Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi...)

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi...)  

  By: pana on Venerdì 06 Ottobre 2017 11:17

eh ma questi giappons sono pure jellati, ora che hanno dato il permesso di riaccendere dei reattori a Fukushima

(perche il nucleare e siiiiiiiiiiiiiiicuroooooooo)cosa potrebe andare storto???

TAAAAAAAC

Violenta scossa di terremoto sulle coste giapponesi, possibile allerta tsunami

Una violenta scossa di terremoto è stata registrata alle ore 16:59 locali (le 9:59 in Italia) lungo la costa orientale del Giappone. Il sisma, di magnitudo 6.2, è avvenuto ad una profondità di circa 10 km e l'epicentro si trova lungo la costa orientale dell'isola di Honshu, la più grande di tutte quelle che formano l'arcipelago nipponico.

 

NO DICO, sarebbe il massimo che un altro tsunami combina un altro casino nucleare radiattivo

 

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi...)  

  By: Lo_Spinoso on Martedì 03 Ottobre 2017 22:44

"Ma c'è ancora qualcuno che sta dietro a questa roba qui?"

C'è, c'è.

 

 

Basta una balla e si riparte di slancio:

 


abbiamo un Regolamento in questo thread


 Last edited by: Lo_Spinoso on Martedì 03 Ottobre 2017 22:46, edited 2 times in total.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi...)  

  By: antitrader on Lunedì 02 Ottobre 2017 23:26

Ma c'e' ancora qualcuno che sta dietro a questa roba qui?

Sono ormai 10 anni che vari personaggi dicono che loro "fondono", ma cosa fondono?

L'unico che era almeno divertente era il Sovietico, quello che aveva messo il letto nel laboratorio,

cosi' il reattore fondeva, e lui dormiva.

 

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi...)  

  By: Lo_Spinoso on Lunedì 02 Ottobre 2017 21:02

"Se tarda ancora penso perderà anche gli ultimi aficionados rimasti"


Sta parlando di gente disposta a negare l'evidenza anche quando l'evidenza (dell'imbroglio) è certa: vedrà che non si stuferanno.


Si parla di metodi di misura del calore.
Uno è diretto, è dato dallo strumento: metti il termometro e leggi il valore.


L'altro è indiretto, e prevede calcoli e passaggi vari per ottenere lo stesso dato via differenziali


Il primo dice che non ci sono eccessi di calore. Il secondo dice che ce ne sono. Entrambi giusti non posono essere, uno sbaglia, quale?


Beh, ma no, via, è una questione filosofica e di non dubitabile onestà intellettuale del tipo che ha messo in piedi il metodo indiretto: si tratta infatti di Piantelli, che è noto per fondere da prima di Rossi, specie in caso di sovvenzioni regionali...

 

 

I veri aficionados sosterrano la bufala per sempre.

Eppoi Rossi è un volpone: vedrà che qualcosa si inventerà - tipo per dire anche solo un filmino di quelli che giusto su youtube, ma sarà ben siglato e controfirmato da qualche insospettable (socio di sempre o contractor dell'ultimora), e allora avrà (per i credenti) tutto un altro sapore.


Sempre, ovviamente, che ritenga di aver bisogno di soffiare ancora sulla bufala, e non si accontenti del grabbato finora (erano circa 11 appartamenti già qualche anno fa) o abbia timore di non averlo ancora messo abbastanza al sicuro...

 


abbiamo un Regolamento in questo thread


 Last edited by: Lo_Spinoso on Lunedì 02 Ottobre 2017 21:06, edited 3 times in total.

Re: Replica del test di Lugano da parte dei professori svedesi?  

  By: ptorr on Lunedì 02 Ottobre 2017 19:54

Traggo da JoNP un rumor privo di conferma. Rossi dice che a tal proposito non ha anora letto niente di pubblicato.

"Anonymous

October 2, 2017 at 5:05 AM

Dr Andrea Rossi,
According with a person with sure knowledge of the facts, the Swedish team of Professors has replicated the experiment of Lugano. They built a reactor copying your patent and made the measurements with regular calorimetry with water in liquid state, instead of with the Boltzmann equation used in Lugano. The same person, that wants not to be identified because the report is secret being financed by a private entity that owns it, told me that the COP they reached makes certain the Effect beyond any possible doubt.
Are you aware of this fact?"

AR  

  By: Armageddon on Domenica 01 Ottobre 2017 17:43

Rossi says:

 

"The probabilities that we will present the E-Cat QX before the end of November 2017 are 100%."

 

"He [Gullstrom] will attend the November presentation"

 

Ma non era in Ottobre? (Prima ancora a Febbraio, no?)

 

6/12/18??? Mah!!! Se tarda ancora penso perderà anche gli ultimi aficionados rimasti.....


 Last edited by: Armageddon on Lunedì 02 Ottobre 2017 11:49, edited 2 times in total.

Rossi e ABB?  

  By: ptorr on Giovedì 28 Settembre 2017 21:02

Su ECW si vocifera che il nuovo partner che segue il test possa essere ABB. Chiunque sia speriamo non faccia la fine dei precedenti...

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi...)  

  By: Lo_Spinoso on Mercoledì 27 Settembre 2017 01:11

Celani, si diceva, bloccato ad un passo dalla FF. Che millanta acquisita da decadi.
Come? Lo spiega, per studenti di terza superiore, Ascoli65:

"(...)ritengo innanzitutto che la difficoltà nel comprendere la FF non sia questione di ignoranza, ma piuttosto di eccessiva conoscenza. Mi spiego meglio. Dai tuoi interventi sul tema dell’entropia è evidente che sai moltissime cose di fisica e non solo. Il grosso problema che hanno coloro che sono molto dotati culturalmente, anche nelle discipline scientifiche, nel cercare di capire il fenomeno della ricerca sulla FF (non della FF in sé) è che per riuscirci credono di dover ricorrere a conoscenze sofisticate, e così facendo si mettono in soggezione e si bloccano.

Viceversa per capire questa curiosa branca della ricerca bisogna fare lo sforzo opposto, cioè dimenticarsi le nozioni di fisica più avanzata, ad esempio quella nucleare, e tener conto solo di quelle più elementari apprese al liceo. Tutti i fusionisti freddi, infatti, non essendo in grado di presentare delle solide evidenze nucleari (neutroni, gamma, ecc.) delle loro scoperte, si appellano al presunto calore in eccesso che sostengono di misurare durante i loro esperimenti. La fondatezza di queste loro rivendicazioni può essere di regola valutata tenendo presente le semplici leggi che descrivono gli scambi termici e i cambiamenti di fase dei fluidi. Non c’è bisogno di altro, non di certo della fisica nucleare.

Un caso esemplare, a proposito di Celani, è quello dei risultati che aveva presentato al 17° International Congress on Cold Fusion (ICCF17), svoltosi a Seul nell’agosto del 2012. Ad esempio osserva la slide (33) della sua presentazione (1):

Questa slide illustra una delle principali evidenze della presunta produzione da parte della sua cella di calore anomalo, cioè non spiegabile in base alle conoscenze convenzionali. Questo calore anomalo è calcolato in base all’incremento della temperatura misurata da una termocoppia appoggiata sull’esterno del tubo (vedi slide 14), come rappresentato dalla curva rossa. Questa temperatura è aumentata di una ventina di gradi nel corso del periodo di circa 3 giorni coperto dal grafico. Avendo assunto che lo scambio termico con l’aria circostante fosse avvenuto solo per irraggiamento e applicando la legge di Stefan-Boltzmann che lega il flusso termico alla 4a potenza della delta T, egli ne ha desunto un incremento di potenza termica prodotta di circa 10 W (vedi slide 31), cha ha attribuito a probabili fenomeni nucleari a bassa temperatura che sarebbero avvenuti nei suoi fili di costantana.

Successive verifiche svolte in altri laboratori sparsi per il mondo da gruppi di ricerca ansiosi di confermare l’effettiva presenza di anomalie termiche, come ad esempio il Martin Fleischmann Memorial Project, hanno poi dovuto riconoscere a malincuore che il progressivo incremento di temperatura della cella INFN era dovuto principalmente alla lenta perdita di gas dall’interno del tubo. Questa correlazione tra pressione del gas ed apparente calore anomalo, la si poteva già intuire dalla slide 38 (anche se relativa ad un periodo diverso da quello delle slide precedenti), osservando la curiosa antisimmetria tra l’andamento temporale del calore anomalo (curva rossa) e quello della pressione del gas all’interno della cella (curva verde).

Però, la cosa più curiosa di tutte, a mio avviso, è la causa delle ampie e fitte oscillazioni della T esterna della cella (curva rossa della slide 33), che si riflettono su quelle ancora più ampie – data la dipendenza dalla 4a potenza – del presunto eccesso di calore (curva nera della slide 31). Queste oscillazioni, più o meno fitte, possono essere facilmente spiegate sulla base della seguente immagine.

In questo caso, sul grafico già mostrato in precedenza è stato riportato un andamento di massima delle temperature esterne, rappresentato dalla curva tratteggiata passante per i 2 valori (min e max) rilevati giornalmente dalla stazione meteorologica di Ciampino, non molto distante dai Laboratori Nazionali di Frascati.

Come si vede facilmente la temperatura ambiente nel laboratorio 25, quello in cui è stata testata la cella a FF, risulta ovviamente sincronizzata con quella esterna. Il susseguirsi dei giorni di test, dall’8 all’11 giugno 2012, fornisce una possibile semplice spiegazione per le oscillazioni (di temperatura e di potenza) mostrate rispettivamente nelle slide 33 e 31.

Le oscillazioni meno fitte, presenti durante la notte, sono presumibilmente dovute ai cicli di funzionamento di un termoconvettore elettrico regolato da termostato che aveva lo scopo di evitare che la temperatura dell’aria nel laboratorio scendesse sotto i 22 °C durante le fresche notti di inizio giugno. Ciò avrebbe provocato, infatti, l’abbassamento della T esterna del vetro della cella, portandolo a valori così bassi (sotto i 120 °C) da interrompere il calore anomalo, come detto al punto 9 della slide 34. Ovverosia, per meglio dire, ciò avrebbe annullato l’incremento di T da cui dipendeva il calcolo dell’apparente calore anomalo, o addirittura avrebbe potuto invertirlo, con il rischio di dover giustificare il fatto che di notte la cella assorbiva energia invece che produrla.

Le oscillazioni più fitte, concentrate nei periodi più caldi del 9 e 10 giugno, sono invece presumibilmente dovute alla oscillazione delle alette deflettrici delle unità split di condizionamento appese ai muri del laboratorio 25.

In pratica possiamo ritenere che la cella INFN funzionasse come un “anemometro a tubo caldo”, cioè un dispositivo capace di misurare la velocità dell’aria circostante in base alle variazioni di temperatura del tubo di vetro.

Non la voglio fare molto più lunga, ma se consideri attentamente che quella slide è stata presentata per anni in giro per il mondo (2) a dimostrazione della capacità dalla cella INFN a filo di costantana di generare calore anomalo prodotto da reazioni nucleari, ti vengono le lacrime agli occhi, in un modo o nell’altro.

(1) http://lenr-canr.org/acrobat/CelaniFcunimnalloa.pdf
(2) http://www.youtube.com/watch?v=Xe5rcEvsek0 (a t=3:20)"

 


abbiamo un Regolamento in questo thread

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi...)  

  By: Armageddon on Domenica 24 Settembre 2017 22:11

Willis parcheggia il tuo Hummer e torna qui da noi, esci dalla tua villa in Brianza e dal tuo laboratorio di fisica nucleare nel seminterrato.....!!!!

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi...)  

  By: antitrader on Domenica 24 Settembre 2017 20:03

Will,

torna qui, non fare l'incazzoso. Oltre al solare (che e' na' cosa seria al contrario degli scaldabagni presunti nucleari) c'e' da commentare i fatti M3S.

 

Costo del solare  

  By: ptorr on Domenica 24 Settembre 2017 18:49

Riporto qui un messaggio di un utente su JoNP che riporta valori del costo dell'energia elettrica ricavata dal solare per diverse località nel mondo. E' interessante.

Lmwillys, dove sei?

"Janne

September 24, 2017 at 10:11 AM

Dear Andrea,

Are you an ardent follower of solar technologies and energy technologies in general? Perhaps in that case you know that the cheapest ordinary power you can buy in the US today is natural gas at 5-6 cents per kWh, correct?

Here are some recent solar prices from new installations/auctions around the world — some subsidized, others not:

Gobi Desert: 1 GW solar plant, 6 c/kWh
Palo Alto: 3.6 c/kWh with subsidies, 5.1 c/kWh with no subsidies
India: Rewa Ultra Mega Solar, 4.5 c/kWh, no subsidies
Mexico: Average bid 5.1 c/kWh, lowest bid 3.5 c/kWh by Enel (an Italian company), unsubsidized
Chile: 5.1 c/kWh average bid, lowest bid 2.91 c/kWh (in August 2016, the cheapest unsubsidized contract for electricity of ANY SORT, EVER!)
Then, in September 2016 Dubai had a 1.3 GW plant for 2.42 c/kWh; less than half the price of natural gas in the US; dramatically lower than natural gas in Middle East or Africa; four companies came out with bids of less than 3 cents per kWh!

As you know, there are 1.3 billion people without electricity in Sub-Saharan Africa and South Asia, and the cheapest energy in the future will be in the sunny parts of the world. This will have major geopolitical ramifications, whether people choose to believe in or not.

Best Regards, Janne"

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi...)  

  By: Lo_Spinoso on Domenica 24 Settembre 2017 00:03

"Attendiamo tuttavia l'esito del prossimo test"

Era il 2010 - si millantava che Rossi avesse iniziato a lavorare sull'E Cat già dal 2007 (direttamente nelle patrie galere), e si annunciava per l'anno prossimo la prova dirimente e l'arrivo dell'E Cat nel mondo.

Da allora, di 6 mesi in 6 mesi (o di anno in anno), novità e scuse che portavano il traguardo un po' più avanti, in attesa di quel test, di quel documento, di quel fatto che avrebbe dimostrato che era tutto vero.

Ci sono persone che aspettano ancora oggi

Ci sono dionaea muscipula che imparano più in fretta.

https://22passi.blogspot.it/2010/12/il-2011-sara-lanno-della-fusione-fredda.html

 

 

 


abbiamo un Regolamento in questo thread


 Last edited by: Lo_Spinoso on Domenica 24 Settembre 2017 00:17, edited 5 times in total.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi...)  

  By: ptorr on Sabato 23 Settembre 2017 18:15

@ cccp:

diciamola però tutta:

se Rossi viene denigrato è anche per colpa (tanta) sua...

Attendiamo tuttavia l'esito del prossimo test. Ma anche in questo caso non credo che usciranno PROVE oggettive.

Prevedo che ci sarà tanta segretezza con pochissimi dati resi pubblici, e non si saprà niente di certo e conclusivo.

Rossi non divulga per non alimentare la concorrenza. E secondo me fa molto bene.


 Last edited by: ptorr on Sabato 23 Settembre 2017 21:05, edited 1 time in total.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi...)  

  By: cccp on Sabato 23 Settembre 2017 14:25

Cercherò di essere più chiaro a me non interessa il singolo o il Celani che sia........voglio solo far notare che le LENR sono un settore di ricerca che merita di essere approfondito e studiato magari anche da un punto di vista teorico.

Naturalmente Rossi è moooolto avanti a tutti e spero che riesca a dimostrare presto che chi lo denigra è solo in malafede.


 Last edited by: cccp on Sabato 23 Settembre 2017 14:27, edited 1 time in total.

Re: Black out (Fusione Fredda, Andrea Rossi...)  

  By: Lo_Spinoso on Sabato 23 Settembre 2017 13:21

"La Verità prima o poi viene sempre a galla"


Ad un passo daa FF?? Non fondeva con successo in costantana già anni fa??

Cccp, guardi che Melchior pensava di essere ironico quando sosteneva che bisognasse abbeverarsi solo a fonti istituzionali come i TG e certi quotidiani.

A prenderlo, come pare fare lei, seriamente e ad elevare "LaVerità" a qualcosa di più di "Chi" o "Cronaca Vera", fa ritenere che Josephson la abbia contattato direttamente per davvero.

Dia retta, cambi spacciatore...

http://it.dplay.com/nove/fratelli-di-crozza/crozza-belpietro-dalle-nostre-parti/

 


abbiamo un Regolamento in questo thread


 Last edited by: Lo_Spinoso on Sabato 23 Settembre 2017 13:28, edited 4 times in total.