Chiudo la partita iva (qualsiasi spesa può essere evasione ora...)

 

  By: XTOL on Martedì 04 Agosto 2015 19:23

"il problema è solo l'ignoranza" sì la tua

 

  By: pigreco-san on Martedì 04 Agosto 2015 19:14

L'evasione ha i giorni contati. Addio contanti: "Diventerà naturale come usare WhatsApp" "L'addio al contante sarà graduale, ma una legge non serve", racconta in un'intervista a Repubblica Enrico Susta, responsabile dei pagamenti di Banca Sella “ http://www.today.it/rassegna/addio-contanti-pagamenti.html xtol scrivi cazzate per vendere verdura al mercato praticamente non serve quasi nulla. Una partita iva agricola che costa zero. con i vaucer ora il panettere poteva assumere chiunque a costi bassissimi il problema è solo l'ignoranza.

 

  By: XTOL on Lunedì 27 Luglio 2015 19:53

a proposito di panettieri, stamattina due splendidi esempi della scintillante ripresa italiota. un amico agricoltore vuole aprire un chiosco per fare vendita diretta della produzione.. gli ho proposto di scrivere un diario della folle odissea burocratica a cui lo sta costringendo l'italica idiozia comunalstatale (probabilmente rinuncerà). suo cognato ha un forno ben avviato: il socio è andato in pensione e pur di non assumere un dipendente (costi proibitivi) ha associato la moglie (che gli dà una mano la mattina presto), dorme 4 (quattro) ore al pomeriggio, alle 19 è davanti ai forni e si fa tutta la notte da solo a impastare. se non si tocca con mano, è difficile capire fino a che punto ci ha portato questa "organizzazione" statale..

 

  By: antitrader on Lunedì 27 Luglio 2015 13:14

Adesso arriva la cosiddeta "riforma delle bollette". In Italia a qualsiasi legge, anche spazzatura, si attribuisce il rango di "riforma". Il cav usava dire di aver fatto "migliaia di riforme". Ma cos'e' questa "riforma delle bollette"? Forse avete gia' intuito che si tratta dell'ennesima boiata che soddisfa una delle leggi di Murphy: qualsiasi cosa cambi la puoi solo peggiorare. In buona sostanza funziona cosi': cambiera' la composizione della bolletta per cui ci sara' un travaso dalle quote variabili (consumo vero e proprio) alle cosiddette quote fisse. In questo modo meno consumi e piu' paghi la materia prima. Questo impone la "societa' dei servizi", ti faccio pagare il servizio di averti portato il tubo del gas anche se non consumi un tubo. Questa tendenza rientra perfettamente in quella faccenda delle spese obbligatorie che ho sottolinenato piu' volte e che son la vera causa dell'insufficienza dei salari i quali non sono affatto bassi come valori nominali e come valori lordi sono addirittura altissimi. Qualcuno (Pablo?) pensera' sicuramente che questa tendenza e' imposta dai rettiliani del tubo del gas o dei cavi della corrente mentre e' del tutto evidente che la causa degli eventi funesti che han demolito l'Italia e gli italiani e' da ricercare esclusivamente tra gli assessori, i ladruncoli di Roma e, sopratutto, quelli regionali che sono i piu' feroci ed assatanati di ruberie.

 

  By: lutrom on Lunedì 27 Luglio 2015 12:54

[...] Il punto è proprio questo... che una fiume di danaro (che non basta mai) è nelle mani degli incapaci... cioè... qualcuno ritiene (a torto) che i politici o i funzionari o i palloni gonfiati europei siano esseri superiori in grado di definire, determinare e pianificare (con presunta verità) le politiche economiche... mai fù così sbagliato i soldi devono restare alla gente, a chi lavora... almeno la maggior parte il prelievo fiscale dovrebbe limitarsi (per legge) ad un massimo del 30% (e per giunta complessivo, anche dei bolli auto) [...] ----------------------- Ottimo, ALEFF! Ed infatti, non sazi di italo-ladroni ed italo-burocrati, abbiamo creato anche gli euro-ladroni e gli euro-burocrati: è proprio vero, la madre dei somari è sempre incinta e partorisce a ritmo continuo, tipo catena di montaggio!!

 

  By: foibar on Lunedì 27 Luglio 2015 11:50

Condivido il fare di Anti sul non volere lo scontrino dal panettiere. Certo che il mantra del "artigiano o imprenditore = evasore" è ormai radicata ai più tanto che non si sente mai un pensiero alternativo. Sarebbe bello sentire anche che "senza lo stato ladro" i prezzi dei beni di consumo sarebbero, almeno, il 50% più bassi per l'interesse dei cittadini.

 

  By: Aleff on Lunedì 27 Luglio 2015 10:51

come sempre antitrader, nella sua visione ultra-pragmatica, centra l'obiettivo. Il punto è proprio questo... che una fiume di danaro (che non basta mai) è nelle mani degli incapaci... cioè... qualcuno ritiene (a torto) che i politici o i funzionari o i palloni gonfiati europei siano esseri superiori in grado di definire, determinare e pianificare (con presunta verità) le politiche economiche... mai fù così sbagliato i soldi devono restare alla gente, a chi lavora... almeno la maggior parte il prelievo fiscale dovrebbe limitarsi (per legge) ad un massimo del 30% (e per giunta complessivo, anche dei bolli auto)

 

  By: antitrader on Domenica 26 Luglio 2015 23:09

Bear, ma secondo te? Quando vai nella panetteria di fronte dove lavorano cinque persone a far pizze, focacce, panini etc... vicino a un forno nel mese di agosto e spendi 5 euro, e' meglio che i 5 euro se li tiene tutti il negoziante (che ha creato 5 posti di lavoro veri) oppure e' meglio che la meta' finisce nella tasche dei tuoi amici integralisti quali formigoni, lupi, cesana e tutta la cielleria nazionale? POi ci sarebbe l'altro filone, quello delle mutande verdi, ma non voglio dilungarmi.

 

  By: bearthatad on Domenica 26 Luglio 2015 21:15

Lo rifiuti? Ma va la che te sei fuori come un terrazzino. Discutere con te è defatigante perché non sai veramente mai cosa aspettarti in risposta. Direi... schizzato, ecco cosa sembri essere. Ma esistono comunisti doc che non siano in fondo più o meno border line?

 

  By: antitrader on Domenica 26 Luglio 2015 17:06

Anche in Lombardia lo fanno sempre lo scontrno (CINESI COMPRESI), ma io, per quanto possible, lo rifiuto. Mica faccio la rivolta fiscale a mo' di un salvini qualsisi? "pagate le tasse a rate!" (cosi' ne paghi un altro 10/15%).

 

  By: bearthatad on Domenica 26 Luglio 2015 16:30

See see, qua intorno intendi in Piemonte dove ho appena scritto che sono anni che non mi imbatto in uno che non mi faccia lo scontrino? Hai un curioso concetto dell'essere maiali, va. Fatti una passeggiata che oggi il tempo è propizio e ti si schiariscono le idee.

 

  By: antitrader on Domenica 26 Luglio 2015 15:15

"per versare e riprelevare continuamente soldi." Braaaavo! Vedi che, se vuoi, sai anche essere un cittadino modello? Quanto ai maiali, valli a cercare nei porcili a te vicini, ne hai interi allevamenti che ti gravitano intorno.

 

  By: bearthatad on Domenica 26 Luglio 2015 10:47

Anti bello, quella norma la conoscevo benissimo, era stata introdotta dal maiale e il mio commercialista in tempo zero mi aveva avvertito con una mail della necessità di versare tutto l'incasso e eventualmente poi prelevare il necessario. E' stata abrogata appena caduto quel governo (pardon, quella 'ndrina). Aggiornati e poi cestina quel link che non serve più. in effetti ho passato molto del mio tempo in quel paio di anni a fare coda allo sportello per versare e riprelevare continuamente soldi. Proprio in quel momento la mia banca, che fino allora mi dava operazioni illimitate nelle condizioni, mi manda una lettera in cui mi mantiene gratis 40 operazioni al trimestre (di qualsiasi tipo, comprese bollette domiciliate, tutto), dalla 41° in poi costavano 1,90 cadauna. Ecco lì!!! ho pensato. Costringi la gente a fare operazioni inutili (versa e ripreleva) e zacchete poi scopri subito il motivo! I bastardi hanno trovato il modo di aiutare come sempre gli amici. Ricordo che in quei giorni dicevo: il maiale è talmente vigliacco e bastardo che se scoppia una rivoluzione come giusto che sia io sono fra quelli che lo vanno a cercare a casa.

 

  By: Morphy on Domenica 26 Luglio 2015 10:18

Bull volevo chiederti questo. Io ho vari conti correnti che sono aperti per i motivi più vari. Uno è quello legato alla mia partita iva. Su questo conto finisce la rendita di un capannone industriale che ho affittato e che equivale come somma a qualche affitto di appartamento. A questo conto ho collegato un bancomat che uso normalmente per le spese (dove posso lo uso perché mi risulta comodo) e ogni tanto ritiro contante perché non tutti hanno il pos. In sostanza ho pensato che su questo conto io dovessi fare tutte le spese che mi occorrono nella vita per mettere tutto in vista. Nel senso, questo è quello che prendo e questo è quello che spendo. Poi ci sono le rendite da trading ma queste sono una cosa diversa e vanno per un altro canale. Contante o non contante io credo di svolgere un vita normale, con spese normali, per cui non vedo perché dovrei utilizzare strani sotterfugi per fare cose che io ritengo legali. Faccio bene secondo te ad utilizzare in questo modo il conto corrente "della" partita iva?

 

  By: antitrader on Domenica 26 Luglio 2015 04:49

"Non mi serve perché io i contanti li spendo e verso la rimanenza" Bravo pirla, e lo scrivi pure sul forum? Se ti arriva un controllo ti fanno un cul cosi'. Accettare pagamenti in contanti e' cosa lecita a condizione che i contanti incassati li fai transitare (TUTTI) sul conto. Se incassi 100 euro in contanti li devi PER LEGGE depositare sul conto. Ma chi cazzz vi prendete come commercialista? Il cugino? Quello un po' pirla? P.S. Come al solito l'unico che ha capito tutto al volo e' Gianlini. ^...Ciò significa, ed è importante precisarlo con chiarezza, che TUTTI gli incassi effettuati (in contanti o con assegni liberi, oltre a quelli già indirizzati in banca, devono essere accreditati sul conto corrente.#http://www.consulentiassociati.ra.it/pdf/Circolare%20n.3%20-%20Professionisti.pdf^