Gioco d'azzardo

 

  By: pana on Giovedì 21 Novembre 2013 07:44

il grande WENDELL POTTER (ora puo parlare una volta andato in pensione e libero e non controllabile e puo spifferare tutti i giochi sporchi,) spiega il prche le compagnie di assicurazione della sanita sparano a zro sulla Obamac are, vogliono solo tenersi i loro grassi profitti profitti che venngono dalle tasche degli americani, essendo il tutto un gioco a somma zero.. http://www.michaelmoore.com/words/mike-friends-blog/sorting-out-why-insurers-cancel-policies-blaming-obamacare-smokescreen-obscuring-relentless-search-profits Wendell Potter Wendell Potter is a health insurance industry whistleblower and author of 'Deadly Spin: An Insurance Company Insider Speaks Out on How Corporate PR Is Killing Health Care and Deceiving Americans'

 

  By: pana on Martedì 19 Novembre 2013 07:30

La Fed ruba ai poveri per dare ai ricchi GRANDE RON PAUL http://www.zerohedge.com/news/2013-11-18/ron-paul-fed-steals-poor-and-gives-rich I WANT YOU TO END THE FED !

 

  By: pana on Martedì 12 Novembre 2013 08:08

e dopo lo schifo degli Ultras che minacciano i giocatori e dopo i cori razzisti contro ilNapoli, ora salta fuori che la serie A e'truccata come prima...disgustooooo http://www.repubblica.it/sport/calcio/2013/11/10/news/calcioscommesse_pezzo-70696121/

 

  By: giorgiofra on Venerdì 20 Settembre 2013 13:22

Questi sono quelli che vorrebbero insegnare la civiltà al resto del mondo. Sentivo l'altro giorno che i piloti americani hanno stipendi che si aggirano intorno ai 20 mila dollari, e che per sopravvivere sono costretti a fare altri lavori. Cosi come di un giudice che metteva in galera ragazzi per semplici stupidaggini, e li teneva rinchiusi a tempo indeterminato ed a suo insindacabile giudizio, mentre riceveva dai proprietari del carcere ingenti mazzette. L'America è ancora una grande potenza, ma credo che sia oramai destinata ad un inarrestabile declino. Credo, anzi, che il botto arriverà improvviso. Sempre più paesi non sono più disposti a tollerare la sua arroganza e la sua prepotenza. Provate ad immaginare cosa accadrebbe se il dollaro non venisse più usato in esclusiva come moneta di scambio nel commercio internazionale.

 

  By: pana on Venerdì 20 Settembre 2013 09:29

articoli che ben evidenzia lo stato di polizia che e' diventanto l america, un padre di famiglia chiede al poliziotto di spostare l' auto per passare, vengono tutti ammanettati ,distesi a terra e minacciati con la pistola !!! il poliziotto e' bianco pero non nero, nessun razzismo per fortuna http://topconservativenews.com/2013/09/police-state-horror-in-suburban-toledo-neighborhood/

 

  By: pana on Lunedì 16 Settembre 2013 09:33

il grillismo inizia a fare proseliti pure in Usa intervista con il fondatore di OCCUPYWALLSTREET ? autonomia, auto.gestione, democrazia diretta e perfino anti capitalismoa presentati con una confezione accettabile senza mai pronunciare la parola "anarchia" The book’s called Translating Anarchy because in my opinion OWS became so popular because it managed to present essentially anarchist politics (autonomy, self-management, direct democracy, even anti-capitalism) in an accessible format without generally using the word ‘anarchist.’ http://occupywallst.org/article/translating-anarchy-occupy-wall-street/

 

  By: pana on Lunedì 26 Agosto 2013 09:32

sciopero nazionale il 29 Agostoper chiedere salari dignitosi e condizioni di lavoro umane il solo metodo per il 99% americano e' d uniris in un monolitico, roccioso e inaffondabile sindacato http://www.occupywallst.org/article/national-strike-aug-29/

 

  By: pana on Martedì 20 Agosto 2013 09:30

il Bitcoi ora e' riconosciuto come moneta legale in Germnia non e' che davvero lasciano l euro e adotteranno il bitcoin al posto del marco ?? Bitcoin has officially been recognized as a means of private money by Germany, meaning it can be used as legal tender and may be taxed by the government. This makes Germany the first country in the world to take a clear and decisive stance on using Bitcoin as money.

 

  By: pana on Lunedì 15 Luglio 2013 12:14

giusto zibo questa e una vera piaga che causa anche suicidi. pazzesco 1400 euro a testa ?? La cultura dell’azzardo – ha spiegato Simone Feder, operatore della Casa del Giovane di Pavia e tra i portavoce del movimento contro il gioco d’azzardo – sta depauperando i nostri territori, creando danni sociali devastanti. L’idea è quindi quella di mettere in rete i diversi soggetti c http://www.avvenire.it/Cronaca/Pagine/movimento-no-slot-rete-nazionale.aspx

 

  By: Moderatore on Domenica 14 Luglio 2013 16:47

88 miliardi spesi per il gioco d'azzardo in Italia, esattamente quanto si spende ogni anno per gli interessi sul debito pubblico. Dati dati qui sotto sembra che le perdite del pubblico italiano sul gioco d'azzardo siano sui 17 miliardi l'anno, poi ci si lamenta dei futures... Cioè da questi dati sembra che si è passati da 25 a 88 miliardi di importo del totale del gioco in Italia, di cui in tasse ne va un 10% e lo studioso citato dice che le famiglie perdono al netto dei premi e tasse 17 miliardi l'anno ----------- ^"In 20 anni è salita di 7 volte la spesa per le scommesse, ma si sono dimezzate le vincite vere"#http://www.frontediliberazionedaibanchieri.it^ ....gli italiani a spendere in media 1.410 euro a testa tra videopoker, grattini, puntate online e altre scommesse. Media che nel 2001 era di "appena" 336 euro. Quello dell'azzardo è uno dei pochissimi consumi cresciuti in Italia, a tutte le ore. Lo spaccio di azzardo nel Belpaese è così il più florido del mondo. Ma sempre più avaro. Praticamente in 20 anni sono sprofondate le vincite degne di questo nome e si è impennata la spesa per consumo di azzardo. "Le vincite vere sono quelle in cui prendi più di quanto hai speso, e i premi apprezzabili sono convenzionalmente fissati dai 500 euro in su, tanto che la tassazione aggiuntiva del 6% scatta sui premi superiori a questo importo. Nel 2012 i premi significativi sono stati la metà di quelli vinti nel 1994, quando però "giocava" un settimo di quello che si scommette oggi." A fornire i dati è il sociologo Maurizio Fiasco, aggiornatissimo studioso del fenomeno e consulente della Consulta Nazionale Antiusura. "Il meccanismo ora si basa su una enorme e crescente partecipazione al consumo di azzardo: 88 miliardi e 571 milioni di euro (al netto del nero) giocati nel 2012 -nuovo record, quasi 8,7 miliardi in più rispetto al 2011- e sulle microrestituzioni." Vale a dire che moltissimi puntano importi contenuti, ricevono magari qualche zuccherino e si sentono incentivati a rigiocare. "C'è un esercito di gente che perde piccole somme tutti i giorni -dice Fiasco- e di solito ci si ricorda di quando si vince, senza tenere una contabilità, come facevano quelli che puntavano alle corse dei cavalli, e non si ha la reale percezione delle perdite. Se mi tagli un braccio, me ne accorgo; ma se mi prendi un flacone di sangue al giorno, non mi accorgo che mi stai succhiando la vita. Siamo passati da un sistema di "gioco" a frequenza di puntata contenuta, ma in cui si prospettavano grandi vincite, tipo la Lotteria Italia, il Totocalcio, il terno al Lotto, i Gratta e Vinci prima maniera e altre lotterie, ad una diffusione pervasiva delle occasioni di "gioco", ma a bassa remuneratività e forte induzione alla dipendenza. Per cui il tempo dedicato all'azzardo si dilata all'inverosimile: si scommette molto di più, ma si vince sempre di meno". Anche se la lobby dell'azzardo dice il contrario, affermando che il pay out è consistente. "Carte e dati alla mano, le vincite sopra i 500 euro nel 2012 sono state di appena 920 milioni di euro, esattamente la metà del 1994, quando però si vinceva il doppio, cioè l'equivalente attualizzato di 1 miliardo e 85 milioni di euro a fronte di circa 15 miliardi e 205 milioni di euro scommessi, sempre attualizzati coi coefficienti di rivalutazione Istat." E anche sul fronte del "guadagno" per lo Stato biscazziere l'impoverimento galoppa. "E' una partita senza trasparenza, ma secondo i miei calcoli -annuncia Fiasco, snocciolando i dati più aggiornati in circolazione- nell'intero 2012 le entrate da tasse sull'azzardo si sono ulteriormente ridotte: il fisco ha incassato un misero 9,1%, 612 milioni di euro in meno rispetto al 2011, anno in cui però si erano giocati 8 miliardi e 674 milioni in meno". Soli 10 anni fa, lo Stato ci prendeva intorno al 30%, sui circa 25 miliardi di scommesse e "giochi" vari. Hanno legalizzato tutto questo azzardo perché, dicevano, produrrà introiti fiscali allo Stato. Una bufala. La stessa che più di qualcuno vorrebbe attuare legalizzando droghe e prostituzione. C'è da scommetterci... è il caso di dirlo! I crescenti contentini ai "giocatori" servono solo per incentivare all'azzardo. "La stragrande maggioranza -precisa l'esperto- rimette i soldi ripresi coi cosiddetti premi nel "gioco" e i soldi non escono dal meccanismo". Enormi flussi di denaro così anziché finire al supermercato per fare la spesa, nei negozi e nel circuito dell'economia, riprendono la strada della macchinetta mangiasoldi e delle scommesse. Un vampiresco business, che produce immiserimento di massa delle famiglie, depressione dei consumi di beni e servizi, con danni rilevantissimi ai settori direttamente produttivi, e incremento della crisi fiscale dello Stato". Insomma, un enorme danno economico, finanziario e sociale. Invece che sostenere lo sviluppo di persone, famiglie e imprese sane, la casta ne ha favorito il degrado, l'alienazione, l'impoverimento. Parlamentari, premier, ministri, politici, manager, hanno reso lo Stato un avvoltoio. Hanno trasformato la nostra penisola in una gigantesca piattaforma delle scommesse, un enorme casinò sul Mediterraneo. Risultato? "Il reddito disponibile delle famiglie italiane" -afferma Fiasco- risulta aver subito un "taglio secco" di almeno 17 miliardi di euro alla fine del 2012". Cioè oltre 4 volte le entrate annuali dall'IMU. L'emorragia potrebbe essere anche più grave. Però non si può sapere: l'amministrazione dei Monopoli di Stato ha messo il bavaglio alla dea bendata. Dallo scorso ottobre non pubblica più i numeri sulla spesa nell'azzardo. Cosa c'è da nascondere?

 

  By: polipolio on Martedì 22 Febbraio 2005 13:44

Niente di strano GZ, solo che spazzolando i vecchi argomenti ho trovato questo e non ho saputo resistere a commentare (cambiano gli scenari in un anno, eh?)

 

  By: cisha on Martedì 22 Febbraio 2005 11:10

Mi ricorda molto la famosa barzelletta dei santoni indiani......comunque in effetti la compra-vendita di frutta e verdura ha una volatilità incredibile con escursioni del 2-300%...a questo proposito consiglio a tutti una lettura che per i toscani presenti sara molto nota "IL SESTO CAIO BACCELLI" l'astrologo di Brozzi che con le sue previsioni che uniscono la metereologia con l'astronomia consiglia e prevede su semine e raccolti, sentenzia su grandinate e nevicate...e ci dà spesso.

 

  By: GZ on Lunedì 21 Febbraio 2005 23:46

.... qualcosa non quadra in questo bottta e risposta a distanza di due anni....

 

  By: polipolio on Lunedì 21 Febbraio 2005 23:10

Gian te l'ho sempre detto, Cobraf ha lettori che uno non si aspetterebbe. Hai fatto la fortuna degli sceicchi e del tuo fruttivendolo.

 

  By: gianlini on Lunedì 07 Aprile 2003 13:44

Petrolio, prezzo crolla a 23,65 dollari al barile: -4,1% Apertura in forte ribasso per il greggio di riferimento europeo: il contratto del Brent per consegna a maggio viene scambiato attualmente sull'International Petroleum Exchange di Londra a quota 23,65 dollari al barile, il 4,1% in meno rispetto ai 24,68 dollari segnati in chiusura di venerdì scorso. (red) Speriamo che si sbrighino a vendere petrolio gli amici texani, altrimenti con 'sta storia dell'IRAq ci rimettono a fine guerra, propongo poi a tutti loro un bel corso di aggiornamento all'Ortomercato su come manipolare al rialzo i prezzi...lì sono imbattibili!