Il NYT cita fonti anonime CIA e in pratica dice che Tarek Aziz era dei loro da un pezzo... Bombardamento del 20 marzo su sua segnalazione. Colloqui preparatori in Vaticano e dintorni, eccetera. E infatti combacia con tutto il resto. Specie con quello che dice il generale Arpino, secondo il quale la guerra non si e' combattuta, e la Guardia, che sul campo avrebbe potuto vincere, e' stata venduta dai vertici politici e militari. Sul campo infatti solo i paramilitari (all'oscuro degli accordi). Come nel periodo 4-8 settembre in Italia. La sostanza e' che hai Saddam sul Gran Sasso (o luogo equipollente). E che, Tarek, nonostante sia cristiano, non e' figlio di maria. Ultima delle conseguenze...non hanno vinto: hanno comprato.