Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Lunedì 26 Giugno 2017 01:02

"Vedi quei dati che hai postato? Son buoni solo per i fessi se non tieni conto che nel 81 l'inflazione era al 20 e nel 94 era scesa di 15 punti."

Ma allora tu sei proprio fesso al quadrato!

Proprio perché l'inflazione dal 1981 è scesa di molto e il debito pubblico invece è aumentato esponenzialmente ti dimostra il disastro del divorzio.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 26 Giugno 2017 00:53

La simpatia e' reciproca e questo e' il motivo principale per cui voglio affrancarti dal recinto dei somari.

Vedi quei dati che hai postato? Son buoni solo per i fessi se non tieni conto che nel 81 l'inflazione era al 20 e nel 94 era scesa di 15 punti.

Il vero motivo che porto' alla crisi di inizi anni 90 fu proprio il rientro dell'inflazione.

I tassi scendevano ma sui titoli vecchi pagavi ancora il 15/20. Sono in giro ancora buoni postali con rendimento facciale del 20% (e le poste han pure tentato di non pagarli).

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Lunedì 26 Giugno 2017 00:37

 

Leggi Bulfin, così poi parliamo di divorzio.

1973
50.911,2
20,77%
25.780,29
28,21%
50,64%
 
1974
64.586,0
26,86%
32.403,78
25,69%
50,17%
 
1975
73.975,5
14,54%
41.899,43
29,30%
56,64%
 
1976
93.078,5
25,82%
52.317,52
24,86%
56,21%
 
1977
113.100,4
21,51%
62.459,56
19,39%
55,22%
 
1978
133.047,8
17,64%
79.091,78
26,63%
59,45%
 
1979
162.758,6
22,33%
94.800,49
19,86%
58,25%
 
1980
203.382,8
24,96%
114.065,98
20,32%
56,08%
 
1981
243.632,4
19,79%
142.427,14
24,86%
58,46%
 
1982
287.552,3
18,03%
181.567,83
27,48%
63,14%
 
1983
334.832,9
16,44%
232.385,48
27,99%
69,40%
 
1984
382.830,7
14,33%
286.744,39
23,39%
74,90%
 
1985
429.648,8
12,23%
347.592,62
21,22%
80,90%
 
1986
475.030,7
10,56%
404.335,88
16,32%
85,12%
 
1987
519.650,6
9,39%
463.083,44
14,53%
89,11%
 
1988
577.455,1
11,12%
524.528,44
13,27%
90,83%
 
1989
634.021,2
9,80%
591.618,70
12,79%
93,31%
 
1990
701.352,0
10,62%
667.847,73
12,88%
95,22%
 
1991
765.806,1
9,19%
755.010,88
13,05%
98,59%
 
1992
805.681,8
5,21%
849.920,48
12,57%
105,49%
 
1993
829.758,1
2,99%
959.713,46
12,92%
115,66%
 
1994
877.708,1
5,78%
1.069.415,10
11,43%
121,84%

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Lunedì 26 Giugno 2017 00:34

Anti, la simpatia che ho per te non mi esime dall'essere onesto: sei solo chiacchere ;)

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 26 Giugno 2017 00:28

Compagno Muschio, sei completamente scollegato dalla realta' e ti sei lasciato risucchiare nel recinto dei cazzari della peggiore specie.

Amara sorpresa per me, sopratutto in considerazione del fatto che eri un Compagno.

Mi sa che te cosa sia la produzione indistriale, come venga fatta e da cosa dipenda non sai una beata mazza, cosa gravissima per un Compagno.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 26 Giugno 2017 00:24

Altra pesante batosta per renzi. Ben gli sta. Il cazzaro e' buono a vincere solo le elezioni farlocche.

Del resto non potrebbe che essre cosi', lo vorrei proprio guardare in faccia un Comunista che vota per renzi.

Renzi alle politiche prendera' il 10/15% che poi erano i volti della margherita.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Lunedì 26 Giugno 2017 00:21

Per chiudere il discorso (da parte mia, che vado a dormire), l'italia in meno 10 anni ha perso il 25% della propria produzione.

Negli ultimi 10 anni non c'è stata un'invasione di cavallette, nessun grande meteorite ha colpito la terra e non si è riaffacciata la peste nera: l'unica cosa che c'è stata è stata una crisi finanziaria, ovvero un problema monetario, ovvero, ancora, creazione eccessiva di moneta endogena attraverso creazione di debito.

Vedete voi adesso dove sta il problema.

Buona notte.


 Last edited by: muschio on Lunedì 26 Giugno 2017 00:25, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Lunedì 26 Giugno 2017 00:04

La moneta è una cambiale. Sempre e comunque (tranne nel gold standard).

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Domenica 25 Giugno 2017 23:52

Ma in un mercato globale la stabilità monetaria è TUTTO. E' questo che non riuscite a capire. Non lo riuscite a capire perchè non avete idea di cosa è la moneta. Non ne capite il senso. A quasi tutte le persone che chiedo cos'è un numero, nessuno sa dare una risposta semplice e corretta. Così è per la moneta. Cos'è la moneta? Ma si... beh... boh... umh...!

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Domenica 25 Giugno 2017 23:49

PIZZAROTTI SIA!!!!!!!!!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Domenica 25 Giugno 2017 23:31

Ovunque: al centro il sabato sera c'è sempre ed ovunque pilu! 

PS: Oscar, il discorso è complesso e seriamente è difficile confrontarsi nella ristrettezza di una chat. Il discorso che fai tu sull'efficienza della spesa è fuori discussione. Nessuno si sogna di dire che scelte politiche sbagliate o sperpero di denaro e corruttele varie possa essere compensato dalla stampa di moneta. Dopodiché, la Fiat se ha bisogno di capitali è costretta a contrarre un debito: lo Stato non ha bisogno di ciò e, soprattutto, qualora volesse finanziarsi attraverso titoli, lo Stato ha la possibilità di indebitarsi esclusivamente con creditori nazionali, quindi senza sottrarre capitali al sistema finanziario nazionale. L'unico limite nella creazione della moneta è il livello di inflazione, ma OGGI SIAMO IN DEFLAZIONE. 


 Last edited by: muschio on Domenica 25 Giugno 2017 23:36, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Domenica 25 Giugno 2017 23:20

Si ma il centro dove?

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Domenica 25 Giugno 2017 23:18

Appena rientrato da giro in centro: un mare di pilu.

L'intelligenza artificiale non arriverà mai a u pilu.

Ed il discorso sull'automazione è chiuso!


 Last edited by: muschio on Domenica 25 Giugno 2017 23:22, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Domenica 25 Giugno 2017 23:11

La debolezza di qualcuno non puo influire su una mente forte e sicura. Pure io ho una vecchia mamma che è un'ultra cattolica. La chiesa è il suo senso della vita e rispetto e ammiro la sua fede. Ma vespa, formigoni... questa gente insomma. Un pò però la mia critica va anche a chi crede in cose strane. Preferisco le persone che dimostrano di voler bene al prossimo con azioni concrete e verificabili

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Domenica 25 Giugno 2017 22:58

Anche io sarei un mangia preti, se non sapessi che c'è chi della religione ne ha bisogno.