Saddam lo rimpiangeranno vedrai

 

  By: Gano* on Lunedì 14 Marzo 2011 17:14

Secondo me non hanno voglia di fare niente...

 

  By: gianlini on Lunedì 14 Marzo 2011 16:22

Sentendo Frattini e Maroni avevo colto l'impressione che il governo non abbia la minima idea di che cosa fare per la Libia e quest'intervista sembra davvero confermarlo ---------------------- Non nego - ha detto il presidente del Consiglio - di essere stato amico del popolo libico e - precisa - lo sono ancora». Ora, ribadisce Berlusconi, «la violenza va sempre condannata, ancor più se nei confronti del proprio popolo. Non ci resta che guardare gli sviluppi futuri, sperando che i Paesi del Mediterraneo non cadano nella mani dell'estremismo islamico, ma che siano capaci - auspica - di impiantare le fondamenta solide di regimi pienamente democratici».

 

  By: Moderatore on Domenica 13 Marzo 2011 23:27

questo è un ottimo ^video degli scontri a Las Ranuf#http://www.youtube.com/watch?v=5Owc6deT5AU&feature=player_embedded#at=230^, la cittadina presa dagli insorti e riconquistata da Gheddafy girato da giornalisti sul posto si vede che i ribelli non hanno altro che fucili e la fede in Allah e invece quelli di Gheddafy bombardano e tirano giù anche moschee ed ospedali

 

  By: traderoscar on Sabato 12 Marzo 2011 16:59

"I soldati che partono per l afghanista e l'iraq fanno una scelta consapevole dei rischi, i civili afghani invece muoiono e non l hanno scelto loro, perche sono a casa loro" Giusto!!!i nostri soldati a casa!!!!non devono più morire per quei pigs!!!

 

  By: GZ on Sabato 12 Marzo 2011 16:39

Il termine "civili afgani" suona stonato, afgano e "civile" sono due termini che sembrano escludersi a vicenda. Sicuramente ci saranno ottime persone anche tra loro, ma se leggi ad esempio il ^libro di di guerra del medico paracadutista italiano Edoardo Crainz in Afganistan "“ Diario di un medico paracadutista della Folgore"#http://www.congedatifolgore.com/wp/2007/07/30/missione-in-afghanistan/^ ti racconta dei padri che lasciano crepare le figlie o le mogli malate perchè sono solo donne, di bambini stuprati di routine come prassi e uso e costume locale accettato... Francamente mi commuove forse più la sorte del cane Theo

 

  By: pana on Venerdì 11 Marzo 2011 11:00

i soldati che partono per l afghanista e l'iraq fanno una scelta consapevole dei rischi, i civili afghani invece muoiono e non l hanno scelto loro, perche sono a casa loro http://www.wakeupnews.eu/la-strage-silenziosa-di-nove-bambini-in-afghanistan-petraeus-errore-di-comunicazione/

 

  By: Cures on Venerdì 11 Marzo 2011 09:55

"..hanno più volte tagliato poi i fondi necessari per comprare blindati ed equipaggiamenti di protezione per le truppe..." Non ho dubbi che si fa cosi anche da noi

 

  By: Parigino on Venerdì 11 Marzo 2011 09:28

E invece bisognerebbe ricordare, tutto e bene… (rinfrescando la memoria degli smemorati ogni tanto). A cominciare dal numero di morti che direttamente o indirettamente sono state provocate in tutti questi anni da queste menti “illuminate”, un numero che nessuno ci dice ma che di certo ha molti zeri purtroppo. Credo che sia stato un prezzo troppo alto per liberarsi del dittatore. E comunque questa era una valutazione che avrebbe dovuto fare il popolo iracheno e non “terze persone”. Bisognerebbe ricordare la lista di quelli che hanno sostenuto questo scempio e quella di coloro che hanno invece avuto il merito di prenderne le distanze: Chirac, Shroeder e Putin

 

  By: defilstrok on Venerdì 11 Marzo 2011 01:13

E' una guerra talmente dimenticata che nessuno si rende conto che sono GIA' passati dieci anni

 

  By: GZ on Giovedì 10 Marzo 2011 23:41

Sicuro, ma il caso di Blair e dei politici inglesi è forse più sfacciato perchè non avevano avuto nemmeno il pretesto dell'11 settembre e 3mila morti in Inghilterra per andare in guerra, perchè erano in teoria di sinistra e progressisti, perchè Blair, che è di famiglia modesta, appena si è dimesso da primo ministro si è di colpo arricchito facendosi ingaggiare da due mega banche e tre o quattro governi arabi. Parliamo di un ex primo ministro che occulta ora il suo reddito tramite una ragnatela di società offshore e di cui impari (a fatica) che riceve milioni come consulente dei peggiori governi del medio oriente, di cui il figlio Saif di Gheddafy dichiara l'anno scorso "... da quando non è più primo ministro ci viene spesso a trovare in Libia... è diventato un amico di famiglia..." (lo credo, lo pagano) In più è documentato che Blair e Brown hanno più volte tagliato poi i fondi necessari per comprare blindati ed equipaggiamenti di protezione per le truppe inglesi che non avevano contro le mine interrate le stesse difese degli americani. E' successo varie volte per questo motivo ai funerali di soldati inglesi che le famiglie abbiano urlato e insultato Blair e Brown. E diversi ufficiali senior dell'esercito inglese si sono dimessi per protesta contro questa politica di mandare i soldati, ma poi risparmiare i soldi e non equipaggiarli

 

  By: Andrea on Giovedì 10 Marzo 2011 23:15

Zibordi, avrà mica dimenticato i primi e gli "ultimi" di quell'elenco, ovverosia l'amministrazione USA che in quel pantano ha trascinato tutti (Bush/Cheney e i vari "falchi" per i quali ho sempre manifestato il mio disprezzo) e gli italiani?

Eroismo e criminalità - GZ  

  By: GZ on Giovedì 10 Marzo 2011 22:23

Grazie alla sorte del cane Theo, per una volta ha fatto notizia la morte di uno dei tanti giovani soldati inglesi che continuano dopo dieci anni a crepare in Afganistan, perchè le morti, anno dopo anno, dei soldati in Afganistan vengono trattate, anche in America, come gli incidenti stradali del sabato sera. In questo caso il caporale inglese di 26 anni Liam Tasker, specializzato nel disinnescare mine ed esplosivi assieme al suo cane Theo, è stato ucciso da un cecchino talebano e dopo poche ore anche Theo è morto per lo stress della perdita del padrone. Il turno di servizio regolare del caporale Liam era scaduto un mese fa, ma gli era stato prolungato (con il suo consenso) di quattro settimane perchè lui e il suo cane stavano ottenendo risultati tali che il ministero della Difesa li aveva ^ritratti anche in un breve filmato dimostrativo#http://www.youtube.com/watch?v=9PhS_dO1aO4^ (morale: se il tuo lavoro è disinnescare bombe in afganistan a farlo molto bene non ricevi un bonus, ma ti costa la vita). In considerazione di tutto questo il governo inglese ha fatto ^rimpatriare anche le ceneri del cane Theo con quelle del caporale ucciso#http://www.bbc.co.uk/news/uk-scotland-edinburgh-east-fife-12696791^ e la morte simultanea dei due ha fatto notizia. Per qualche motivo i media hanno smesso di interessarsi al motivo per cui giovani inglesi, americani e anche italiani o tedeschi continuano a farsi ammazzare sulle montagne dell'Afganistan dopo dieci anni che si è perso traccia del Bin Ladin (ultima volta in cui ha dato segno di vita è stata nel dicembre 2001). Combattere e morire in Afganistan è sempre più grottesco nel contesto di guerre civili ed insurrezioni in tutto il medio oriente contro dittature spietate come quella di Gheddafy, Ben Ali, Mubarak, i Sauditi, i "reali" del Bahrein, che sono considerati "alleati" e "amici". Ieri sono stati pubblicati documenti ritrovati da dimostranti negli uffici del ministero dell'interno al Cairo che provano come ^la strage di 80 morti a Sharm El-Sheik (anche ragazze italiane tra le vittime) di cinque anni fa attribuita ad AlQaeda era stata organizzata da Mubarak#http://www.spiegel.de/international/world/0,1518,749989,00.html^ Per quanto riguarda invece Tony Blair, Gordon Brown, Jack Straw, Peter Mendelshon e il resto della mafia politica che ha mandato i giovani inglesi a farsi ammazzare o perdere le gambe in Afganistan senza motivo, non sono ancora stati incriminati. Intanto grazie a queste rivolte si è imparato che Blair è stato per anni intimo della famiglia Gheddafy che lo pagava come advisor del suo fondo di investimento e che lui visitava spesso. E che Blair ha fatto milioni di sterline ^come consulente da JPMorgan, Zurich financial, il governo del Kuwait, il fondo di investimento governativo dell'Abu Dhabi e il fondo di investimento libico#http://www.telegraph.co.uk/news/politics/tony-blair/7948653/Tony-Blair-and-the-millions-he-keeps-out-of-the-public-eye.html^. Inoltre ad es ha ricevuto 90mila sterline dal dittatore dell'Azerbajian e la moglie viaggia ogni tanto sul jet privato di un miliardario albanese. Ecco il motivo per cui i politici come Blair sono per la Globalizzazione....per intascare milioni da regimi e dittatori in tutto il globo. La stampa inglese lamenta che non riesce nemmeno a capire quanto sia ora il suo reddito annuale, perchè Blair utilizza una rete complicata di società offshore sparse nel mondo e l'unica cosa certa è che solo a Londra risulta avere sette case che valgono circa 14 milioni di sterline. Questo personaggio che si è arricchito grazie ai regimi arabi è quello che ha mandato il caporale Liam a crepare disinnescando bombe in Afganistan. Per garantire invece la sicurezza di Blair da quando NON è più primo ministro, lo stato inglese ha speso ^sei milioni di sterline pagandogli una scorta che lo segue ovunque nel mondo#http://www.telegraph.co.uk/news/politics/tony-blair/7948653/Tony-Blair-and-the-millions-he-keeps-out-of-the-public-eye.html^. Il cane Theo vale da solo più di Blair e il resto dei suoi complici

 

  By: pana on Lunedì 07 Marzo 2011 10:36

se fosse vera sarebbe veramente pazzesca sta notizia, Israele che manda truppe per sostenere il gheddafio.. http://www.veteranstoday.com/2011/03/07/israel-keeping-ghaddafi-afloat/

 

  By: SpiderMars on Domenica 06 Marzo 2011 23:30

Segni dei Tempi..il tramonto irreversibile di un ex potenza. che figura..! -------------------------------------------------------------- (AGI) Londra - Il primo tentativo britannico di prendere contatto con i ribelli libici si e' trasformato in una umiliazione. Secondo quanto riferisce il Guardian, un gruppo di 6 commando dello Special Air Services e due agenti dello spionaggio (Mi6) sono stati catturati dai ribelli vicino a Bengasi. I rappresentanti del Consiglio Nazionale di Liberazione si sono rifiutati di riceverli e li hanno rispediti indietro. "Non conoscevamo la natura della loro missione. Ci siamo rifiutati di discutere con loro di qualsiasi cosa per il modo in cui sono entrati nel Paese", ha spiegato il portavoce del Cnl Hafiz Ghoqa .

 

  By: prg80t on Domenica 06 Marzo 2011 21:00

http://it.wikipedia.org/wiki/Sovrano_Militare_Ordine_di_Malta