Stupidi Uomini Bianchi

 

  By: gianlini on Martedì 19 Luglio 2011 20:28

credo Burghy, che l'80 % delle persone si trovi a disagio con i numeri e che lo sia il 99 % dei politici, questo è uno dei principali problemi del giustissimo rilievo che hai fatto; prova a chiedere a chiunque quanti abitanti ha il Pakistan, o le Filippine o l'Egitto e vedrai che ti verranno risposte cifre da 5 a 10 volte inferiori al numero reale Un altro grossissimo problema è quello di riuscire a figurarsi numeri e proporzioni: avevo già scritto una volta che il pur enorme numero di parole che mi scorre davanti (per lavoro) in un anno è circa un millesimo del numero di abitanti della terra; il nostro cervello non è in grado di rappresentare realisticamente numeri superiori al cento, dopom ogni ordine di grandezza si perde facilmente, e 1000 o 1 milione o 1 miliardo sembrano numeri quasi uguali

 

  By: Burghy on Martedì 19 Luglio 2011 20:17

Leggendo Gianlini e Trucco mi viene voglia di condividere una riflessione che io faccio, da almeno 15 anni, sul come la demografia venga sottovalutata quando invece è la cosa in assoluto più importante a livello politico ed economico in tutto il mondo.. Numero di esseri umani viventi-età-distribuzione sono alla base di ogni ragionamento su qualunque tema... ecologia,crescita economica,industria,energia,agricoltura,immobiliare,bolle, tassi di crescita,clandestinità,migrazioni,razze,quozienti di intelligenza,costo e durata residua delle materie prime,pensioni,scuola,sanità e potrei andare avanti per pagine... OGNI cosa di cui su questo blog parliamo dipende in grandissima parte dal numero di abitanti del pianeta! Immaginate solo per 5 minuti che un "governo mondiale illuminato" 30 anni fa invece di avviare la politca del "coniglio" avesse attuato la politica del contenimento STRETTO delle nascite.. OGGI potremmo essere in 2 miliardi di persone...una vera pacchia! nessun problema energetico, criminalità risibile, ecologia 10 volte migliore, nessun problema per il cibo, nessuna orda barbara pronta ad attaccare il mondo civilizzato etc etc.. invece NESSUNO tra quelli che al mondo contano che anche solo ne faccia cenno...anzi la popolazione mondiale aumenta giorno dopo giorno come il debito pubblico..e non ci si rende conto che questo porta alla distruzione... sarò io strano...ma mi sembra che i vari movimenti globalizzatori,buonisti e terzo mondisti siano stati e saranno peggiori persino di certe dittature del secolo scorso...

 

  By: Trucco on Martedì 19 Luglio 2011 18:53

come giustamente riporta Gianlini, è palese che quello della sovrappopolazione sia un problema serio in alcune aree del terzo mondo, ma la logica che traspare sotto i ragionamenti di questi critici di Beckham, il messaggio subliminale che colgo, secondo cui in Occidente converrebbe iniziare a farci più stretti per poter accogliere meglio i nati in eccedenza nel terzo mondo, secondo cui (questa l'ho sentita da una amica) forse sarebbe meglio non fare figli e adottarli dal terzo mondo, non lo so, magari mi sbaglio io, ma percepisco che sia una strada che serva a poco a risolvere la deriva maltusiana del terzo mondo, mi sembra piuttosto che ne acceleri l'introduzione anche in occidente.

 

  By: marco on Martedì 19 Luglio 2011 15:41

Trucco, è molto semplice...la maggior parte non ha gli strumenti per capire, i peggiori sono gli ignoranti istruiti dei radical-chic, non sanno niente di religione ed ignorano ogni statistica demografica e culturale. Poi magari hanno un risveglio brusco quando si trovano a contatto con certe realtà... Mi ricorderò per sempre i volantini della Milly Moratti che in campagna elettorale a Milano scriveva testualmente che milano doveva essere una città più aperta, più accogliente. Le statistiche danno che a Milano gli extracomunitai sono già al 25% !!??!! Forse la Milly Moratti intende dire che debbono scomparire gli Italiani?

 

  By: gianlini on Martedì 19 Luglio 2011 10:30

nel week end, a casa dei miei, ho ripreso in mano un vecchio atlante, del 1975 o giù di lì interessantissimo osservare i numeri di allora nazioni che oggi contano decine di milioni di abitanti allora non arrivavano a 3 o 4 tutte le nazioni dell'america centrale erano fra i 1,5 e 3 milioni, oggi molte sono sopra i 10 milioni, lo stesso per molte nazioni dell'africa, mi è venuto spontaneo pensare; ma cavolo!! ai tempi con quei numeri lì si poteva tentare di risolvere facilmente la loro situazione economica; che grandissima occasione persa!!! tutti a parlare di quanto morivano di fame invece di parlare di quanti di cavolo di figli mettevano al mondo in quanti paesi del terzo mondo un'efficace cultura dei pochi figli avrebbe ora prodotto società sane e non infestate da mille problemi? credo che il 95 % della gente non abbia capito che nel terzo mondo l'andamento è questo: (e non sto parlando della quotazione dell'oro) ma della popolazione dello Yemen del Sud

 

  By: Trucco on Martedì 19 Luglio 2011 10:01

Beckham, unico tra gli anglosassoni autoctoni, ha messo al mondo la sua quarta figlia. Anziché applaudire questa rara solerzia nel ridurre la velocità con cui gli europei si stanno estinguendo grazie alla politica del figlio unico, prestamente sostituiti dalla politica degli otto figli degli immigrati musulmani che faranno dell'Inghilterra un califfato islamico entro 3 o 4 generazioni, ecco che i verdi di varie organizzazioni al mondo si sono espresse in termini fortemente negativi. Non per le sue 15 auto sportive o per altre questioni realmente discutibili sul profilo ambientale, ma perché il mondo sta raggiungendo quota 9 miliardi di cittadini, e in quel numero non ci sarebbe posto per il quarto figlio di una famiglia inglese. Mi piacerebbe vedere tra 4 generazioni, quando un ambientalista farà la stessa osservazione allorché il califfo inglese metterà al mondo il ventesimo figlio dalla quarta moglie. Gli faranno una fatah e dovrà cercare asilo politico in una nazione dove ancora non sia stata legalizzata la lapidazione degli infedeli (probabilmente non nei confini europei).

 

  By: Paolo_B on Lunedì 18 Luglio 2011 19:19

a occhio, estendendo l'attenzione a tutte le nazioni, siccome la correlazione dai grafici sembra proprio essere che maggiore è la spesa sanitaria e prima si muore, se ne potrebbe ricavare una interpretazione alternativa: Meno vai dal dottore e più puoi sperare di campare.

 

  By: pana on Lunedì 18 Luglio 2011 14:06

ecco spiegato perche' vogliono privatizzare la sanita in italia com ein america, per far morire la gente prima, cosi si risparmiano soldi e pensioni da pagare.. usa : spesa procapite 8000$ e vita media 78 anni.. italia spesa procapite 3200$ e vita media 82 anni.. http://www.zerohedge.com/article/chart-explains-everything-wrong-us-healthcare-system

 

  By: gianlini on Lunedì 18 Luglio 2011 10:02

non ho assolutamente il dono della retorica e quindi mi limito alla scrittura, non mi inviteranno mai in televisione o radio detto questo, devo ribadire che non ho mai detto che la ragazza fosse consenziente; ho solo detto che la ricostruzione dei fatti non mi sembrava plausibile, tutto qui

 

  By: Moderatore on Domenica 17 Luglio 2011 22:09

Gianlini ormai potresti andare in TV a fare interventi stile Sgarbi di quelli che stupiscono sempre perchè contengono qualcosa di strampalato e tirato per i capelli solo per il gusto di dire sempre qualcosa di provocatorio o strano Le ha rotto mano e polso picchiandola con una sedia e un asse di legno... escoriazioni e tumefazioni... secondo te voleva essere mandata all'ospedale da un figuro del genere ? Quando la vittima è stata riempita di botte e le hanno rotto delle osssa io tendo a credere che non fosse consenziente

 

  By: marco on Domenica 17 Luglio 2011 22:06

Beh, chi fà parte di un "popolo eletto" le soluzioni per i goym le propone sempre ^Death and Budgets#http://www.nytimes.com/2011/07/15/opinion/15brooks.html?_r=4&ref=davidbrooks^ tanto che gli frega sono sempre regole cha vanno applicate appunto "agli altri" ooops scusate torniamo a parlare di borsa...

 

  By: Fr@ncesco on Domenica 17 Luglio 2011 17:55

Zibordi, la sua analisi del caso mi pare esaustiva. Ha però omesso di fare notare un nome ovverosia quello di Gabi Silver, ergo: avvocatessa ebrea difende stupratore nero di donna bianca quest'ultima incarcerata (a fianco del suo stupratore a causa del fatto che dà in escandescenze contro l'avvocatessa) da giudice nera.

 

  By: gianlini on Domenica 17 Luglio 2011 14:22

immagino sia chiaro che come spirito mi piace fare un po' il bastian contrario ma, ci sono diversi elementi che non quadrano nella vicenda lo stupratore è un uomo di una certa età (gli africani incanutiscono più tardi degli europei ad occhio e il tizio in questione sembra avere 55-60 anni) le forme della ragazza non definiscono la sua età, ma non sembrano quelle di una ventenne, diciamo più facile verso i 35 high che tutto sia nato da un assalto violento dell'uno all'altra mi sembra quindi piuttosto improbabile; date le circostanze, e soprattutto vista l'età dell'uomo, più facile pensare a qualche moina della ragazza, forse semplice carattere aperto, mal interpretate dall'uomo di colore e poi magari un finale sgradevole per la ragazza di per sè fossi stato l'avvocato dell'uomo non avrei lasciato niente di intentato su questo lato se poi la ragazza in tribunale ha superato le norme relative al contegno da tenersi, credo che il giudice abbia fatto solo il suo dovere nel sanzionarla* ricordo che da noi un tizio con più condanne ormai che tatuaggi, e che in tribunale non è proprio pacato e sereno nel comportamento, fa tranquillamente le proprie vacanze all'estero in luoghi ameni e ricercati, con tanto di servizi fotografici e chicce varie; chissà se calerebbe un po' la cresta, se per una volta incrociasse la Bocassini nera di detroit.... * non credo affatto invece che abbia usato il pugno di ferro perchè bianca e non nera; è mia netta impressione infatti che proprio fra i gruppi più emarginati (neri, latini, africani, ecc.ec..) chi riesce a fare carriera e diventare giudice, avvocato, funzionario sviluppi un tale senso di superiorità rispetto ai suoi simili, soprattutto quelli che si macchiano di crimini, da essere ancor più feroce e vessatore di un analogo non proveniente da tale ambiente

 

  By: GZ on Domenica 17 Luglio 2011 03:49

Una delle top stories di Drudge oggi in America è la donna picchiata e stuprata a Detroit che al processo ha insultato il l'avvocato difensore dello stupratore che diceva che se l'era cercata e ^il giudice ha incarcerato la vittima per tre giorni#http://www.myfoxdetroit.com/dpp/news/local/after-jail-time-for-contempt%2C-alleged-rape-victim-returns-to-testify^, in una cella a fianco di quella dello stupratore che l'ha minacciata in prigione di ammazzarla. In Italia o in Europa non penso sia mai successo che la vittima, accertata e non presunta, di uno stupro, contusa e tumefatta di botte, venga arrestata perchè ha dato in escandescenze al processo sentendosi denigrata dalla difesa del criminale La notizia può essere vista come una delle cose strane che succedono in America, visto che in genere come pene per lo stupro in America si da spesso l'ergastolo e si va giù molto più pesanti che in qualunque altro paese al mondo, per cui diciamo che non sembra "tipica". Sembra una cosa strana, Fox news e NBC trattano la storia come anomala e curiosa. Ho letto "Detroit" come luogo e allora ho capito tutto. Ho scommesso che la vittima era bianca e lo stupratore nero (se leggi solo il giornale non lo saprai mai perchè i giornali evitano sempre di specificare) e ho scommesso anche che la spiegazione era che la giudice era nera e poi ho guardato un video TV. Ho vinto facilmente, perchè a Detroit tutti gli stupri sono commessi da neri in pratica (e ci sono in USA 30-40 mila stupri di neri ai danni di bianchi e circa 3-4 stupri di bianchi ai danni di neri ogni anno). Questo era facile, ma ho vinto anche che il giudice era nero, l'unica spiegazione logica, ha incarcerato la vittima perchè era bianca. Fox news e NBC facevano finta di stupirsi di questo arresto della vittima di stupro che in America è sacra di solito, ma invece qui era normale, la giudice ha messo in carcere la vittima perchè quest'ultima era bianca, la giudice nera e lo stupratore nero. Ci sarebbe da dire qualcosa in termini etnici anche sull'avvocatessa (non nera) che insultava la vittima, ma lasciamo stare... A Detroit i bianchi rimasti sono meno del 10% della popolazione, non ci sono più bianchi tra le autorità, polizia, sindaco, giudici, funzionari..., c'è anche il ^penultimo film di Clint Eastwood che è sul tema "ultimo bianco a Detroit"#http://magazine.liquida.it/2009/03/16/gran-torino-lamerica-di-clint-eastwood/^ (anche se ovviamente dalle recensioni dei giornali non lo indovineresti mai) (Nelle foto, lo stupratore, il giudice e la stuprata)

 

  By: gianlini on Sabato 09 Luglio 2011 10:40

magari se li lasciavano in Africa tutti questi colored anzichè portarseli in casa, avrebbero meno problemi ora, anche se ovviamente vincerebbero molte meno medaglie alle olimpiadi.....