Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: alberta on Lunedì 10 Settembre 2018 13:20

Finalmente ce ne siamo accorti che esiste "l'uovo di Colombo" per far scendere spread e rendimenti in Italia.

https://it.finance.yahoo.com/notizie/bond-oggi-puntare-sui-btp-060000925.html.

Basta la leva fiscale.... e tutto cambia !!!!!

Eppure qualche giornalista imbecille  due mesi fa criticava la misura, dicendo che offrendo rendimenti più alti, i tassi reali sarebbero saliti ancora.... 

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/07/01/spread-il-piano-del-sottosegretario-alle-infrastrutture-siri-per-ridurlo-btp-solo-per-gli-italiani-con-rendimenti-piu-alti/4463505/

Qualcuno gli dovrebbe spiegare che le cedole promesse e i rendimenti REALI sono cose diverse.......  ma forse è fiato sprecato....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 10 Settembre 2018 10:57

Erano battute, Gano. Che come tutte le battute ironizzano su un pezzetto di verità.

Il PD che dopo Renzi, mette Martina è un partito che palesemente VUOLE perdere.

PS Oscar, cosa ho detto di qualunquista?


 Last edited by: gianlini on Lunedì 10 Settembre 2018 11:24, edited 3 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Lunedì 10 Settembre 2018 10:56

Bravo Gano per gli interventi sotto,Gianlini qualunquista........

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 10 Settembre 2018 10:40

I media hanno ovviamente un intento sempre di propaganda (che sia a favore oc contro non importa).

Usano il termine populismo perchè attira l'attenzione,i lettori, ecc.ecc. ma non rappresenta il fenomeno compiutamente, perchè in realtà non è affatto "il popolo" l'oggetto dell'interesse dei politici e delle trasformazioni. Il popolo non esiste più. Al centro della scena c'è ormai sempre e  solo il singolo. Il popolo esisteva quando mandavi 1 milione di diciottenni a morire ad Ypres. Ora, per fortuna, tutto questo non è più.

 

 

noi che siamo liberi da questi condizionamenti, possiamo esprimerci in modo più compiuto e corretto. Quindi d'ora in poi io userò solo il termine cristallizzazione o cristallizzazionismo


 Last edited by: gianlini on Lunedì 10 Settembre 2018 10:55, edited 4 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 10 Settembre 2018 10:36

"non lo chiamerei populismo"

 

Non sono io a chiamarlo populismo...

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 10 Settembre 2018 10:29

Non credo affatto che ci sfugga, ma non lo chiamerei populismo, semmai (tentativo di) cristallizzazione, di arresto del processo di liquefazione che era in atto

 


 Last edited by: gianlini on Lunedì 10 Settembre 2018 10:38, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 10 Settembre 2018 10:21

Quello che vi sfugge è che è in corso in Italia e nel mondo un cambiamento (irreversibile) di lunga durata, di cui quelle che vediamo ora sono solo le prime (incerte) mosse. Ma si tratta di un processo a cascata, un cambiamento che intaccherà anche l'Euro e l'Europa, almeno l'Europa come la conosciamo noi. È un'onda lunga e per accorgersene non bisogna limitarsi ai commenti del giorno prima o agli annunci del giorno dopo, ai negozi chiusi la domenica (opzione cui per altro sono contrario), al numero dei rimpatri o a quello che ha detto Tria oggi pomeriggio. È un po' come voler capire un affresco in una cattedrale guardandone solo un centimetro quadrato per volta con la lente d'ingrandimento. Per riuscire a capire un'opera d'arte devi guardarla tutta nel suo insieme. E spesso ti ci vuole tempo.

 

Mi verrebbe da dire che la rivoluzione populista sia un riflesso necessario ed inevitabile dello Zeitgeist, ma non lo dico sennò Gianlini dice che mi fisso con dei termini storici o filosofici. :)))))


 Last edited by: Gano di Maganza on Lunedì 10 Settembre 2018 10:37, edited 6 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 10 Settembre 2018 10:12

Ve lo avevo detto che finiva tutto a "quanto e' bello l'euro" e che bisognava comprare il MIB (nonostante il DAX).

Pero' a 21 e' gia' da rivendere.

Nessun governo puo' avere le palle per andare di proposito verso il default, caso mai a quello

ci si arriva con i governanti appesi all'elicottero.

Adesso tutti a comprare BTP, il prezzo e' buono.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 10 Settembre 2018 10:11

In Italia e nel mondo è in corso una rivoluzione (Trump, Brexit, Orban, risveglio della destra "populista" in Svezia, in Austria e in Germania.... ) e i nostri due rivoluzionari italiani sono ancora giovani e inesperti. Fanno due passi avanti e uno indietro.

 

La rivoluzione non è altro che la sostituzione della vecchia classe dirigente che non è più capace di comandare (e di farsi ubbidire) con una nuova classe che invece ha modi e forme per comandare e farsi ubbidire, modi e forme che soddisfano maggiormente i cittadini. In questo caso specifico si assiste alla sostituzione di una classe politica che ha perso qualunque contatto con il popolo con una classe politica con un rapporto diretto con il popolo. Non a caso si chiamano "populisti" e questa che vediamo in tutto il mondo occidentale è la rivoluzione populista. I nomi non vengono mai dati a caso.

 

È un processo irreversibile e questa rivoluzione darà i suoi frutti nel tempo. E così ritengo una sciocchezza quando Renzi dice che prima di Natale ritornerà al governo, significa che non ha capito nulla, o quando Gianlini scrive "e il PD zitto! così ha perso le elezioni....che furbi!". Il PD ha perso perché è cambiato il momento storico. Avrebbe perso qualsiasi cosa avesse fatto.  Faceva parte di una classe politica completamente staccata dal popolo ( e quindi dalla loro base elettorale), come era staccata la Clinton ieri, come Macron oggi, come il Cameroon europeista del Brexit, così staccato che lui europeista è stato così sprovveduto ad aver chiamato un referendum che gli si è rivolto completamente contro. Ma non sapeva Cameroon cosa ne pensava il popolo del Brexit? Evidentemente no. Non ne aveva idea, lui e il popolo erano due cose diverse. E Renzi non si immaginava di cosa ne pensasse il popolo della sua riforma costituzionale? Evidentemente no. Renzi non aveva idea di cosa pensasse il popolo e il popolo glielo ha fatto capire, nel modo più duro possibile. È una classe politica oramai a livello di Maria Antonietta, s'ils n'ont plus de pain, qu'ils mangent de la brioche. Quelli che restano vanno a sparire e quelli spariti non ritornano.

 

Cosa voglio dire: questa rivoluzione populista è appena cominciata, sono inesperti e ogni due passi avanti ne fanno uno indietro. Ma è una rivoluzione destinata a durare, che darà i suoi frutti nel lungo periodo. Queste sono solo le prove di trasmissione.


 Last edited by: Gano di Maganza on Lunedì 10 Settembre 2018 10:30, edited 2 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 10 Settembre 2018 10:01

Bossi in confronto era davvero uno che aveva poco da perdere.

Però anche lui gli hanno fatto odorare un po' di benessere e si è messo a cuccia.

Ho scoperto di recente che i genitori di Salvini abitano nella stessa zona dove abitava la mamma e la sorella di Berlusconi, è la classica famiglia medioborghese, mentre i Bossi erano probabilmente veramente dei mezzi poveracci

I salvini figli


 Last edited by: gianlini on Lunedì 10 Settembre 2018 10:02, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Lunedì 10 Settembre 2018 09:58


viviamo per la prima volta nella storia un'era in cui la classe degli "intellettuali" è più stupida della gente comune.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Lunedì 10 Settembre 2018 09:55

Ma infatti hai ragione. Come avevi ragione quando hai detto che, alle elezioni, avresti votato prima di tutto per i tuoi interessi. La miglior cosa per un popolo è votare con un occhio di riguardo verso il proprio portafoglio e non certo votare con il cuore o peggio ancora con il cul. Solo votando per i propri interessi (e con questo unico scopo), si elegge una classe politica che lavora con un obiettivo solo: i tuoi interessi.

 

Sono molti anni che non voto più ma la prossima volta se si presenta il Berlusca, alzo il sedere e vado. Forse...

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 10 Settembre 2018 09:27

Morphy, ma sinceramente, se tu fossi un Salvini qualsiasi, che senza nemmeno essersi laureato in storia (!- altro che Delft o Edinburgo!) si sco.pa la Isoardi, guadagna 12.000 euro al mese, gira l'Italia a farsi i selfie sorridente....ma te ne fregherebbe qualcosa di provare a fare davvero la rivoluzione???

Continueresti ad annunciare di farla per poi non fare proprio niente e goderti la vita

I rivoluzionari o non hanno niente da perdere o sono dotati di follia. Salvini è il classico uomo medio che è privo di entrambe le caratteristiche. E Di Maio ancora di più

I rivoluzionari veri prendono il potere con la rivoluzione. Quelli furbi lo fanno, annunciandola....;))


 Last edited by: gianlini on Lunedì 10 Settembre 2018 09:50, edited 4 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Lunedì 10 Settembre 2018 09:17

Eletti dal popolo per la riforma della riforma Fornero, il reddito di cittadinanza e il taglio netto delle tasse alle microimprese, questo governo manda in soffitta le promesse e affronta impavido altri problemi di diverso taglio: i rider, i barconi, una dita di ferro e ora tocca alla chiusura domenicale dei negozi. Sono convinto che al centro della scena arriverà presto, assieme alla decennale lotta alla mafia, pure la lotta alla corruzione e per non farsi mancare nulla, il mitico rilancio del sud e... udite udite, la lotta all'evasione e al lavoro nero. Tommasi di Lampedusa a questi non gli fa nemmeno il solletico.

 

 

E mentre la nuova classe politica si adatta faticosamente ai ristoranti bohèmien della capitale, piccoli commercianti, artigiani e neolaureari dovranno convincersi sempre di più ad espatriare per non soccombere. Alle prossime elezioni la batosta è sicura e violenta: il cavalietre (seppur in carrozzella) stravincerà a mani basse al suono di via tutta l'IMU e tasse al 15% per artigiani e commercianti. Così, di tutti i patti, almeno uno verrà rispettato ed è quello dei due mandati.

 

Per ora la casta può dormire sonni tranquilli...

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 10 Settembre 2018 09:15

Come dicevo anche io...sarebbe bastato fermare 4 barconi che il PD non avrebbe perso le elezioni

13 h13 ore fa

Il paese è normalizzato: tutti a Cernobbio, in giacca e cravatta, a parlare di rispetto dei vincoli, bellezza dell’euro, finanziarie montiane. Alla fine, se si esclude la totale inversione di tendenza imposta da Salvini sull’immigrazione, sembrava quasi più rivoluzionario Renzi