Next is Italy, La Prossima è l'Italia

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 20 Marzo 2017 17:06

Per questo mercato non c'è altro da aggiungere...

Ei fu. Siccome immobile,
dato il mortal sospiro,
stette la spoglia immemore
orba di tanto spiro,
così percossa, attonita
la terra al nunzio sta,
muta pensando all'ultima
ora dell'uom fatale
 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Lunedì 20 Marzo 2017 13:39

Anti,aggiungerei chi il G20 non è andato molto bene,sono emersi segnali di protezionismo.......

 

Oscar,i vertici del G20 si chiudono obbligatoriamente con comunicati condivisi.

Quindi non poteva non essere  che  di questo tenore il comunicato finale.

Dobbiamo quindi attendere pazientemente gli sviluppi : il pallino è in mano agli Usa.

Gli altri reagiranno certamente ma le dimensioni ( e quindi l'importanza del contenzioso ) non è dato sapere.

 

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: traderosca on Lunedì 20 Marzo 2017 13:16

"Indici spompi ma non si muove niente e non si puo' scalpare una beata mazza.

I mercati son sostenuti dalle elezioni francesi e, dopo brexit, si sono abituati a festeggiare qualunque sia l'esito per cui i ribassisti rimangono in  stand by.

Oltretutto la Le pen e' di fatto impossibile che vince.

In Germania poi e' ancora peggio, se vince Shultz e' ancora meglio per i mercati, e' piu' europeista della Merkel."

 

Anti,aggiungerei chi il G20 non è andato molto bene,sono emersi segnali di protezionismo.......

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: pana on Lunedì 20 Marzo 2017 11:58

ma dove siete finiti trumpistii!!!!

al tesoro dopo Mnuchin il trampanare ha piazzato UN ALTRO GOLDMAN SACHS

Jim Donovan come numero 2

il grande nemico della finanza, in campagna elettorale ha smer.dato la moglie di cruz perche lavorava in goldman sachs

seee

vergognaaaaa

paisasi i trumpisti e paiasao trump

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 20 Marzo 2017 11:51

Indici spompi ma non si muove niente e non si puo' scalpare una beata mazza.

I mercati son sostenuti dalle elezioni francesi e, dopo brexit, si sono abituati a festeggiare qualunque sia l'esito per cui i ribassisti rimangono in  stand by.

Oltretutto la Le pen e' di fatto impossibile che vince.

In Germania poi e' ancora peggio, se vince Shultz e' ancora meglio per i mercati, e' piu' europeista della Merkel.

A conti fatti, a parte l'economia che fa comunque schifo, l'unica mina vagante che potra' terremotare i mercati e' proprio il Trampone.

Ciao ragazzi!

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Lunedì 20 Marzo 2017 11:45

Sono totalmente daccordo con Anti.

Qualcuno ( un po somaro ) pensa che sia un problema contabile .

Non lo è !

Non è la stessa cosa avere una nazione con 2 trilioni di liquidità in più  invece che che lo stesso importo STERILIZZATO in titoli.

I comportamenti indotti da questa situazione sono destabilizzanti.

Puoi metterti a comprare bilocali,puoi voler investire sull'estero,puoi metterti a spendere.

Alla fine ti renderesti conto che la tua ricchezza è totalmente FASULLA.

 

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Lunedì 20 Marzo 2017 11:36

Anti,Bernanke ha stabilito un pericoloso procedente con il salvataggio del 2008.

La manovra monetaria ( senza spingersi ai tassi negativi comunque sempre disponibili ) è li per essere replicata soprattutto se ora riescono a fare un po di rialzi dei tassi.

E poi c'è la manovra fiscale ( il debito Usa pubblico è " solo" il 100% del PIL ).

Le uninted consequences di queste manovre sono molto in la nel tempo .

Unico aspetto da non dimenticare è che delle tre grandezze TASSI,DEFICIT,INFLAZIONE se ne possono controllare contemporaneamente solo due.

L'altra è la risultante delle prime due.

Comunque un governo irresponsabile negli Usa ha molti anni davanti a se soprattutto se il Congresso è dalla parte del Presidente.

 

Hobi

 


 Last edited by: hobi50 on Lunedì 20 Marzo 2017 11:59, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 20 Marzo 2017 11:19

Gian, e' il solito vecchio equivoco, il debito in mano a bankitalia e' debito oppure no? Certo che e' debito e paga anche interessi che pero', in gran parte, vengono restituiti allo stato.

In teoria la banca centrale potrebbe comprare i 2200 miliardi di debito, ma sarebbe la piu' grande tosata di pecore della storia, in buona sostanza hai comprato i BTP con soldi buoni e te li rimborsano con soldi piu' o meno falsi.

In ogni caso la naturale evoluzione della situazione italiana potra' essere proprio quellta: un immenso falo' della ricchezza finanziaria a suon di stamperia. In tal senso puoi anche aver ragione ad esserti convertito ai bilocali, ma anche li', un crollo generalizzato per almeno 10 anni lo devi mettere in conto (la gente avra' il problema di far la spesa non certo quello di comprare i bilocali), e sul lungo periodo siamo tutti morti.

 

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: gianlini on Lunedì 20 Marzo 2017 11:04

Gli esperti di economia non riescono nemmeno a mettersi d'accordo sui dati fondamentali:

'sto debito pubblico, aumenta o diminuisce???

Non lo leggi sui giornali, ma il Debito Pubblico italiano sta riducendosi ogni mese, perchè Bankitalia e BCE lo...

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 20 Marzo 2017 10:34

Dopo che si sono attaccato al Trump per 4 mesi i mercati sono spompissimi e adesso si attaccano al Tram.

Adios alle buffonate del trampanaro, se pensa che quelli di GS di cui si e' circondato gli fanno fare stronzate quali un taglio sconsiderato (e senza copertura) delle tasse sta proprio fresco. Intanto il congresso dovra' approvare l'ulteriore sfondamento dei conti pubblici.

Ciao ragazzi!

 

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 20 Marzo 2017 10:06

Hobi, io che sono Comunista non lo dovrei dire ma il popolo e' sempre piu' na' munnezza. Tra le altre cose i sindacati non servono piu' a una beata mazza, quando avevano un certo potere era solo perche' quel potere  gli derivava dalla insostituibilita' della Gloriosa Classe (mica era facile trovare uno che sapeva verniciare?).

Il lavoro e' una merce ed e' soggetta al mercato come tutte le merci. I somari credono che la globalizzazione l'hanno fatta 4 banchieri luciferini, in realta' e' la normale evoluzione del capitalismo che va a cercarsi la merce lavoro dove piu' gli aggrada (e non sara' certo quel trombone del trampanaro a fermarla).

Intanto ecco la fine che fanno quelli che hanno l'ardire di voler vivere di "cultura": pulire i cessi! (glielo dicevo in tempi non sospetti).


 

“L’accoglienza ai turisti? Pulire i bagni dell’hotel”
Alternanza Scuola-lavoro, abusi anche al Nord

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 20 Marzo 2017 09:53

Studiate la storia. Non è un caso che in Italia dicessero "Franza o Spagna purché se magna". Gli stessi ora vorrebbero Weidmann o la Merkel oppure Grillo o di Pietro. Il processo culturale è identico. Si sa che da mondo è mondo in Italia è così, sono situazioni immodificabili a meno di grossi cambiamenti che almeno per ora non si vedono all' orizzonte (guerre, rivoluzioni...). Ora facciamola finita. Se fossi in voi penserei al business che è meglio (e in certi casi me ne preoccuperei anche).


 Last edited by: Gano di Maganza on Lunedì 20 Marzo 2017 10:02, edited 3 times in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: hobi50 on Lunedì 20 Marzo 2017 09:49

La differenza tra il popolo italiano e quello inglese.

Il PM di entrambi i paesi hanno lanciato un refrendum .

Entrambi i PM avevano promesso che avrebbero lasciato la politica se avessero perso.

L'hanno perso tutti e due.

Cameron è SCOMPARSO da mesi dalle pagine dei giornali.

Renzi ...beh lo sapete anche voi .

Come mai ?

Ha ragione Anti .

Il popolo è na munnezza ...ma in Italia lo è di più.

 

Hobi

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: Gano di Maganza on Lunedì 20 Marzo 2017 09:48

Ragazzi, non perdete tempo con queste bischerate. E' dal 1948 che si va avanti così e voi ripetete sempre le stesse cose.

 

Berlusconi, Di Maio, Salvini, Renzi, Meloni, Vendola, Prodi, Di Pietro....

 

Basta. Non se ne può più.

 

Fra l' altro con il proporzionale il prossimo governo nemmeno ci sarà.   Preoccupatevi dei vostri contratti, piuttosto.


 Last edited by: Gano di Maganza on Lunedì 20 Marzo 2017 09:49, edited 1 time in total.

Re: Next is Italy, La Prossima è l'Italia  

  By: antitrader on Lunedì 20 Marzo 2017 09:26

Hobi, il voto su Minzolini fa il paio con quello sulla nipote di Mubarak e l'italica fauna e' talmente assuefatta che queste malefatte le scivolano addosso senza lasciare traccia.

I malfattori invece ragliano scomposti quando Di Maio gli fa notare che, a furia di atti eversivi, si puo' arrivare ai forconi.

Vero che il prox governo sara' un berlusconi/renzi, ma non vorrei essere nei loro panni. Ai tempi Draghi dovra' dismettere la stamperia (prezzi alla produzione tedeschi +3,1%/anno) e dureranno molto poco sostituiti da un nuovo "governo Monti" che dovra' raccogliere i cocci (e tirar legnate al popolo bue).