Stupidi Uomini Bianchi

 

  By: Acmen on Domenica 27 Ottobre 2013 22:39

Vabbè allora per alcuni" Stupidi uomini bianchi " qui in cima elimineremo " Differenza " dal vocabolario....! ma cosa bisogna leggere...! Shera ..tu si, che ti sei fatto integrare i neuroni ? o i Coglioni ? penso ambedue.

 

  By: Gano* on Domenica 27 Ottobre 2013 21:28

.

 

  By: VincenzoS on Domenica 27 Ottobre 2013 21:15

x GZ E' perchè le persone che contano hanno la cameriera o la badante immigrata e non si trovano giovani italiani a raccogliere la frutta a 5 euro l'ora ? -------------- Zibordi, Lei è il solito razzista che si merita tutto quella cretina della Kyenge. Mi spiega che differenza passa tra la signora Rossi e la signora Stelea o la signora non so come si chiama che viene dalla Nigeria? Sono o non sono tutti e tre esseri umani che meritano lo stesso identico rispetto e considerazione e che non c'è ne è una più uguale delle altre sol perché è nata a Voghera o a Monopoli mentre l'altra viene da Pitesti o da Lagos? Continui così e si tenga la sua degna contraltare che è la Kyenge.

 

  By: shera on Domenica 27 Ottobre 2013 19:59

Globalizzazione e immigrazione, sono l'espressione di un mondo che cambia. Ben vengano gli extracomunitari, a iniziare dalle ragazze: in est europa sono molto belle e snelle, sud america meno carine ma molto simpatiche e aperte, asiatiche spesso sottomesse e affascinanti... le nere poi delle pantere a letto. Le italiane come sono invece: mediamente grasse e cellulitiche (a causa della tanto esaltata dieta mediterranea, olio, pasta, pane, dolci, vino...) viziate da genitori molto deboli e di poco spessore. Atteggiamento autoritario e arrogante... Proprio oggi ho conosciuto una ragazza equadoregna, in genere sono bruttine, ma la ragazza in questione è molto bella, simpatica aperta e sorridente. Aperta e solare come la maggior parte degli immigrati. Citare la kyenge è facile, ma quella si è integrata: grassottella, odiata dal marito, con una formazione catto-comunista e tendenze radical chic. Avanti con l'immigrazione dunque, sperando che siano le italiane a mettersi a dieta e non le badanti a mettersi all'ingrasso.

 

  By: Gano* on Domenica 27 Ottobre 2013 19:09

...

 

  By: Burghy on Domenica 27 Ottobre 2013 18:50

Gano e Gianlini sembrate una coppia sposata da 30 anni che passa le domeniche a bisticciare !!! andate un po a fica che vi passa :=))))) Ma non vi viene a nessuno dei due il dubbio che le vostre ipotesi possano coesistere!??? anzi che si sommino??? è tanto logico. Ovvio che come dice Gano una moneta forte abbia impennato il numero di persone desiderose di immigrare nel sud europa (dove tra l altro a parità di valuta puoi anche delinquere che nessuno ti fa niente), ma è ovvio anche come dice Gian che la caduta del muro, il crollo del costo di un biglietto aereo rispetto a un salario europeo e l informatizzazione degli ultimi 20 anni abbiano dato una botta enorme... avete ragione entrambi ma vi piace bisticciare!!! Chissà che casino che farete quando aprirete la vostra società immobiliare a Vladivostok..

 

  By: gianlini on Domenica 27 Ottobre 2013 18:27

Gano, è colpa mia se sembra che siamo gli unici sf..ati che passano la domenica al pc? io ascolterei molto volentieri le opinioni di altri o le risposte alle mie e tue osservazioni, ma cosa ci posso fare se in 6 ore non si inserisce nessun altro?

 

  By: Gano* on Domenica 27 Ottobre 2013 18:02

.

 

  By: gianlini on Domenica 27 Ottobre 2013 17:10

sarà stato l'euro o il crollo del muro? - le date sembrano indicare più il secondo del primo.... When immigrants began flooding into Greece in large numbers for the first time in the 1990s, the Greek government was not properly prepared for the management and control of so many migrants. Until 1991, legislation on immigration dated back to the 1920s. [3] In 1991 the first Law on Aliens (Law 1975/1991) was enacted, Greece's first attempt to deal with the massive influx of immigration. Throughout the 1990s, nearly 2 million migrants, the overwhelming majority of which were males, were deported, with nearly 200,000 deported annually on average; over two-thirds of them were Albanian. - chissà dove sono andati..... After the fall of communism throughout Eastern Europe in the late 1980s and early 1990s, a large number of economic refugees and immigrants from Greece's neighboring countries, Albania, Bulgaria, the Republic of Macedonia, Romania, as well as from more distant countries such as Russia, Ukraine, Armenia and Georgia, arrived in Greece, mostly as illegal immigrants, to seek employment. The vast majority of Albanians in Greece is estimated to be between 60-65% of the total number of immigrants in Greece. According to official data (2008), there are 459,390[1] holders of Albanian citizenship in Greece.[2] As of 2012, Albanian migrants constitute some 55–60% or more of the immigrant population. More recent immigrant groups, from the mid-1990s on, consist of Asian nationalities—especially Pakistani and Bangladeshi— with more recent political asylum and/or illegal migration flows through Turkey of Afghans, Iranians, Iraqis, Somali and others

 

  By: carlog on Domenica 27 Ottobre 2013 16:18

GZ: immigrazione e lavori che la gente non vuol piu' fare ... chiaramente l'immigrazione serve per tenere bassi i salari, se non vi fosse questa massa di manovra i salari dei lavori manuali salirebbero e quelle mansioni diventerebbero piu' appetibili. in una economia chiusa, le leggi di mercato funzionano anche per il mercato del lavoro (se tutti vogliono fare gli avvocati, le parcelle diminuiscono a favore di chi pulisce le scale) ma non basta intervenire sul piano del controllo della immigrazione, serve una scuola che formi (meno chiacchere e saperi umanistici), che duri meno (es. diplomi di 4 anni e lauree di 3 anni effettivi) e che sia piu' selettiva (per chi ha davvero capacita' e voglia di studiare) infine bisognerebbe ripristinare il "servizio civile" obbligatorio di 6 mesi per ragazzi e ragazze (giusto per distoglierli un po' da FB e dargli il senso della realta' e della societa') verso attivita' socialmente utili (anziani ed ambiente)

 

  By: Gano* on Domenica 27 Ottobre 2013 15:57

.

 

  By: Gano* on Domenica 27 Ottobre 2013 15:57

.

 

  By: gianlini on Domenica 27 Ottobre 2013 15:45

Gano, quale sarebbe la sciocchezza? "Perchè "questi lavori che nessuno in Italia (o in Germania) vuole più fare" (perché sono pagati troppo poco) hanno invece ora una remunerazione tale che gli autoctoni tornano a volerli fare" mi fai un esempio di lavoro che in Italia gli italiani non vogliono più fare, per ragioni di salario e invece in Germania un tedesco sì?

 

  By: Gano* on Domenica 27 Ottobre 2013 15:42

Basta, basta Gianlini con tutte queste sciocchezze... Parliamo d' altro.

 

  By: gianlini on Domenica 27 Ottobre 2013 15:40

Gano, traggo spunto da un sito che parla di immigranti in Olanda che spiega bene come quando il processo di immigrazione è maturo o avviato da tempo, il lavoro conta poco: The numbers breakdown given is as follows: Turkey - 32% of immigrants (359,000), 45% of which are second-generation Morocco - 29% of immigrants (316,000), 47% of which are second-generation .....) Originally coming for jobs, most immigrants coming in from these countries are now immigrating for marriage. Of 55,600 requests for a residence permit, 75% gave family reunification as a reason. A quarter of those were from Turks and Moroccans. The total requests for this year stand now at 32,000, probably due to the stricter demands. In order to get a residence permit for family reunification reasons you must now be 21, and your Dutch partner must earn at least 120% of the minimum wage il 75 % è ricongiungimento familiare...