Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 23 Dicembre 2018 12:28

Anti, è inutile che ti arrampichi sugli specchi senza competenze,leggi e studia.

 

http://www.rgs.mef.gov.it/_Documenti/VERSIONE-I/Attivit--i/Bilancio_di_previsione/Bilancio_semplificato/Gennaio-2017/LB_2017-19.pdf

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 23 Dicembre 2018 10:49

Oscar!

Non puo' essere come dici tu e te lo dimostro con i conti della serva.

la pressione fiscale italiana e' al 42%, su 1716 miliardi  (PIL 2017)  fanno 720 miliardi di incassi.

Aggiungi 50/60 di deficit, aggiungi altri introiti (i servizi a pagamento) e vedi che copri la spesa

di 850 miliardi, un ragioniere sarebbe molto contento perche' "quadra".

I rimborsi invece vengono coperti con nuove emissioni e, come dice Hobi, movimentano solo

lo stato patrimoniale (che diventa sempre di piu' un colabrodo).

Se i rimborsi fossero pagati attingendo dal gettito fiscale aremmo che in 7 anni il debito

sarebbe estinto per la gioia di quell'alcolizzato di Junker, di Weidmann e quel somaro

di Moscovici.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 23 Dicembre 2018 09:50

Hobi, mi scusi ma qui l'unico ragioniere sono io,gli altri saranno laureati in:psicologia,pedagogia,ingegneria,chimica,economia,ecc.

ma in grado di leggere un bilancio,partita doppia,ecc. meglio di un ragioniere di una volta che abbia svolto la professione,non c'è nessuno.

 

Anti ha scritto che le spese dello stato sono di 850,lasciando intendere che sono la sommatoria di:stipendi,pensioni,ruberie,ecc.

io ho specificato che gli 850 sono così dettagliati: 500 spese correnti,70 interessi,40 spese in conto capitale e 250 di rimborsi.

il totale di 850 è denominato spese complessive.punto

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Domenica 23 Dicembre 2018 01:16

"Gli 850 miliardi di spesa sono comprensivi di interessi e rimborso prestiti"

Traderoscar ,qui ha ragione proprio Anti e senza un ombra di dubbio.

Stiamo parlando di c/economico,vero ?

Quindi bene gli interessi come componente negativo di reddito .

Ma i rimborsi di prestiti non  transitano in conto economico ma sono variazioni di stato patrimoniale.

E se glielo dice il ragioniere capo Hobi ,ci creda !

 

Hobi


 Last edited by: hobi50 on Domenica 23 Dicembre 2018 09:00, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Domenica 23 Dicembre 2018 01:14

"poi trovi gente che risolverebbe il problema licenziando dipendenti dello stato..........magari infermieri,ecc.ecc. "

 

Oscar il problema è proprio questo, che rispetto ai servizi che riceviamo il corpo statale è sproporzionato, ma nessuno si sognerà mai di licenziare i palloni gonfiati, prima si licenzieranno gli infermieri o i barellieri. Oppure se di deve ristrutturare un'azienda dei trasporti prima degli impiegati si licenziano gli autisti. E se devi azzerare le pensioni d'oro? Prima limi le pensioni sociali e poi si vede. Siamo in Italia o no?

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 23 Dicembre 2018 00:59

Anti,tu fai la cresta ai numeri, rimborsi sono 250 circa,interessi circa 70 ed il conto delle spesa complessiva( così si chiama) quadrra.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 23 Dicembre 2018 00:38

Oscar!

I rimborsi son 350 miliardi/anno, come fanno ad essere conteggiati nella spesa pubblica?

Non ti resterebbero nemmeno i soldi per comprare la carta igienica, altro che F35, il ponte

di Messina o la tav.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 23 Dicembre 2018 00:25

"Coma fai ad avere una spesa di 500 quando solo i salari pubblici e le pensioni son

450 miliardi?"

 

Anti, per piacere..... L'inps è un ente autonomo e non puoi elencare nel monte spesa statale la somma delle pensioni erogate,tu devi conteggiare

come spesa il trasferimento che fa lo stato all'inps che è sempre una cifra elevata,ma non raggiunge i 100 miliardi,poi i motivi sono tutti da studiare.

 

"Gli interessi (appena 60 miliarti) fanno parte dela spesa pubblica, me i rimborsi NO."

 

lo so bene che il bilancio dello stato non è materia semplice, ma nel conteggio sono contemplati pure i rimborsi

che vengono pareggiati nella parte entrate con le nuove emissioni.

 


 Last edited by: traderosca on Domenica 23 Dicembre 2018 00:35, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 23 Dicembre 2018 00:01

" Gli 850 miliardi di spesa sono comprensivi di interessi e rimborso prestit "


Oscar! Qui hai preso una gran cantonata, succede.

Gli interessi (appena 60 miliarti) fanno parte dela spesa pubblica, me i rimborsi NO.

Coma fai ad avere una spesa di 500 quando solo i salari pubblici e le pensioni son

450 miliardi?

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Sabato 22 Dicembre 2018 23:52

"Gli assessori si son magnati l'intero paese, i calcoli son presto fatti: la spesa pubblica e'

di 850 miliardi, 450 se ne vanno in salari pubblici e pensioni, sui restanti 400 che riguardano

acquisto di attrezzature e materiali di consumo, consulenze, investimenti etc...

e' ragionevole ipotizzare ruberie e sprechi per almeno il 25/30% che fan 100 miliardi

abbondanti.

Le plafoniere del palazzo della regione Puglia sin state pagate 660 euro cadauna, l'equivalente

cinese costa 30 euro!"

 

Anti, i conti non sono proprio quelli,si rischia di fare confusione e non individuare il problema,poi trovi gente che risolverebbe il problema

licenziando dipendenti dello stato..........magari infermieri,ecc.ecc.

Gli 850 miliardi di spesa sono comprensivi di interessi e rimborso prestiti,quindi per le spese correnti sono 500 miliardi circa.

Siamo sotto alla media europea alcuni paesi come la Francia ad esempio spendono molto di più e pure come numero dipendenti statali

per x numero abitanti .Allora bisognerebbe fare un'alisi per ogni capitolo di spesa per verificare le inefficienze.

Prendi per esempio il welfare che non è tra i più alti d'europa. La francia spende moltissimo in assistenza alla famiglia,figli,disoccupati,minimo garantito,abitazione,ecc

noi spendiamo molto meno,ma li superiamo enormemente nelle pensioni............solo questa voce importantissima genera iniquità sociale con svilippi economici,

ecc.ecc.ecc.ecc.

 

 

 

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Sabato 22 Dicembre 2018 20:31

Oscar!

il casino su tassisti, ncc, uber dipende sempre dagli assessori (questa volta quelli antichi).

l'inghippo sta tutto nel costo della licenza, quando le licenze furono concesse dovevano

essere a costo 0 (zero) e, soprattutto, non trasferibili.

Adesso come fai a metterci mano? Se liberalizzi, di fatto espropri ai tassisti un asset che

vale 200.000 euro e che ha anche un buon mercato.

Gli assessori si son magnati l'intero paese, i calcoli son presto fatti: la spesa pubblica e'

di 850 miliardi, 450 se ne vanno in salari pubblici e pensioni, sui restanti 400 che riguardano

acquisto di attrezzature e materiali di consumo, consulenze, investimenti etc...

e' ragionevole ipotizzare ruberie e sprechi per almeno il 25/30% che fan 100 miliardi

abbondanti.

Le plafoniere del palazzo della regione Puglia sin state pagate 660 euro cadauna, l'equivalente

cinese costa 30 euro!

Insomma, non ne usciamo senza almeno un decennio con la costituzione sospesa (e le pezze al cul).

Gli eventi stanno accelerando, anche io faro' in tempo a vedere lo spettacolo (forse).

 

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Sabato 22 Dicembre 2018 19:16

Gianlini, stralcio sull'abominevole norma NCC, giusto

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Venerdì 21 Dicembre 2018 21:30

Bellissima scena...

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Venerdì 21 Dicembre 2018 02:36

Non vi dico quanto mi ha fatto perdere tempo le conseguenze del decreto dignita', ma va fan culo va...

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Venerdì 21 Dicembre 2018 00:12

la madonna.....