Ologrammi di vita reale

Re: Ologrammi di vita reale  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 20 Novembre 2020 13:30

"Ho letto l'articolo postato da Hobi e non ci trovo scritto nulla di particolarmente intelligente..."

 

Nemmeno io. Per altro è un articolo che gira su tutti i siti e i forum internet, e mi ero meravigliato di non averlo ancora visto qui. Poi, <ZAC!> ed ecco che sbuca Hobi... ;-)

Re: Ologrammi di vita reale  

  By: gianlini on Venerdì 20 Novembre 2020 07:03

Eccone un altro....

 

Dubai: morto Vince Reffet, il “jetman” volante francese

Re: Ologrammi di vita reale  

  By: Morphy on Martedì 17 Novembre 2020 13:51

Ho letto l'articolo postato da Hobi e non ci trovo scritto nulla di particolarmente intelligente se non che le persone non sanno più parlare perchè ovviamente "non leggono più", con tutte le conseguenze del caso. Mi sembra la scoperta dell'acqua calda.

 

Il degrado culturale della popolazione occidentale è causato 1) da un disfacimento della famiglia tradizionale 2) dal degrado stesso della scuola di Stato.

 

Con il disfacimento della famiglia, conseguenza del nostro modello economico, i ragazzi hanno perso l'unica educazione che conta e che è quella che viene tramandata tra le generazioni, dai genitori ai figli (stando in famiglia appunto). I genitori sono stati esclusi forzosamente dal processo educativo della prole.

 

Il degrado della scuola invece è sotto gli occhi di tutti ma quasi nessuno ne capisce le cause anche se sono li davanti, tutte da vedere. Si studia TROPPO e MALE (non ci sarebbe altro da dire). Bisognerebbe tornare al trivio, matematica, italiano (lingue) e retorica (reintroduzione delle lingue antiche) per poter approfondire gli argomenti studiati, che in questo caso sono fondamentali. E questo almeno fino alla terza media. Bisogna approfondire quello che si studia sin dalla giovane età. Il miglior modello scolastico del mondo è quello finlandese che adotta proprio la linea guida da me illustrata: 3 materie, assenza di voti, assenza di verifiche.

 

I nostri studenti dedicano 7 ore della loro giornata alla scuola di Stato: non sono abbastanza? Eppure i nostri ragazzi rimangono delle zucche vuote. Di chi sarà mai la colpa? Degli studenti? Dei genitori forse (che sono esclusi dal processo)? Delle stelle, dei passeri sul ramo o delle stagioni che non sono più quelle di una volta?

 

E mi sembra che la critica allo sviluppo tecnologico, sia da evitare...

 

- Per un oscuro motivo il piteco italico ha il cattivo difetto di sopravvalutarsi, infatti sostiene spesso che "la mamma degli stupidi è sempre incinta"...

 


 Last edited by: Morphy on Martedì 17 Novembre 2020 13:55, edited 3 times in total.

Re: Ologrammi di vita reale  

  By: Gano di Maganza on Martedì 17 Novembre 2020 12:11

Ovvio Tuco. E le élites intellettuali fanno meno figli.

 

Il greco di Atene, quello di Platone e della tragedia è già diverso dal greco massificato della κοινή pur essendo formalmente la stessa lingua.

 

Per quello consigliavo (anche ad ad Hobi) prima di postare quello che scrivono gli altri di capirlo e di analizzarlo criticamente.

 

 

βάρβαραι ψυχαί in Eracito. Erano dei geni.


 Last edited by: Gano di Maganza on Martedì 17 Novembre 2020 12:27, edited 2 times in total.

Re: Ologrammi di vita reale  

  By: Tuco on Martedì 17 Novembre 2020 12:07

Per dire: la Cina ha un capitale umano tale che, in pochi mesi può tirare fuori dalle campagne una manodopera, dei cervelli, con un hardware tale, che 

può tirare su le fabbriche ed i prodotti che vuole.

In Africa... sapete farmi il nome di qualche fabbrica conosciuta (o sconosciuta)?


 Last edited by: Tuco on Martedì 17 Novembre 2020 12:08, edited 1 time in total.

Re: Ologrammi di vita reale  

  By: Tuco on Martedì 17 Novembre 2020 12:01

Il Q.I. nei paesi sviluppati diminuisce prevalentemente a causa dell'immigrazione.

Fra gli immigrati i gran cervelli sono la

stra-grande minoranza, pure in un paese attrattivo per i cervelli come gli US.

Gli umani non son tutti uguali, bisogna farsene una ragione.


 Last edited by: Tuco on Martedì 17 Novembre 2020 12:01, edited 1 time in total.

Re: Ologrammi di vita reale  

  By: Gano di Maganza on Martedì 17 Novembre 2020 11:56

L'articolo postato da Hobi gira in tutti i siti internet, mi ero meravigliato che non venisse postato anche qui.

 

Ma il discorso è differente, la semplificazione del linguaggio è una conseguenza e non la causa dell'impoverimento intellettuale. Ora non ho tempo per elaborare, ma siamo passati da lingue d'élite, estremamente complesse, parlate da intellettuali, da caste e comunque da piccole porzioni della popolazione con QI evidentemente emergenti rispetto alla popolazione in generale, che si sono poi semplificate con la loro massificazione. Così siamo passati dal sanscrito dei Rig-Veda, al greco classico, al greco della koinè, al latino, alle lingue europee moderne, all'inglese internazionale fino al linguaggio degli emoji.

 

Erano lingue di élite. Atene oltre all'élite ateniese c'erano decine di migliaia di schiavi e tutti gli altri, tutti quelli al di fuori di questa élite intellettuale, incapaci di parlare il greco erano οἱ βάρβαροι, "i balbuzienti" (non ho messo l'articolo perché ho la tastiera cirillica e non so come fare gli spiriti), cioè quelli "incapaci di parlare coerentemente" (un po' come Antitrader che non sa mettere due parole in croce per fare un ragionamento che non traballi ;-)

 

I QI diminuiranno ancora. Come scrivevo prima cercare di non postare pensieri altrui senza prima cercare di elaborati criticamente. È una buona abitutide. 


 Last edited by: Gano di Maganza on Martedì 17 Novembre 2020 12:05, edited 5 times in total.

Re: Ologrammi di vita reale  

  By: hobi50 on Martedì 17 Novembre 2020 11:52

io no ...me l'ha mandato un'amica ed io l'ho mandato alla superstar dei miei amici ...a real wonderfull mind ...

Adesso sta facendo il giro tra teste pensanti in mezzo mondo.

 

 

Viva  HK

Re: Ologrammi di vita reale  

  By: XTOL on Martedì 17 Novembre 2020 11:22

eheh, io lo so dove l'ha letto...

Re: Ologrammi di vita reale  

  By: hobi50 on Martedì 17 Novembre 2020 11:09

Mi è oggi capitato di leggere quanto riporto sotto .

Al contrario gli ologrammi del forum che ben rispecchiano la realtà odierna sono : foto,filmati ,tweet ,vignette ,battute  e ...quasi peggio,non meglio, realtà fattuali.

 

"

Il Quoziente d’Intelligenza (QI) medio della popolazione mondiale è in
continuo aumento (effetto Flynn). Questo almeno dal secondo dopoguerra fino
alla fine degli anni ’90. Da allora il QI è invece in diminuzione…È
l’inversione dell’Effetto Flynn. La tesi è ancora discussa e molti studi sono
in corso da anni senza riuscire a placare il dibattito. Sembra che il livello
d’intelligenza misurato dai test diminuisca nei Paesi più sviluppati. Molte
possono essere le cause di questo fenomeno. Una di queste potrebbe essere
l’impoverimento del linguaggio. Diversi studi dimostrano infatti la
diminuzione della conoscenza lessicale e l’impoverimento della lingua: non si
tratta solo della riduzione del vocabolario utilizzato, ma anche delle
sottigliezze linguistiche che permettono di elaborare e formulare un pensiero
complesso. La graduale scomparsa dei tempi (congiuntivo, imperfetto, forme
composte del futuro, participio passato) dà luogo a un pensiero quasi sempre
al presente, limitato al momento: incapace di proiezioni nel tempo. La
semplificazione dei tutorial, la scomparsa delle maiuscole e della
punteggiatura sono esempi di “colpi mortali” alla precisione e alla varietà
dell’espressione. Solo un esempio: eliminare la parola “signorina” (ormai
desueta) non vuol dire solo rinunciare all’estetica di una parola, ma anche
promuovere involontariamente l’idea che tra una bambina e una donna non ci
siano fasi intermedie. Meno parole e meno verbi coniugati implicano meno
capacità di esprimere le emozioni e meno possibilità di elaborare un
pensiero. Gli studi hanno dimostrato come parte della violenza nella sfera
pubblica e privata derivi direttamente dall’incapacità di descrivere le
proprie emozioni attraverso le parole. Senza parole per costruire un
ragionamento, il pensiero complesso è reso impossibile. Più povero è il
linguaggio, più il pensiero scompare. La storia è ricca di esempi e molti
libri (Georges Orwell – 1984; Ray Bradbury – Fahrenheit 451) hanno raccontato
come tutti i regimi totalitari hanno sempre ostacolato il pensiero,
attraverso una riduzione del numero e del senso delle parole. Se non esistono
pensieri, non esistono pensieri critici. E non c’è pensiero senza parole.
Come si può costruire un pensiero ipotetico-deduttivo senza il condizionale?
Come si può prendere in considerazione il futuro senza una coniugazione al
futuro? Come è possibile catturare una temporalità, una successione di
elementi nel tempo, siano essi passati o futuri, e la loro durata relativa,
senza una lingua che distingue tra ciò che avrebbe potuto essere, ciò che è
stato, ciò che è, ciò che potrebbe essere, e ciò che sarà dopo che ciò che
sarebbe potuto accadere, è realmente accaduto? Cari genitori e insegnanti:
facciamo parlare, leggere e scrivere i nostri figli, i nostri studenti.
Insegnare e praticare la lingua nelle sue forme più diverse. Anche se sembra
complicata. Soprattutto se è complicata. Perché in questo sforzo c’è la
libertà. Coloro che affermano la necessità di semplificare l’ortografia,
scontare la lingua dei suoi “difetti”, abolire i generi, i tempi, le
sfumature, tutto ciò che crea complessità, sono i veri artefici
dell’impoverimento della mente umana. Non c’è libertà senza necessità. Non
c’è bellezza senza il pensiero della bellezza.
(Fonte Christophe Clavé)  "
 
Viva  HK
 

Re: Ologrammi di vita reale  

  By: shera on Venerdì 16 Ottobre 2020 22:57

Hinter Biden... aspettiamo che esce la zampata finale

ovviamente censura indegna dei media di tutto il mondo, blocco del retweet su twitter etc etc etc

 lo zampino di Q-Anon... sarà devastante

"I primi centomila sms avranno 1.500 euro a testa, in più ci sono 50 milioni all’anno per una lotteria con estrazioni periodiche" Conte ad un comizio elettorale

Re: Ologrammi di vita reale  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 16 Ottobre 2020 13:32

Lo avevo detto: gli stessi che menzionavano le fonti anonime per dire che "Trump sta male e ha bisogno di ossigeno" saranno gli stessi che diranno che "forse non ha avuto nulla". Conosco i miei polli.


 Last edited by: Gano di Maganza on Venerdì 16 Ottobre 2020 13:34, edited 1 time in total.

Re: Ologrammi di vita reale  

  By: hobi50 on Venerdì 16 Ottobre 2020 09:30

Forse l'aveva il covid ...forse ...

Il fatto che l'abbia detto Trump ...non significa nulla.

Il fatto che la sua amministrazione abbia potuto costruire una fake news come quella delle armi di distruzioni di massa ...è una possibilità.

Forse era anche malato per davvero ...forse.

Forse è guarito perchè la medicina sperimentale era molto buona ...forse .

O forse è guarito perchè lui è forte ...forse.

Troppi forse ...

Unica certezza è che Trump è il male assoluto ed un pericolo per il mondo intero.

 

Viva  HK

 

 

Re: Ologrammi di vita reale  

  By: Gano di Maganza on Venerdì 16 Ottobre 2020 08:24

Ma come? Ma non aveva l'influenza?

 

A me quando prende l'influenza sto una settimana a letto. Ma lui?

 


 Last edited by: Gano di Maganza on Venerdì 16 Ottobre 2020 08:26, edited 2 times in total.