Le cause del collasso dell’economia USA

 

  By: warren1979 on Domenica 05 Maggio 2013 14:08

mi rivolgo al moderatore e a tutti quelli sul forum, negli ultimi giorni con le borse americane su nuovi massimi storici, molti si stanno interrogando se non sia imminente un crollo come in passato, leggo i post di giovanni zibordi e mi vien da pensare !!! penso e non nascondo che qualche perplessita' mi si crea nella testa, ci tengo a precisare che io sono per natura un rialzista sfegatato in quanto credo che scommettere su di un ribasso non crei niente di buono, i miei ideali si basano sul duro lavoro, il tempo e la tenacia, questi tre fattori sono per me una ragione di vita ! ho 34 anni, ho iniziato quando avevo 14 anni a seguire la borsa, a 18 ho fatto le mie prime operazioni, a 25 ho imparato che le tre cose elencate sopra sono come dei comandamenti da seguire x avere dei guadagni ! oggi continuo a seguire la borsa e tutto quello che potro' imparare ne faro' tesoro per il futuro, se ci sara' un fututo !!!!! detto questo, leggo questi articoli del professor zibordi che segue altri articoli e li posta commentandoli qui su cobraf e gli dico : mr. zibordi, lei cita sempre gli articoli di grandi personaggi,economisti,gestori ecc-ecc e li commenta dando convinzione che tali scenari si materializzaranno, ma e' convinto che tali scenari si materializzeranno perche' questi esperti lo dicono e lei si autoconvince che sara' cosi ? oppure lei era gia' convinto di quello che poi questi grandi esperti scrivono e usa l' articoli scritti da questi per supportare la sua tesi ? perche' nel mio piccolo, non condivido per niente questi articoli che vengono scritti e postati da lei,semplicemente perche' io ascolto solo il mio istinto e non credo al rincorrere le tesi degli altri. oggi piu' che mai se prendiamo 100 persone che trattano la borsa se gli si chiede come la vedono sono convintissimo che 80 su 100 direbbero che siamo vicini alla catastrofe !!! be' nella storia quello che e' accaduto non e' mai stato facile da prevedere, e solo in pochi ci hanno visto giusto proprio perche' e' in questi momenti che piu' lo scnario e' difficile da credere, e piu' diventa alta la probabilita' che si materializzi questo scenario. e' facile credere a tutto quello che si legge, e' facile farsi assuefare da tutto quello che le televisioni i media ci sparano tutti i snati giorni nella testa, ed e' facile farsi trarre in inganno dal seguire il gregge di pecore che siamo diventati ormai per mezzo di tutta questa informazione. e' molto difficile invecie credere nel proprio istinto ! si l' istinto e' un dono che nostro signiore ci ha fatto ed e' l' unica cosa che ti puo' portare a vedere lo scenario limpido e' chiaro senza offuscamenti, e' un dono che tutti abbiamo, ma che pochi sanno usare, perche' per usarlo devi smettere di vedere con gli occhi, devi smettere di fare quel che fai per correre nel gregge, e devi usare l' istinto da solo ! in questo modo lui ti guidera' nella giusta direzione. nel mio piccolo, non so' se ci sara' un crollo come in molti scrivono !!! ma so' che il mondo andra' avanti, questo mi dice l' istinto, e so' che tempo,tenacia e duro lavoro mi metteranno in condizione di superare ogni ostacolo qualsiasi scenario si materializzi !!! personalmente vedo nei prossimi anni, parlo di 7-10 anni futuri un nuovo inizio, una nuova era, un nuovo bull market secolare, lo sento dentro ! il mio istinto mi dice questo ! buona giornata a tutti.

 

  By: Titti on Venerdì 03 Maggio 2013 19:08

Col DJ sopra 15000, il titolo di questo thread diventa irresistibilmente ironico

 

  By: Moderatore on Venerdì 03 Maggio 2013 18:11

i dati di occupazione sia di ieri (sussidi di disoccupazione calati di 25mila) che di oggi (dati mensili a 165mila posti di lavoro con un ulteriore aggiunta di circa 150mila di revisioni in alto dei dati due mesi precedenti) sono usciti migliori del previsto Però stranamente le ore lavorate sono calate leggermente cosa che contraddice appunto aumenti di occupazione, i compensi medi orari sono fermi al 1.9% anno su anno per cui diciamo non migliorano e soprattutto gli uomini hanno in realtà perso posti di lavoro. Incredibile ma vero gli uomini hanno perso 90mila posti di lavoro e le donne ne hanno guadagnati 300mila e rotti. Non solo, ma sia le donne che gli uomini tra 25 e 55 anni hanno perso posti di lavoro e tutto l'incremento era concentrato negli "anziani" sopra i 55 anni e nei giovano sotto 25 anni. Queste anomalie si spiegano con il fatto che i posti di lavoro sono calati nei settori miniere, costruzioni, industria e informatica.

 

  By: Roberto964 on Venerdì 05 Aprile 2013 21:57

La sempre presente (oltre che brava) Debora Billi dedica un bel servizio tratto dal Washington Post sui NUOVI mutui subprime, questa volta garantiti dallo Stato ...a volte ritornano......possibile che la Storia non insegni mai nulla? Eppure è passato pochissimo tempo da quell'immane catastrofe che è stata una delle cause della crisi attuale. <L'amministrazione Obama spinge le banche a concedere mutui anche alle persone con poca affidabilità creditizia.> <Si sta anche pressando il Dipartimento della Giustizia perché fornisca assicurazioni alle banche, diventate molto caute, che non dovranno affrontare problemi legali o finanziari se concederanno mutui ai clienti a rischio che oggi corrispondono agli standard ma che un domani andranno in bancarotta.> <...per far riprendere il mercato immobiliare le banche devono ricominciare a concedere mutui a porci e cani. Con la differenza che, se stavolta va di nuovo tutto a gambe all'aria, lo Stato tampona coi soldi pubblici e le banche la passano liscia.> http://crisis.blogosfere.it/2013/04/usa-mutui-subprime-a-volte-ritornano.html

 

  By: fultra on Giovedì 07 Marzo 2013 14:57

Guardare la velocità della moneta oggi e compararla con quella passata ,è un'idiozia. Chi lo fa è stato informato di quello che hanno messo in piedi le banche centrali ? ___________________________________________ Se faccio il rapporto tra PIL mondiale del 1930 o 1950 o 1980 e la moneta circolante allora e lo confronto con i dati odierni probabilmente una correlazione deve esistere se il sistema funzionasse . Se poi le banche centrali hanno messo in circolo ufficialmente una marea di moneta ma non la si vede in giro , è come averla ibernata. Ma certo il professori bancari qui non risponderanno perchè loro cac-ano solo oro.

 

  By: terminator on Giovedì 07 Marzo 2013 14:31

L'elezione di Obama è stata il certificato del prossimo default americano INEVITABILE dove i grossi squali faranno lauti guadagni ancora una volta e lo butteranno nell'oceano http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/07/usa-con-obama-corporation-piu-ricche-ma-stipendi-dei-dipendenti-calano/519134/

 

  By: hobi50 on Giovedì 07 Marzo 2013 10:26

Guardare la velocità della moneta oggi e compararla con quella passata ,è un'idiozia. Chi lo fa è stato informato di quello che hanno messo in piedi le banche centrali ? Hobi

 

  By: Moderatore on Giovedì 07 Marzo 2013 00:29

La ripresa in America ? (dalla presentazione di ECRI di ieri). La sostanza ^se la leggi#http://ecri-prod.s3.amazonaws.com/downloads/ECRI_1303_US_Business_Cycle.pdf^ tutta è che anche gli USA stanno entrando in recessione

 

  By: pana on Lunedì 11 Luglio 2011 11:16

interessanto l 80 per cento delle bancarotte mediche capita a chi e'' assicurato per intero.. ull insurance..eccoperche vogliono privatizzare la sanita anche da noi, per rubare piu soldi come in usa e fare morire piu gente cosi da risolvere il nodo pensioni... --- Medical bankruptcies now account for more than one half of all personal bankruptcies filed in the U.S. each year. It should be obvious that excessive insurance premiums prevent millions of Americans from obtaining medical access. However, the dirty little secret is that excessive out-of-pocket costs have become leading contributors to America’s one million medical bankruptcies reported each year. Keep in mind that medical bankruptcy is virtually unheard of outside of the U.S. Amazingly, according to medical researchers at Harvard, up to 78% of all medical bankruptcies are filed by individuals who actually had full health insurance. That’s right, I said FULL HEALTH INSURANCE. http://www.veteranstoday.com/2011/07/07/americas-healthcare-mafia/

 

  By: Moderatore on Sabato 09 Luglio 2011 00:33

Questo è un grafico facile da interpretare

 

  By: lmwillys on Venerdì 08 Luglio 2011 10:25

l'ennesimo pezzo riassuntivo sugli United Socialist States of America, questo del solito ottimo Smith http://www.oftwominds.com/blogjuly11/promises-not-kept6-11.html bello soprattutto l'inizio col discorso del 2008 del presidente della fed di Dallas ' these spending cuts or tax increases would need to be made immediately and maintained in perpetuity to solve the entitlement deficit problem. Discretionary spending would have to be reduced by 97 percent not only for our generation, but for our children and their children and every generation of children to come. And similarly on the taxation side, income tax revenue would have to rise 68 percent and remain that high forever. Remember, though, I said tax revenue, not tax rates. Who knows how much individual and corporate tax rates would have to change to increase revenue by 68 percent?' facilissimo :-)

 

  By: pana on Mercoledì 06 Luglio 2011 21:03

interessante considerazione demografica, 76 milioni di "baby boomers " andranno in pensione...costeranno sui 100 trilioni.. http://www.zerohedge.com/article/guest-post-promises-cannot-be-kept

 

  By: DRAGUTIN on Mercoledì 06 Luglio 2011 20:04

Where are You, Mr NEWBANSHEE http://houseofmaedhros.wordpress.com/2008/08/07/doctorate-the-contemporary-monetary-system/

 

  By: TRADER666 on Mercoledì 06 Luglio 2011 19:49

http://youtu.be/9W6KJRIums4

 

  By: Bullfin on Lunedì 04 Luglio 2011 02:45

Io prevedo il collasso degli Stati Uniti, che si trasformerà in uno tzunami che travolgerà l'intero pianeta. Scusa Sig. Giorgio....mi tocco le @@ giusto per scaramanzia..... :-))))))))) Al solito quando si entra in un momento di consolidamento (correzione) dei mercati che dura qualche decennio ecco che vengono fuori le più roboanti voci di autentici catastrofisti. Chissà perchè, secondo me, gli Usa e company andranno avanti ancora per decenni e se il boom di borsa dopo gli anni trenta era generato dalla novità dell'intervento del settore pubblico, dopo gli anni settanta dall'uso spregiudicato delle leve ecco che dagli anni venti e/o trenta ci sarà un'altra scusante che ci farà andare ancora in un bel bull market.....(QE a manetta, i paesi dell'area afro-asiatica che creeranno nuova domanda….). Vorrei fare notare che negli anni venti del secolo appena passato è bastato un ammontare assai minore di debito rispetto al Pil per far crollare l’economia in depressione. Ora se il rapporto debito – PIL è di gran lunga maggiore degli anni venti….allora qualcosa non mi torna…. Sarà mai che non è il rapporto sintomo di sciagure, ma dove si colloca tale rapporto??? Cioè in che contesto economico si colloca?? Ecco allora che un discorso è avere la Grecia con certi parametri un discorso avere, per esempio degli Stati interni agli U.S.A. con tali parametri. Con ciò non si vuol negare che in futuro il comportamento di gestione oculata dei bilanci sarà in cima alle prerogative dei governanti. molta importanza riveste poi la base del sistema economico è attualmente un sistema aperto e non di economia chiusa come in passato. Inoltre parlare di default degli U.s.a. è ridico per un semplice motivo (e lo è pure parlare di default dell’Italia). Coloro che manovrano i mercati si possono permettere un default dell’Italia o peggio degli U.s.a……NOOOOOOOOOOOOO!!!!!! Indi si troveranno escamotage, si creeranno altri problemi per sviare l’attenzione, ecc. e tutto andrà avanti come sempre…(si perché è inutile negare che un buon analista grafico nota che “casualmente” avvengono certe notizie proprio mentre il mercato ha raggiunto un eccesso, ecc……….vedi caso Lehman…una buffonata messa lì per far guadagnare lor signori che erano “casualmente” short (o long di titoli di stato). Poi passato questo lungo periodo di correzione dei mercati in cui tutti si saranno stufati perché le azioni non riusciranno a superare i massimi storici ecco che i grandi speculatori ci metteranno la zampata e si partirà con un bel bull market decennale…..e intanto quelli che erano lì a preoccuparsi del debito e impauriti entreranno in ritardo come al solito……LA STORIA SI RIPETE…….SEMPRE……salvo fine dell’Universo :-))))))))))))))