Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 06 Dicembre 2018 08:14

Dopo aver fatto arrestare la figlia del fondatore di Hauwei, ora vogliono fare entrare una nave da guerra nel Mar Nero, forse per forzare lo Stretto di Kerch.

 

U.S. Prepares To Sail Warship Into Black Sea, Citing Kerch Strait Incident

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Giovedì 06 Dicembre 2018 01:57

comunque siamo fottuti....qui non si puo' nemmeno sfiorace una donzella....insomma lunedì scorso ho rischiato il carcere 2 volte....la comunicazione non verbale andata a farsi fottere...oramai ti diranno che per trombare devi stare distante 30 metri dalla donna.....ma rob de mat!!!

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Giovedì 06 Dicembre 2018 01:54

Beh sta volta devo dire che moscio ha risposto per le rime...

 

 

Tornando alla brum brum quando dico 7 anni intendo dire doverla buttare via senza ottenere un euro, in realta' facile che avro' incentivi per elettrico, rottamazione usato, etc...

 

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Giovedì 06 Dicembre 2018 01:25

Quel "somaro squilibrato" è riuscito a diventare Presidente della prima superpotenza mondiale, nel frattempo ha costruito un impero economico e s'è sposato anche una bella gnocca.

Tu, Anti, nel frattempo che hai fatto per dimostrare tutto il tuo acume?

ah! sei diventato scrittore di Cobraf! :))))))

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 06 Dicembre 2018 00:18

Del resto uno che piace tanto a Muschio, Gano, Shera cosa puo' essere se non un somaro squilibrato?

Huawei sta spaccando le ossa a Apple e il trampanaro che fa? Gli arresta il CEO.

Quello crede di aver a che fare con Giusippi.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Giovedì 06 Dicembre 2018 00:09

mi suiciderei...idiota di uno che sono...

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 06 Dicembre 2018 00:09

Gian,

questa trmpanata qui e' bella pesante, la Libia c'entra un cazzzzz.


Huawei CFO arrested in Canada at U.S. request for allegedly breaking Iran sanctions

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Giovedì 06 Dicembre 2018 00:06

Per fortuna che Haftar è venuto a Roma, altrimenti dove avrebbero aperto i futures americani ??(già sotto di più del 1 %!!)

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Mercoledì 05 Dicembre 2018 23:15

Seconda utocisterna in pochi mesi (più un ponte)...

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Mercoledì 05 Dicembre 2018 23:08

ummmm e vabbe' Anti che dirti...si un bellissimo diesel, meno performante un azzo...è il miglior diesel assieme a quelli della galassia VW, ha impronta sportiva :). (è piu' potente dei Bmw, e mica sono mona da spendere tutti quei soldi per prendermi un Bmw quando ho un motore e una linea ancor piu' bella a meta' prezzo o quasi...ahahhah)....

comunque i limiti euro sei dei nox e pm sia i benzina che diesel sono allo stesso tasso di inquinamento. Quindi la Raggi dimostra estrema ignoranza in fatto ambientale. Se lasci andare i benza e togli i diesel euro 6 sei da prima asilo.

No l'ho comprata a forte sconto, buttandola via tra 7-10 anni non ci ho perso niente, se prima allora non ho sta gran convenienza, bada bene comunque che mi consuma come l'utilitaria che avevo prima ma ha il doppio dei cavalli...

Ha una coppia che in salita in montagna sui passi me lascia de stucco :)...ciaoooooo..

 

 


 Last edited by: Bullfin on Mercoledì 05 Dicembre 2018 23:10, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Mercoledì 05 Dicembre 2018 22:49

Bull,

se ti sei comprato il diesel allora sei un somaro, te lo avevo pure spiegato, il motore diesel e' arrivato a fine ciclo.

l'estrema diffusione del diesel in Italia deriva dal fatto che una volta il gasolio costava la meta' dela benzina, adesso

costa poco di meno.

Vero che il motore diesel emette meno CO2, ma fa qualocsa di peggio, emette il PM10 e il PM2,5, microparticelle

che finiscono sull'erba, poi la vacca si magna l'erba e te le ritrovi nel latte e nella carne.

Vero che c'e' il filtro antiparticolato, ma andrebbe cambiato spesso e in pochi lo fanno visto che costa.

Qualcuno addirittura lo toglir, cosa impossibile sulle auto di nuova generazione in quanto c'e' un sensore

che impedisce l'avviamento del motore, ma, anche li', basta un elettrauto anche un po' ncretino e ti neutralizza il sensore.

Insomma, comprarsi il diesel dopo il dielsegate e' una roba da somari, oltretutto l'auto diesel e'  meno performante,

e' piu' pesante, dura di meno e puzza anche.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Mercoledì 05 Dicembre 2018 21:49

L'IDIOZIA GRILLINA! (E NON SOLO)... W IL DIESEL!!!..

 

5 dicembre 2018 - L’Unrae (Associazione delle Case automobilistiche estere) ha analizzato i dati di mercato delle immatricolazioni auto dell’ultimo mese di novembre. Il mercato è in fase di lento recupero dopo l’introduzione del WLTP ma conferma il trend di flessione, segnando un nuovo calo del 6,3% con 146.991 immatricolazioni rispetto alle 156.886 del novembre 2017.

Gli effetti dell’introduzione delle nuove norme di omologazione hanno pesato fortemente, oltre che su settembre, anche sui risultati di ottobre e novembre, archiviando un dato peggiore delle attese. Ciò determinerà una chiusura 2018 in ulteriore ribasso rispetto alle ultime stime di flessione, con 1.910.000 vetture complessivamente immatricolate (-3,1% verso il 2017).

 

Il mercato delle auto con motori diesel che ha segnato a novembre un ulteriore calo (-25,6%). Secondo l’Unrae pesa la criminalizzazione da parte di molte amministrazioni locali: ‘‘Con la stagione autunnale, in assenza di altri provvedimenti più strategici, è tornata di moda la programmazione delle domeniche ecologiche – afferma Michele Crisci, Presidente dell’UNRAE, – e la città di Roma ha vissuto il suo secondo blocco della circolazione che ha coinvolto anche i più moderni diesel Euro 6, mentre ha consentito la libera circolazione in deroga di veicoli con oltre 20 anni di età”.

La riduzione delle vendite di vetture diesel sta incidendo sull’aumento della CO2 e gli ultimi dati di novembre evidenziano come le emissioni medie ponderate di CO2 in Italia siano cresciute del 3,9% raggiungendo i 117,0 g/km. ”L’UNRAE ribadisce il proprio disappunto per un provvedimento che se avesse come finalità primaria l’impatto ambientale in ambito urbano, non interverrebbe con provvedimenti volti a bloccare i diesel di ultima generazione e ciò è dimostrato dall’andamento della CO2 nelle principali città del nostro Paese che da un anno all’altro ha visto incrementi progressivi”.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Mercoledì 05 Dicembre 2018 14:27

Morphy, se il problema del debito pubblico è il dipendente del catasto, allora parliamo di aria fritta!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Mercoledì 05 Dicembre 2018 14:23

Abbiamo finalmente un  Governo, con tutti i limiti ovviamente, ma evidentemente il miglior Governo degli ultimi 25 anni. Un Governo che piano piano fa, cambia le cose, abbatte ville abusive di criminali e, soprattutto, di finissima scienza tattica!

e poi che goduria con questi piddini hihihihihihihi

che goduria leggere i giornali wowowowowowow

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Mercoledì 05 Dicembre 2018 14:14

Un governo (quello attuale) che non fa riforme di spesa drastiche sugli 850 miliardi, si rende assolutamente responsabile dello status quo. E' vero che i francesi sono diversi e scendono più facilmente in piazza, ma è anche vero che da noi sono anni che il M5S ha congelato lo scontento popolare trasformandolo in speranza e congelando di fatto la rivolta. Ora, vedere un esecutivo che forse riuscirà a malapena a non fare l'aumento delle aliquote iva, darebbe dimostrazione di essere uguale a quelli precedenti con in più l'aggettivo: traditore. Dovrebbero cominciare a fare un attimo di conti e vedere da dove sono arrivati realmente i loro voti e cioè non certo dai dipendenti del catasto ne tanto meno dagli insegnanti di scuola o dai pensionati sopra 1500. Come dire, l'angolo di manovra è molto ampio.

 

E' vero che quando sei al governo, sei al governo per tutti gli italiani ma PRIMA DI TUTTO sei al governo per chi ti ha votato, altrimenti sei un traditore...