dollaro e inflazione spiegati

Re: dollaro e inflazione spiegati  

  By: Tuco on Domenica 23 Giugno 2019 22:56

 

Emiliano Brancaccio and Mauro Gallegati, “Tools exist for a transition towards a new currency”, Financial Times, 21 June 2019.

Sul Financial Times di oggi abbiamo pubblicato un breve intervento in cui mettiamo in evidenza i limiti della discussione in corso su “mini-Bot” e altre valute di “transizione” ritenute funzionali all’eventuale abbandono della moneta unica. Il nostro commento sviluppa alcune intuizioni del compianto Augusto Graziani sul funzionamento del SEBC e sui lavori preparatori dei trattati istitutivi dell’euro. Per gli opinionisti e per i componenti della maggioranza e dell’opposizione che nel nostro paese si sono lanciati in improvvidi pareri sull’ipotesi di una “moneta di transizione”, riportiamo qui sotto anche una versione in italiano del nostro contributo. Buona lettura. E.B. e M.G. 

 

 

UNA “MONETA DI TRANSIZIONE” PER USCIRE DALL’EURO? UN FALSO PROBLEMA

Quando la Grecia fu sull’orlo dell’uscita dall’euro, l’allora ministro delle finanze Yanis Varoufakis cercò con scarso successo di istituire un sistema parallelo di pagamenti per gestire l’eventuale transizione. Analogamente, la recente proposta di alcuni membri del Parlamento italiano di emettere i cosiddetti “Mini-BOT” è stata da molti interpretata come un tentativo surrettizio di introdurre una “moneta di transizione” per predisporre una via d’uscita dalla moneta unica. Con gli ultras anti-euro compiaciuti per la “furba” trovata e i pasdaran pro-euro pronti ad agitare il nuovo, minaccioso spauracchio.

In realtà, e al di là del folclore, chiunque abbia studiato i lavori preparatori dell’Unione Monetaria Europea sa che il Sistema Europeo delle Banche Centrali è già organizzato in modo tale da permettere un eventuale abbandono della moneta unica senza bisogno di ricorrere a monete di “transizione”. Basti notare, a questo riguardo, che la materiale emissione degli euro è rimasta di competenza delle banche centrali nazionali e che nel numero di serie di ciascuna banconota c’è una lettera che identifica la nazione emittente: S per l’Italia, U per la Francia, X per la Germania, e così via.

Non tutti i padri fondatori dell’euro condivisero la scelta di lasciare l’emissione materiale di moneta alle banche centrali nazionali, né appoggiarono la decisione di esplicitare i paesi emittenti su ciascuna banconota. Tuttavia quelle scelte furono compiute, il che oggi indubbiamente facilita eventuali transizioni da una valuta all’altra. L’unica banale condizione è che un governo che decida o si veda costrettoad abbandonare l’euro sia almeno in grado di controllare la banca centrale nazionale (Varoufakis, come è noto, non era nemmeno in grado di far questo).

Questa evidenza rende l’attuale dibattito sull’opportunità di dotarsi di una “moneta di transizione” piuttosto sterile e fuorviante. I governi che fossero un giorno sospinti verso l’abbandono della moneta unica europea dovrebbero affrontare notevoli difficoltà, specialmente se lasciassero piena libertà agli scambi e ai movimenti di capitale sui mercati finanziari. Le leadership attualmente in carica in Europa, siano esse pro o contro l’euro, non sembrano avere adeguata consapevolezza di queste grandi questioni. Ma i meri aspetti operativi della transizione verso una nuova moneta sono un falso problema: che ci piaccia o meno, gli strumenti per affrontarli esistono già.

Emiliano Brancaccio (Università del Sannio) e Mauro Gallegati (Università Politecnica delle Marche)

 

English version published by the Financial Times

 

Re: dollaro e inflazione spiegati  

  By: antitrader on Domenica 23 Giugno 2019 21:09

Segui la poltrona e capisci le mosse dei grandi palloni gonfiati (li chiamano gli statisti):

Powell se la fa addosso perche' i trmpanaro gli da' lo sfratto, Draghi, alla ricerca di una nuova seggiola,

lancia misure spudoratamente a vantaggio dell'Italia (che non saranno mai attuate dal successore),

e Giorgetti? Ecco cosa fa Giorgetti (tra lo sconcerto dei finanzieri della domenica):

....Oggi la retromarcia clamorosa di Giorgetti, unita anche a una nota di discredito nei confronti dello stesso Borghi, compagno di partito.  E dettata forse dall'ipotesi, sempre più probabile, di una sua candidatura da parte del governo per un posto di commissario Ue. "C'è ancora chi crede a Borghi? Ma vi sembrano verosimili i minibot? Se si potessero fare, li farebbero tutti", commenta sferzante il sottosegretario parlando a Losanna con i cronisti che seguono la sessione del Cio per l'assegnazione dei giochi olimpici invernali del 2026. Giorgetti stava commentando le ultime indiscrezioni di alcuni bookmaker che danno in vantaggio la candidatura di Stoccolma-Are per la Svezia rispetto a quella italiana con Milano-Cortina. "È come per i minibot", ha ribadito Giorgetti.

Re: dollaro e inflazione spiegati  

  By: shera on Domenica 23 Giugno 2019 08:30

Il dollaro senza un esercito efficace è carta straccia

In occidente Facebook, Google e Amazon emetteranno le loro crittomonete

Consiglio di tenere nella cassetta di sicurezza RUBLI , la nuova valuta rifugio

Re: dollaro e inflazione spiegati  

  By: lutrom on Sabato 22 Giugno 2019 19:06

Anti ha visto nelle foto i suoi simili e subito è intervenuto attratto dal richiamo della foresta...

uhu huuhuh uhuh u uuuuh uhgugugug  jkjkjk ioioio ua ua ua uaaauiii uaa uuu u u u u u u u u u u u u u u uu u hhhh uuu u u u u u u uu uu u uu u u u u

Re: dollaro e inflazione spiegati  

  By: antitrader on Sabato 22 Giugno 2019 16:31

Ecco,

avete formato proprio una bella coppia: i disastrati del QI.

Manca solo il terzo, magari si aggrega anche lui.

 

Re: dollaro e inflazione spiegati  

  By: lutrom on Sabato 22 Giugno 2019 16:02

Hai ragione, magister Gano! Chiedo scusa anche all'orango...

Re: dollaro e inflazione spiegati  

  By: lutrom on Sabato 22 Giugno 2019 14:36

Gano, non offendere le scimmie antropomorfe, quelle sono più intelligenti di diversi scimmioni qui dentro (scimmioni  grandissimi creduloni di tutte le strunzate che sentono in tv... E pretendono pure di essere persone anticonformiste e rivoluzionarie). 

 

Re: dollaro e inflazione spiegati  

  By: hobi50 on Sabato 22 Giugno 2019 14:13

Proprio oggi ho visto un grafico preparato dalla bce che è un patente atto di accusa sull’inutilita’ del QE a spingere l’inflazione.

Negli ultimi anni l’inflazione è aumentata solo con l’aumento del  petrolio e diminuita solo col calo dello stesso.

Senza ,l’inflazione avrebbe oscillato di pochi decimali sull’ 1%.

Cio’ conferma la mia opinione che il QE serve solo per abbassare i tassi.

Certamente I banchieri centrali non potrebbero dire che il QE serve per non far crollare tutto il cucuzzaro del debito ...

 

Hobi


 Last edited by: hobi50 on Sabato 22 Giugno 2019 14:13, edited 1 time in total.

Re: dollaro e inflazione spiegati  

  By: antitrader on Sabato 22 Giugno 2019 12:26

Quello di Draghi e' stato il canto del cigno, in ogni caso non sara' lui a fare o non fare.

Draghi, per la prima volta, ha parlato in maniera sconclusionata, e, siccome non si puo'

pensare che sia un somaro, si e' solo voluto accreditare (se ancora ce ne fosse bisogno),

come il salvatore di cialtronia.

Margini per abbassare i tassi ne ha pochi, e il QE ancora peggio, cosa si compra? Il

bund o l'oat a tassi negativi? Sempre che non si sia messo in testa di comprare azioni,

ma non sara' lui a decidere.

Powell invece puo' tagliare con ampio margine.

Ieri un pallone gonfiato dela FED ha detto  che, fosse stato per lui, avrebbe tagliato di

0,50 gia' l'altro giorno. Poi vai a leggere e scopri che, dal 2020, non sara' piu' membro

votante del FOMC, ecco, una volta c'erano gli statisti (almeno qualcuno c'era), col

trmonto delle ideologie son rimasti solo ii cialtroni che dilagano in tutto il mondo.

 

 

Re: dollaro e inflazione spiegati  

  By: hobi50 on Sabato 22 Giugno 2019 12:09

Gianlini ripeto in maniera + chiara.

Annuncio dovish di Draghi ...€ ribassa poco.

Annuncio dovish di Powell ...$ ribassa tanto.

In pratica il mercato pensa che Draghi avrà difficoltà a fare una politica monetaria + dovish dell’attuale.

Al contrario  Powel non ne avrà e di conseguenza il $ ha preso una bella botta.

 

Hobi

 

Re: dollaro e inflazione spiegati  

  By: gianlini on Sabato 22 Giugno 2019 11:40

Il cross euro-dollaro viene da un prolungato periodo di congestione......il movimento che si svilupperà, non so se ora o più avanti, sarà di entità considerevole

 

Re: dollaro e inflazione spiegati  

  By: hobi50 on Sabato 22 Giugno 2019 11:14

L’andamento del cross $/E. ha chiarito cosa il mercato pensa delle manovre monetarie annunciate dalla bce e dalla fed.

In Europa la Bce potrà fare ben poco ( E. in rialzo ).

Negli usa la fed ha molto più spazio di manovra ( $ in ribasso ).

 

Hobi

 

Re: dollaro e inflazione spiegati  

  By: pana on Venerdì 11 Agosto 2017 08:27

gli americani indicano su una mappa dove sta la Coreadel Nord

ORCOCAN!! qua mezzo mondo rischia una missilata intesta se al comando nucleare ci stanno questi !

scarsissimi in geografia

https://www.agi.it/estero/corea_del_nord_mappa-2034156/video/2017-08-10/

 

Re: dollaro e inflazione spiegati  

  By: pana on Giovedì 10 Agosto 2017 08:09

vergognaaa

vergognaaaaa

 

Licata, cacciato il sindaco anti-abusivismo edilizio

Polizia in tenuta antisommossa per proteggere le squadre di demolizione delle case abusive a Licata 

 

Il consiglio comunale del comune siciliano "sfiducia" il primo cittadino con 21 voti. "Torno a insegnare matematica, ma tutti sanno perché sono stato messo alla porta", spiega Angelo Cambiano, da mesi sotto scorta dopo l'incendio di due sue abitazioni

 

VERGOGNNNAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

Re: dollaro e inflazione spiegati  

  By: pana on Lunedì 07 Agosto 2017 08:54

biutiful ! big and bigger

great and greater

MAKE ITALY GREAT AGAIN

 
 

Il manifatturiero prende slancio. La meccanica italiana batte la Germania

Nei primi cinque mesi dell'anno il fatturato manifatturiero è salito del 4,7%. Sulla meccanica si sentono i benefici degli incentivi del Piano Industria 4.0. Bene anche metallurgia, chimica, farmaci e auto. Lo studio Prometeia-Intesa Sanpaolo

di RAFFAELE RICCIARDi
 

L'andamento del fatturato nel gennaio-maggio, variazioni tendenziali 

 
MILANO - I primi cinque mesi del 2017 hanno mostrato un comparto manifatturiero in accelerazione: