Medio Oriente e intrighi

Re: Medio Oriente e intrighi  

  By: gianlini on Giovedì 19 Aprile 2018 12:24

Fake news, Pana

Questo Maksim Borodin non è mai esistito.

 


 Last edited by: gianlini on Giovedì 19 Aprile 2018 12:25, edited 1 time in total.

Re: Medio Oriente e intrighi  

  By: pana on Giovedì 19 Aprile 2018 11:20

attendiamo commenti dai putins fans del forum

dai dai vediamo che mi dite sulla stranissima morte del goiornalista maksim borodin

che stava indagando su una vicenda molto scomoda per putin, l impiego di mercnerari russi in siria..

 

n portavoce della polizia dell'oblast di Sverdlovsk, citato da RFERL, ha detto che è “improbabile che si tratti di un caso di natura criminale” perché la porta dell’appartamento di Borodin era chiusa dall’interno, le chiavi erano dentro e non c’erano segni di effrazione. Ma Polina Rumyantseva, caporedattore del reporter, ha dichiarato di non credere a questa teoria, e un amico del 32enne ha raccontato che mercoledì, il giorno prima della caduta, il giornalista l’aveva contattato dicendogli che il suo palazzo era circondato da “forze di sicurezza” con addosso maschere e mimetiche. Borodin, ha spiegato l’amico, era allarmato e credeva che il suo appartamento sarebbe stato perquisito, perciò gli aveva chiesto di trovargli un avvocato.

16 Apr 2018 di hookii44 commenti

Maxim Borodin, un giornalista russo che si stava occupando delle morti dei mercenari russi in Siria, è morto dopo essere caduto dal balcone al quinto piano del suo appartamento di Ekaterinburg, una città con 1

Re: Medio Oriente e intrighi  

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 18 Aprile 2018 18:01

"PS. ma non ci sono state nubi tossiche di gas dopo il bombardamento dei siti di produzione in Siria ?strano, vuoi proteggere la popolazione dai gas chimici pero poi distruggi gli impianti col rischio di provocareuna catastrofe"

 

Sapevano benissimo che né c'è mai stato l'attacco chimico né c'era il gas nei cosiddetti "siti di produzione". Una cosa così pasticciata l'ho vista raramente.

Re: Medio Oriente e intrighi  

  By: lmwillys1 on Mercoledì 18 Aprile 2018 12:07

'Risultato delle analisi di un laboratorio indipendente svizzero'

 

non so perché ma non sono sorpreso

Re: Medio Oriente e intrighi  

  By: DOTT JOSE on Mercoledì 18 Aprile 2018 08:19

Risultato delle analisi di un laboratorio indipendente svizzero

il gas usato con Skrjpal e' di produzione uk/us e non russa

Theresa May had laid them out? Ever wonder why, given how utterly deadly we were told this chemical was, the Skripals wondered around for a few hours after being 'infected' and then days later, survived with no chronic damage?

Well those doubts may well have just been answered as according to the independent Swiss state Spiez lab, the substance used on Sergei Skripal was an agent called BZ, which was never produced in Russia, but was in service in the US, UK, and other NATO states.

PS. ma non ci sono state nubi tossiche di gas dopo il bombardamento dei siti di produzione in Siria ?strano, vuoi proteggere la popolazione dai gas chimici pero poi distruggi gli impianti col rischio di provocareuna catastrofe


 Last edited by: DOTT JOSE on Mercoledì 18 Aprile 2018 08:25, edited 1 time in total.

Re: Medio Oriente e intrighi  

  By: gianlini on Martedì 17 Aprile 2018 14:53

A parte che è un passaggio più subito che voluto, mi sembra normale che chi ha rappresentato, forse, un blocco dominante, lotti per conservare ciò che ha e chi gli si oppone debba fare un po' di fatica (nemmeno tanta, se vogliamo essere sinceri)

 


 Last edited by: gianlini on Martedì 17 Aprile 2018 15:05, edited 2 times in total.

Re: Medio Oriente e intrighi  

  By: Gano di Maganza on Martedì 17 Aprile 2018 14:39

Il problema nasce quando l'unipolare non ne vuole sapere di diventare multipolare.

Re: Medio Oriente e intrighi  

  By: gianlini on Martedì 17 Aprile 2018 14:27

Condivido in pieno. E questo passaggio ad un mondo multipolare lo si fa con iniziative "soft". Troppo pericoloso e privo di reale convenienza andar giù pesanti. 

Cinguetti twitter, post facebook, rappresaglie su obiettivi specifici, scaramucce circoscritte, sanzioni economiche molto parziali. Per quanto dissacrante possa sembrare questa affermazione, la guerrra in Siria è una guerra estremamente soft. 

Nelle guerre hard le fazioni che si contrappongono impiegano e sacrificano una percentuale significativa dei loro uomini e mezzi. Iran-Iraq fu forse l'ultima guerra di questo genere, con due milioni di morti su un totale di 70-80 fra le due nazioni. 

 

Fra USA, Russia, UK, Francia, Turchia, Iran e Arabia Saudita (gli attori della disfida siriana) contiamo 800 milioni di individui, che si combattono provocando qualche migliaio di morti siriani (le perdite dirette delle forze dei Paesi indicati sono arrivate forse a 50, ma probabilmente meno; possiamo se vuoi aggiungervi 3-400 morti per il terrorismo). 3-4 milioni di profughi in tutto. Una guerra incommensurabilmente soft. Un braccio di ferro mirante alla formazione dell'equilibrio dinamico e non dello scontro vero e proprio.

 

E' per questo che ritengo che commenti troppo pessimisti o troppo entusiasti per l'una o per l'altra fazione siano assurdi.


 Last edited by: gianlini on Martedì 17 Aprile 2018 14:32, edited 4 times in total.

Re: Medio Oriente e intrighi  

  By: Gano di Maganza on Martedì 17 Aprile 2018 12:59

Le ragioni sono tante. La prima sicuramente è il (difficile e combattuto) passaggio da un mondo unipolare ad un mondo multipolare, questo per me è l'aspetto più interessante. In Iraq, in Afghanistan, in Libia gli USA hanno operato da soli, con i loro vassalli europei al seguito; oggi le cose sono cambiate e sul campo hanno trovato un competitor o comunque un qualcuno che si può definire un'altra visione del mondo. Poi il ruolo di potenza guida in Medio Oriente e, fra i paesi arabi, di guida del mondo musulmano sciita (Turchia, Egitto o Arabia Saudita? Ciascuno con una propria agenda), la lotta al terrorismo che potrebbe sconfinare e contagiare le repubbliche russe meridionali (i russi cercano di spengerlo, gli altri di fomentarlo), Israele e l'Iran (in Libano c'è l'Iran con Hezbollah più che la Siria, la Siria ha invece aperta con israele la contesa per le Alture del Golan), la presenza delle basi navali russe nel mediterraneo, il sovranismo verso il globalismo, e poi certo, forse anche i gasdotti. 

 

Nessun evento che succede nel mondo oggi è scollegato dal resto. 

 

 


 Last edited by: Gano di Maganza on Martedì 17 Aprile 2018 13:22, edited 5 times in total.

Re: Medio Oriente e intrighi  

  By: gianlini on Martedì 17 Aprile 2018 12:19

Per gli europei, la ragione è ovviamente il gasdotto che potrebbe passare di lì ed alimentare l'Europa. Ovviamente Mosca si oppone perchè vuole essere lei a decidere quanto gas e a che prezzo venderlo agli europei. Conosco l'argomento dei berlusconiani oggi salviniani: mantenendo un rapporto buono con Mosca, potremmo essere noi a vendere il gas russo agli europei lucrandoci sopra. Argomento non disprezzabile, occorre però considerare la probabilità e la effettiva possibilità che si riesca a mantenere rapporti buoni sia con gli uni che con gli altri in una redditizia equidistanza. Con Gheddafi abbiamo già visto come è andata a finire.

Per gli USA che invece fanno politica sotto dettatura di Israele, la ragione l'ho indicata ieri e potrebbe stare nel boom demografico che forse costringe Israele e ripensare i propri confini cercando un'espansione a nord.

La Siria sarà anche stata in pace, ma ha fomentato la guerra civile in Libano per decenni, e attaccato Israele costantemente.Forse questo lo dimentichi. 

 


 Last edited by: gianlini on Martedì 17 Aprile 2018 12:34, edited 5 times in total.

Re: Medio Oriente e intrighi  

  By: Gano di Maganza on Martedì 17 Aprile 2018 11:24

Assad non è Kim Jung-un. Sotto gli Al-Assad per più di 50 anni hanno convissuto in pace Drusi, Alawiti, Sciiti, Sunniti, Ebrei, Cattolici, Ortodossi, Maroniti, Azidi... e esisteva la più fiorente comunità cristiana del medio oriente. Non so i Jihadisti (altresì chiamati "ribelli" o anche "terroristi moderati") appoggiati dall'Occidente quanto siano altrettanto tolleranti...

 

Purtroppo in Medio oriente spesso è necessario un personaggio forte per garantire i diritti di tutti.

 

Detto questo, hai ragione Gianlini, gli Occidentali avevano bisogno di una scusa per andare in Siria. Ora che mi hai spiegato la scusa, mi farebbe piacere se mi spieghi anche la ragione.

 

 

Gianlini> "Fraintendi sempre furbescamente..."

 

Gian, che fai, perdi già l'aplomb? Aspetta almeno che ti abbia messo un po' più in difficoltà, no? Aspetta a darmele di queste soddisfazioni... ;-)


 Last edited by: Gano di Maganza on Martedì 17 Aprile 2018 11:32, edited 2 times in total.

Re: Medio Oriente e intrighi  

  By: gianlini on Martedì 17 Aprile 2018 11:03

Allora diciamo che Putin non ha dovuto giustificare il fatto di aver accettato l'invito di Assad. Non sto parlando di giustificazione all'esterno, ma all'interno. Giustificare perchè garantiva supporto ad un dittatore come Assad, Anche la Corea del Nord è un paese riconosciuto dall'ONU*. e il suo governo è legittimo. E con questo?

Ti sta bene così?

Fraintendi sempre furbescamente l'argomento che uno propone. 

* non è riconosciuta da Francia, Giappone e Corea del Sud

 


 Last edited by: gianlini on Martedì 17 Aprile 2018 11:10, edited 4 times in total.

Re: Medio Oriente e intrighi  

  By: Gano di Maganza on Martedì 17 Aprile 2018 10:59

Gianlini> "La Russia ha occupato la Siria e sostenuto Assad senza dover fornire spiegazioni o trovare giustificazioni. L'ha deciso e l'ha fatto. Punto. Nessuno ha contestato la decisione presa di Putin. Forse nemmeno l'ha dovuta comunicare."

 

La Siria è un paese riconosciuto dall'ONU e la Russia ci è andata su invito del suo governo, che a tutti gli effetti è legittimo. Quindi non deve giustificare niente a nessuno. Tutti gli altri ci sono andati illegalmente. Almeno secondo il diritto internazionale. 


 Last edited by: Gano di Maganza on Martedì 17 Aprile 2018 11:00, edited 1 time in total.

Re: Medio Oriente e intrighi  

  By: gianlini on Martedì 17 Aprile 2018 09:49

GAno sull'altro thread ha postato un articolo di ZH che insiste sulla costruzione ad arte di prove di armi chimiche da parte di UK e US.

Il problema delle democrazie è quello di dover giustificare i propri atti, problema che altri sistemi politici non hanno.

La Russia ha occupato la Siria e sostenuto Assad senza dover fornire spiegazioni o trovare giustificazioni. L'ha deciso e l'ha fatto. Punto. Nessuno ha contestato la decisione presa di Putin. Forse nemmeno l'ha dovuta comunicare.

 

Viceversa Trump o Macron o la May per agire hanno bisogno di una ragione condivisibile dal suo elettorato. E dato che l'elettorato occidentale non è nemmeno più tanto sensibile ai propri interessi (ad esempio che la costruzione di un gasdotto dal Qatar passante per la Siria sarebbe utile all'Europa per diversificarne le fonti energetiche) quanto a motivazioni di ordine superiore e relative ai grandi principi morali, ecco che non basterebbe nemmeno dire che è nell'interesse degli US o dei suoi alleati attaccare la Siria. E' necessario dire che si attacca un regime perchè lì vengono commessi crimini "contro l'umanità". Un po' come quelle campagne estive contro l'abbandono dei cani. 

 

Si finisce insomma per parlare di questioni del tutto secondarie.

 

 


 Last edited by: gianlini on Martedì 17 Aprile 2018 09:56, edited 2 times in total.

Re: Medio Oriente e intrighi  

  By: pana on Lunedì 16 Aprile 2018 09:08

ma come il sovranista e pacifista trump che vuole togliere territori alla siria sovrana?

la media dei figli la alzano le mamme musulmane pero...

 

The highest fertility rate in 2016 belonged to Muslim women—3.29 children per mother—and the lowest to women whose religion was not classified by the census—with 1.64 children. The latter group is comprised mostly of spouses of Jewish olim (immigrants) and those whose religions are not separately noted, such as Buddhists, Hindus, Samaritans and the like.