Grecia, Portogallo, Ungheria, Irlanda, Spagna...Italia

- Sir Wildman  

  By: Sir Wildman on Giovedì 10 Novembre 2011 00:24

^12 settembre 1993 Monti:"La svalutazione ci ha fatto bene"#http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1993/09/12/la-svalutazione-ci-ha-fatto-bene.html^ Lo posto perche' non vorrei che tra qualche giorno mi venisse a raccontare da PdC qualcos'altro. Si era sbagliato allora, speriamo non si sbagli di nuovo lui o chi per esso. Lo dobbiamo fare, e' imperativo. Tra l'altro, allo stato attuale, siccome abbiamo una durata media degli attuali bond piuttosto lunga, potremmo aprofittarne per far calare drasticamente in pochi anni il debito non frenando troppo l'inflazione, al contrario del lacrime e sangue del 92 che porto' recessione e quindi pochissima inflazione. A qualcuno girerebbero davvero le balle, ma per noi sarebbe una manna e dopo le nostre finanze sarebbe ben messe.

 

  By: Sir Wildman on Giovedì 10 Novembre 2011 00:01

Parliamoci chiaro, ad un paese sovrano non imponi proprio niente su non con le forze armate. Se l'Italia esce dall'euro i debiti seguono, e non ci possono fare proprio niente. Ma secondo te perche' gli interessi sono al 7%? Secondo me sono al 7% piu' per il pericolo di uscita dall'euro che per altro. Il default e' un evento che il mercato non puo' scontare, non esiste. Vorrebbe dire fallimenti a catena in tutto il mondo. Siamo un debitore troppo grande ... e quando il debito e' troppo grande e' un problema per i creditori piu' che per il debitore.

 

  By: Paolo_B on Mercoledì 09 Novembre 2011 23:54

se il debito non resta in euro è default. Se ti fai prestare euro devi ridare euro, altrimenti vieni meno all'obbligo e appunto è default. Per quanto riguarda i dazi non so chi ha più da perdere. Anche perché incominciamo di nuovo a vedere prodotti italiani in italia senza la concorrenza tedesca. E abbiamo tutti i paesi emergenti a cui dare i nostri prodotti senza problemi. Se vogliono mettere i dazi tanto peggio per i loro prodotti. Il parlamento europeo e i limiti e regolamentazioni delle produzioni sono tutte a nostro discapito. Basta dover distruggere latte e vigneti per far contenti gli altri. Per fare una nazione unica che poteva essere una superpotenza mondiale avrei pensato che i costi potevano valere i sacrifici. Ma se era un'unione fittizia è meglio che ognuno torni per conto proprio, e come si usa fare, se metti un dazio sui miei prodotti io li metto sui tuoi.

 

  By: Sir Wildman on Mercoledì 09 Novembre 2011 23:28

Il debito è in euro. Se noi torniamo alla lira non lo paghiamo più. Non c'è nessun debito da erodere. Se torni alla lira il debito proprio non lo paghi, è default. E a quel punto, se abbiamo la lira, perché continuare a farsi dettare dal parlamento di bruxelles la lunghezza delle banane e la circonferenza dei piselli ? Si tengano pure anche il parlamento europeo, che ce ne sono già troppi di parlament --- Non esiste che il debito resta in euro. Sarebbe un suicidio per i creditori stessi. Pretendere che rimanga in euro e' come spararsi nelle balle perche' rischi di non rivedere piu' una lira. Meglio beccarsi la svalutazione che il default. Il default non conviene a nessuno. Quanto a rimanere nell'eurozona e' ovvio che invece ci conviene, altrimenti ti becchi i dazi.

 

  By: Paolo_B on Mercoledì 09 Novembre 2011 23:22

> Quindi con l'inflazione che ci sarebbe, e la crescita in piu', ci sarebbe probabilmente una bella erosione del monte debito. -- Il debito è in euro. Se noi torniamo alla lira non lo paghiamo più. Non c'è nessun debito da erodere. Se torni alla lira il debito proprio non lo paghi, è default. E a quel punto, se abbiamo la lira, perché continuare a farsi dettare dal parlamento di bruxelles la lunghezza delle banane e la circonferenza dei piselli ? Si tengano pure anche il parlamento europeo, che ce ne sono già troppi di parlamenti.

 

  By: Sir Wildman on Mercoledì 09 Novembre 2011 23:11

^Bozza Merkel, Si Puo' Uscire Da Euro e Restare In Ue#http://it.finance.yahoo.com/notizie/Crisi-Bozza-Merkel-Si-Puo-agixml-1720642872.html;_ylt=AqMibnP8fdefS92415zt8e9C361G;_ylu=X3oDMTE4b2VrbzVwBHBvcwMyBHNlYwN5ZmlUb3BTdG9yaWVzBHNsawNjcmlzaWJvenphbWU-?x=0^ I tedeschi si stanno suicidando. Nel caso noi pagheremmo nel brevissimo, ma recupereremmo competitivita' industriale e turistica tutto d'un botto. Una botta all'insu' per la bilancia commerciale. Il punto e' che pagheremmo interessi piu' alti sui rinnovi, ma ci andrebbe tempo prima che il tasso medio salisse significativamente. Quindi con l'inflazione che ci sarebbe, e la crescita in piu', ci sarebbe probabilmente una bella erosione del monte debito. Nel medio periodo per noi e' un affare.

 

  By: alberta on Mercoledì 09 Novembre 2011 22:31

La Spagna sta molto peggio dell' Italia, ma non è ancora venuto il suo turno.... leggere qui..... http://www.marketwatch.com/story/its-the-politics-stupid-2011-11-09?link=MW_story_latest_news

 

  By: Gano* on Mercoledì 09 Novembre 2011 18:00

Sì, ma ho appena chiesto al medico se ha qualche cosa per combattere questo impulso -------------------------------------------------------------------------------------------- Quello stesso impulso di pancia lo ha anche una mia amica che raramente sbaglia, ma che se le chiedi di argomentartelo non ne e' capace. In realta' a guardare la borsa sembra un po' incredibile.... Magari potrebbe provare a prendere un momendol.

 

  By: carlog on Martedì 08 Novembre 2011 18:55

imodium? ... ma no dai, libera la tua naturale regolarita'

 

  By: GZ on Martedì 08 Novembre 2011 18:36

Sì, ma ho appena chiesto al medico se ha qualche cosa per combattere questo impulso

 

  By: shabib on Martedì 08 Novembre 2011 17:50

il nostro caro ZIBORDI ha una sensazione viscerale che le banche rimbalzino di brutto ! e' giustissimo e la condivido anche io , non foss'altro che a questi prezzi stiamo sotto ai valori di libro , a quello perfino degli immobili diproprieta' ! alla prima occasione POLITICA , rimbalzeranno di molto anche per me !

 

  By: pana on Martedì 08 Novembre 2011 12:57

ma e' vero che il 70 % delle riserva valutarie mondiali sono in dollari e solo il 15% sono in EURO '?? --------- Two cabal extortion schemes--Eurodollars and Petrodollars--continue to impose the American dollar on the world, forcing other nations to trade in the U.S. currency and support the dollar by buying American treasury bonds. After World War II, the dollar became the only global reserve currency. This meant that other nations' central banks had to hold dollars in reserve to guarantee against currency crises, to back their export trade, and to finance imports of oil and other goods and services. Today, some 67% of all central bank reserves are in dollars, with only about 15% in Euros. Until the creation of the Euro, there had not even been a theoretical rival to the dollar reserve currency role.

 

  By: defilstrok on Martedì 08 Novembre 2011 01:12

^L’America è la cicala, la Cina è la formica, l’Europa è la bella addormentata#http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2011/11/5/CRAC-ITALIA-Baldassarri-Fli-c-e-un-buco-che-ci-mette-nei-guai-col-Fmi/219776/^

 

  By: Gano* on Lunedì 07 Novembre 2011 23:35

Ci potrebbero mettere direttamente Debendetti. Si farebbe prima.

 

  By: GZ on Lunedì 07 Novembre 2011 22:44

La Grecia sta per nominare il nuovo primo ministro entro poche ore. Chi sarà ? Inanzitutto uno che si chiama o Papadopulos o Papademos perchè si chiamano tutti così, l'elenco del telefono di Atene ha metà delle pagine sotto la lettera "P". E poi ovviamente non può essere altro ^visto che ci sono problemi di debiti e banche un BANCHIERE... Papademos, ex-banchiere centrale!#http://www.reuters.com/article/2011/11/07/us-greece-idUSL6E7M601O20111107^ Se tanto mi da tanto quando il BTP sfonda in basso quota 90 (che manca poco, forse domani) anche noi metteremo un banchiere capo del governo o al massimo un economista molto amico dei banchieri, ma uno della Banca d'Italia sarebbe perfetto. Dato però che Draghi è appena andato alla BCE e Fazio è stato condannato, Mario Monti che sembra un banchiere centrale, ha passato 10 anni alla UE e ha solo 68 anni. Sembra però che non voglia, per cui rischiamo che per "il bene della nazione in pericolo" si chiamino gente come Profumo ex-capo di Unicredit o Corrado Passera