Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Giovedì 15 Novembre 2018 10:13

Per non dimenticare le cause del nostro collasso:

https://www.youtube.com/watch?v=2YWZclur630

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Mercoledì 14 Novembre 2018 15:18

Magari!....di questi tempi sarebbe una manna!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Mercoledì 14 Novembre 2018 15:15

Muschio,sei impiegato del catasto?

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Mercoledì 14 Novembre 2018 15:11

In ricordo di Sergio Marchionne.

Non amo e non ho mai amato i padroni, di quasiasi specie fossero.

Ma voglio ricordare Sergio Marchione, poiché è stato italiano nel cuore e credo avesse genuinamente l'Italia nel cuore.

L'italia ormai non produce più una vettura e non è titolare di una sola casa costruttrice automobilistica, ma non è stata certo la volontà di Marchionne, chiamato a salvare la Fiat: non credo avesse altra scelta di quello che ha fatto. Tuttavia, voglio ricordare che quel poco di italianità che poteva preservare, ha cercato di preservarlo.

Che il Signore, unico nostro padrone, ti accolga.


 Last edited by: muschio on Mercoledì 14 Novembre 2018 15:17, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: DOTT JOSE on Mercoledì 14 Novembre 2018 08:45

la ripresa economica, General Electric perde 23 miliardi di dollari in un solo trimestre ha 114 miliardi di debiti, circa 4 volte il capitale azionario ___________________________________________________________________________________________________________________________________ Al momento non abbiamo priorità più alta che ridurre il debito”, ha detto Culp alla CNBC. “Abbiamo molte opportunità per farlo attraverso le vendite di asset”.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Martedì 13 Novembre 2018 20:49

GRILLO è UN PAGLIACCIO!....

 

Grillo: ''Non credete ai cambiamenti climatici, gli alberi abbattuti tutti uguali, sembrano dell'Ikea''. E' polemica: ''Indecente, un pagliaccio''

 

Il presidente della Provincia di Belluno: "Preferisco non commentare. Impegnati a ripartire". De Menech: "Si stima siano caduti 14 milioni di alberi, ci sono ancora centinaia di famiglie sfollate e decine di migliaia di persone senza acqua potabile e senza energia elettrica e un pagliaccio che è anche capo politico del primo partito italiano si permette di prenderci in giro"

 
Di Luca Andreazza - 11 novembre 2018 - 19:25
 
Condividi

TRENTO. "Cambiamenti climatici? Non credeteci. Ho visto le foto del bellunese, alberi caduti tutti uguali, pareva l'Ikea. La verità è che le catastrofi sono il nostro Pil, costruiamo e ricostruiamo", queste le parole di Beppe Grillo dal palco di Jesolo tra ironie e sospetti.

Una battuta, ma del politico o del comico? C'è infatti un problema, Grillo non è più un comico puro, è pur sempre il padre del Movimento 5 stelle e così non si capisce dove inizia la battuta, il complottismo o l'offesa. Un confine sottile. E già si era scottato al Circo Massimo di Roma, quando aveva chiamato in causa autismo e Asperger. Anche in quel caso, tantissime le polemiche (Qui articolo).

Da genovese avrebbe potuto giocare in casa e prendere come esempio il Ponte Morandi. Invece in casa (d'altri) si è buttato su quel bellunese che ancora oggi, come il Trentino, affronta l'emergenza. Province che non hanno praticamente mai dormito e si sono rimboccate le maniche fin da subito per rialzarsi. Ferite sì, ma pronte a ripartire.

"Una battuta che non è commentabile. Lascio ai cittadini valutare queste parole", risponde Roberto Padrinpresidente della Provincia di Belluno, che però tradisce l'amarezza nella voce e aggiunge "Da sindaco di Longarone non posso paragonare l'ondata di maltempo al Vajont: la carica, anche emotiva, di quella disgrazia non penso abbia eguali. Ma questo evento è peggiore dell'alluvione del 1966 per la vastità territoriale". 

La Provincia di Belluno riparte. "La fase emergenziale è conclusa - dice Padrin - anche se permangono alcune situazioni davvero delicate nell'Alto Agrodino, come Rocca Pietore e Taibon Agordino, che in breve tempo è passato da un devastante incendio all'alluvione. Siamo in piena attività per ripristinare tantissime criticità prima dell'inverno: strade, reti di protezione e messa in sicurezza del suolo".

A questo si aggiungono la rete elettrica e acquedottistica. "Serve un ragionamento serio sul futuro. Questo evento - prosegue il presidente - deve essere uno spartiacque. Un'ondata di maltempo eccezionale, ma nel 2018 non è possibile avere problemi di reti elettriche e telefoniche saltate, intere zone isolate senza acqua e luce. Si deve intervenire perché in caso di fattori particolari, queste disagi non possano più capitare".  

Non le manda a dire anche Roger De Menech, deputato bellunese del Pd e già nel comitato del Fondo dei comuni confinanti. "Grillo è semplicemente indecente. Un clown, direbbero gli inglesi - commenta su Facebook - un pagliaccio. Sono arrabbiato e indignato per le prese in giro ai bellunesi arrivate dal capo del Movimento 5 stelle".

Un ondata di maltempo che portato morti, abitazioni e infrastrutture danneggiate, ma anche disastro ambientale e paesaggistico. La conta dei danni in Trentino è di 300 milioni di euro, mentre nel bellunese si parte da un miliardo.

"Solo nel bellunese - conclude De Menech - si stima siano caduti 14 milioni di alberi, ci sono ancora centinaia di famiglie sfollate e decine di migliaia di persone senza acqua potabile e senza energia elettrica e un pagliaccio che è anche capo politico del primo partito italiano si permette di prenderci in giro, di negare i cambiamenti climatici e addirittura di ipotizzare un complotto? Se avesse un minimo di dignità dovrebbe chiedere immediatamente scusa e devolvere alle popolazioni disastrate dal maltempo di questi giorni i milioni che guadagna con i suoi spettacoli in cui si permette di dileggiare chi è stato colpito dal maltempo". 

 

 

 

 

 

 

 

 


 Last edited by: Bullfin on Martedì 13 Novembre 2018 21:04, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Martedì 13 Novembre 2018 15:12

Lode al compagno Tria: uno di noi!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Martedì 13 Novembre 2018 00:03

Anti non svincolare via rispondi a questo grazie

 

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 12 Novembre 2018 23:29

Ieri Torino e' stata invasa da una mandria di ben 40.000 somari.

coi loro ragli fastidiosi reclamavano la TAV, comodo fare i froci col cul degli altri la tav passera' (?) in val di susa, mica sotto p.zza castello?

Quest'opera (si fa per dire) fa il paio col MOSE, decenni di ruberie e soldi sperperati senza NESSUN risultato.

e i 40.000 somari? Quelli fanno il paio con i 40.000  della Fiat che si misero in marcia negli anni 80 e consegnarono l'azienda

nelle mani di Romiti a danno del ben piu' competente Ghidella.

Ai tempi deI social e dell'informazione a getto continuo la storia la fanno i SOMARI.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 12 Novembre 2018 09:11

Posto che probabilmente è tutto studiato a tavolino, non mi sembra una dote trascurabile.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Lunedì 12 Novembre 2018 00:43

Qui Macron dimostra la sua dote innata e unica di sapervi fare con le vegliarde...eheheheh...

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Lunedì 12 Novembre 2018 00:40

 

Qui vi è tutta l'essenza perchè piu' debito e piu' stato non contano un azzo...

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Domenica 11 Novembre 2018 22:48

Ho parlato di ETF per continuità con il discorso degli ETF di Gano.

Ma è ovvio che lo strumento è secondario rispetto alla prospettiva della logica dell'operazione.

Quello che conta è trovare qualcosa che la testa consideri almeno di pari priorità. Tutto il resto sono dettagli.

 

Bull, Anti non avrebbe alcuna responsabilità nella eventuale rovina di Gianlini.

 

 


 Last edited by: gianlini on Domenica 11 Novembre 2018 23:09, edited 3 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 11 Novembre 2018 22:47

Bravissimo Gano, e chi da consigli sciocchi è poi Gian li applica perdendoci è complice anzi è la causa....se ha una coscienza ne pensera' fino alla fine dei suoi giorni per aver mandato in rovina una persona per bene...

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 11 Novembre 2018 22:34

Appunto, uno non è "bravo" in base agli strumenti che usa, ma in base a quanto riesce

 

a) a mantenere i proprio patrimonio

 

b) ad accrescerlo.

 

Quindi non date consigli sciocchi al Gianlini.