Saddam lo rimpiangeranno vedrai

 

  By: GZ on Lunedì 01 Gennaio 2007 22:14

 

  By: carlog on Lunedì 01 Gennaio 2007 18:49

Nel 45 gli "attori" in ballo erano parecchi, ognuno voleva la sua parte e bisognava in qualche modo salvare le apparenze da 30 anni in Iraq le parti erano sostanzialmente 2 (Saddam e le Presidenze USA), c'e stata una escalation di fatti con scambio di ruoli che sembra la trama di una tragedia greca e/o shakespeariana nella quale era difficile per i 2 attori mediare o tirarsi indietro cio' mi pare tipico di paesi immaturi o non scafati dalla storia (nella cui lista ci metterei anche russia, cina) in Europa il senso necessario della mediazione politica e' stata acquisita dopo secoli di guerre intestine sanguinose, intervallati da periodi di forte crescita culturale

 

  By: Moderator on Lunedì 01 Gennaio 2007 18:44

giustiziato secondo la loro giurispudenza , che prevede dal 1921 la pena di morte. Uno dei pochi veri criminali giustiziati negli ultimi 20 anni in Irak , contro le migliaia di non-criminali che non hanno mai ricevuto la pietà dei nostri pacifisti

 

  By: GZ on Lunedì 01 Gennaio 2007 17:10

Quando era bambino mio padre comprava Storia Illustrata e mi ricordo ancora le foto del processo di Norimberga con le forche e i criminali nazisti con il cappio al collo sul patibolo ed le immagini mandate in onda diverse volte in tv senza mai sentire "...che esempio di inciviltà, impiccare i responsabili di auschiwtz...chissà dopo queste impiccagioni la reazione dei simpatizzanti nazisti..." I politici e intellettuali italiani si mobilitano per salvare il collo a Saddam e allo stesso tempo celebrano la Liberazione nata con l'uccisione senza processo e linciaggio in piazza del dittatore, unitamente alla sua compagna, nonchè del linciaggio in piazza o esecuzione di centinaia di altri personaggi del regime inclusi filosofi come Gentile e in più dell'eliminazione "informale" e sempre senza processo di circa altre 20.000 persone dopo il 25 aprile assieme a loro Tutta questa ferocia come reazione a un dittatore come Mussolini che nei suoi di potere assoluto dal 1923 al 1943 era stato responsabile della morte circa QUARANTA oppositori, includendo i fratelli rosselli e matteotti, faceva curare Gramsci all'ospedale militare del Celio che era il migliore dell'epoca e aiutava di nascosto Nenni a parigi a sfuggire ai nazisti nel 1941 (cosa raccontata da nenni stesso). Il benito mussolini aveva portato l'italia in guerra e represso la libertà, ma era un "tenero" nei confronti internazionali di dittatori, nemmeno paragonabile a un Saddam che di morti ne ha fatti decine di migliaia in tempo di pace, assisteva personalmente alle torture e a quelli che gli sfuggivano scappando all'estero faceva recapitare il video delle sorelle o genitori torturati in iraq. Ma la reazione dopo la caduta della dittatura in Italia è stata assolutamente paragonabile per ferocia e numero di morti al post-saddam in iraq, per cui forse si potrebbe almeno stare zitti su questo tema

 

  By: GZ on Lunedì 01 Gennaio 2007 17:10

I giornali italiani fanno schifo - gz  

  By: GZ on Lunedì 05 Dicembre 2005 21:37

A proposito di quello che ha scritto Cisha che ha dato un occhiata a un video di decapitazioni. I giornali italiani fanno schifo. Al processo di Saddam oggi sfilavano i primi testimoni e su Reuters leggi che parlavano di bambini lasciati morire di fame, un ^tritacarne usato per passarci dei prigionieri#http://today.reuters.com/news/newsarticle.aspx?type=topNews&storyid=2005-12-05T181443Z_01_KWA483299_RTRUKOC_0_US-IRAQ-SADDAM-TRIAL.xml&rpc=22^, figli torturati davanti ai genitori, Saddam che li colpiva personalmente.. Cosa mette come titolo il Corriere ? Le dichiarazioni di Saddam ovviamente, il quale sfida il tribunale: "Non temo la pena di morte" " ...è un tribunale illegale degli USA..." (cioè per gli editorialisti del Corriere la notizia di oggi è: Saddam, un uomo che si batte... la pena di morte è ingiustaaaaa...) E' come se al processo di Norimberga avessero evitato le testimonianze dei sopravvisuti a Buchenwald e sottolineato le dichiarazioni di Goering che il processo era illegale e non temeva la pena di morte. Mettono sempre in prima pagina le foto di sospetti terroristi "torturati" (anche qualche giorno fa) e nascondono le dozzine di filmati e le centinaia di foto delle auschiwtz e buchenwald di Saddam. Per due anni hanno evitato di parlare delle centinaia di fosse comuni e dei racconti di sopravvissuti alle camere di tortura di Saddam perchè sarebbe suonato come una "giustificazione della guerra". Vedono il lancio di agenzia sulle testimonianze dei sopravvissuti e temono che a dargli risalto qualcuno pensi che era giusto abbattere il dittatore ------------------ da reuters------------------------- ........I swear by God I walked by a room and on my left I saw a grinder with blood coming out of it and human hair underneath," said 38-year-old Ahmed Hassan, who said he had been kept in ^room 63 at the Hakmiya intelligence headquarters in Baghdad##http://today.reuters.com/news/newsarticle.aspx?type=topNews&storyid=2005-12-05T181443Z_01_KWA483299_RTRUKOC_0_US-IRAQ-SADDAM-TRIAL.xml&rpc=22^. ........................................... He said it was while he was climbing the stairs there that he saw the meat grinder. "No one escaped torture," he said. "They would put a mask on my eyes and because I was young it would fall down. I saw women being tortured," he said. "My brother was given electric shocks while my 77-year-old father watched," Hassan said. "They told us, 'why don't you confess, you will be executed anyway'," he said. "One man was shot in the leg with two bullets... Some people were crippled because they had their arms and legs broken." He said they were held in Hakmiya for 70 days. While they were there a woman told a guard that her infant baby needed milk or he would die. "He died and the guard threw him from the window," Hassan told the court. "Pregnant women gave birth in the prison. Their babies died." Saddam and his co-defendants have all pleaded not guilty to the charges. They could be sentenced to death if found guilty.

 

  By: XTOL on Martedì 15 Novembre 2005 19:41

gian, ma gz ti paga per menare il can per l'aia? sei regolarmente fuori tema

 

  By: gianlini on Martedì 15 Novembre 2005 19:38

xtol, sembra che il petrolio irakeno arrivasse abbondante a tutti noi ben prima di andare a fare la guerra in Iraq, e a prezzi anche molto economici. visto che il petrolio gli iraniani già ce l'hanno, perchè vorrebbero distruggere israele che il petrolio non ce l'ha?

 

  By: XTOL on Martedì 15 Novembre 2005 19:35

vi) se oltre a sparare razzi illuminanti in aria ne hanno tirato anche sulle posizioni di terroristi che tutti i giorni massacrano come strategia i civili dov'è il problema ? ------------------------------------------ concordo: À la guerre comme à la guerre, è inevitabile. quel che si dovrebbe evitare assolutamente è fare i moralisti del ..... dividendo buoni e cattivi sulla base di fantasiose categorie. Si voleva il petrolio, ce lo siamo preso: dov'è il problema ?

 

  By: GZ on Martedì 15 Novembre 2005 18:58

Una volta sconfitti i terroristi che avevano in mano Fallujiah di colpo le decapitazioni in video sono cessate e gli irakeni hanno avuto il coraggio di andare avanti con due elezioni a cui hanno partecipato 8 milioni di persone. Senza la battaglia di Fallujiah non sarebbe stato possibile. La critica da fare è perchè abbiano aspettato tanto a sparargli i razzi al fosforo visto che erano efficaci. i) i razzi illuminanti al fosforo non sono "armi di distruzione di massa" o "armi chimiche bandite dalla convenzione di ginevra", ma una delle tante armi che gli eserciti usano. I soldati italiani a Nassaraya in un programma che ho visto sparavano dei razzi illuminanti per tenere lontani di notte i tizi che gli hanno sventrato la caserma un anno fa. Questa accusa era stata fatta da Al Qaeda un anno fa e nessuno l'ha presa in considerazione fino a quando la RAI non l'ha rilanciata. Una volta se i nazisti accusavano di atrocità gli alleati ci si poneva qualche problema prima di dargli una mano. Non si ha notizia di manifestazioni contro le "armi chimiche americane a Fallujiah" in Iraq nè all'epoca nè oggi, solo a Roma sembra che manifestino. ii) Se uno legge le DOZZINE di resoconti sul campi di reporter "embedded" presso le truppe di tutti i paesi (circa 100 giornalisti che hanno vissuto la battaglia giorno per giorno...) vede che prima di attaccare per giorni hanno inondato Fallujiah di volantini chiedendo ai civili di andarsene. E sembra che Zarqawi sia sfuggito appunto mescolandosi ai civili che sono sfollati. Viceversa i destinatari dei razzi ogni giorno provocano deliberatamente stragi ai matrimoni, al mercato, ai funerali e in mezzo ai bambini. Che il loro decesso sia causato da razzo al fosforo o bomba da aereo o cannonata o mitragliata da elicottero non ha importanza per la maggioranza degli irakeni ii) i razzi illuminanti al fosforo non "fondono la carne lasciando intatti i vestiti" come dice Rai24 e i cadaveri che hanno mostrato nel programma sembravano semplicemente decomposti per essere stati esposti al calore per cui non sai di chi fossero (qualcuno osservandole bene ha fatto notare che si notavano segni di vermi) Mostrare foto di cadaveri decomposti con teschi e ossa suscita orrore, ma sulla base delle foto possono essere vittime dei terroristi che hanno avuto in mano Fallujiah per un anno e ammazzato centinaia di persone oppure cadaveri di terroristi di Zarqawi stessi visto che è generalmente ammesso che ne siano morti almeno 1.000 vi) se oltre a sparare razzi illuminanti in aria ne hanno tirato anche sulle posizioni di terroristi che tutti i giorni massacrano come strategia i civili dov'è il problema ? Sono armi che quasi tutti gli eserciti hanno in dotazione e se non ammazzavi i terroristi saremmo andati avanti fino ad oggi con il video del civile che viene sgozzato a Fallujiah

 

  By: XTOL on Martedì 15 Novembre 2005 18:13

oh oh!... interessa una fonte più attendibile di repubblica? ^da the fight for falluja#http://sill-www.army.mil/FAMAG/Previous_Editions/05/mar-apr05/PAGE24-30.pdf^ By Captain James T. Cobb, First Lieutenant Christopher A. LaCour and Sergeant First Class William H. Hight autentica controinformazione... "White Phosphorous. WP proved to be an effective and versatile munition. We used it for screening missions at two breeches and, later in the fight, as a potent psychological weapon against the insurgents in trench lines and spider holes when we could not get effects on them with HE. We fired “shake and bake” missions at the insurgents, using WP to flush them out and HE to take them out."

 

  By: GZ on Lunedì 14 Novembre 2005 00:18

Questa è una email girata oggi da un cugino di mia moglie a Seattle, proviene da un conoscente che ha il figlio nei marines in Iraq e quando è tornato gli ha raccontato cosa succede ------------------------------------ > Jack Cinque > upt80405@earthlink.net > Date: 11/13/2005 12:09:30 AM >> Subject: Ed Ryan sends Iraq combat reports >> >Written by a young Marine who had boots on the ground.....I left the content intact.... A couple of weekends ago I got to spend time with my son Jordan, who was on his first leave since returning from Iraq. He is well (a little thin), and already bored. He will be returning to Iraq for a second tour early '06 and has already re-enlisted early for 4 more years. He loves the Marine Corps and is actually looking forward to returning to Iraq. Jordan spent 7 months at "Camp Blue Diamond" in Ramadi. Aka: Fort Apache. He saw and did a lot and the following is what he told me about weapons, equipment, tactics and other miscellaneous info which may be of interest to you. Nothing is by any means classified. No politics here, just a Marine with a bird's eye view's opinions: Who are the bad guys?: Most of the carnage is caused by the Zarqawi Al Qaeda group. They Operate mostly in Anbar province (Fallujah and Ramadi). These are mostly foreigners", non-Iraqi Sunni Arab Jihadists from all over the Muslim world (and Europe). Most enter Iraq through Syria (with, of > course, the knowledge and complicity of the Syrian govt.), and then travel down the "rat line" which is the trail of towns along the Euphrates River that we've been hitting hard for the last few months. Some are virtually untrained young Jihadists that often end up as suicide bombers or in "sacrifice squads". Most, however, are hard core terrorists from all the usual suspects (Al Qaeda, Hezbollah, Hamas etc.). These are the guys running around murdering civilians en masse and cutting heads off. The Chechens (many of whom are Caucasian), are supposedly the most ruthless and the best fighters. (they have been fighting the Russians for years). In the Baghdad area and south, most of the insurgents are Iranian inspired (and led) Iraqi Shiites. The Iranian Shiia have been very adept at infiltrating the Iraqi local govt.'s, the police forces and the Army. The have had a massive spy and agitator network there since the Iran-Iraq war in the early 80's. Most of the Saddam loyalists were killed, captured or gave up long ago. Bad Guy Tactics: When they are engaged on an infantry level they get their asses kicked Every time. Brave, but stupid. Suicidal Banzai-type charges were very common earlier in the war and still occur. They will literally sacrifice 8-10 man teams in suicide squads by sending them screaming and firing Ak's and RPG's directly at our bases just to probe the defenses. They get mowed down like grass every time. ( see the M2 and M240 above). Jordan's base was hit like this often. When engaged, they have a tendency to flee to the same building, probably for what they think will be a glorious last stand. Instead, we call in air and that's the end of that more often than not. These hole-ups are referred to as Alpha Whiskey Romeo's (Allah's Waiting Room). We have the laser guided ground-air thing down to a science. The fast mover's, mostly Marine F-18's, are taking an ever increasing toll On The enemy. When caught out in the open, the helicopter gunships and AC-130 Spectre gunships cut them to ribbons with cannon and rocket fire, especially at night. Interestingly, artillery is hardly used at all. Fun fact: The enemy death toll is supposedly between 45-50 thousand. That is why we're seeing less and less infantry attacks and more IED, suicide bomber ****. The new strategy is simple: attrition. The insurgent tactic most frustrating is their use of civilian non-combatants as cover. They know we do all we can to avoid civilian casualties and therefore schools, hospitals and (especially) Mosques are locations where they meet, stage for attacks, cache weapons and ammo and flee to when engaged. They have absolutely no regard whatsoever for civilian casualties. They will terrorize locals and murder without hesitation anyone believed to be sympathetic to the Americans or the new Iraqi govt. Kidnapping of family members (especially children) is Common to influence people they are trying to influence but cant reach, such as localgovt. officials, clerics, tribal leaders, etc.). The first thing our guys are told is "don't get captured". They know That if captured they will be tortured and beheaded on the internet. Zarqawi openly offers bounties for anyone who brings him a live Americanserviceman. This motivates the criminal element who otherwise don't give a **** about the war. A lot of the beheading victims were actually kidnapped by common criminals and sold to Zarqawi. As such, for our guys, every fight is to the death. Surrender is not an option. The Iraqi's are a mixed bag. Some fight well, others aren't worth a ****. Most do okay with American support. Finding leaders is hard, but they Are getting better. It is widely viewed that Zarqawi's use of suicide bombers, en masse, against the civilian population was a serious tactical mistake. Many Iraqi's were galvanized and the caliber of recruits in the Army and the police forces went up, along with their motivation. It also led to an exponential increase in good intel because the Iraqi's are sick of the insurgent attacks against civilians. The Kurds are solidly pro-American and fearless fighters. According to Jordan, morale among our guys is very high. They not only believe they are winning, but that they are winning decisively. They are stunned and dismayed by what they see in the American press, whom they almost universally view as against them. The embedded reporters are despised and distrusted. They are inflicting casualties at a rate of 20-1 and then see **** like "Are we losing in Iraq" on TV and the print media. For the most part, they are satisfied with their equipment, food and leadership. Bottom line though, and they all say this, there are not enough guys there to drive the final stake through the heart of the insurgency, primarily because there aren't enough troops in-theater to shut down the borders with Iran and Syria. The Iranians and the Syrians just cant stand the thought of Iraq being an American ally (with, of course, permanent US bases there).......

La fabbrica dei "Boatos" - gz  

  By: GZ on Giovedì 10 Novembre 2005 14:05

Una reazione in qualche modo comprensibile tenuto conto delle notizie per cui l'America usa armi chimiche esattamente come Saddam. Come scrive Repubblica: "...Gli americani si sarebbero resi responsabili di una strage con armi non convenzionali, la stessa accusa di cui deve rispondere l'ex dittatore iracheno Saddam Hussein...." ^"... abbiamo trovato gente morta con strane ferite, i corpi bruciati e i vestiti intatti ...#http://www.repubblica.it/2005/k/sezioni/esteri/iraq71/rainews/rainews.html^ racconta Mohamad Tareq al Deraji, biologo di Falluja...." Le uniche due fonti dello scoop sono : i) come esperto, un "biologo" irakeno che è in realtà un militante politico ii) come unico testimone oculare, (tra migliaia di soldati americani ed irakeni, civili e giornalisti che erano a Fallujia nel 2004) un ex-soldato fondatore di un gruppo politico che ha lo scopo di combattere "...un presidente americano non eletto, che trasforma il sangue dei soldati in petrolio..." (alla Rai sono andati a scegliere un ex-soldato privo di pregiudizi) Nel programma si asserisce come prova di uso del fosforo bianco come arma il fatto che "caramelizza" i corpi lasciando intatti i vestiti (come la bomba N). Se una sostanza chimica brucia la carne sotto i vestiti senza toccarli e questa fosse la prova di "uso armi chimiche USA" questo fenomeno dovrebbe essere un fatto scientifico noto, verificabile presso gli esperti. Parlare con qualche scienziato o esperto militare sarebbe il minimo a meno di non essere in Guatemala o Messico dove le notizie dei giornali le chiamano "Boatos" perchè tutti sanno che sono quasi sempre inventate Ovviamente chi ha provato ha contattare degli esperti dopo aver sentito della notizia RAI, ha imparato che ^è impossibile che si disintegrino i corpi e i vestiti rimangano intatti con il fosforo# http://dailyablution.blogs.com/the_daily_ablution/2005/11/ablution_exclus.html^ perchè brucia invece tutto e i vestiti prendono fuoco E' probabile invece che le foto mostrate, ripescate dopo un anno da qualche archivio, mostrino semplicemente l'effetto della decomposizione in un clima caldo su dei cadaveri lasciati per giorni all'aperto durante la battaglia Se per anni fai da amplificatore o addirittura aiuti a creare questo tipo di propaganda a sostegno dei terroristi (perchè a Fallujia c'erano i tagliatori di teste dei famosi video di un anno fa) poi non devi stupirti che non smettano con le bombe ai banchetti nuziali come ieri

 

  By: gianlini on Giovedì 10 Novembre 2005 12:30

intanto i soliti amici della libertà, della cultura, dell'emancipazione dei popoli e delle donne hanno ucciso con un paio di cariche ben assestate un centinaio di persone che festeggiavano serenamente al ristorante

 

  By: DOTT JOSE on Martedì 08 Novembre 2005 19:18

Una volta in tv ho sentito Sgarbi che spiegava che vivere in una citta o qurtiere brutto architettonicamente porta ad un abbruttimento anche della psiche..forse ha ragione ?