Opportunisti e Furbi,Alfano, Monti, Renzi, Giannino

 

  By: hobi50 on Martedì 12 Agosto 2014 12:36

"Il limite del 3% significa che ogni anno la moneta si riduce (c'è ancora qualcuno almeno qui su questo forum che non c'è ancora arrivato ?)." IO. Lo stato non ha alcuna possibilità di ridurre ( aumentare ) la moneta in circolazione che viene "prodotta"( mi adeguo nel linguaggio all'illustre Moderatore). La moneta(immagino a questo punto che per "qualcuno"sia una rivelazione ) la "producono" solo la BCE ed il sistema bancario. Lo Stato può solo spostarla a suo favore ( o a favore di altri settori ) attraverso la politica di bilancio influendo, adesempio, sulla domanda aggregata. Chiarito questo PILASTRO CONCETTUALE veniamo a qualcosa di concreto. Domanda. Il settore privato per i suoi consumi ed investimenti ha un saldo positivo ? SI,SI ...SIIIIIIIIIIIIIII ! Di quanto nel 2013? Esattamente pari al deficit statale ( a memoria 2,9 % )più l'avanzo commerciale ( a memoria il 2% ). Quindi l'avanzo settoriale privato è stato pari al 4,9% del Pil. Sento già la folta ( scusate foltissima ) schiera di somari strepitare. Ma gli interessi che lo stato italiano paga all'estero( quanti calcoli ho letto sul forum da un nugolo di "economisti de noaltri "),dove li mettiamo ? Tranquilli ...il saldo commerciale relativo a beni e servizi esteri comprende anche tutti i frutti (interessi,dividendi)dei capitali . Naturalmente una parte di questi trasferimenti settoriali è stato assorbito dalla contrazione globale del credito bancario. Hobi

 

  By: Bullfin on Martedì 12 Agosto 2014 12:27

FALSO, gli interessi sui titoli pubblici sono trasferimenti al pari delle pensioni. Chi li percepisce li rimette in circolo. FALSO quasi meta' vanno all'estero e dubito che gli interessi che percepiscono le banche le mettano a disposizione per nuovo credito..,

 

  By: VincenzoS on Martedì 12 Agosto 2014 11:30

x GZ Evidentemente però la popolazione italiana è composta in maggioranza di persone che non hanno problemi di denaro:... --------- GIUSTISSIMO ---------- L'economia di un paese è come uno stagno, se ogni anno riduci l'acqua lo stagno si riduce. Il denaro (debito e moneta) è l'acqua. ----------- FALSO, non è l'economia che nasce dal denaro ma è il denaro che nasce dall'economia ----------- Draghi è un banchiere e i banchieri vogliono che la moneta sia scarsa. ----------- FALSO, le banche fanno profitti espandendo il credito. Poi va a finire che esagerano, i crediti non rientrano e accumulano perdite enormi che si mangiano il loro capitale per cui falliscono (o vengono salvate con i soldi pubblici) ------------ Perchè sono loro che impongono che lo Stato da noi incassi di tasse più di quello che spende (questo significa il limite del 3% del PIL, dato che gli interessi sono il 4% del PIL) e quindi soffochi lentamente. Il limite del 3% significa che ogni anno la moneta si riduce ------------ FALSO, gli interessi sui titoli pubblici sono trasferimenti al pari delle pensioni. Chi li percepisce li rimette in circolo.

 

  By: MR on Martedì 12 Agosto 2014 11:19

Chi?

 

  By: Bullfin on Martedì 12 Agosto 2014 02:19

MR si vede che non han letto Haavelmo...

 

  By: MR on Martedì 12 Agosto 2014 01:18

Si legga le ultime discussioni, e capirà che in effetti è un concetto molto difficile da capire. Pensi che c'è chi crede che 100-100 (tagliare la spesa pubblica per ridurre la pressione fiscale) dia un numero positivo.

La maggioranza degli italiani non ha problemi di denaro - GZ  

  By: GZ on Martedì 12 Agosto 2014 00:29

Non è mai successo che un banchiere centrale in Inghilterra, Giappone, Francia o persino Spagna dicesse che la nazione di cui è cittadino, e il cui governo eletto lo ha nominato, debba cedere il potere ai banchieri a lui. Ma Draghi ha dichiarato la settimana scorsa che l'Italia deve cedere la sua sovranità, a lui e la Troika. Renzi dopo alcuni giorni è stato costretto a dire qualcosa, al Financial Times che lo ha intervistato e a differenza dei giornali italiani glielo ha chiesto. #i# «Sono d'accordo con Draghi quando dice che l'Italia ha bisogno di fare riforme ma come le faremo lo deciderò io, non la Troika, non la Bce, non la Commissione Europea». Lo afferma il premier Matteo Renzi in un'intervista al Financial Times, commentando le parole del presidente della Banca centrale europea che ha lanciato un appello agli Stati affinché rinuncino a parte della propria sovranità sulle riforme strutturali. «Farò io le riforme perché l'Italia non ha bisogno di qualcuno che le spieghi cosa fare». Il deficit ? #F_START# size=3 color=BLUE #F_MID# «Non ho intenzione di superare il tetto del 3%.#F_END# Speriamo di aver una crescita migliore nella seconda metà» e chiudere con un deficit al 2,9%, prosegue Renzi, sottolineando che l'Italia non sforerà il 3%, «è un regola vecchia ma #F_START# size=3 color=BLUE #F_MID# è una questione di credibilità e reputazione per l'Italia anche se altri lo supereranno»#F_END#.#/i# Gli italiani hanno votato in massa (41%) Renzi che dichiara che deve obbedire a Draghi e ai banchieri centrali (Troika, BCE, Commissione...). Perchè sono loro che impongono che lo Stato da noi incassi di tasse più di quello che spende (questo significa il limite del 3% del PIL, dato che gli interessi sono il 4% del PIL) e quindi soffochi lentamente. #F_START# size=3 color=red #F_MID#Il limite del 3% significa che ogni anno la moneta si riduce #F_END# #F_START# size=3 color=red #F_MID#Il limite del 3% significa che ogni anno la moneta si riduce #F_END# #F_START# size=3 color=red #F_MID#Il limite del 3% significa che ogni anno la moneta si riduce #F_END# (c'è ancora qualcuno almeno qui su questo forum che non c'è ancora arrivato ?). I banchieri, come Draghi, vogliono che la moneta sia scarsa, per la stessa ragione per cui i petrolieri vorrebbero che il petrolio fosse scarso, che gli agricoltori che il vino o il latte fosse scarso, che le mignotte vorrebbero che ci fossero meno mignotte dell'est che aumentano l'offerta.... Ci vuole tanto ? Draghi è un banchiere e i banchieri vogliono che la materia prima che loro offrono sia scarsa... #F_START# size=3 color=red #F_MID#Draghi è un banchiere e i banchieri vogliono che la moneta sia scarsa. #F_END# #F_START# size=3 color=red #F_MID#Draghi è un banchiere e i banchieri vogliono che la moneta sia scarsa. #F_END# #F_START# size=3 color=red #F_MID#Draghi è un banchiere e i banchieri vogliono che la moneta sia scarsa. #F_END# (mi scuso con i più istruiti per il formato a slogan, ma ho notato che bisogna semplificare al massimo e solo ripetere il concetto essenziale, possibilmente in caratteri grandi e colorati) Se allora lo stato italiano da 30 anni riduce la moneta e ora, dal 2009 le banche non compensano aumentando il credito... l'economia... si contrae!. Fine. Qui hai tutta l'Economia che devi sapere. #F_START# size=3 color=BLUE #F_MID# L'economia di un paese è come uno stagno, se ogni anno riduci l'acqua lo stagno si riduce. Il denaro (debito e moneta) è l'acqua.#F_END# Non è nemmeno vero che il problema è il tasso di cambio della moneta. Il problema essenziale è la pura e semplice quantità di denaro che circola Evidentemente però la popolazione italiana è composta in maggioranza di persone che non hanno problemi di denaro: - redditieri, che vivono di reddito fisso e locazioni (Monti e Letta hanno ridotto le tasse su chi affitta immobili dal 43% al 10% !!) e loro figlie e figlie di papà - gente in un impiego pubblico, -esportatori di borsette in Asia, -curatori fallimentari e commercialisti, - politici, portaborse e amministratori pubblici, - calciatori, allenatori e gente del mondo del calcio, - pensionati con buone pensioni, - promotori di fondi obbligazionari, - trader di derivati, - farmacisti, - medici - gestori di centri di accoglienza per immigrati... non lo so, sto pensando a tutte le categorie di persone che in Italia oggi se la cavano bene e sono contente. Se avete dei suggerimenti anche voi sono ben accetti, perchè anche elencando questi qui sopra ho la sensazione che non arrivo alla maggioranza della popolazione, ma dato che nessuno protesta e anzi quando c'è l'occasione si vota il Partito del Debito (PD), dell'Euro e del limite del 3% al Deficit... devono essere per forza la stragrande maggioranza...

 

  By: Moderatore on Martedì 12 Agosto 2014 00:17

Draghi ha dichiarato la settimana scorsa che l'Italia deve cedere la sua sovranità. Non è mai successo che un banchiere centrale in Inghilterra, Giappone, Francia o persino Spagna dicesse che la nazione di cui è cittadino e il cui governo eletto lo ha nominato, debba cedere il potere del tutto ai banchieri centrali come lui Renzi dopo alcuni giorni è stato costretto a dire qualcosa, al Financial Times che lo ha intervistato. «Sono d'accordo con Draghi quando dice che l'Italia ha bisogno di fare riforme ma come le faremo lo deciderò io, non la Troika, non la Bce, non la Commissione Europea». Lo afferma il premier Matteo Renzi in un'intervista al Financial Times, commentando le parole del presidente della Banca centrale europea che ha lanciato un appello agli Stati affinché rinuncino a parte della propria sovranità sulle riforme strutturali. «Farò io le riforme perché l'Italia non ha bisogno di qualcuno che le spieghi cosa fare». Il deficit ? «Non ho intenzione di superare il tetto del 3%. Speriamo di aver una crescita migliore nella seconda metà» e chiudere con un deficit al 2,9%, prosegue Renzi, sottolineando che l'Italia non sforerà il 3%, «è un regola vecchia ma è una questione di credibilità e reputazione per l'Italia anche se altri lo supereranno». Cioè dice che deve obbedire a Draghi e ai banchieri centrali (Troika, BCE, Commissione...) che appunto impongono che l'Italia incassi di tasse più di quello che spende e quindi soffochi lentamente

 

  By: XTOL on Mercoledì 30 Luglio 2014 21:24

povero jose, dimentichi che anche la A4 è privata...

 

  By: DOTT JOSE on Mercoledì 30 Luglio 2014 19:19

Il privato è bello !, sempre migliore e profumato ! Diventa virale la foto che impietosamente mostra come la Brebemi costi IL DOPPIO rispetto all A4. Avete voluto la bici? e ora pedalareeeeeeeeeeeeeeee AHAHAH http://www.scoopsquare.com/post/it/2014/07/26/10/3201236-la-brebemi-e-troppo-cara-diventa-virale-la-foto-che-mostra-i-pedaggi.html

 

  By: MR on Lunedì 28 Luglio 2014 23:15

Oltretutto, apprezzabile la sincerità di Zibordi sulla reale fattibilità politica della proposta dei CCF.

 

  By: MR on Lunedì 28 Luglio 2014 23:00

Marattin è sostanzialmente un analfabeta. Comunque, bravo dottor Zibordi, anche se non condivido le conclusioni.

 

  By: gianlini on Lunedì 28 Luglio 2014 18:41

è molto interessante osservare come il look di persone che partecipano ad una conferenza sia diversissimo non da 20 o 30 anni fa, ma anche da 5 o 6....

 

  By: DOTT JOSE on Lunedì 28 Luglio 2014 18:29

il duello Zibordi Marattin in video (zibo pero' rasati meglio la prossima volta e mettiti almeno una cravatta CRIBBIO !) http://www.youtube.com/watch?v=4RAti9sgPxw

16 miliardi non cambiano niente per la vita delle persone... - GZ  

  By: GZ on Venerdì 25 Luglio 2014 19:40

(da Repubblica di oggi)...#i# Il Fondo monetario internazionale ha... infatti tagliato le proprie stime di crescita sul Pil italiano portandolo, per quest'anno, allo 0,3%, contro il precedente +0,6% di aprile. . La revisione degli economisti di Washington arriva pochi giorni dopo quella di Bankitalia che prevede per il Pil una crescita ancora più debole (+0,2%) [e quella di Confindustria che è scesa allo 0,1%]... "La nostra priorità è lavoro. Ma #F_START# size=4 color=blue #F_MID#le statistiche, credo, inizieranno a migliorare solo dal 2015", ha ammesso premier Matteo Renzi#F_END# , in un'intervista ad Alan Friedman per l'ultima puntata di "Ammazziamo il Gattopardo"..Il presidente del Consiglio, che parla prima dell'annuncio dei nuovi dati Fmi, spiega che sarà "molto difficile" arrivare alla stima dello 0,8% contenuta nel Def. E ammette: #F_START# size=4 color=blue #F_MID#"Che la crescita sia 0,4 o 0,8 o 1,5% non cambia niente dal punto di vista della vita quotidiana delle persone"#F_END#.#/i# Un 1,5% sembra non molto diverso da uno 0,4% a Renzi, che ha appena preso il 41% dei voti (di quelli che si sono presentati) alle europee, promettendo i suoi #F_START# size=4 color=black #F_MID#famosi 80 euro al mese.... che sono 12 miliardi di euro, cioè uno 0,8% del PIL#F_END#. Renzi oggi sputa su un 1,5% di PIL perchè.. #i# ehhh... 1,5% o 0,8% o 0,4% sono percentuali vicine allo zero...che cosa cambierà mai....#/i# Solo che il PIL italiano assomma a 1,570 miliardi di euro l'anno, per cui 1,5% X 1,570 miliardi di euro = 23 miliardi (o anche solo 16 miiardi se consideri (1,5 - 0,4%)). E Renzi ha stravinto un elezione promettendo uno 0,8% del PIL (gli 80 euro equivalenti a 12 mld...). E' bastato così poco perchè siamo un paese strozzato da una artificiale scarsità di moneta, per cui anche uno 0,8% del PIL sembra un miracolo. Gli chiedono come mai il PIL si azzera pure quest'anno, cioè come mai l'austerità che il PD ci ha martellato ha fallito ed essendo "un grande comunicatore", come dice anche PierSilvio Berlusconi, sbuffa che un 1,5% di PIL #i# "non cambia niente dal punto di vista della vita quotidiana delle persone"#/i#. Sicuro, non cambia niente nella vita dei politici.... che prendono dai 12 mila euro al mese garantiti, sia che il PIL faccia +1,5% o -1,5%...il loro reddito non è legato al PIL Renzi ora che gli dicono che la crescita nel 2014 sarà ZERO PER CENTO, se va bene, dice : #i# #F_START# size=4 color=black #F_MID#"ehh... quante storie... 1,5%... 0,4%..." sono tutti numeretti piccini piccini... che differenza fa...#F_END##/i#. Ma sì... solo che per chi non lo sapesse, #F_START# size=4 color=black #F_MID# dal 1990 al 2008 l'Italia ha avuto una crescita media del PIL reale dell'1.4% annuo #F_END#(al netto dell'inflazione, che è quello di cui si parla). E oggi qualunque politico si vanterebbe come un pavone se riuscisse a riportarla a quel ritmo di crescita. Per chi non lo sapesse l'America negli ultimi 15 anni ha avuto un ritmo di crecita reale del PIL sul 2%. Nelle economie occidentali, dagli anni '90, la crescita reale del PIL annua è tra l'1,5% e il 2%.... In tutto questo la cosa importante è che oggi Renzi ha ammesso che (gli hanno appena detto che..) per tutto il 2014 l'Italia rimane in recessione....recessione nel 2009... recessione nel 2010... recessione nel 2011....recessione nel 2012....recessione nel 2013.... recessione nel 2014....(totale -9% di PIL in cinque anni) Ora, chi prenda in mano un qualunque testo universitario di economia ci legge che #F_START# size=4 color=black #F_MID#nelle economie capitaliste le recessioni in media durano meno di due anni. #F_END# (controlla qui se vuoi, la terza colonna "duration", cioè ^durata delle recessioni...#http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_recessions_in_the_United_States^) Il ciclo economico dellle economie industriali di mercato o capitaliste è da sempre di circa 4-6 anni in media di espansione e 1,5 anni in media di recessione. Persino in Argentina, quando hanno fatto il crac e hanno svalutato del 70% nel 2001, poi la recessione è durata due anni e rotti. Persino negli anni '30 la Depressione durò, nei casi peggiori, circa quattro anni (1931-1935). #F_START# size=4 color=black #F_MID#Da noi invece la recessione dura da sei anni. Questo non è previsto nei manuali di economia....#F_END#. Anche i paesi più sfi-gati, anche quelli con inflazione alta, anche quelli sudamericani ad esempio hanno avuto recessioni che duravano al massimo massimo tre anni. Quello che succede oggi in Italia non è nemmeno previsto dalla "scienza economica" di questi figli di buona donna