.

 

 

Per Gano, CAZZI TUOI ...se pensi che il valore dei tuoi asset non collassi con M5S o Lega N. sei un fesso...punto.

 

 

Non volevo andare a votare, ma da ieri sera ho cambiato parere e sara' Silvio. Se fa l'inciucio sono contentissimo...meglio Renzi che LN. che vuole uscire dall'euro....


 Last edited by: Bullfin on Venerdì 23 Febbraio 2018 09:10, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Venerdì 23 Febbraio 2018 09:07

l’Eurozona deve prepararsi «allo scenario peggiore, cioè un Governo non operativo in Italia»

«una forte reazione dei mercati nella seconda metà di marzo, ci prepariamo a questo scenario»

 

--------

 

come mostra e minaccia il maiale riciclatore di denaro sporco juncker l'inciucio è già stato assicurato, l'incarico di governo lo da l'ameba servile del quirinale, mica gli italiani .... l'unica possibilità è avere il M5S con la maggioranza assoluta in entrambe le camere, qualsiasi voto non dato al M5S agevola l'ameba

 

comunque, ripeto, non ha tutta questa importanza il voto, la storia procede comunque, nessun governo è mai stato in grado di fermare la storia

:-)

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 23 Febbraio 2018 08:31

Bullfin> "votate Silvio, Renzi, Grasso o pure Casa pound MA NON I 5 STELLE..."

 

Non sono d'accordo, a questa tornata elettorale il partito da votare è il M5S.

 

Ma se proprio non ce la fai a votare M5S, VOTA COMUNQUE e vota Lega o FdI (al limite Casapound).

 

Chi non vota sarà responsabile del grottesco inciucio tra il Nano e il Bomba. 


 Last edited by: Gano di Maganza on Venerdì 23 Febbraio 2018 08:33, edited 2 times in total.