Genesi di un crash

Re: Genesi di un crash  

  By: gianlini on Venerdì 08 Novembre 2019 08:21

Tuco,  la birra la si fa in loco, serve sostanzialmente una fonte di buona acqua.

La licenza è tedesca, danese, messicana, olandese, poi però gli stabilimenti sono in loco

 

Tornando a Taranto, io non so perchè mai bisogna stampare 5 miliardi per farla funzionare.

Se non vuoi i turchi o i cinesi, prendi 1 miliardo a testa da Ferrero, Berlusconi, Del Vecchio, Armani e Pessina, metti come dice Morphy la Marcegaglia a gestire industrialmente la cosa, e li obblighi a partecipare alla impresa.

Non ho capito perchè i soldi ce li deve sempre mettere il poveretto che ha la partita IVA!

 


 Last edited by: gianlini on Venerdì 08 Novembre 2019 08:26, edited 1 time in total.

Re: Genesi di un crash  

  By: Tuco on Venerdì 08 Novembre 2019 08:18

Ma perché i tedeschi non si fanno fare la birra dai turchi o i romeni?

Eppure a fare una ‘lager’ da stadio non ci vuole tanta scienza...

Re: Genesi di un crash  

  By: gianlini on Venerdì 08 Novembre 2019 08:18

Taranto -quindi- produrrà acciai di alta qualità con i quali i turchi non possono competere.

--------------

Gano, finchè ci consideriamo superiori a turchi, indiani, cinesi, brasiliani, ecc.ecc. continueremo a commettere errori.

Credo che Taranto ne sia l'esempio più lampante. I Riva l'hanno tenuta così come era finchè turchi e russi (figurati se sono dei concorrenti! si sarà pensato per anni e anni) l'hanno buttata fuori mercato.

E' ovvio che dovremo pagare per tenere in piedi l'Ilva, figurati se qualche politico si assumerà mai la responsabilità di chiuderla. Ma ci costerà un sacco di soldi, e terremo un sacco di gente a Taranto nell'economia del 1900 anzichè in quella del 2000.

Gente che tempo una generazione sarà in realtà composta solo da africani e bengalesi, quelli con un po' di istruzione e di cervello fuggono regolarmente tutti al nord.

 

 


 Last edited by: gianlini on Venerdì 08 Novembre 2019 08:20, edited 1 time in total.

Re: Genesi di un crash  

  By: lmwillys1 on Venerdì 08 Novembre 2019 08:16

da chiunque compri il minerale come anche il prodotto finito ... o l'intero pianeta si rifiuterebbe di darci acciaio mentre per le materie prime necessarie tutti disponibili ?

:-)

 

ma non è meglio ricerca su nuovi materiali, compositi, ecc. ecc. ?


 Last edited by: lmwillys1 on Venerdì 08 Novembre 2019 08:18, edited 1 time in total.

Re: Genesi di un crash  

  By: Tuco on Venerdì 08 Novembre 2019 08:09

Oltretutto nessuno nomina le questioni strategiche...

Se ti bloccano le forniture per qualsiasi screzio sei nella mmerd.

Il minerale invece lo compri a poco da chiunque.

Re: Genesi di un crash  

  By: Tuco on Venerdì 08 Novembre 2019 08:07

>>> Gano said: Il turco (...) <<<

Ma infatti, poi ti manda pure robba dimm... -come i cinesi.

Re: Genesi di un crash  

  By: lmwillys1 on Venerdì 08 Novembre 2019 08:05

per un sacco di motivi, sovvenzioni di stato , rapporti di cambio ecc. .... vuoi decidere tu cosa fa lo stato turco o decidere tu il cambio con la valuta turca ?

Re: Genesi di un crash  

  By: Bullfin on Venerdì 08 Novembre 2019 07:55

il comunismo mai si è visto sulla terra

 

E' bravo mona ci sara' il motivo perchè una visione da coglioni non ha mai visto luce...

Re: Genesi di un crash  

  By: lmwillys1 on Venerdì 08 Novembre 2019 07:55

Tuco, se io imprenditore ho il turco che mi mette l'acciaio a prezzo inferiore di ilva devo comprare da ilva ? vuoi obbligare gli italiani a comprare da ilva ?

Re: Genesi di un crash  

  By: Tuco on Venerdì 08 Novembre 2019 07:45

Will, male che vada fai lavorare qualche decina di migliaia di lavoratori con uno stipendio limitato e per una causa direi abbastanza valida

- non indebitarsi con l’estero -.

Nessuno stranamente si lamenta troppo dei miliardi spesi in burocrati della P.A. che di produttivo hanno ben poco, semplicemente perché si afferma siano necessari - ma nessuno si sogna di esternalizzarli in Romania o Turchia -.


 Last edited by: Tuco on Venerdì 08 Novembre 2019 07:46, edited 1 time in total.

Re: Genesi di un crash  

  By: lmwillys1 on Venerdì 08 Novembre 2019 07:40

Traderosca, noi nelle produzioni classiche ci siamo sempre distinti per qualità, il prodotto italiano è sempre stato superiore apprezzato e ben pagato per questo, l'Italia deve sempre essere eccellenza e lasciare ad altri la produzione a basso valore aggiunto dove il prezzo basso è l'unica cosa che conta

 

con la cultura non si mangia è una tale idiozia che non vale la pena commentarla, siamo il BelPaese, una multinazionale può trasferire produzioni ma le bellezze rimangono

Re: Genesi di un crash  

  By: lmwillys1 on Venerdì 08 Novembre 2019 07:33

Hai lo stabilimento - che produce il 70% della domanda nazionale, e di altissima qualità -, hai gli operai...

Ergo, chiudere la fabbrica perché non ci sono soldi è un’idea da gente col Q.I. limitato.

Il capitalismo è solo una maniera più efficiente di mandare avanti una società, per il resto,

anche una nazione ad economia collettivista può tranquillamente andare avanti, anche se con una minore produttività.

---------

 

opinione opposta ... che dire .... 

che ilva possa produrre il 70% ma facciamo il 100% del fabbisogno di acciaio italiano non significa un tubo , bisogna vedere a che costo lo produce

ora ilva è totalmente fuori mercato, per risanarla solo dal punto di vista ambientale (perché così com'è non può produrre a meno che si accetti di sterminare i tarantini o paghi il trasferimento di massa di tutti i tarantini in una zona che non li uccida) occorrono oltre 8 miliardi di euro

8 miliardi che li stampi li crei li cachi non ha importanza sono 8 miliardi, la domanda unica è 'ha senso spenderli per risanare ilva ?'

una volta risanata poi tocca vedere a che costo a me imprenditore che ne ho bisogno mette l'acc'aio perché se il turco o il russo o il cinese ecc. me lo mette a costo inferiore io me ne frego che ilva sia italiana

 

che il capitalismo sia una società più efficiente e che la società collettivista che intrinsecamente comporta una ottimale allocazione delle risorse abbia una minore produttività sono idiozie ... il comunismo mai si è visto sulla terra (a parte società che noi consideriamo primitive selvagge o la Comune di Parigi o Durruti), il problema è solo quello, c'è chi dice dipenda dalla natura umana e per me anche questa è una idiozia (non esisterebbero missionari benefattori ecc. ecc.)


 Last edited by: lmwillys1 on Venerdì 08 Novembre 2019 07:52, edited 1 time in total.

Re: Genesi di un crash  

  By: Tuco on Venerdì 08 Novembre 2019 06:57

Muschio, io so ( sono generalmente ottimista ) che Anti ha capito. Solo che il suo carattere dominante, esige che lui debba fare sempre il bastian contrario.


 Last edited by: Tuco on Venerdì 08 Novembre 2019 07:01, edited 2 times in total.

Re: Genesi di un crash  

  By: muschio on Venerdì 08 Novembre 2019 06:54

Adesso Tuco ti dovrai sorbire il pistolotto vaneggiante del cane di Mustafa' :(

Re: Genesi di un crash  

  By: Tuco on Venerdì 08 Novembre 2019 06:45

Sta nelle riflessioni del post precedente la grandezza del Keynes, una delle menti più brillanti che abbia mai calcato la terra.

L’odio, la feroce avversione verso il K. di gente come Hayek, i libberisti, i monetaristi, gli “Austriaci”, sta solo nel fatto che questi forniva la ricetta per la liberazione dell’uomo comune dalla miseria, svelava il segreto, e questo non poteva essere gradito all’oligarchia, che necessitava di ordine, sottomissione, obbedienza, - e quindi miseria - per poter prosperare e tiranneggiare la società.

L”Austerity” , il deficit ZERO ( badate bene, in assenza completa di inflazione! ), sono un tentativo di restaurazione da parte dei reazionari oligarchici.


 Last edited by: Tuco on Venerdì 08 Novembre 2019 07:26, edited 8 times in total.