Stupidi Uomini Bianchi

 

  By: MR on Sabato 05 Marzo 2016 16:42

Tutte le volte che leggo Anti l'umore ha un picco.

 

  By: Bullfin on Sabato 05 Marzo 2016 16:02

Non è il capitalismo....è l'istituzione che ha gestito il capitalismo che ha fallito. La globalizzazione è stata fatta a) in tempi fulminei, senza regolamentazione b) in modo squilibrato...i paesi occidentali hanno aperto tutto gli altri in parte....

 

  By: antitrader on Sabato 05 Marzo 2016 15:59

"gli italiani lavorare nei campi per un tozzo di pane al giorno...grazie agli immigrati che hanno livellato i salari in basso" E cosa credi che sarebbe successo senza il bracciante nero? La fattoria avrebbe chiuso (e ridotta a sterpaglie), e "l'italiano" non trovava manco quello. E' il capitalismo bellezza (e il Comunismo non lo ha voluto).

 

  By: NelloManga on Sabato 05 Marzo 2016 15:49

#i#Nello assisterebbe ad una robusta iniezione di maschilismo e spirito destrorsi, che non gli potrebbe non far piacere.#/i# Pigliarlo in c'ulo (in tutti i sensi) è esattamente una "robusta iniezione di maschilismo", ma ti garantisco che non mi farebbe alcun piacere. E "pigliarlo in c'ulo" è proprio ciò che accettiamo nel momento in cui consentiamo l'ingresso illegale e indiscriminato di torme di primitivi selvaggi terzomondiali che arrivano qui dall'età della pietra in cerca di "una vita migliore"; vita migliore che effettivamente trovano, a spese nostre, mentre, nel contempo, rendono la nostra peggiore: ergo, ce lo mettono in c'ulo. Non mi fa piacere, Gianlini, non mi fa nessun piacere.

 

  By: Bullfin on Sabato 05 Marzo 2016 15:39

E' tutto il contrario, e' il contesto di economia debole ad essere nefasto per gli immigrati e non viceversa. Gli immigrati han salvato l'agricoltura (cosi' ci possiamo pavoneggire con le "eccellenze"), il turismo (negli alberghi e ristoranti sono oltre il 50%), l'assistenza agli anziani (il babbo dentro l'ospizio costerebbe 3/6000 EUR/mese). L'economia guadagna sicuramente dall'immigrazione. A me tuttavia non piace, per motivi di carattere estetico e, sopratutto, perche' l'immigrazione danneggia principalmente l'immigrato sopratutto nel medio/lungo periodo. Tutte emerite stronzate di chi guarda la TV...il sottoscritto, che le aziende le vede, che cammina in mezzo alle postazioni produttive etc. vede tantissimi immigrati operai e operai specializzati....altro che agricoltura. A proposito di TV, l'altro giorno vedevo da un mio amico un servizio in cui vedevi gli italiani lavorare nei campi per un tozzo di pane al giorno...grazie agli immigrati che hanno livellato i salari in basso. Poi altra favola dellla Repubblica, l'Espresso antitraderiano è quello che i nostri sono andati all'estero anche loro. Bene bisogna dire pero'... a) sono andati in territtori dove l'economia tirava e aveva bisogno di manodopera e/o b) provate a chiedere a chi è andato all'estero quanto era voluto bene....da fonti dirette mi raccontano di eventi umilianti e minacce di morte... La seconda parte invece è giusta. Infatti approvo gli immigrati della prima generazione che furbescamente e intelligentemente non vogliono questa seconda ondata... Certo sentire parlare un comunista (i comunisti sono notori per l'omogeneizzazione del tutto) di motivi di carattere estetico è racapricciante...sembri uscito dalla scuola della gioventu' hitleriana...ahahhaha...

 

  By: antitrader on Sabato 05 Marzo 2016 15:32

"Gli immigrati in un contesto di economia debole e disoccupazione sono deleteri." E' tutto il contrario, e' il contesto di economia debole ad essere nefasto per gli immigrati e non viceversa. Gli immigrati han salvato l'agricoltura (cosi' ci possiamo pavoneggire con le "eccellenze"), il turismo (negli alberghi e ristoranti sono oltre il 50%), l'assistenza agli anziani (il babbo dentro l'ospizio costerebbe 3/6000 EUR/mese). L'economia guadagna sicuramente dall'immigrazione. A me tuttavia non piace, per motivi di carattere estetico e, sopratutto, perche' l'immigrazione danneggia principalmente l'immigrato sopratutto nel medio/lungo periodo.

 

  By: MR on Sabato 05 Marzo 2016 15:17

E figurati se Gianlini non rispolvera il vecchio cavallo di battaglia del "fascioislamico"

 

  By: Bullfin on Sabato 05 Marzo 2016 15:07

Parto dal presupposto di concrettezza. Gli immigrati in un contesto di economia debole e disoccupazione sono deleteri. Prima bisogna sprigionare il potenziale del loco. Ovvero, dare lavoro ai disoccupati con formule incentivanti, dare formule incentivanti a chi fa uno-due-tre figli e non cinque che così vanno tutti agli immigrati Detto questo a livello economico, a livello culturale l'osservazione di Gianlini sull'innesto di elementi machisti dagli immigrati è vero. Mi piace pero' fare da me...ovvero bisogna noi UOMINI, tirare fuori le palle...prendere in mano la situazione... Nel mio piccolo cerco di iniettare questa verve nel forum. Nella vita di tutti i giorni sono persona tranquilla, socievole, pero' se vengo attaccato reagisco sempre autoritariamente....ma solo se vengo attaccato... Non guardo in faccia se uomo o donna chi mi rompe le palle...ovviamente sul lavoro invece devo fare di neccessita' virtu'...ma visto che mi sono trovato con due donne che rompono i coglioni sto cercando altro... Vedete...cambio lavoro...non mi faccio mettere sotto...un caro saluto... Sia chiaro poi che non sono per dominare sulla donna. Se la donna sta al suo posto in un rapporto costruttivo e RISPETTOSO si forma un buon equilibrio senza che uno debba imporre, dominare, etc....

 

  By: gianlini on Sabato 05 Marzo 2016 14:40

Non tutti ovviamente, ma ad esempio Nello assisterebbe ad una robusta iniezione di maschilismo e spirito destrorsi, che non gli potrebbe non far piacere. In generale chi possiede immobili si giova dell'immigrazione, chi serve il mercato dei beni di largo consumo, chi investe in borsa, eccetera eccetera

 

  By: MR on Sabato 05 Marzo 2016 14:27

Non è questo il punto. Mi devi spiegare perché chi è anti-immigrato in realtà ci guadagnerebbe.

 

  By: gianlini on Sabato 05 Marzo 2016 14:08

Gano, hai elaborato un discorso al di la fi quanto avrei fatto io. Basterebbe il 53 % di donne e gay per avere sempre una maggioranza anti-islamici, dato che non avrebbero NIENTE da guadagnare. E invece sono proprio loro a volerli far entrare

 

  By: MR on Sabato 05 Marzo 2016 13:53

Non credo che Gianlini sia capace di un ragionamento del genere. Probabilmente è solo una delle sue sparate a *** , come dimostra la risposta che mi ha dato.

 

  By: Gano di Maganza on Sabato 05 Marzo 2016 13:24

#i#Gianlini> "Nello, l'abbiamo sottolineato anche altre volte. Quelli che si aprono a queste correnti migratorie sono quelli che ci hanno più da perderci (donne e gay),m quelli che le contrastano sarebbero in realtà quelli che più hanno da approfittarne."#/i# Non dico che quello di Gianlini sia un discorso sbagliato, ma messo così effettivamente non posso dare torto a MR che dice che non ci si capisce un gran che. Elaborare, please. Nell' attesa provo a farlo io.... donne e gay rappresentano più del 50% della popolazione, diciamo tra il 53% (stima di Gianlini con il 3% di gay sulla popolazione generale) e il 60% (stima che lessi da qualche parte con il 10%). Poi ci sono tutti gli altri che hanno da perdereci (perché aumenta la criminalità, le periferie diventano il Bronx, i salari si comprimono verso il basso etc. etc.). La butto lì, un 75 - 80% del resto? Si arriva facilmente all' 85-90% della popolazione generale che ha da perderci. Con un 10-15% che ne approfitta (perché può assumere mano d'opera a prezzi molto bassi, perché ci guadagna dalla loro rilocazione etc.). E' questo che volevi dire? Che è questo 15% che la contrasta di più? A me sembra un discorso un po' strano. Forse è per quello che ti hanno chiesto di argomentare.

 

  By: gianlini on Sabato 05 Marzo 2016 13:21

Mr, cosa c'è da argomentare?

 

  By: MR on Sabato 05 Marzo 2016 13:04

Gianlini, o la spieghi o taci.