Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Domenica 25 Giugno 2017 20:06

Anti, che ti devo dire, la vediamo più o meno all'opposto, ma comunque l'ing sei tu quindi la tua opinione conta più della mia ... 

il softwarista ... https://futurism.com/a-facebook-ai-unexpectedly-created-its-own-unique-language/

l'auto autonoma (a parte che se vai a Singapore ci sali dentro, si chiama nutonomy da quasi un anno) , lo spin-off del MIT ha avuto l'ok e dicono di essere al level 4 (praticamente perfetto, l'ultimo il level 5 non fa incidenti manco se ti butti sotto le ruote) http://www.greencarcongress.com/2017/06/20170623-or.html e a fine anno tesla fa un coast to coast senza toccare il volante

a me pare molto una questione di dati e di velocità di trattamento, i big data crescono in modo mostruoso ogni giorno e tanto per dire per l'auto autnoma nvidia a fine anno tira fuori una gpu da 20 teraflops ... 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 25 Giugno 2017 20:04

Bull, in questo pasticciaccio brutto son riusciti a tirar dentro perfino la BCE. Per fare quello che hanno fatto serviva una dichiarazione di insolvenza da parte della BCE, dichiarazione che e' improvvisamente arrivata smentendo la posizione della BCE stessa. Credo che Draghi avra' qualche problemino con i tedeschi.

A conti fatti abbiamo aumentato il debito pubblico di altri 10 miliardi almeno, ormai si fa tutto a danno delle future generazioni tipo gli iperammortamenti: permetti alle aziende di comprare macchinari praticamente aggratis e i posteri pagheranno in termini di minor gettito e quindi ulteriore aumento di tasse.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 25 Giugno 2017 19:50

Will, l'intelligenza artificiale e', a tutt'oggi, una boiata pazzesca. Ad esempio, l'auto autoguidata non viaggera' mai nelle citta', quelli di AAPL lo han gia' capito e han smesso.

Le macchine autoguidate esistono da oltre mezzo secolo, basta che fai un veicolo che viaggia su rotaie e il gioco e' fatto, il resto e' fuffa, e un modo per riempire un'auto con altre stronzate.

Al momento, l'unica evolozione concreta e' che, con i nuovi componenti elettronici e meccanici e' diventato molto piu' economico costruire un robot che pero' ti fa ancora quello che faceva ai tempi della Fiat di Romiti.

Quanto alle macchine che "imparano", nel momento in cui e' il softwarista a decidere cosa la macchina deve "imparare" e' evidente che siamo ancora molto lontani da qualsiasi forma di intelligenza vera.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 25 Giugno 2017 19:41

Che vuoi che ti dica per le banche venete. Non ho visto i bilanci negli ultimi anni. So quello che dicevano i mass media (quindi fidarsi fino ad un certo punto).

IN Spagna hanno salvato il Banco dandola a Santander ma questa ha dovuto fare un aumento di capitale quindi non indolore. Qui hanno regalato ad Intesa (ripeto da quello che leggo ma bisogna essere molto dentro la materia e lo sono fino ad un certo punto) tutto e messo tutto sulle spalle del contribuente per evitare il bail in dei debiti senior. Ma forse sbagliero', da quello che so avrei fatto bail in. Ma ripeto non ho visto i numeri direttamente ma letto su internet e stampa...

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Domenica 25 Giugno 2017 19:37

la professionalità è un concetto ormai in evaporazione, le macchine non sono più come una volta, oggi imparano

fino al giorno in cui apprenderanno perfettamente i nostri processi mentali l'unica nostra peculiarità per loro problematica è la fantasia

:-)


 Last edited by: lmwillys1 on Domenica 25 Giugno 2017 19:43, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 25 Giugno 2017 19:36

Bullfin perché mischi le mele con le pere? Willys ha posto un problema diverso e differente rispetto a quello di cui stavamo discutendo.

 

Ah ok ho capito.

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Domenica 25 Giugno 2017 19:33

Uno dei motivi del declino dei salari in occidente e' il fatto che le mansioni svolte diventano sempre piu' semplici (e a portata di somaro).

Per quelle mansioni dove ancora e' richiesta professionalita' il salario e' ancora di tutto rispetto.

Nel momento in cui il lavoratore e' sempre meno necessario anche il sindacato perde potere e non puo' piu' contrastare le angherie del padronato.

Non a caso, gli ultimi sindacati che resistono son quelli dei pensionati e del pubblico impiego. In questo caso essendo il dipendente (o il pensionato) ipergarantito allora il sindacato si puo' ancora sbizzarrire con le sue stramberie (i diritti).

Ecco perche' il salario di cittadinanza e' essenziale, sarebbe l'unica tutela vero per la dignita' dell'individuo.

Il costo sarebbe irrisorio perche' andrebbero, di conseguenza, soppressi istituti quali la cassa integrazione, la mobilita', il sussidio di disoccupazione etc.. che son diventati delle vere porcherie e fonti di ruberie gestite a livello politico/sindacale.

Ecco perche' e' difficile fare il salario di cittadinanza, anullerebbe il potere dei sindacati ed eliminerebbe uno strumento per la ricerca del consenso politico.

 

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Domenica 25 Giugno 2017 19:27

il problema redistributivo è oggi inedito e in accelerato peggioramento, non è il lavoratore a creare la ricchezza con l'aiuto di una macchina, è una macchina senza l'aiuto di un lavoratore

 

:-)

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Domenica 25 Giugno 2017 19:21

Bullfin, a proposito di distribuzione della ricchezza (e dei debiti), riassumi in due righe il salvataggio delle due banche venete.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Domenica 25 Giugno 2017 19:18

Bullfin perché mischi le mele con le pere? Willys ha posto un problema diverso e differente rispetto a quello di cui stavamo discutendo.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 25 Giugno 2017 19:15

Quindi il problema è redistributivo...che ci azzecca l'euro, il divorzio, etc....

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: lmwillys1 on Domenica 25 Giugno 2017 19:15

Non esiste mai un problema automazione-occupazione ...

 

 

ah

ok

sei per la storia si ripete ...

rimetto un video carino e semplice che ho messo pochi giorni fa, dagli un'occhiata se hai 10 minuti ... https://www.youtube.com/watch?v=WSKi8HfcxEk

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Domenica 25 Giugno 2017 19:07

"Muschio, scusa, tu che hai letto il libro del Mod hai capito come lui pensa di risolvere la situazione odierna 'automazione-intelligenza artificiale' "

Non esiste mai un problema automazione-occupazione: è sempre e sono un problema di lotta di classe o, detto diversamente, di distribuzione della ricchezza prodotta.

Se non fosse così, con la rivoluzione industriale saremmo diventati tutti disoccupati e più poveri rispetto al XII secolo.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Domenica 25 Giugno 2017 19:00

no, due mesi fa... sono tempi difficili...il mondo va veloce......

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: muschio on Domenica 25 Giugno 2017 18:49

""Con cio' addio mi hai stufato per il basso livello di QI....e interlocutori facili mi stufano :)."

 

.....e pensare che solo una settimana fa mi avresti trovato una persona con alto livello di Q.I.

jejejejejejeje