Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Lunedì 26 Marzo 2018 22:53

Anti, hai provato con l'aloe?

Quando scrivo "...il reddito di cittadinanza manipola il mercato del lavoro..." sto argomentando dal punto di vista del pensiero liberista, poiché dimostravo come una misura del genere è contraria al più elementare pensiero liberista.

PS: ti ho tolto tempo fa la facoltà di arruolarti tra i Comunisti dopo che hai esaltato Prodi. Astieniti d invocare la gloriosa classe: hai esaltato pure Monti, e ho detto tutto. 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Lunedì 26 Marzo 2018 22:46

Di Maio ha già detto, più o meno un migliaio di volte, che lui non da nessun reddito di cittadinanza a chi sta sul divano. Nel dettaglio cos'ha detto De Mita Di Maio? Che chi vuole prendere il reddito di cittadinanza ha due opzioni: fare i corsi di aggiornamento (cioè alimentare i solti carrozzoni) oppure accettare il lavoro che lo Stato ti offre anche che sia a 1000 miglia di distanza dal tuo focolare domestico e il tutto per la modica cifra di 750 euro/mese circa. O mangiare questa minestra o saltare dalla finestra dicevano una volta i signori del vapore. Con la differenza che una volta, forse avevi i sindacati che ti paravano il sedere e che magari tutelavano i tuoi interessi di pezzente, adesso un bel par de palle, tutto viene fatto a regola di legge. In pratica il Reddito di Cittadinanza si è trasformato in un abbassamento legale degli stipendi, adesso siamo a 750, fra 2 anni a 700 e fra due anni ancora a 600. Cioè andremo a parare nel punto che qui sul Cobraf sapevamo già da anni che saremo andati a parare: alle paghe a 600 euro.

Ora bisognerà vedere se questo avverrà mantenendo inalterata la situazione di qualche milione di persone privilegiate legate alla casta (gli statali per intendersi) oppure ci sarà qualche pazzo scatenato di politico che si darà la classica zappata sui piedi tentando di incidere dove il dente duole (cioè far piazza pulita di tutta quella flotta impiegatizia statale che non solo è inutile ma pure dannosa). Ho come il sospetto che questo sporco lavoro lo dovrà fare come al solito il cinico mercato. Come avverrà... chissà chi lo sa...

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 26 Marzo 2018 21:40

Compagno,

ma cosa miiinghia vai dicendo? Il reddito di cittadinanza manipola il mercato del lavoro? Il mercato del lavoro lo manipola la disoccupazione con eserciti di disperati disposti a tutto, te lo sei dimenticato l'esercito di riserva?

Il salario di cittadinanza e' un mirabile strumento di equita', di giustizia, di Comunismo.

Mi spieghi perche' se viene licenziato l'operaio prende 700 eur/mese di disoccupazione mentre se viene licenziato il palloncino gonfiato ne prende 2500/3000? Entrambi hanno lo status di disoccupati, anzi, l'operaio e' sicuramente uno che si fa il cul, il palloncino invece, molto probabilmente, e' un imboscato che non fa un cazzzzz (specialmente nel pubblico).

Ergo, 700 eur/mese ad entrambi e via ai giardinetti (col cagnolino).

Te lo dico sempre, te sei un Compagno con aspirazioni da "acculturato", ergo, sei nemico della Gloriosa Classe (seppure a tua insaputa)

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Lunedì 26 Marzo 2018 19:36

CHI decide quanto è il reddito per me che mai più lavorerò ? (bain dice la metà entro il 2030 ma è ovviamente una cazzata)

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: shera on Lunedì 26 Marzo 2018 19:01

Il reddito di cittadinanza sarebbe una legge dello stato, un diritto come la tessera dell'asl

non devi votare nessuno per fare l'appendicite, in questo senso sarebbe un diritto

poi sicuramente i lavori socialmente utili, anche solo a sistemare le aiuole o tappare i buchi sulle strade sarebbero auspicabili

non è ammissibile che ci siano persone disoccupate quando ci sono lavori da fare per lo stato (manutenzione, sicurezza etc)

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Lunedì 26 Marzo 2018 18:53

Scusa Shera, dove sta scritto che sarebbe un diritto?

Il diritto è al lavoro, per un salario che permetta una vita dignitosa..

Il lavoro rende la vita dignitosa e arricchisce la Nazione.

Il reddito di cittadinanza non arricchisce la Nazione, e relega i cittadini ad assistiti intorno alla soglia di povertà, ed allora sì avremmo una società ancor più classista ed escludente.

Invece, avverto che ai liberisti che se si dichiarassero a favore del reddito di cittadinanza toglierò loro la patente (anche perchè un reddito garantito, per quanto basso, falserebbe il rapporto di domanda ed offerta occupazionale).

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: shera on Lunedì 26 Marzo 2018 17:33

Antitrader il reddito di cittadinanza sarebbe un diritto, e non dovrebbero ringraziare nessuno, è questo il problema non i 30 milardi o forse meno

i vari magheggi delle cooperative agricole o dei giornalisti è invece roba che va ricambiata

.. E torniamo al voto di scambio!

benvenuti in cialtronia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: XTOL on Lunedì 26 Marzo 2018 15:17

per chi ha voglia di inc.zzarsi:

GUARDATE CHE GOVERNA SEMPRE GENTILONI

 

vorrei avvertire che il governo Gentiloni continua a governare. Senza mandato, ma senza il minimo scrupolo, continua  ad insediare piddini nel sottogoverno con capacità di spesa, e ad eseguire gli ordini della UE.

Al CNEL  – ente che Renzi voleva chiudere –  il conte ha nominato 48 nuovi consiglieri: gente ovviamente della sua area, e che resteranno in carica fino al 2022.

All’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni)  ha piazzato, in sostituzione di “cappottino arancio”, il   senatore PD Luigi Manconi. Alto dirigente di Lotta Continua che  Massimo Fini  (che lo conobbe allora) ha definito “squadrista rosso” (spaccava teste e urlava  “Uccidere un fascista non è reato”)  sotto  le sue mani squadristiche ha tutte le capacità di fare dell’UNAR (con denaro pubblico) una polizia per la identificazione e persecuzione giudiziaria di critici dell’immigrazione (“xenofobi”) di  oppositori del totalitarismo  sodomita (“omofobi”), e di punizione di chi viola il politicamente corretto.

E’ stato messo lì “a titolo gratuito” il Manconi, e vorrei  vedere: lui senatore, prende netti 14.500 al mese, ed è sposato con Bianca Berlinguer, l’ottusa funzionaria del PCI, che come direttore di Rai 3 prende 280 mila  l’anno.  In quella “famiglia proletaria” entrano dunque 35 mila euro mensili. Classico esempio di  arrogante plutocrazia oligarchica, della specie più odiosa: gli arricchiti  dal denaro pubblico, i parassiti. Naturalmente sono quel tipo umano che ha dimenticato il celebre ragionamento di Marx sulla coscienza di classe: che se vivi da ricco, finisci per pensare da ricco.  Infatti sono gli esponenti di quei quartieri alti che hanno votato PD, convini che ormai ad essere diventati fascisti sono i disoccupati  e gli operai.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 26 Marzo 2018 15:03

"a bè se lo dice Briatore c'è da crederci........

Gianlini,hai votato Matteo Renzi,altrochè....."

 

Anche secondo me! :)))))

 

Ahahahah!!!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Lunedì 26 Marzo 2018 14:49

Io non capisco questa storia dei fannulloni che prenderebbero il reddito di cittadinanza a sbaffo ....

Eppure siamo il paese che ,di riffa o di raffa ,tollera un'evasione di 130 miliardi di redditi all'anno che corrispondono ad oltre 30 miliardi di imposte non incassate.

Ma non sia mai che tre/quattrocento mila persone prendano 10.000 euro all'anno di reddito di cittadinanza senza averne diritto che costerebbero 3/4 miliardi di Euro !

E' infatti noto a tutti ,che gli evasori fiscali sono dei poveretti che non sanno come sbarcare il lunario ,mentre gli eventuali furbetti del quartierino che si prenderessero  il reddito di cittadinanza senza averne il diritto ,sono dei ricconi che svernano alle Bahamas !

 

Hobi


 Last edited by: hobi50 on Lunedì 26 Marzo 2018 15:32, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Lunedì 26 Marzo 2018 14:33

"Nessuna mente pensante, comunisita o liberista che sia, puo' concepire il redditto di cittadinanza."

 

Muschio,certamente come reddito di cittadinanza ai fannulloni oppure per sovvenzionare il consenso come ora in diverse forme,

un liberalista non l'accetterebbe mai!!!!

"Sarebbe ora di mettere ordine in questa selva selvaggia, oltretutto, non si capisce per quale motivo chi e' fuori dal mondo de lavoro non debba usifruire di nessuna forma di sussidio.

A conti fatti, il salario di cittadinanza non solo non costa niente ma ti avanza anche il resto. Certo che i tuoi amici Bertinotti (l'ereditiero) e Vendola (il canadese) opporrebbero una feroce resistenza a un provvedimento del genere, ma quelli, appunto, fan parte di quelli che "la cultura libresca".

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Lunedì 26 Marzo 2018 14:25

a bè se lo dice Briatore c'è da crederci........

 

Gianlini,hai votato Matteo Renzi,altrochè.....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 26 Marzo 2018 14:11

Che qualcuno pensi che a di Maio o a salvini interessi qualcosa degli italiani è incredibile. Si tratta sempre di capire chi raggiungendo il suo scopo farà meno danni,

Ascoltate un esperto

http://video.corriere.it/flavio-briatore-reddito-cittadinanza-flat-tax-non-hanno-senso/ee0b56d4-306b-11e8-95a5-089b7e9581a1

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 26 Marzo 2018 13:43

Compagno,

lo vedi che la "cultura" ti fa perdere ogni contatto con la realta'?

Il reddito di cittadinanza esiste dagli anni 60 solo che e' sempre stato circoscritto a chi, in qualche modo, faceva finta di avere (o aver avuto)  un'occupazione.

I braccianti dell'epoca lavoravano 3 mesi all'anno e prendevano il sussidio per tutto l''anno, in realta', molto spesso, non lavoravano proprio per niente, si facevano "assumere" dal cuggino coltivatore diretto (ai tempi i contributi da pagare eran poca cosa) e pigliava il sussidio tutto l'anno.

Idem nell'industria, se riuscivi (riesci) a farti assumere poi vai avanti per anni tra cassa integrazione, disoccupazione, mobilita', scivoli, formazione professionale e atre boiate.

Che dire poi del fatto che, in piena legge Fornero, i gruppi editoriali e le banche siano riusciti ad ottenere migliaia di prepensionamenti?

Sarebbe ora di mettere ordine in questa selva selvaggia, oltretutto, non si capisce per quale motivo chi e' fuori dal mondo de lavoro non debba usifruire di nessuna forma di sussidio.

A conti fatti, il salario di cittadinanza non solo non costa niente ma ti avanza anche il resto. Certo che i tuoi amici Bertinotti (l'ereditiero) e Vendola (il canadese) opporrebbero una feroce resistenza a un provvedimento del genere, ma quelli, appunto, fan parte di quelli che "la cultura libresca".

 

 

.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 26 Marzo 2018 13:33

Antitrader> mi paice non solo la vittoria di Grillo ma anche quella di Salvini, almeno parlano chiaro,"

 

Anch'io. I sepolcri imbiancati che abbiamo avuto fin ora mi danno il vomito.

 

 

Muschio> "Nessuna mente pensante, comunisita o liberista che sia, puo' concepire il redditto di cittadinanza."

 

Non sono d'accordo, arriverà un momento in cui non se ne potrà fare a meno e non solo in Italia. Naturalmente va fatto cum grano salis.