Ragionamenti del nano da giardino

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: antitrader on Sabato 02 Novembre 2019 23:55

La lega e' in fase di neutralizzazione di salvini, bagnai, borghi etc  ad opera di giorgetti (che li considera

3 somari) e a cui si aggiungera' draghi (ma non da leghista).

In buona sostanza salvini sara' ridotto al rango dell'utile idiota che va in giro a raccogliere voti, e giorgetti

andra' a Bruxelles a offrirli alla Ursula su un piatto d'argento.

La lega gia' fece questa operazione quando bossi e la sua banda si accomodarono nei ristoranti romani

alla faccia dei "popoli delle valli" che andavano a Portida muniti di corna in testa.

Adesso ci risiamo, del resto, come ben si sa, i popoli delle valli non e' che abbiano un QI adeguato,

soprattutto dalle parti di Belluno e dintorni.

 

 

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: Morphy on Sabato 02 Novembre 2019 23:09

Gianlini, ti anticipo che la nuova stella della Lega sarà la Tovaglieri...

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: Morphy on Sabato 02 Novembre 2019 22:53

Per una leghista che odia i negri Modena centro rimane la meta più ambita...

 

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: gianlini on Venerdì 01 Novembre 2019 20:35

Non penso, adesso che la Borgonzoni vince in Emilia, secondo me si trasferisce a Modena.

 

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: shera on Venerdì 01 Novembre 2019 20:25

ho capito, berlusconi vende la villa ad arcore e si trasferisce in via porpora

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: gianlini on Venerdì 01 Novembre 2019 12:29

Perdonami se ho fatto confusione sul mese

Era il febbraio 2010 (non dicembre come erroneamente mi sembrava) - Salvini già blaterava di espulsioni.....(bisogna dire che quanto a tenacia nel ripetersi indefessamente non è secondo a nessuno nel Mondo intero)

 

Una lite per qualche banale parola di troppo. Sfociata in un omicidio e in oltre quattro ore di totale follia, di rivolta, devastazione e caccia all'uomo in via Padova, periferia Nord-est di Milano ad altissimo tasso di immigrazione. Ed è proprio uno scontro razziale causa e conseguenza della morte di Ahmed Abdel Aziz el Sayed Abdou, un ragazzo di quasi vent'anni arrivato in Italia dall'Egitto. Morto accoltellato per mano, dicono le prime indagini, di una banda di sudamericani.

Il quartiere a ferro e fuoco. Per riprendere il suo cadavere, per rabbia, per insofferenza ai vigili e alla polizia un centinaio di suoi connazionali hanno messo a ferro e fuoco il quartiere, rovesciando auto, spaccando vetrine, gridando in arabo frasi minacciose anche nei confronti degli italiani. Italiani che a loro volta, dalle finestre dei palazzi, hanno lanciato oggetti e insulti al passaggio della massa di giovani, giovanissimi nordafricani.

Salvini: "Espulsioni casa per casa". L'eurodeputato Matteo Salvini (Lega Nord) ha invocato il pugno duro contro gli immigrati, sollecitando espulsioni a tappeto. Ho già segnalato al ministro Maroni questa situazione di emergenza - ha detto - Occorrono controlli ed espulsioni casa per casa, piano per piano".

Stato di allerta. I poliziotti del reparto mobile sono stati fatti rientrare per evitare una militarizzazione della zona. I blindati sono pronti a intervenire, comunque, nel caso le tensioni dovessero riesplodere.

(13 febbraio 2010)


 Last edited by: gianlini on Venerdì 01 Novembre 2019 12:33, edited 3 times in total.

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: shera on Venerdì 01 Novembre 2019 12:22

Ma posa il fiasco!!!

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: gianlini on Venerdì 01 Novembre 2019 11:47

Hai messo una foto del dicembre 2010, caro Shera

Lo so bene, perchè è stato un paio di giorni dopo che ho comprato un monolocale lì. Nel frattempo raddoppiato di prezzo.

Sei proprio idiota.

Tra l'altro non sei nemmeno aggiornato sul fatto che più che a forte presenza mediorientale, sta diventando una seconda China Town, un po' come in "Paolo"

Vedi cosa succede a parlare di cose sentite dire?


 Last edited by: gianlini on Venerdì 01 Novembre 2019 11:50, edited 3 times in total.

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: shera on Venerdì 01 Novembre 2019 11:20

finché su D Repubblica non è uscito un articolo su NoLo—North of Loreto, secondo D che l'ha a sua volta mutuato dai grafici di La Tigre. Ovvero quella zona di Milano racchiusa tra viale Monza e via Padova fino a Crescenzago, solitamente nota alle cronache come una nebulosa periferia nordorientale in cui succedono cose come spaccio/transessuali/scippi/immigrazione/case occupate che oltre a presidiare il territorio hanno anche ottime intuizioni come mandare a fare in culo Salvini.

 

 

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: gianlini on Mercoledì 30 Ottobre 2019 23:13

Shera, ma cosa vuoi sapere tu del Nolo??  Che peraltro sta qua accanto a 2-300 m in linea d'aria da casa mia!

Dovresti aver capito che abbiamo ormai fatto la tara alle tue farneticazioni !

 

 


 Last edited by: gianlini on Mercoledì 30 Ottobre 2019 23:25, edited 3 times in total.

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: shera on Mercoledì 30 Ottobre 2019 22:58

ottimo post sensato di Antitrader, Gianlini sempre il solito ruffiano

peccato si sia dimenticato di citare il Nolo, versione milanese del Soho, per dipingere di tinte meno fosce un covo di terroristi islamici e pandillas sudamericane

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: gianlini on Sabato 26 Ottobre 2019 19:26

Certo che se uno mette sullo stesso livello la Milano di Formentini con la Milano odierna, allora spazi per discutere non ce ne sono

 

«A settembre abbiamo avuto più di un milione di turisti nell’area milanese. Un numero impressionante che, per chi conosce Milano e se la ricorda 15 anni fa, ritenevamo impossibile da raggiungere». Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, durante la conferenza stampa di presentazione della mostra «Canova-Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna», in esposizione a Gallerie d’Italia fino al 15 marzo 2020.

Milano, una smart city d’eccezione

Il capoluogo lombardo continua a stupire, in controtendenza con gli indicatori dell’Italia, cresce ed è all’avanguardia dal punto di vista dell’innovazione: così Milano è divenuta ormai capitale delle startup ed epicentro d’Europa per le multinazionali

L’eccezione Milano

Nella crisi generale nazionale e internazionale, gli indicatori di salute del tessuto economico, sociale e ambientale di Milano sono del tutto anticiclici. Milano nel 2016 per la prima volta diventa sede del maggior numero di multinazionali e consolati in Europa (dati ISLA). Poi nel 2016 si piazza per la prima volta 16esima tra le città mondiali nell’indice di attrattività di PWC. Milano si scopre infine destinazione turistica: da 3 milioni a 10 milioni dal 2000 al 2016 oggi seconda solo a Roma.

L’età dell’abbondanza

Mai Milano nella sua storia ha vissuto un momento tanto felice e prospero. Infrastrutture: il raddoppio delle linee metropolitane negli ultimi 15 anni per numero di fermate. Demografia: Dopo decenni di declino, Milano attrae nuovi abitanti e nuova ricchezza. Cultura: Milano città universitaria prima in Italia e in crescita nel mondo. Musei ed eventi mai così visitati (+50% 2016 rispetto ad anno precedente, più di 40000 eventi in città durante il periodo di Expo). Classe creativa: oltre 60.000 imprese creative di ogni settore (moda, design, comunicazione, professioni intellettuali, arti…); mai così attrattiva. Imprese: Milano capitale delle Startup italiane (oltre la metà delle startup innovative hanno sede a Milano).

Ambiente e verde pubblico: raddoppio della superficie a parco della città e inquinamento ai minimi storici. Smart City: la città più cablata d’Europa con fibra FTTH si appresta a sperimentare per prima nuove tecnologie per rendere i cittadini padroni della propria vita e non più dipendenti dai servizi del Comune. Nuovo volto della città: il nuovo Skyline sana le ferite della guerra solo adesso e non finisce qui. Expo 2015: 10 miliardi di euro di indotto primario, 400 milioni di investimenti privati e 1,5 miliardi di investimenti pubblici e un successo di pubblico (21 milioni di visitatori).

https://www.professionefinanza.com/made-in-carcere-invisibili-brillano/


 Last edited by: gianlini on Domenica 27 Ottobre 2019 09:20, edited 1 time in total.

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: Morphy on Sabato 26 Ottobre 2019 18:11

Gano, vedo che a te piace vincere facile...

 

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: antitrader on Sabato 26 Ottobre 2019 14:18

Fare il sindaco di milano e' relativamente semplice, ci riuscivano egregiamente perfino formentini

o il cogano di craxi, quando hai un apparato burocratico che funziona, risorse finanziarie sufficienti,

corruzione e malaffare entro i limiti di guardia, il sindaco puo' fare anche solo "quello che firma".

Son le condizioni al contorno che fanno il "grande manager" e non il contrario, caso eclatante gli

AD delle compagnie telefoniche, tutti fuoriclasse negli anni 90, tutti brocchi negli anni 2000 con

i loro titoli andati a 0 (ZERO), nessuno che abbia intuito per tempo che il valore si sarebbe spostato

dalla connettivita' alle boiate tipo feisbuc e whatsapp.

Insomma, se prendi uno di questi "grandi amministratori" e lo mandi a Roma (o Napoli) vedi che

non cambia proprio niente tra burocarzia che si mette di traverso, sabotaggi di mezzi di trasporto,

mafie che non vogliono mollare la presa sulla citta' etc.. etc.. etc..

Anzi, una cosa cambierebbe di sicuro rispetto alla Raggi, tornerebbero anche le sterminate ruberie.

 

 

 

Re: Ragionamenti del nano da giardino  

  By: gianlini on Sabato 26 Ottobre 2019 13:00

By: Gano di Maganza on Sabato 26 Ottobre 2019 12:31

Dietro a tutti c'è un agenzia di PR.

 

---------

Sicuramente, ma Sala, da qualcuno qui definito uno scarso, è stato bravo a scegliere la migliore. Altri sindaci mi sembrano abbiano avuto molto meno fortuna.....


 Last edited by: gianlini on Sabato 26 Ottobre 2019 13:07, edited 1 time in total.