Letture consigliate per la salute

 

  By: shabib on Giovedì 04 Giugno 2015 11:53

Antitrader scrivi all'autore i post di Antitrader escludi questo autore Rispondi Modifica segnalaci questo post Stampa questo Post Share 03 Giugno 2015 08:59 "un giorno, un computer sarà in grado di ricreare tutte le connessioni circuitali del nostro cervello in modo da poterci far vivere, tecnicamente, “dentro una macchina”" Potrebbe essere anche peggio. Nel momento in cui riesci a scaricare su un hard disk tutto il contenuto di un cervello (per quelli particolarmente somari basterebbe un floppy disk) allora potrebbe diventare fattibile anche l'operazione inversa vale a dire quella di caricare il contenuto di un har disk dentro un cervello. A questo punto ci sarebbe la corsa dei rettiliani decrepiti a procurarsi un "nuovo hardware" per cui uno giovane, bello e forte rischierebbe di essere rapito per poi ritrovarsi con un trapianto del cervello senza effettuare il trapianto ma col contenuto della testa del rettiliano cattivo. In questo modo il giovane "muore" e il rettiliano si perpetua all'infinito per la gioia di Pablo e compagnia. ------------------------------- nel film , ripeto film , la soluzione e' quella ideale e alla quale si sta studiando e si stanno facendo comunque cose concrete da parte dei ricercatori : il supercomputer con la coscienza del defunto , riesce a costruire tessuti umani e a collegarli , creando un essere umano da laboratorio , ma umano nel senso organico e biologico del termine nel quale riversa la sua memoria con lo stesso processo inverso che ha usato per prenderla dal vecchio corpo.... a quel punto ha replicato , non resuscitato se stesso , ma riportato su un altro corpo contenitore vuoto che riempe di se perfettamente .... e credo che sia piu' facile scientificamente questa soluzione che guarire da gravi malattie l'umanita' per prolungarne la vita ... e i rettiliani non c'entrano ... e credo che questo sia l'obiettivo di lungo periodo per la scienza , molto piu' pratico che guarire corpi senescenti e malati , cosa che cmnq va fatta dalla medicine ancora per lungo tempo. Naturalmente si puo' obbiettare giustamente che e' comunque l'originale il vero essere e l'altro e' un altro vero essere , ma un clone perfetto ma non e' l'originale che e' cmnq perso ...purtroppo ....

 

  By: pana on Mercoledì 03 Giugno 2015 16:28

una fonte di informazione imparziale,...russian times. strano veramente, la ditta che produce il missile in questione e' russa con sede a mosca ma produce solo per eserciti stranieri ?

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 03 Giugno 2015 13:33

Ci mancavano solo i Photoshop di Pana... ;-)

 

  By: Gano di Maganza on Mercoledì 03 Giugno 2015 13:29

Fortunatamente non credo che sia così semplice.

 

  By: antitrader on Mercoledì 03 Giugno 2015 10:59

"un giorno, un computer sarà in grado di ricreare tutte le connessioni circuitali del nostro cervello in modo da poterci far vivere, tecnicamente, “dentro una macchina”" Potrebbe essere anche peggio. Nel momento in cui riesci a scaricare su un hard disk tutto il contenuto di un cervello (per quelli particolarmente somari basterebbe un floppy disk) allora potrebbe diventare fattibile anche l'operazione inversa vale a dire quella di caricare il contenuto di un har disk dentro un cervello. A questo punto ci sarebbe la corsa dei rettiliani decrepiti a procurarsi un "nuovo hardware" per cui uno giovane, bello e forte rischierebbe di essere rapito per poi ritrovarsi con un trapianto del cervello senza ettettuare il trapianto ma col contenuto dela testa del rettiliano cattivo. In questo modo il giovane "muore" e il rettiliano si perpetua all'infinito per la gioia di Pablo e compagnia.

 

  By: pana on Mercoledì 03 Giugno 2015 08:28

i russi avrebbero phtoshoppato le foto sul dsatro mh17 per incolpare gli ucraini http://www.huffingtonpost.co.uk/2015/06/01/russia-faked-mh17-images_n_7485876.html

 

  By: pigreco-san on Giovedì 28 Maggio 2015 18:24

Paula Cooper (1969-2015) http://grognards2011.blogspot.it/2015/05/paula-cooper.html INDIANAPOLIS, INDIANA, USA - Che ironia, parte 2: è defunta Paula Cooper, passata alla storia per essere stata la più giovane condannata a morte d'America. A.D. 1985: la quindicenne Paola Cooper e alcune sue coetanee avevano fatto zumpo a scuola e, dopo una mattinata passata a bere alcol e fumare erba, decisero di andare in sala giochi. Ma in scena non ci vai se la grana non ce l'hai, per cui il gruppetto pensarono di rapinare un'anziana biblista vicina di casa che dava lezioni gratuite ai giovani del quartiere. Con la scusa delle lezioni sulla Bibbia entrarono in casa della vecchia e l'accopparono: fu Paola Cooper a compiere materialmente il gesto, pugnalando la 78enne ben 33 volte con un coltello da macellaio. In seguito recuperarono i pochi soldi che la vittima teneva in casa (10 dollari) e fuggirono con la sua auto. Nonostante l'età, la Cooper fu condannata alla sedia elettrica, cosa che provocò un'ondata di sdegno nel mondo, soprattutto in Europa; contro la sentenza si schierarono un po' tutti:GP2, Nessuno tocchi Caino, Amnesty International, etc. Solo dall'Italia partì una petizione, poi presentata all'ONU, di ben 2 milioni di firme. Alla fine cotanta mobilitazione diede i suoi frutti: la pena fu dapprima commutata in ergastolo, poi di nuovo in 60 anni di carcere, dei quali ne scontò 26 per buona condotta; così, a 43 anni, Paula Cooper tornò finalmente in libertà, pronta a vivere una nuova vita. Beh, mica tanto, visto che l'altro ieri, ad appena due anni dalla scarcerazione, s'è sparata un colpo in testa. Tutto 'sto casino per niente.

 

  By: shabib on Giovedì 28 Maggio 2015 12:15

credo che certi film dovrebbero essere dati solo a gente matura : (TRANSCENDENCE) nel film si tratta il problema di come rendere immortale un essere ... le problematiche non sono tanto nel mettere in un supercomuter tutti i dati , quanto che comunque , ammettendo per ipotesi un transferimento dati perfetto , il computer resta computer e la persona cmnq muore ..... «Vivere per sempre grazie al supercomputer», neuropsichiatra di Cambridge lancia la sfida all'immortalità Si può vivere per sempre? Forse sì, ma come macchine. La dottoressa Hannah Critchlow, neuropsichiatra dell'Università di Cambridge ha choccato la platea dell'Hay Festival sostenendo che le persone potrebbero probabilmente vivere per sempre all'interno delle macchine: «È sicuramente una possibilità, potenzialmente». A favorire questa fantascientifica opportunità potrebbe essere l'incredibile avanzamento tecnologico la possibilità che, un giorno, si possano ricreare virtualmente le 100 trilioni di sinapsi che determinano i nostri pensieri e le nostre azioni: «Gli scienziati stanno facendo passi da gigante in questa direzione – ha affermato la Critchlow – e, un giorno, un computer sarà in grado di ricreare tutte le connessioni circuitali del nostro cervello in modo da poterci far vivere, tecnicamente, “dentro una macchina”, dopo aver opportunamente scaricato tutte le informazioni contenute nei nostri cervelli all'interno di una scheda madre. Ma, poi, ne varrà la pena? «Il concetto etico di “esistenza” è una questione puramente filosofica. Ancora non siamo in grado di determinare, né di definire la natura di coscienza, non potendola descrivere e quantificare», conclude la Critchlow. http://www.ilmessaggero.it/TECNOLOGIA/SCIENZA/vivere_sempre_grazie_al_supercomputer_neuropsichiatra_cambridge_sfida_immortalit_amp_agrave/notizie/1377983.shtml

 

  By: MR on Venerdì 22 Maggio 2015 14:31

Pensa ai bambini che muoiono di fame. Lo dice anche ilo papa del resto...

 

  By: pana on Venerdì 22 Maggio 2015 14:10

ottimo esempio di coscienza civile ed ecologica che ci impartisce la Francia stop allo spreco di cibo:il cibo avanzato non va distrutto.!!! La nuova norma fa parte di una legge più ampia sui temi ambientali ed energetici e obbligherà i supermercati a donare l'invenduto alle organizzazioni caritatevoli o a utilizzarlo come mangime per gli animali o composto per l'agricoltura. "È scandaloso vedere versare candeggina nella spazzatura dei supermarket insieme a prodotti ancora commestibili", ha detto Guillaume Garot, membro socialista del parlamento e sponsor della legge, sostenendo che al momento molti esercizi buttano cibo che può ancora essere consumato.

 

  By: pablo on Mercoledì 20 Maggio 2015 18:34

Anti fa una bella cosa, per un tre quattro mesi va a mangiare a mezzogiorno da McDonald's e la sera in una comune cucina coreana o cinese di livello mediobasso, e ogni tanto varia con una magnfica immersione nella cucina inglese. Così, per cominciare. Intanto noi ci sacrificheremo alternando orrori nostrani tipo la cucina Toscana e quella insulare, con frequenti incursioni nella tradizione emiliano-lombarda, campana e pugliese per poi raggiungere il massimo dell'abominio con una bella tartufata o un pranzo a base di funghi porcini. Ciao Anti buon appetito, salutami i rettiliani e gli assessori

 

  By: pana on Mercoledì 20 Maggio 2015 17:25

che spettacolino penoso che offriamo allestero con lo scandalo calcioscommesse.. sempre peggio, aveva ragione Monti, dovrebbero sospendere ilcampionato per 5 anni malgrado tutti i passati scandali ancora la corruzione dilaga.. http://www.repubblica.it/sport/calcio/2015/05/20/news/calcioscommesse_salernitana_pizzini-114824060/

 

  By: pana on Martedì 19 Maggio 2015 09:54

con una bella dieta vegetariana questi problemi non li avresti Guarda la versione ingrandita di Nigeria, al ristorante ordinano bistecca: Nigeria, al ristorante ordinano bistecca: "Buonissima". Scoperta choc: è carne umana ABUJA – Una bistecca così non l’avevano mai assaggiata, tenerissima e gustosissima, tant’è che qualcuno ha cominciato a chiedersi da dove venisse quel pregiatissimo taglio di carne. Così i clienti di un ristorante di Anambra, in Nigeria, hanno fatto una terrificante scoperta: a loro insaputa gli era stata servita carne umana. Sette persone sono state arrestate e il locale è stato posto sotto sequestro.

 

  By: pigreco-san on Lunedì 11 Maggio 2015 11:41

Non è spegnendo le luci che il progresso va avanti..queste son politiche da terzo mondo o da stato comunista.. le luci invece vanno sempre più accese ma vanno finanziate con soldi certi..un insegna paga una tassa, questa va per energie rinnovabili comunali ad incremento nel tempo..nel giro di pochi anni ogni comunello avrebbe la propria energia gratis e sostenibile oltre che strade luminose con meno crimini e bal bla bla... ma son politiche troppo intelligenti per la crapa dei nostri politici.... e per gli ampientalisti di oggi che mi sa che non sono all'altezza..ambientano con il verde degli alri...

 

  By: pana on Lunedì 11 Maggio 2015 09:57

un ottimo esempio di coscienza civile ed ecologica quella del sindaco DE BLASIO che vuole finalmente spegnere tutte questi neo,insegne,lui lucine lucette un orgia di watt sprecati vergognosa ma pensiamo a tutto il carbone,petrolio e gas che vengono sprecati solo per illuminare la notte ! ASSURDO La settimana scorsa si è riunito il consiglio municipale della città di New York per discutere una proposta di legge, sostenuta dall’amministrazione del sindaco Bill de Blasio, che ha l’obiettivo di diminuire l’impatto ambientale di New York. La legge obbligherebbe, infatti, migliaia di edifici commerciali a ridurre in certe or e della notte l’illuminazione sia interna che esterna – in sostanza, a spegnere le luci quando si va via. La proposta, in linea con la promessa di Bill de Blasio di fare di New York una città più verde ha, com’era prevedibile, sollevato animate reazioni da parte dei cittadini: da un lato, tra i favorevoli, gli ambientalisti e amanti della natura, che temono per le migrazioni notturne di uccelli e sognano notti più stellate; dall’altro, tra i contrari, quelli che associano la luce a un’idea di prosperità, di ostentata bellezza, di attrattiva turistica e, in qualche modo, a un senso di sicurezza.