HUMOUR (politico-finanziario)

 

  By: pana on Venerdì 18 Novembre 2011 10:36

ahah mesiste per davvero sto giochino? tocchera comprarsi l Iphone solo per provarlo AngryBunga ! http://www.youtube.com/watch?v=EmKgcSjK9Js

"quello che impariamo dalla storia è che non impariamo nulla dalla storia" Otto Von Bismark

 

  By: Paolo_B on Giovedì 17 Novembre 2011 00:48

“Quando tutti intorno a te urlano, scappano, si agitano e corrono, mentre tu resti impassibile, non è perché sei sicuro che andrà bene, non hai solo capito qual è il problema (Woody Allen)”

 

  By: difra007 on Martedì 15 Novembre 2011 12:18

Scaricato dalla rete ( quindi l'autentiticà non sono in grado di garantirla)....ma se fosse vero...

 

  By: lmwillys on Martedì 15 Novembre 2011 09:12

è un periodo di invasione della scena pubblica da parte dei bocconiani http://www.youtube.com/watch?v=mabLD3vl5EA&NR=1 data la prestigiosa laurea in economia potrebbe sostituire la laureata in legge carfagna alle pari opportunità il livello è il medesimo

 

  By: alberta on Lunedì 14 Novembre 2011 19:58

In questo momento vale piu' un raglio di Cicchitto che dice che non vuole la patrimoniale che tutti i computer del Pentagono. ___________________________ Anti ci posta la migliore della giornata..... Cicchitto più potente del Pentagono...... fantastico.....

 

  By: pana on Lunedì 14 Novembre 2011 09:25

a proposito del grande FANTOZZI, vedendo spezzoni dei suoi film, credo ambientanti negli anni 70 si nota come le macchine, rispettoa quelle odierne siano delle scatolette bruttissime...cioe' comparando l'evoluzione delle nostre auto rispetto a quelle usa io vedoun grande miglioramento.. http://www.youtube.com/watch?v=ABGpMm2YcEY&feature=related

"quello che impariamo dalla storia è che non impariamo nulla dalla storia" Otto Von Bismark

 

  By: Paolo_B on Domenica 13 Novembre 2011 22:21

Non occorrono tante parole. Gli Italiani e il Professor Birkermaier. Quella è la sorte che ci aspetta. E Von Rompuy ha molto più del physique du rôle per la parte. (RIP all'attore italiano Spadaccino che interpretò il professore nonostante la sua faccia da buono. E' morto lo scorso anno).

 

  By: lmwillys on Venerdì 11 Novembre 2011 10:53

http://www.youtube.com/watch?v=u0apWqfO6vo http://www.youtube.com/watch?v=Len54yPx4Yk&NR=1

 

  By: shabib on Martedì 08 Novembre 2011 11:12

E' IL BLUFF PIU' GRANDE DI TUTTI I TEMPI : ciapa : http://intermarketandmore.finanza.com/banche-il-grande-abbaglio-35912.html

 

  By: duca on Lunedì 07 Novembre 2011 20:41

Noi in realtà siamo messi benissimo....... dovremmo solo andare a vedere il bluff...... quando uno a pochi debiti il problema è suo, quando ne ha molti il problema è del creditore. Eheheheheh Noi siamo il terzo debitore del mondo dopo USA e Giappone...... ergo se saltiamo noi saltano tutti....... l'unico vero problema è non farci fottere dai banchieri USA, Tedeschi e Francesi. Hehehehe... lo dico scherzando, ma con un fondo di verità........ bisogna andare a "vedere" il bluff. altro che commissariamento......

 

  By: duca on Lunedì 07 Novembre 2011 20:37

Defil anche tu....... ma credete tutti che sia il berlusca il male assoluto? Ma ci credete veramente? Ma allora come mai l'Islanda, la Grecia, l'Irlanda il Polrtogallo e la spagna sono messi come noi o peggio di noi...... là non c'era il Berlusca.

 

  By: long on Lunedì 07 Novembre 2011 20:28

Long, non oso neanche immaginare cosa accadrà "al mondo" se domani il Berlush ottiene la fiducia... ahahahaha ma stai attento ad una cosa....... se cade, le borse salgono, ma dopo...... con chi credi di governare.. con Di pietro.. bersani, vendola, fini.....casini..... mamma mia.. che dulorrrrr, bisogna fare un GOLPE IN PIENA REGOLA, potere agl'industriali, fuori il marcio dall'Italia! ma micca prezzemolo, montezemolo.. quello e' un sanguisuga.....i veri industriali e ce ne sono tanti!

 

  By: defilstrok on Lunedì 07 Novembre 2011 20:09

Long, non oso neanche immaginare cosa accadrà "al mondo" se domani il Berlush ottiene la fiducia...

 

  By: long on Lunedì 07 Novembre 2011 20:06

Defil, il berlusca e' un rettiliano, ma che credi? ora anche il Di Pietro lo vuole salvare...... ha paura di essere mangiato dal rettile.... ahahahaha ci vuole un attacco chirurgico a tutto il palazzo, destra e sinistra, altroche' rottamare, troppo poco.. il tumore deve essere estirpato, sono tutti contagiati! IL PALAZZO/ Perché Di Pietro vuol "salvare" Berlusconi? Antonio Fanna lunedì 7 novembre 2011 Il governo Berlusconi all'ennesima "giornata della verità" Approfondisci IL PALAZZO/ Mannino: stavolta Berlusconi non ha i numeri MANIFESTAZIONE PD/ Bersani il "traghettatore" lancia l'anti-Renzi Scrive Antonio Di Pietro su Facebook che «prima dobbiamo avere i numeri e poi presentare la mozione di sfiducia». E specifica: «In questo momento non è tanto in discussione la sfiducia del centrosinistra quanto la presa d’atto dello sfaldamento del centrodestra». Anche il ruspante Tonino frena sui numeri per cacciare Berlusconi, e l’ex pm è uno che con il pallottoliere ci sa fare. Dunque, per l’asse che va da Fini a Vendola passando per Bersani non è ancora il momento di togliere lo champagne dal ghiaccio. Cade? Non cade? Il destino del governo Berlusconi assomiglia ai petali di una margherita che cadono. Ogni petalo è un deputato del Pdl che abbandona la maggioranza. Venerdì sera, al rientro dal G20 di Cannes, i maggiorenti del partito avevano presentato il conto al premier: una fiducia a Montecitorio non avrebbe raccolto i 316 voti di maggioranza assoluta. Berlusconi si è impegnato di persona a prendere contatto con ogni «malpancista», uno per uno. Ieri in una telefonata al convegno nazionale di Azione popolare (la componente che fa capo all’ex finiano Silvano Moffa) ha annunciato che la verifica compiuta garantisce i numeri al governo. E uno dei leader della fronda interna al Pdl, l’ex ministro Claudio Scajola, in un’intervista a SkyTg24 ha confermato che non farà mancare la fiducia. La prudenza di Di Pietro, diretta soprattutto al segretario Pd Bersani che freme per la sfiducia, confermerebbe dunque che Berlusconi sta ricompattando le file. Se dunque il governo cadrà, ciò non avverrà nei prossimi giorni a meno di altri terremoti in Borsa. Domani in Parlamento si vota sul rendiconto di bilancio e non sarà quello il terreno di scontro. Evitarne l’approvazione, infatti, non conviene nemmeno all’opposizione: la bocciatura provocherebbe sì l’addio di Berlusconi, ma legherebbe le mani anche a un eventuale governo di emergenza. Le occasioni di misurare le reciproche forze non mancano. Berlusconi al G20 ha annunciato il voto di fiducia sul maxiemendamento alla legge di stabilità contenente una grossa tranche degli interventi annunciati nella «lettera di intenti» di fine ottobre.

 

  By: defilstrok on Lunedì 07 Novembre 2011 19:54

^Non e' piu' tollerabile#http://www.youtube.com/watch?v=AqhQ4L-4dtE^ che un solo uomo, un miliardario al governo dell'Italia da circa 18 anni a parte qualche interruzione, per difendere i suoi specifici interessi economici e tutelarsi dai processi, porti il Paese al default