Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi....)

 

  By: Mr.Fog on Giovedì 10 Maggio 2007 01:58

prova ad misurarti con lui su quanto correte veloci, o quanto sentite gli odori, o quanta fatica fate a vivere, e dovrai subito ammettere la Tua inferiorità. -------------------------------------------- Ciao X, quello che stiamo facendo ora: "comunicare attraverso la scrittura" e' cio' che ci ha sempre distinto, anche quando cercavamo di farlo disegnando sulle pareti di una caverna. Alcuni esseri possono correre piu' velocemente, sentire odori che neppure ci immaginiamo, vivere 100 volte piu' di noi ma nessun essere su questa bellissima terra ha mai sentito il bisogno di lasciare una traccia della sua esistenza perche' ISTINTIVAMENTE sapeva che altri l'avrebbero LETTA e CAPITA. L'essere SUPERIORI non ci autorizza a distruggere anzi dovrebbe ispirarci a proteggere il pianeta in cui viviamo, ma quella e' un'altra storia...

 

  By: Gano* on Giovedì 10 Maggio 2007 00:18

...silvestrem tenui musam meditaris avena; Polypolie! Te patulae cecini sub tegmine fagi ----------------------------------------------------------------------- Polypolius sic scripsit: Ganule tu patulae recubans sub tegmine fagi ...

 

  By: polipolio on Giovedì 10 Maggio 2007 00:11

Ganule tu patulae recubans sub tegmine fagi ...

 

  By: giveme5 on Mercoledì 09 Maggio 2007 18:38

- io vado in moto e vinco - uso dei sensori molecolari elettronici e annuso prima - appunto, vado in moto e faccio meno fatica ma non poteva pensarci anche il cane ? (ma te guarda cosa mi tocca scrivere !) Ovviamente non facevo riferimento a questo livello x dire che l'uomo è ad un livello superiore rispetto agli animali. Ma anche a questo livello non è che ce la caviamo malaccio

 

  By: XTOL on Mercoledì 09 Maggio 2007 18:33

certo che non siete allo stesso livello! il tuo esempio è proprio ciò che serviva per dimostrare l'opposto di quel che affermi. tu ti senti superiore al cane perchè Tu scegli il campo su cui misurarti. prova ad misurarti con lui su quanto correte veloci, o quanto sentite gli odori, o quanta fatica fate a vivere, e dovrai subito ammettere la Tua inferiorità. have a good day

 

  By: giveme5 on Mercoledì 09 Maggio 2007 18:13

XTOL Un cane reagisce alla mia presenza, gioca con me, mi fa le coccole (o s'incazza e mi morde) ma NON E' UN RAPPORTO ALLO STESSO LIVELLO di quello che ho con un amico. è di qualità inferiore, xchè il cane non sta al mio stesso livello. Sono veramente desolato si possa non riconoscere questa evidenza. E' questione di razionalità, di osservazione, di lealtà, di realismo (nel senso di adeguamento della tesi alla realtà; l'ideologia è l'esatto contrario). Comunque vivi fino in fondo le tue tesi, sperimentale fino in fondo (su di te), verifica se danno ragione di tutto ciò che esiste per come esiste e .... tanti auguri (occiò ai virus).

 

  By: XTOL on Mercoledì 09 Maggio 2007 17:31

E' veramente stucchevole dover dimostrare cose evidenti ------------------------ Eh, la fede! quella che contesto è l'idea, a mio avviso completamente immotivata, che gli umani siano diversi dagli altri animali in un modo "diverso" Infatti è ovvio che ogni specie è diversa da tutte le altre, per cui dire che homo sapiens è diverso significa affermare un'ovvietà. Il guaio è che la superbia ci fa credere di essere diversi "in un altro modo"; questo, essendo immotivato, è fanciullesco, cioè affidato esclusivamente a un atto di fede. Ma non voglio convincere nessuno: sarebbe come cercare di convincere un virus del raffreddore che lui è meno intelligente di noi. come si potrebbe convincere un individuo di quella specie (che si replica con una velocità infinitamente più alta della nostra, che muta con una rapidità che ci lascia incapaci di difenderci, che ha colonizzato ogni angolo della terra, che conta miliardi di miliardi di individui) che noi gli siamo in qualche modo superiori? sarebbe molto più facile per lui convincere noi della nostra evidente inferiorità...

 

  By: giveme5 on Mercoledì 09 Maggio 2007 16:54

Da bamboccio qual sono ti ri-dico: siamo al 99% come gli animali, OK ? Ma abbiamo un 1% che ci qualifica diversi da tutti gli animali (va bene diversi ? non ho messo "superiori" x non offendere gli oranghi). In quell'1% c'è tutto ciò che gli animali non hanno: ragione, libertà, coscienza, sete di significato e di felicità e di giustizia, gratuità, linguaggio, arte, musica, pentimento, rimorso, capacità di far di conto, etc. E' veramente stucchevole dover dimostrare cose evidenti, che ad uno sguardo leale non necessiterebbero di dimostrazione. In un rigurgito di fanciullezza poi ti dico anche che esistono la categoria del bene e del male, che ogni uomo è libero di fare il bene o di fare il male. E che ciascuno di noi si ritrova dentro di se i criteri x giudicare det. azioni "male" e altre "bene". Per cui, ad es., dico che è male la pedofilia (anche se offendo le minoranze che la praticano) ed è bene che un embrione umano non venga soppresso a fini di ricerca (anche se alcuni scienziati ed ecologisti non sono d'accordo).

 

  By: XTOL on Mercoledì 09 Maggio 2007 16:30

Ancora ci illudiamo che lo stare bene al mondo derivi dalla rimozione di fattori esterni ------------------------------------------- e ci mancherebbe che bastasse una popolazione in calo x ottenere la scomparsa della competizione! quella è solo una delle tante variabili che concorrono a provocare i "danni collaterali". certo, una delle più cogenti, ma non la sola. mi ripeto: le ragioni biologiche della competizione e dei conflitti sono connaturate alla natura del mondo fisico, tanto quanto lo sono quelle della collaborazione e dell'altruismo. il bene e il male sono categorie fanciullesche, semplificazioni per anime semplici.

 

  By: giveme5 on Mercoledì 09 Maggio 2007 16:13

Francia e Svizzera non ti piacciono ? E la Danimarca (Pippicalzelunghe, ricordi)? Per lavoro ho attraversato diverse volte la Germania: sono rimasto impressionato da quanto stanno larghi: a parte un po' a sud non hanno montagne ! E la bassa Baviera è stupenda. Comunque anche nel midwest USA si sta ariosi alla grande. Fossi in te non trascurerei nenache il Brasile (ma se hai molta grana ti serve una guardia del corpo) o il Sudafrica (tutto l'anno temperatura tra i 20° e i 28° C). Anche in Slovenia e in rep.Ceca si sta larghi. Non so se ci hai fatto caso, ma anche tra Firenze e Roma ci sono 4 gatti e paesaggi niente male. Come vedi le alternative sono molte, senza dover andare dall'altra parte del mondo (concordo comunque che Australia e Nuova Z. sono molto interessanti)

 

  By: Gano* on Mercoledì 09 Maggio 2007 15:53

Australia... Gia'. Perche' no? Fin che dura probabilmente l' Australia e' uno dei paesi migliori. Quegli altri che tu mi hai citato hanno ragioni oggettive per avere una bassa densita' di popolazione: climi rigidi, aridi o comunque inospitali e gran parte del territorio gelato, deserto o montagnoso (*). L' Australia e' un caso a parte. Ha (ancora) ragionevolmente pochi abitanti a causa della sua abbastanza recente colonizzazione e della sua remota posizione geografica. Cosi', fino che' non sara' piena di cinesi, penso che vi si possa stare di molto bene (ma anche in Nuova Zelanda). (*) Se non fosse cosi' si sarebbero presto riempiti. Li hai visti i piccioni nelle citta'? Finche' trovano da mangiare si riproducono.

 

  By: giveme5 on Mercoledì 09 Maggio 2007 15:50

Caro Gano con Ryanair vai in scandinavia x pochi euro, in Svizzera in macchina, anche in Francia si sta larghi. Ma dove si sta proprio larghi larghi, sconfinate lande col cielo blu è in Mongolia o in Russia o in Kazakistan o in Ucraina o in Bielorussia o in Ungheria o in Canada; se vuoi un paesaggio diverso ci sono l'Arabia, la Libia, la Tunisia, il Marocco, l'Australia ........... non hai che l'imbarazzo della scelta

 

  By: Gano* on Mercoledì 09 Maggio 2007 15:43

Va bene. Allora tu giverne5 e chi la pensa come te state pigiati e date a me quegli spazi per sollazzarmi come di cui sotto.

 

  By: giveme5 on Mercoledì 09 Maggio 2007 15:41

ti ho già fatto l'esempio della Svizzera Ma puoi prendere anche la Svezia, la Finlandia, la Norvegia. Paesi evolutissimi, tanta natura (ma con poche fragoline), bassissima concentrazione demografica, sono belli larghi, con lo stato che funziona, senza disoccupazione o quasi, etc. E cosa hai ? La + alta % di suicidi in rapporto alla popolazione al mondo, criminalità (la nascondono bene, ma le statistiche sono impietose), tantissima gente che sta in sbronza permanente dal Venerdì sera alla domenica pomeriggio per dimenticare i 5 giorni di m. della settimana lavorativa. Dico qualcosa di falso ? Sono cose davanti alla vista di tutti, x chi le vuol vedere. Ancora ci illudiamo che lo stare bene al mondo derivi dalla rimozione di fattori esterni (o sovrastrutture o ...) ?

 

  By: Gano* on Mercoledì 09 Maggio 2007 15:30

Comunque non t'illudere, fossimo anche solo in 200 milioni al mondo trovereremmo lo stesso motivo x fare guerra, avere carestie, infelicità etc. --------------------------------------------------------------------- Avrei gli spazi per andare a caccia al cinghiale, per coltivare le fragole di bosco e fare altre amenita' varie. Probabilmente le risorse sulla terra sarebbero tali che potrei vivere di solo caccia e raccolta di frutti. Inoltre avrei le risorse e il tempo necessario per pensare alla filosofia e alla poesia e accanto alla risoluzione di un paradosso mi sollazzerei a comporre in senari giambici piuttosto che in dimetri coriambici. Prova anche a pensare in che villa-fattoria vivrei... . Nel mondo esiste il male perche' la popolazione e' sempre stirata al suo massimo possibile (*)(**). Cioe' e' sempre al suo limite critico. Necessariamente. Ci sono stati periodi, come quelli della Grecia Classica in cui la popolazione era bassa rispetto alle risorse e alle possibilita' (la popolazione mondiale di quel tempo era stimata a meno di 200 milioni di persone), ma proprio per questo le cose dovevano riequilibrarsi e il numero aumento' subito gia' durante il periodo della fine delle citta' stato e poi durante l' Ellenismo. Lo stesso per Roma. Una bassa popolazione al tempo dei Re aumento' durante la Repubblica e raggiunse il massimo durante l' Impero e la sua decadenza. E la pressione demografica si fece sentire anche con le invasioni barbariche, sia su Roma che poi su Bisanzio. Quando in Europa fra quindici o vent' anni ci saranno un miliardo e mezzo di immigrati in piu' mi dirai come si sta. Ah, e quanto costera' l' immobiliare. (*) Ci si puo' immaginare nelle condizioni ora descritte di quanti figli metterei al mondo... (**) Se siamo troppi si fa come i troppi topi in una stessa gabbia.