Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Venerdì 23 Giugno 2017 08:46

Devo dire che sono abbastanza perplesso di fronte all'intervento di Morphy.

Forse è il caldo che abbassa la soglia di tolleranza, ma trovo che quello che ha scritto sia piuttosto indecente. Scusa il termine, ma lo posso definire solo così. Indecente.

Quelle che vanno rispettate sono le Leggi dlelo Stato . Rigorosamente. Ne abbiamo fin troppe, non credo che lascino molti ambiti in cui sbizzarrirsi con la propria fantasia.

Quelle che invece sono tradizioni, usi e costumi radicati, abitudini consolidate, e quant'altro, mi sembra assurdo volerle imporre a chi arriva. Assurdo, e anche poco intelligente.

Può darsi che chi arriva non abbia niente da insegnare, può darsi, ma perchè precludersi a prriori, la possibilità di osservare comportamenti diversi e abitudini diverse? Se i cinesi vogliono lavorare 16 ore al giorno 7 giorni su 7 e creare tanto benessere, perchè devo imporgli di non farlo*?

Voler far rientrare tutti in una medesima categoria è un tentativo di controllo della realtà che pur magari sembrando auspicabile, è solo segno di debolezza ed ottusità.E non lo trovo desiderabile.

 

* abbiamo già escluso, grazie alla consulenza di Gano, che si tratti di concorrenza sleale

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Giovedì 22 Giugno 2017 23:52

Oscar, la questione è molto semplice. Già io ho poca ammirazione per il genere humano "normale", cioè quello che più mi assomiglia. Figuriamoci per quelli che saltano fuori dai deserti o dalla jungla e che vengono da noi al grido di bubù bubù... wifi wifi... cibo cibo... casa casa. Queste cose le abbiamo superate parecchio tempo fa con sudore, fatica e dolori. Le fatiche dei nosrti avi che spesso lavoravano in miniera (si chiama storia).

 

Ristabiliamo un po di equilibrio. Nessuno impedisce ad un povero di migliorare, ma abbassare le ali please...

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Giovedì 22 Giugno 2017 23:15

Morphi,da incorniciare!!!!!!

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Morphy on Giovedì 22 Giugno 2017 21:39

La questione dell'immigrazione, tanto per tornare ai basics. La regola principale, insidacabile, indiscutibile, ferrea è che chi entra in un paese straniero, si adatta alle regole GENERALI del paese. Cosa significa questo? Che tu ospite non ti devi nemmeno sognare di contestare le regole, le usanze, i gusti, e le straberie dei locali. Se la regola dice che alle 19:33 ti devi spiaccicare un uovo crudo sulla testa, tu estraneo alle 19:33 ti spacchi l'uovo in testa. Se gli italiani non dormono di norma sulle panchine di una stazione, tu estraneo non ci dormi. Se gli italiani di norma non si lavano il culo alle fontane pubbliche tu estraneo non te lo lavi. Mi sembrano regole semplici da capire... vero?

 

Quando poi vedi che a un coglione musulmano viene dato il permesso da un coglione locale di costruire una moschea... già qui siamo all'espulsione immediata. Espulsione sia del musulmano sottosviluppato sia l'espulsione o esilio per il locale (detto anche il coglione autoctono). Già ci siamo trascinati il cattolicesimo per secoli e secoli e ora che il popolo pare diventare più "sobrio" ci incameriamo dei semideficienti che pregano un altro coso strano, che si fanno le chiese e stramapante simili. Ora io non sono per i crocefissi in aula (che io toglierei all'istante) ma se li devo tgliere per non offendere un musulmano allora, piuttosto, tappezzo la parete.

 

Detto questo, chi si prende la briga di emigrare per andare in un paese straniero deve mettere in conto che non solo si deve adattare alle regole ma, in un certo qual modo, deve sopportare degli inevitabili minus che lo mettono "duramente" alla prova. Se poi tu superi tutte le "dure" prove che il sistema ti impone, allora ti prendi di diritto tutti i pieni poteri dei fondatori. E a questo punto puoi tranquillamente comandare anche la fauna locale, che a quanto pare si è tra l'altro rammollita e ribecillita non poco...

 

Sarebbe una buona norma, comunque, che ai politici che permettono lo scempio dell'immigrazione, fosse imposto di forza con le armi di tenersi almeno un immigrato in casa propria a dormire magari vicino al letto del proprio figlio. Credo di avere posto le basi per un buon inizio di convivenza. Nessuno nega che ci debbano essere nuovi inquilini, ma che si rispettino queste minime regole base...

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Giovedì 22 Giugno 2017 21:00

Gianlini> Io non ho capito (in realtà ovviamente l'ho capito**) perchè il cartongessista egiziano, il muratore marocchino o il parquettista albanese, Gano non li vuole perchè rubano il lavoro agli italiani*, mentre il ristoratore, il barista o il parrucchiere cinese che rubano anch'essi il lavoro agli italiani, gli piacciono tanto....

 

Perché rubano ai poveri Gianlini. I cinesi invece (generalmente) creano impresa, lavoro e benessere. Guarda negli USA, sono meglio dei bianchi; nell' elettronica, nel software e nel biotech mezzi sono cinesi. Così come i professori universitari. Io non sono razzista, se la gente è in gamba e intelligente mi piace, perché crea benessere, anche se non sono "dei miei".


 Last edited by: Gano di Maganza on Venerdì 23 Giugno 2017 07:48, edited 3 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Bullfin on Giovedì 22 Giugno 2017 20:54

Condivido pienamente le opinioni sulla faccenda banche venete di Oscar, Anti e company...un caro saluto.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Tuco on Giovedì 22 Giugno 2017 13:49

Gian! questa si occupa dalle banche ai fanali delle automobili, ma rob de matt...

 

[Commissioner Margrethe Vestager, in charge of competition policy, said: "The Commission has sanctioned another cartel in the automotive sector. Three lighting producers harmed car and commercial vehicle manufacturers by colluding instead of competing against each other. Today's decision underlines that we do not accept cartels that affect the European market.”]

 

 

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-17-1741_en.htm


 Last edited by: Tuco on Giovedì 22 Giugno 2017 13:55, edited 3 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Giovedì 22 Giugno 2017 12:17

Ovviamente Traderoscar ha completamente ragione.

Quella sarebbe la strada maestra per riaffermare un principio sacrosanto.

Il mercato creditizio è un mercato amministrato e controllato da Banca d'Italia.

Banca d'Italia è responsabile .

E lo stato deve pagare per le omissioni ( o incapacità )di Banca d'Italia.

Ma questo significherebbe chiarire ,anche ai più cretini, che il Governo non solo non fa leggi costituzionali ma non è in grado di difendere la propria moneta ( l'Euro ) dal malaffare.

Invece i colpevoli sembrano solo i banchieri ; no. Governo e Banca d'Italia sono responsabili per il mancato controllo.

Perciò deve essere chiaro che i 10 miliardi che cacceranno fuori non sono ne  loro liberalità ,ne lungimeranza.

SONO IL FRUTTO DELLA LORO INCOMPETENZA O MALAFEDE.

 

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Giovedì 22 Giugno 2017 12:11

Ma questa fantomatica Vestager è dotata di cinturone esplosivo con cariche nucleari, pronta ad immolarsi sulla scalinata di Montecitorio, che secondo te dovrebbe incutere tanto timore?

chissenefrega della Vestager, Hobi?? mi sembra che sia solo tu a preoccuparti della sua esistenza...

tra l'altro è un cognome che potrebbe essere francese, olandese, britannico, tedesco, svedese ...nemmeno come si pronuncia è certo...probabilmente è un ectoplasma etereo.....figurati che paura può fare.,....


 Last edited by: gianlini on Giovedì 22 Giugno 2017 12:14, edited 4 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Giovedì 22 Giugno 2017 12:02

Dal punto di vista di Lor Signori imbroglioni è un successo !

Avevano due strade alternative teoriche .

- Trovare alcuni disperati che cacciassero fuori ,A FONDO PERDUTO,1.25 miliardi in modo tale da ottenere dalla Vestager il permesso di fare la cosidetta "ricapitalizzazione precauzionale" di 6 miliardi con i soldi di pantalone.

Ovviamente non sono riuscire ad offrire a nessuno contropartite che giustificassero l'esborso preventivo richiesto

-Applicare la formula del bail-in che ,come noto, non è politicamente appetibile.

Invece quatti quatti sono riusciti a :

Fare un favore alla banca di sistema ( Intesa ) che sarà un giorno riconoscente (ricordo che proprio Intesa fu la maggiore beneficiaria della privatizzazione di Banca d'Italia )

Spendere , in maniera opaca, 10 miliardi di soldi del contribuente che ,praticamente ,non ha capito un cazzo ( e non si incazza neppure )

Anti, la Vestager non ha mollato e difficilmente quei soldi ,essendo gettati in una procedura di liquidazione , potranno essere considerati investimenti ed andranno nel deficit statale.

 

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Giovedì 22 Giugno 2017 11:53

"Ora che lo stato voglia INTEGRARE con 10 miliardi di soldi pubblici il riparto fallimentare è uno SCANDALO ASSOLUTO."

 

HOBI,senza entrare in tecnicismi inutili.Visco deve essere arrestato,i risparmiatori devono essere rimborsati totalmente,prelevando i soldi

dai sequestri dei beni degli organi di controllo(funzionari della banca d'italia) il rimanente direttamente dalle casse della banca d'italia.punto

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 22 Giugno 2017 11:35

L'aspetto piu' pittoresco della faccenda e' che la liquidazione, piu' o meno coatta, delle due banche viene presentata come salvataggio (salvataggio de che?) e quindi come un grande successo.

In sostanza Intesa subentra (aggratis) nei rapporti ancora buoni che le due ciofeghe hanno in essere con la garanzia di essere lasciata indenne anche da eventuali contenziosi.

E' dall'era craxiana che qualsiasi cosa si faccia e' sempre "un grande successo", e cosi', di successo in successo, il paese e' fallito.

Meno male che Weidmann c'e' (anche se dorme). Visco invece sarebbe bene non ci fosse.

 

 

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Giovedì 22 Giugno 2017 10:56

Penati è solo un Amministratore o ci ha messo soldi  ?

Non lo so.

Per quanto riguarda CDP ,lo ammetto : detesto le banche pubbliche perchè è impossibile difendersi  dal Governo .

Nelle banche private ,al contrario,ti devi difendere dai malandrini e dagli incapaci e si puo ...visto che si possono cacciare.

Soprattutto quando la Banca d'Italia fa la Banca d'Italia .

Invece il sistema bancario è stato terreno altamente minato : crisi economica,governance a puttane ,manager ottenebrati dai bonus,banca d'Italia debole e non all'altezza dei suoi standard passati.

In più ci si è messo Renzi che è uno stupido inesperto e non ha capito cosa aveva davanti.

 

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Giovedì 22 Giugno 2017 10:35

Hobi, se consideri che l'azionista unico e' Atlante vuol dire che anche l'azzeramento delle azioni si spalma (seppure in parte) sul contribuente. Al fondo partecipano anche poste e cdp (oltre a intesa e unicredit che han gia' messo a perdita il loro miliardo).

Io a Penati non lo capisco proprio, non saprei dire se e' un po' somaro o se ha solo recitato il ruolo dell'utile idiota.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Giovedì 22 Giugno 2017 10:27

 "Lo faranno azionisti e obbligazionisti subordinati, ma il grosso - una cifra che potrebbe essere vicina ai 10 miliardi - ce lo dovrà mettere lo Stato. Nessun salvataggio è gratis, ovviamente, e questo lo pagheranno in buona parte i contribuenti."

 

Ho la sensazione che i giornalisti non facciano a fondo il loro dovere,

E cioè spiegare alla gente ,che ha tutto il diritto di non sapere, che cos'è la liquidazione coatta amministrativa per una banca.

E' semplicemente una liquidazione degli attivi per pagare ,verosimilmente proquota ,tutti creditori.

L'unica tutela riguarda i correntisti che hanno la garanzia aggiuntiva del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi sino all'importo di 103.000E.

Tutti gli altri creditori vengono pagati proquota secondo le priorità stabilite dalla L.F.

Ora che lo stato voglia INTEGRARE con 10 miliardi di soldi pubblici il riparto fallimentare è uno SCANDALO ASSOLUTO.

L'Europa non c'entra ...perchè non si altera la concorrenza.

Il ricatto occupazionale pure ,perchè la banca smette di fare la banca in quanto viene liquidata.

La nostra sfortuna è doppia : con le pezze al culo e pure somari.

 

Hobi