Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)

 

  By: GZ on Martedì 30 Settembre 2003 13:14

ahhh!!! un post sul monopolio dell'informazione di Berlusconi ! Stavano per battere il record di un mese senza post con "...perchè Berlusconi monopolizza tutta l'informazione..." e ora con questo intervento di Gavelli dobbiamo azzerare il contatore e ripartire da capo

 

  By: Paolo Gavelli on Martedì 30 Settembre 2003 13:07

gian, forse ti sfugge il concetto di monopolio 2ali

 

  By: gianlini on Martedì 30 Settembre 2003 13:03

paolo: pensa che io credevo che fosse Fiat a ricattare Mediaset minacciando di non far passare i propri messaggi sulle sue reti..... non è che hai un concetto un po' distorto fra cliente e fornitore?

 

  By: Noir on Martedì 30 Settembre 2003 12:51

sono italiano (purtroppo!?) e sono uno dei pochi (a quanto pare) che lo sa!...ma quanto vorrei vivere nella beata incoscienza della maggior parte degli italiani

 

  By: Paolo Gavelli on Martedì 30 Settembre 2003 12:39

mio buon bear, definire cernobil un'"onda emotiva", e non "la presa di coscienza di una situazione a rischio elevatissimo", è una dimostrazione del tuo "tifo tecnologico". pensare poi che quei quattro gatti dei verdi siano stati capaci di lobotomizzare gli italiani fino al punto da renderli "diffidenti e negativi verso tutto quello che è tecnologia" fa a pugni con la tua idea che si possa tranquillamente lasciare al nano il monopolio tv. a questo proposito, non so se ti sei accorto che la legge gasparri consegna al nano il potere assoluto. Il monopolio che ne deriva alla fininvest in campo pubblicitario compie la quadratura del cerchio: se un'azienda (che so? la fiat) si intestardisse a far pubblicità su un giornale nemico (che so? la repubblica) sarebbe sottoposta al facile ricatto: niente passaggi televisivi. ancora pochi giorni e l'italietta sarà la prima monarchia capitalistica della storia. il bello è che gli unici a non saperlo sono gli italiani! 2ali PS: dovesse passare quella legge (e non vedo cosa potrebbe fermarla) il sottoscritto si immergerà nel più totale silenzio (tengo famiglia)

 

  By: bearthatad on Martedì 30 Settembre 2003 03:12

Ho appena seguito Porta a Porta, e ho capito due cose. La prima è che se in Italia si producesse energia nucleare, il costo al kwh sarebbe probabilmente superiore a quello che paghiamo alla Francia. Quindi è sensato evitare grane connesse alle centrali e continuare a comprare energia di origine nucleare da altri. Non lo sapevo, ed è una scoperta interessante. La seconda è che la più grave responsabilità dei Verdi, e indirettamente di chi li spalleggia perchè fanno parte del proprio schieramento, è di aver insegnato agli italiani a essere diffidenti e negativi verso tutto quello che è tecnologia. Senza però rinunciare a usarla. Nell'87 si fece un referendum che non impediva alle centrali nucleari italiane di continuare a funzionare, ma fu INTERPRETATO come un no secco al nucleare. Perciò si decise in seguito chiusura e smantellamento delle centrali. Il referendum si svolse sull'onda emotiva del disastro di Chernobil. Il punto è che se oggi si facesse un referendum sull'IDROELETTRICO (la più pulita e rinnovabile delle fonti energetiche), e durante la campagna referendaria si facessero vedere bene in tv le conseguenze del disastro del Vajont, il risultato sarebbe lo stesso del nucleare. In pochi anni si smantellerebbe tutto l'idroelettrico installato in Italia, ma la gente continuerebbe a comprare condizionatori per difendersi dalle prossime estati che si annunciano sempre più roventi. Se la gente subisse un bombardamento tv con la faccia di Pecoraro che spiega le conseguenze dell'effetto serra dovuto alla CO2 emessa dalla combustione dei combustibili fossili, il successivo referendum porterebbe allo smantellamento di tutti gli impianti termoelettrici. Ci resterebbe solo qualche impianto geotermico a Larderello con cui potremmo si e no accendere una lampadina a testa. Siamo inguaiati assai, perchè questa mentalità folle e demenziale è radicata, grazie al paziente lavoro di pochi integralisti e alla copertura che una grossa fetta della politica gli offre, in cambio di una manciata di voti.

 

  By: bearthatad on Martedì 30 Settembre 2003 00:32

----------------io so con certezza la causa vera del black out: è la stessa che ci ha portato (perdonate il disordine cronologico): terremoti, inondazioni, siccità, incendi, eruzioni vulcaniche, trombe d'aria, solo per restare nei patri confini.---------------------- Fratello Gavè!!! Allora sei d'accordo con me che Fassino doveva essere un po "disturbato" quando ha detto testuale: "Ci hanno lasciati al buio"! L'ha fatto probabilmente perchè siamo lontani dalla campagna elettorale, ma qualcuno gliela ricorderà a tempo debito, questa tavanata. Noir: non posso negare che hai ragionissimo, ci scandalizziamo solo per quello che ci interessa. Tempo fa ho detto che siamo tutti un po' tifosi in politica. Però prometto pubblicamente questo: se si presentasse un giorno un candidato indipendente, con quattro striminziti punti di programma basati sul buonsenso, non legato ai due poli, io inizierei immediatamente a fare campagna per lui. Mi piacerebbe sapere se a sinistra esiste qualcuno che in una situazione del genere avrebbe il coraggio di voltare le spalle ai ciarlatani, anche se vestiti con la maglia della squadra del cuore.

 

  By: Paolo Gavelli on Lunedì 29 Settembre 2003 21:12

my god, questa sera il padrone parla a reti unificate (le sue). toccarsi è consentito 2ali

 

  By: Paolo Gavelli on Lunedì 29 Settembre 2003 18:30

Sarebbe bello se tutto al mondo fosse sempre lucidamente pilotato o programmato da qualcuno verso qualche fine preciso. Invece nell'80% dei casi i problemi sono il risultato di negligenza, confusione, superficialità e incompetenza che cumulandosi nel tempo producono alla fine dei guai. ------------ i can't belieeve! per una volta concordo con gz :-) non su tutto, naturalmente: non riesco infatti proprio a vedere il nesso tra il fatto che importiamo il 16% di energia dall'estero e il fatto che ci sia stato un black out in un momento in cui la richiesta di energia è bassissima. personalmente io so con certezza la causa vera del black out: è la stessa che ci ha portato (perdonate il disordine cronologico): terremoti, inondazioni, siccità, incendi, eruzioni vulcaniche, trombe d'aria, solo per restare nei patri confini. cmq "a Berlusconi non c'è alternativa nel breve-medio termine" ;-) 2ali

 

  By: Joseph on Lunedì 29 Settembre 2003 16:55

Il black out nei Paesi scandinavi si può definire esteso, visto che ha coinvolto dai 4 ai 5 milioni di individui. Mentre per ciò che riguarda Londra è stato in effetti circoscritto ad una cerchia di 150000 persone circa. Con ciò non ho motivo di palesare un complotto, ma la molteplicità di simili eventi in un ristretto lasso temporale, autorizza qualche perplessità. Comunque qualsiasi sistema energetico, sia pubblico che privato, se non controllato e adeguatamente regolamentato può tracimare e produrre notevoli danni, anche se i privati ambiscono principalmente alla distribuzione di energia più che alla produzione, la manipolazione dei prezzi è una sirena allettante ( se permessa )

la teoria del Blackout - gz  

  By: GZ on Lunedì 29 Settembre 2003 16:14

"....Le coincidenze iniziano ad essere perlomeno sospette ... --------------------------------- In Svezia non lo sapevo, tutto il paese è finito al buio o solo qualche zona ? A Londra mi sembra che fosse limitato alla sola città e neanche tutta La California è stato finora il caso più clamoroso dove i blackout si sono verificati a catena per settimane di fila ed è una situazione che un poco ho seguito, ma era semplicemente un caos dovuto a politiche sbagliate e demagogiche (basta vedere come sono andate male le società del settore) Comunque è ovvio che ci sia già chi vede il complotto (usama bin ladine o cia o altro). In California ad esempio i politici e anche i media hanno provato in tutti i modi a dire che erano Enron e società simili che avevano complottato per strangolare il pubblico e creare di proposito una scarsità ecc... Poi Enron è fallita, Dinegy, Mirant e simili sono quasi andate sotto e e alla fine si sono accorti che erano i politici che avevano fatto leggi assurde per anni e nessuno più investiva. Ed è partita una rivolta per cui ora ci sono 50 candidati contro il governatore Gary Davis (incluso Arnold Schwarzenegger che è il meno peggio). Perchè anche se dall'esterno sembra un "circo" in realtà chiunque sarebbe in grado di fare meno peggio dei politicanti che hanno portato uno degli stati più ricchi del mondo come è la California a stare per giorni senza elettricità. Faccio un esempietto che conosco ancora meglio. L'anno scorso in estate per motivi vari di confusione e cattiva pianificazione da parte mia il sito cobraf.com ha avuti diversi momenti in cui era piantato. Si da il caso che l'estate scorsa io avessi delle raccomandazioni pessime o comunque peggiori del solito. Capitava quindi che magari avevo mandato un buy sul fib30, questo andava giù 400 punti e nelle due ore successive il sito era bloccato. Sono stato riempito di mail e anche sul forum sono apparsi dei messaggi secondo i quali questi blackout del sito erano per nascondere il fatto che non sapevo cosa dire o trovare una giustificazione a un segnale sbagliato o simili. Invece era semplicemente che c'era una caduta di efficienza sia dal punto di vista della manutenzione tecnica che dei segnali di borsa. Sarebbe bello se tutto al mondo fosse sempre lucidamente pilotato o programmato da qualcuno verso qualche fine preciso. Invece nell'80% dei casi i problemi sono il risultato di negligenza, confusione, superficialità e incompetenza che cumulandosi nel tempo producono alla fine dei guai. Ma per chi non ha presente come funzionano le faccende tecniche è scontato che debbano sempre funzionare e quindi se si rompono c'è qualche trama sotto

 

  By: Joseph on Lunedì 29 Settembre 2003 14:55

Egregio Zibordi, qualche dimenticanza alla lista : Nel giro di 1 mese circa abbiamo avuto anche Danimarca e Svezia con 3 black out e Londra. Le coincidenze iniziano ad essere perlomeno sospette ed abbracciano Paesi di tipologie diverse.

 

  By: lanci on Lunedì 29 Settembre 2003 14:00

...(oltre all'importare petrolio dall'OPEC più di ogni altro) ---------------------------- però importiamo uranio meno di ogni altro, do ut des

 

  By: GZ on Lunedì 29 Settembre 2003 13:55

la Francia e la Germania (o la svizzera, la spagna, l'olanda, l'austria) non hanno avuto nessun blackout, l'Italia ha avuto un problema questa estate e un altro ieri cosa c'entra la guerra fredda e cosa c'entra la filosofia sui massimi sistemi, è una questione di incompetenza e di demagogia, l'Italia è l'unico paese europeo che importa il 20% della sua energia da altri paesi europei (oltre all'importare petrolio dall'OPEC più di ogni altro paese industrializzato eccetto il giapppone) idem in California dove hanno avuto blackout ripetuti l'anno scorso dovuti alla stupida demagogia del governatore Davis che alla fine, cosa mai successa prima, è stato "richiamato" con un referendum popolare e ora in ottobre affronta un elezione anticipata.

 

  By: panarea on Lunedì 29 Settembre 2003 13:22

i black out ci sono perchè : 1- è finita la guerra fredda e quindi il settore non è + strategico a livello "militare" 2- la costruzione di centrali si giustifica con cause di forza maggiore (tipo guerre) o si fanno coattivamente (tipo Mussolini che creò il 90% dei bacini idroelettrici esistenti, perchè se ne fregava delle 1354 autorizzazioni che ci vogliono ora, vedi Vajont). In una democrazia libera nessuno vuole la centrale vicino a casa sua e singoli, quartieri, comuni, provincie, sovriintendenze ect fanno continue cause e ricorsi per evitarle. 3- il sistema elettrico centrale è roba da paese kennesiano: tutto controllato, regolato. In un libero mercato, dove ognuno fa da sè, chiaro e qualche volta l'offerta è - della domanda Non ci lamentiamo, il black out è il segno, il frutto se volete, di un paese ricco, libero e non in guerra.